lunedì 2 ottobre 2017

Panbauletto rustico al latte e miele

Fatto ieri, volevo fare una di quelle ''robe senza'' senza zucchero, senza uova, senza latte, senza burro, così, ''per sfida''... ma non è da me :-))
Però poi volevo un pane classico ma mi andava qualcosa di soffice, qualcosa che andasse bene anche a colazione.
Non dolce, senza burro e che fosse più leggero di un panbrioche.
Insomma, alla fine, un compromesso lo ho trovato!
Un bel pan bauletto rustico semplice da mangiare con qualsiasi cosa, come il pane, ma soffice come un pancarrè.
Ho messo noci in una parte dell'impasto, ma si presta anche ad essere farcito con dell'uvetta.
Ottimo, comunque, anche liscio da mangiare in qualunque momento della giornata.
La ricetta si presta bene per chi è intollerante ai latticini, è possibile usare acqua o latte di riso o soia.
Si può omettere il tuorlo e usare al suo posto lecitina di soia.
La ricetta non contiene zucchero, né burro. Vegana insomma ;-)

Per farlo insieme a noi, iscriviti al gruppo su FB https://www.facebook.com/groups/aniceecannella/requests/

Panbauletto rustico al latte e miele
Ingredienti:
(per circa 850 gr di impasto)
250 gr di farina di tipo 1
250 gr di farina di tipo 2
250 gr di latte (o di riso, o di soia)
20 gr di acqua tiepida
30 gr di miele di acacia o fluido (o sciroppo di agave o acero)
20 gr olio extravergine di oliva
1 tuorlo (o 1 cucchiaino di lecitina di soia da sciogliere eventualmente nell'acqua prevista)
1 albume per la spennellatura
10 gr di sale 
15 gr di lievito di birra
1 cucchiaino di miele
semi per la decorazionea piacere circa 100 gr tra noci spezzettate e uvette lavate e ammollate 

Procedimento:

Fai un lievitino, nella ciotola dell'impastatrice, con 250 gr di latte e 250 gr di farina 1: mescola latte e lievito, aggiungi 1 cucchiaino di miele, mescola ancora brevemente, poi aggiungi la farina tutta di un colpo, gira con una forchetta e aspetta che gonfi e che abbia i primi solchi sulla superficie.

Quando è maturo aggiungi 1 tuorlo, l'acqua (se non usi il tuorlo acqua + lecitina) e tutta la farina rimanente.
Accendi la macchina col gancio (meglio a spirale), l'impasto è sostenuto, e impasta a bassa vel. per 2 0 3'.
Alza la vel. e attendi che l'impasto abbia preso ''corpo'', quindi aggiungi il sale.
Ribalta l'impasto.
Inserisci il miele a filo, ribalta di nuovo.
Poi versa l'olio a filo, lentamente facendo attenzione che si assorba ad ogni inserimento prima di aggiungerne altro, o rischi di ''smollare'' l'impasto.
Ribalta ancora, incorda l'impasto.
Se vuoi inserire noci o uvette, o entrambi, termina l'impasto inserendo circa 100 gr di sospensioni e facendo girare a bassa bel. la macchina.
Ribalta 2 o 3 volte per distribuirle bene.

Arrotonda e fai lievitare coperto 45-50'.


Riprendi l'impasto, forma come in questo video poi poni in uno stampo (30x10 cm.) oliato o coperto di carta forno.
Copri, attendi il raddoppio del volume, circa 90' quindi pennella con albume, spolvera con i semi e inforna a 165° per circa 50'.

P.S.: Ogni farina ha un assorbimento diverso. Se vedi che il tuo impasto è troppo consistente, aggiungi lentamente 10 gr di acqua alla volta fino a regolare la consistenza.



SHARE:

21 commenti

  1. Bellissimo!!!

    PS.
    E niente.. non avevo mai commentato un post del tuo blog... dovevo pur farlo prima o poi!

    RispondiElimina
  2. Quanto mi piace questa ricetta con i "senza"
    Grazie 😘

    RispondiElimina
  3. io adoro questa donna. ogni ricetta è un invito a provarla e assaggiarla. Marina

    RispondiElimina
  4. i lievitati sono i tuoi preferiti e anche i miei il panbrioche salato fatto già tre volte .adesso aspetto il resto perchè io da te ho imparato molto altro ,le melanzane a funghetto ,le zucchine a scapece,la cacio e pepe ,i paccheri co' cuoccio quasi tutto ho provato con successo quindi.... io aspetto .Elisabetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appena possibile posto gli spaghetti alle vongole come me li ha insegnati Adriano :-))

      Elimina
  5. Ogni proposta è un successo!! Ma....solo io non vedo il video della formatura? Grazie, Letizia

    RispondiElimina
  6. Sistemato, ora dovrebbe funzionare il link

    RispondiElimina
  7. MA CHE BELLEZZA RIVEDERTI SUL tuotuotuo BLOG! Ho fatto questo PANBAULETTO ed è stato amore a prima vista!! Sempre meravigliosa, come solo tu sai essere. Grazie Paoletta.

    RispondiElimina
  8. Sei sempre la numero uno.. Non vedo l'ora di provarlo.. grazie Paoletta di condividere con noi il tuo sapere. Un abbraccio, Valentina

    RispondiElimina
  9. Felice di rileggerti..ti ringrazio perché ho imparato a fare tutto da te...fette biscottate che faccio ancora... E tutto i lievitati..un enorme saluto anche al mitico Adriano...per gli insegnamenti che mi ha dato ovviamente solo leggendo

    RispondiElimina
  10. Grazie per questa splendida ricetta che farò sicuramente per la mia figlia vegAnna ;-) Domanda: potrei fare dei paninetti con questo tipo di impasto? Grazie e complimenti sempre!!!

    RispondiElimina
  11. grazie di tutto Paoletta e grazie di averci donato queste splendide ricette !!!!rosanna la salandra

    RispondiElimina
  12. Gnaaam!! Ho appena finito cena ma quasi quasi…

    RispondiElimina
  13. Ciao. Io sono vegana, ho provato a fare la ricetta senza uova e latte ed è venuta buonissima. Grazie :)

    RispondiElimina
  14. Super ce blog plein de bons conseils ! Je l'ai mis dans mes favoris. Bravo pour ce travail
    question voyance gratuite par email

    RispondiElimina
  15. Buongiorno a tutti! Ricetta strepitosa! Ma mi stavo chiedendo come conservarlo...lo devo congelare per forza?

    RispondiElimina

BLOGGER TEMPLATE CREATED BY pipdig