domenica 19 luglio 2009

Introduzioni e basi alla fotografia reflex 3

Continuiano le lezioni di fotografia di base di Michele Genito, questa volta l'argomento affrontato è:


CAPIRE IL DIAFRAMMA NELLE FOTOCAMERE

Il diaframma nelle fotocamere reflex ha un funzionamento simile a quello dell’iride nell’occhio, cioè chiudersi o estendersi al variare delle condizioni di luce. Questo succede anche nella fotografia con una scala adimensionale f che ne misura l’apertura riportandone i valori che vanno in genere da 1 a 32 (in teoria all’infinito).
1 - 1.4 - 2 - 2.8 - 4 - 5.6 - 8 – 11 - 16 - 22 – 32


Questi valori sono impostati in modo che tra l’uno e l’altro ci sia un dimezzamento della luce necessaria ad esempio ad 1.4 avremo bisogno della metà della luce rispetto a 2.
Scattare in priorità diaframma (AV) è una delle regolazioni preferite da fotografi poichè consente di ottenere un risultato creativo a seconda di come questo viene impostato. Nelle foto sotto riportate è stato impostato in priorità il diaframma e noteremo come ad f4.0 lo sfondo sia sfocato, mentre salendo di valore è sempre piu nitido. Un’altra cosa importante da tenere in considerazione è il tempo necessario per catturare la foto infatti avendo un diaframma aperto la quatità di luce che lo attraversa è maggiore e di conseguenza ci vorrà meno tempo per scattare. Sono riportati i dati del diaframma e del tempo sotto ogni miniatura in modo da osservarne l’andamento.

Leggi il resto dell'articolo... »


SHARE:

3 commenti

  1. grazie per questa rubrica davvero interessante utile per me che di foto non capisco niente!!

    RispondiElimina
  2. E' sempre bello e utile questo genere di post sulle basi di fotografia!

    grazie

    RispondiElimina
  3. Ciao Paoletta ^_^
    E' vero che dopo un tot di scatti effettuati con la reflex, occorre cambiare il corpo macchina poichè, non darebbe più il meglio di se?
    Grazie!
    Felici vacanze!

    RispondiElimina

BLOGGER TEMPLATE CREATED BY pipdig