mercoledì 29 novembre 2017

Il BrioDoro

Un Pandoro che fosse veloce, facile, per tutti... me lo chiese Michela un anno fa sul gruppo FB.
All'epoca non riuscii, non avevo tempo, me ne dimenticai.
Però, dopo il Briochettone, poteva mancare un pandoro for dummies? O per chi ha voglia di impastare ma non ha tempo?
Allora il BrioDoro, la brioche che sa di pandoro.


Non c'è bisogno di dirlo visto che non ne ha il nome, o sì? 
Il pandoro vero, trovate qui la versione di Adriano Continisio, ha tutt'altro procedimento e bilanciamento.
Ma vi assicuro che questo è delizioso e non ve lo farà davvero rimpiangere.


BRIODORO
Circa 800 gr di impasto: 
- 1 stampo da pandoro da 750 gr 
- 1 stampo da 500 gr e 2 stampi da 100 gr circa

Ingredienti

Per il lievitino:
60 gr di farina forte W380 (farina per panettone)
60 gr di acqua
10-12 gr di lievito di birra
1 cucchiaino di miele

Per l'impasto:
265 gr di farina forte W380 (farina per panettone)
75 gr di zucchero 
5 tuorli di uova medie
75 gr di acqua
85 gr di burro
4 gr di sale

Per l'emulsione: 
2 bacche di vaniglia
30 gr di cioccolato bianco
1 cucchiaio di Marsala o Rum
15 gr di miele di acacia
30 gr di burro

Per la decorazione:
Zucchero a velo vanigliato q.b.


Procedimento:

ore 13,00 (o anche diverse ore prima)
- Prepara l'emulsione: in un pentolino versa il liquore, il miele, il cioccolato a pezzi, il burro, la raschiatura di 2 bacche di vaniglia. Porta a bollore, spegni e copri. Lascia a t.a.

ore 16,30
- Prepara un lievitino nella ciotola dell'impastatrice, sciogliendo il miele nell'acqua, il lievito, poi la farina. Mescola, cori e attendi che sia gonfio. Il tempo che ci metterà a maturare dipende dalla temperatura, ecc. tienilo a t.a.

ore 18 circa
- Versa l'acqua sul lievito, 1 cucchiaio scarso di zucchero e tutta la farina tranne 12 cucchiai colmi.
- Accendi la macchina con la foglia a bassa vel. e quando la farina si è idratata continua a circa 90 giri al minuto fino a quando l'impasto si aggrappa quasi alla foglia.
- A questo punto inserisci 1 tuorlo, 1 cucchiaio raso di zucchero e 2 cucchiai di farina, poi attendi che l'impasto si aggrappi di nuovo.
- Prosegui col 2 tuorlo allo stesso modo: 1 tuorlo, 1 cucchiaio raso di zucchero, 2 cucchiai di farina.
- Capovolgi l'impasto.
- Prosegui come sopra: inserisci 1 tuorlo, 1 cucchiaio raso di zucchero e 2 cucchiai di farina, poi attendi che l'impasti si aggrappi di nuovo.
Di nuovo 1 tuorlo, 1 cucchiaio raso di zucchero, 2 cucchiai di farina.
- Capovolgi.
- Inserisci l'ultimo tuorlo, lo zucchero rimanente, il sale e gradatamente tutta la farina TRANNE 1 CUCCHIAIO.
- Capovolgi l'impasto.
- Dividi il burro in 3 parti, spatolalo fino a renderlo pastoso e inseriscilo a fiocchi dividendo gli inserimenti in 3 volte. Ad ogni fine inserimento capovolgi l'impasto.
- Aggiungi metà dell'emulsione un cucchiaino alla volta, a filo, facendo la massima attenzione a non smollare l'impasto.
- Termina con metà della farina rimasta e capovolgi l'impasto.
- Prosegui con la seconda parte dell'emulsione come descritto sopra, termina con uno spolvero di farina.
- Capovolgi l'impasto che, se avrai lavorato bene, sarà perfettamente incordato.
- Monta il gancio, fai girare qualche secondo a bassa vel. capovolgi l'impasto e fai di nuovo qualche giro per pochi secondi. L'impasto si deve aggrappare bene.

- Fai riposare 30' scoperto.
- Pirla l'impasto come nel video, con la piega a U.
- Attendi 30' e pirla di nuovo, SENZA piega a U.
- Poni nello stampo imburrato con la chiusura sotto, copri e metti in frigo fino al mattino dopo.

ore 8 circa del giorno successivo
- Tira fuori lo stampo, lascialo a t.a. fino a quando la cupola esce dal profilo, ci metterà circa 5h ma il tempo è assolutamente indicativo.
- Quindi inforna a 165° per circa 45' circa t. al cuore 96°.

- Sfornalo e lascialo 20' circa in piedi, poi mettilo di lato e ruota ogni tanto fino a raffreddamento, circa 2h. Lascialo asciugare del tutto fuori dallo stampo ancora 2h poi mettilo in un sacchetto di plastica per alimenti per conservarlo e spolveralo di abbondante zucchero a velo vanigliato al momento di servirlo.

Note:
- Se hai uno stampo da 500 gr pesa 550 gr di impasto: cottura a 175° per circa 35-38'. Il rimanente impasto lo dividerai in due pezzi per 2 pirottini da 100 gr: cottura a 180° per circa 20'.
- Se hai uno stampo da 1 kg aumenta tutti gli ingredienti del 35% e cuoci a 155° per circa 55'.

P.S. Oppure hai altre due strade:
- 1. Dopo le due pirlature metti nello stampo e attendi che la cupola esca dal profilo, poi inforna. In questo caso devi iniziare ad impastare qualche ora prima per terminare tutto in giornata.
- 2. Una volta terminato l'impasto, mettilo subito in frigo e al mattino tiri fuori, lasci a t.a. un paio d'ore circa, poi prosegui con le pirlature, ecc.

SHARE:

25 commenti

  1. Meraviglioso... e non sarà solo il BrioDoro a Natale ... durante l'anno ne farò di certo dei BrioDorini da colazione :-) grazie cara... GRAZIE :-* tvb

    RispondiElimina
  2. Fantastica tu, fantastiche le tue ricette postate con Amore.....fantastico il nome che hai scelto.....grazie

    RispondiElimina
  3. Paoletta sei un mito! Sono venuta qui per scriverti un commento sul Briochettone e che mi trovo? una nuova delizia!! Oramai su internet si trova di tutto, sembra che tutti siano bravi a far tutto, poi ti lasci prendere da una ricetta e magari una foto allettante e il risultato è un disastro perchè non è oro tutto quello che luccica. Invece con te è diverso. Mai una ricetta delle tue che ho fatto si è rivelata un problema, le ho tutte in pole position nel mio ricettario. Grazie veramente per quello che ci trasmetti. E ora via con il Briodoro.
    Ho fatto il Briochettone il sapore favoloso ma non mi si è incordato bene, è una fase dei lievitati che non riesco bene. Non capisco il perchè. Sai consigliarmi qualcosa? Grazie infinite.

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. Grazie mille per queste meravigliose ricette che ci regali. Non vedo l’ora di essere nel fine settimana per mette le mani in pasta, questa volta riuscirò a far contenti tutti.

    RispondiElimina
  6. Bellissima ricetta io ho 2 stampi da 1 kg.come mi regolo con l'impasto? Grazie Paoletta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paoletta ha messo anche le dosi x farlo da 1 kg

      Elimina
  7. Bellissima ricetta, grazie!
    Visto che si tratta di un pandoro "for dummies" non mi vergogno a chiederti se è possibile prepararlo ora e congelarlo fino alle feste. Grazie di nuovo.

    RispondiElimina
  8. Grazie Paoletta, non so se sono più contenta x queste belle ricette o per saperti di nuovo così creativa!!!❤️❤️❤️

    RispondiElimina
  9. Paoletta, leggerti è sempre un piacere :) la ricetta è chiarissima, la tentazione è forte ma... ho un problema tecnico: iniziando a impastare verso le 18, orientativamente quanto tempo può volerci per preparare tutto e mettere in frigo? Se si dovesse iniziare a impastare prima (e quindi mettere prima in frigo) occorre anticipare la levata del giorno dopo o un paio di ore in più in frigo non comporta nulla? grazie fin d'ora :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A quel punto conviene impastare, mettere in frigo subito... il giorno dopo lasciare un paio d'ore circa a ta, poi proseguire con le pirlature, ecc.

      Elimina
    2. gentilissima come sempre, Paoletta :) quindi se ho capito bene, impastare e mettere in frigo; il giorno dopo pirlare e mettere nello stampo, attendere che gonfi e infornare, giusto? grazie fin d'ora!

      Elimina
  10. Grazie per queste bellissime ricette sul blog!! Briodoro riuscitissimo grazie alle tue spiegazioni chiare e precise. Paoletta sei un mito����

    RispondiElimina
  11. Grandissima paola...posso usare garofalo w350?non riesco a trovate farine oltre questo w.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Temo di no, non hanno la forza che dichiarano

      Elimina
  12. Grazie per questo regalo, quest'anno non sarei riuscita a realizzare i lievitati tradizionali: il briodoro sarà il mio dolce di Natale!

    RispondiElimina
  13. Fatto ieri e assaggiato (meglio, divorato) questa mattina. Una nuvola, FANTASTICO!!! Ora non oso neanche immaginare cosa sia il pandoro di Adriano ma già questo è un'altro pianeta rispetto a quelli del super. Unico problema incontrato sono le dimensioni: il mio forno ha il cielo basso che rischiava di bruciare la cupola. Dopo circa 10 minuti ho lasciato accesa la sola resistenza inferiore e dopo 20 l'ho coperto con un foglio di alluminio e riacceso anche la resistenza superiore. Secondo te, si può cuocere con resistenza circolare posteriore e ventilato?
    Grazie infinite Paoletta per queste emozioni che ci regali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, certo è la funzione migliore per quasi tutti i lievitati, ma inforna ultima tacca dal basso

      Elimina
  14. Se volessi sostituire il lievitino col lievito madre quali sarebbero le proporzioni? Grazie! 😘😘😘

    RispondiElimina
  15. Io non me la sento di affrontare questa ricetta ma la girerò a qualche amica che, magari, mi farà un regalo di Natale! :-)

    Buone Feste.

    RispondiElimina
  16. ciao Paoletta e buon anno. non ho l'impastatrice dici che riesco a farlo a mano?

    RispondiElimina
  17. Très bon article, comme toujours. Il a le mérite de susciter le commentaire
    voyance mail gratuit

    RispondiElimina
  18. Ottima ricetta! Vuoi partecipare al contest “The Mistery Basket”? Mi farebbe molto piacere; se ti va fai un salto a leggere le semplici regole. Ciao da Franca di cannellaegelsomino.blogspot.it
    https://cannellaegelsomino.blogspot.it/2018/01/the-mistery-basket-gennaio-febbraio-2018.html

    RispondiElimina
  19. Ricetta particolare davvero, e molto invitante :)

    RispondiElimina

BLOGGER TEMPLATE CREATED BY pipdig