giovedì 23 dicembre 2010

La Brioche di Natale all'uvetta e pinoli

E' tardi, è tardi... spesso negli ultimi tempi mi ritrovo a pronunciare questa frase, tanto che il figlio di Pascale, quella della frolla, ogni tanto mi diceva... mi sembri il bianconiglio!
E' tardi anche oggi, con questa brioche di Natale, una brioche per quelli che hanno fatto tardi, per quelli che... il panettone o il pandoro li spaventano... questa brioche a impasto diretto da fare in un giorno, se saltate la notte in frigo, somiglia incredibilmente al panettone, anche la stessa pasta filata, umida e profumata.

brioche uvetta e pinoli

Quando provai questo lievitato, in un piovoso pomeriggio di agosto, mio figlio, il mio giudice supremo disse... mamma questa brioche somiglia ad un panettone!

L'ho rifatta ieri sera, infornata stamani, la foto l'avevo già... di fare il panettone non avevo molta voglia, dopo i corsi torno a casa in stato comatoso, il pandoro ci provo magari per l'ultimo dell'anno, ma a un lievitato non rinuncio, dopo qualche giorno la voglia di impastare poi torna prepotente.

Poi volevo provarla una seconda volta, magari la prima era venuta bene per un colpo di fortuna, dovevo verificare prima di proporvela, e con sicurezza posso dire che è meglio della prima :)

L'ispirazione arriva da qui, in un piovoso pomeriggio d'estate, pure freddino... avevo voglia di usare il mio lievito madre, l'idea quella di usare l'impasto della gubana per una brioche.
Un rapido (anche troppo) errore di calcolo per poterla adattare allo stampo, e infatti ho sbagliato! ... ma va? dirà qualcuno? è noto che io con i numeri ci litigo :(

Ma da un errore, come spesso accade, è venuto fuori qualcosa di diverso, ma qualcosa di estremamente buono, fatela ché ne vale la pena!
Che poi è pur vero che le ricette del Maestro sono talmente perfette che puoi anche sbagliarle, verranno bene lo stesso ;-)

Se anche voi siete in ritardo, ecco un ottimo sostituto del panettone, si conserva ottimamente nella pellicola, anche una settimana:


LA BRIOCHE DI NATALE ALL'UVETTA E PINOLI

Ingredienti:
150 gr di lievito madre (in sostituzione fate una biga 12 ore prima con 100 gr di manitoba, 50 gr di acqua e 1,5 gr di lievito di birra fresco, lasciata fermentare a 18°)
380 gr di farina W330/350 (in alternativa manitoba del supermercato)
125 gr di latte
65 gr di acqua
120 gr di zucchero
100 gr di burro
1 uovo
1 tuorlo
8 gr di lievo di birra fresco
5 gr di sale
1 cucchiaio di rhum
1 cucchiaino di estratto di vaniglia home-made (in alternativa i semini di una bacca)
la buccia di un'arancia grattugiata

200 gr di uvetta
pinoli
1 albume

Procedimento:

Mettere in ammollo l'uvetta in acqua tiepida con qualche cucchiaio di rhum.
Sciogliere nella planetaria il lievito madre (rinfrescato due volte) o la biga a pezzettini, nell'acqua e latte, usando la foglia.
Aggiungere il lievito di birra sbriciolato, e tanta farina, presa dal totale, quanto basta per ottenere un impasto morbido, amalgamare. Unire un tuorlo, 30 gr di zucchero e subito dopo un po' di farina quanta ne serve per ridare all'impasto una consistenza morbida.
Ad assorbimento di uovo e zucchero, proseguire con l'altro tuorlo, 40 gr di zucchero e ancora un po' di farina.
Continuare con l'albume rimasto, 50 gr di zucchero, il sale aggiungendo poca alla volta tutta la farina riservandone un cucchiaio.
Incordare l'impasto con la foglia.
Dividere il burro in tre parti e aggiungerlo in tre riprese, la seconda ad assorbimento della prima parte e così via.
Unire il rhum poco alla volta, la buccia grattugiata dell'arancia e la vaniglia. Ad assorbimento unire la farina rimasta ed incordare l'impasto.
Togliere la foglia e usare il gancio per inserire l'uvetta ben strizzata e asciugata. Quando questa sarà ben distribuita, avrete due strade:
1. formare una palla con l'impasto, metterlo in un contenitore, coprirlo con pellicola e lasciarlo in frigo circa 8 ore. In questo caso tirarlo fuori al mattino, e lasciarlo a temperatura ambiente circa 1 ora e mezza prima di proseguire.
2. lasciar puntare l'impasto 1 ora in un contenitore coperto da pellicola, poi spezzare in due pezzi uguali (pesarli!) avvolgerli (una sola volta) con i pollici senza serrare troppo, il Maestro spiega qui, attendere 10' allungare i due pezzi, avvolgerli tra loro a formare un treccione.
Imburrare uno stampo antiaderente da plumcake da 30 x 10,5 cm. adagiarvi il treccione e coprire con pellicola. Attendere che superi il bordo di due dita circa, spennellare con un albume, decorare con pinoli e infornare a 200° per i primi 15', coprire con un foglio di alluminio se la superficie si è ben dorata e proseguire la cottura a 170° per altri 35'/40'.
Fare la prova stecchino al centro, deve uscire asciutto e non deve trovare resistenza quando si infila.

E non è tardi per augurarvi un sereno Natale :)


99 commenti:

  1. Buonissimo Natale anche a te, Paoletta cara! Finalmente un po' di relax in famiglia dopo tanto girovagare x l'Italia per la gioia di noi allievi dei vostri splendidi corsi, eh??? :-)
    E come sempre bellissima anche questa ricetta, magari provo a rifarla anch'io, vediamo se ho davvero imparato qualcosa!! ;-)
    Tanti tanti auguri
    Stefania

    RispondiElimina
  2. No che non è tardi.
    e poi, ho il lievito madre già con i suoi rinfreschi fatti. chissà che non mi possa alzare il giorno di Natale e....chissà.
    Ti bacio.Buon Natale. Di cuore.

    RispondiElimina
  3. Paoletta, è stato un anno terribile! Grazie per la meravigliosa ricetta che hai postato (ma dove lo trovi il tempo?) mi sono già messa al lavoro non avendo la pasta madre. Un abbraccio fortissimo per augurarti un natale pieno di gioia. romi

    RispondiElimina
  4. @fefa !!!
    che bello che è leggervi 'dopo' :)))
    un'emozione grande...
    un bacio, e buon Natale!

    @Pinella, c'è stato poco tempo per parlare, le cose da fare erano tante e a volte mi spiace non poter scambiare più di due parole... ma spero sempre di dare il massimo, anche attraverso uno sguardo, un impasto.
    e sono felice di averti conosciuta buon Natale anche a te :)

    @romi, oddio che regalo mi hai fatto, quanto ti ho pensata, lo sai? ogni tanto mi chiedevo dove fossi finita, se avevi problemi o se io involontariamente avessi fatto qualcosa... e ora rileggerti non sai quanto è bello, la gioia che mi da! è un bellissimo regalo, grazie, un abbraccio grandissimo :)

    RispondiElimina
  5. meravigliosa cara!!! Appena consegno tutti i panettoni di Zoia questa la voglio provare!!! Grazie per essere tornata e buone feste di vero cuore!!! Smack!!!!

    RispondiElimina
  6. Dai che mi lancio con il vostro mitico lievito madre...e questa la provo...Anch'io non ho abbastanza tempo per osare il panettone. Sei sempre un mito!!! Tantissimi auguri...e riposati un po', adesso!
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  7. Tanti auguri Paoletta...spero che Babbo Natale ti porti tutto quello che desideri e che il nuovo anno sia pieno di felicità e successi
    Ti abbraccio
    Mirka

    p.s.: adesso vado di là a fare gli auguri anche al maestro..si sa mai che si senta trascurato :-)

    RispondiElimina
  8. Auguri Paoletta!
    Bentornata... anche per noi è un piacere rileggerti dopo averti conosciuta :) E hai ragione, le ricette del Maestro vengono bene anche se le sbagli :P (io ne so qualcosa).
    Un bacione e buonissimo Natale!

    RispondiElimina
  9. Ciao Paoletta!!!! che bello sentirti!!! stupenda questa brioche, spero di riuscire a farla per Capodanno!! a te e ai tuoi cari i più sentiti, dolci auguri di buone feste...e che l'anno nuovo continui a regalarti tante soddisfazioni! un abbraccio!

    RispondiElimina
  10. Ciao Paoletta,
    tanti affettuosi auguri e grazie per la splendida ricetta.... da quando ho preso il lievito madre al corso sono a caccia di ricette da sperimentare. Baci
    Federica

    RispondiElimina
  11. mitica Paoletta!Auguri di cuore e ben tornata,proverò sicuramente anche questa tua ricetta;perchè grazie alle tue spiegazioni dettagliate, è difficile sbagliare. scricciolo laborioso uscito da un libro di fiabe,e questa l'immagine che porto di te mitica..mitica..mitica Paoletta! Spedirò a breve quanto promesso

    RispondiElimina
  12. Ciao Paoletta, buone feste!!!
    Mi sto attrezzando per fare questa meraviglia.... Con il "Vostro" lievito madre! Grazie di tutto.

    RispondiElimina
  13. Ciao Paoletta, buone feste!!!
    Mi sto attrezzando per fare questa meraviglia.... Con il "Vostro" lievito madre! Grazie di tutto.

    RispondiElimina
  14. Ciao Paoletta,vorrei tanto provare a fare questa ricetta meravigliosa...
    Devo acquistare una planetaria, potresti indicarmi quale dovrei prendere???non ne ho mai avuta una,sempre impastato a mano,una volta che la compro vorrei comprarne una buona,tu quale mi consigli???grazie mille e Buon Natale.

    RispondiElimina
  15. benritrovata, Paoletta ! tanti, tantissimi auguri di buon Natale anche a te ed ai tuoi cari :-)

    RispondiElimina
  16. Ciao Paoletta, invitante anche questa brioche !!!
    Auguri di buon Natale
    Baci Baci. Lucy

    RispondiElimina
  17. Ciao Paoletta, ti faccio tantissimi auguri per un sereno Natale. La brioche è fantastica, mi fa piacere rileggerti dopo tanto tempo :D
    Che l'anno nuovo ti porti tante cose belle.
    Un abbraccio
    Simona .....

    RispondiElimina
  18. Ancora complimentoni e mille auguri per un 2011 pieno di grandi successi! Spero che il 2011 dia anche a me la possiilita' di partecipare ai vostri bellissimi corsi!Un forte abbraccio

    RispondiElimina
  19. Ciao cara Paola, bentornata! Buon Natale un pó in ritardo, ma sempre con affetto! Goditi il riposo..... Non oso chiedervi tra quanto riparti! Ho visto anche il panettone gastronomico di Adriano, che bello ritrovarvi ! Tanti auguri di un sereno 2011 pieno di soddisfazioni. Ciao, franci

    RispondiElimina
  20. Cara Paoletta, nella mia città ho trovato il lievito madre essiccato in polvere Biologico. Mica sai in che quantità posso usarlo per eguagliare la dose?
    E poi posso farlo nello stampo unico, invece che fare la treccia, vero? (stavolta non vorrei fare schifezze)
    Auguri anche a te.....

    RispondiElimina
  21. In questo impasto quando metti il sale, Paoletta?

    RispondiElimina
  22. Ciaoooo Paoletta, Auguro a te e famiglia i migliori auguri per un 2011 sereno.
    Natale ormai è passato, magari provo a realizare questa bella ricetta per fine anno.
    é molto bello ritrovarvi (te e il maestro)grazie,un abbraccio Lucia

    RispondiElimina
  23. Ciao Paoletta, per Natale ho fatto i panini semi-dolci di Adriano....ben 2 kg di farina.
    Ora voglio provare questa brioche con il vs lievito madre...che è in perfetta salute!!!!
    Buon Anno a te e famiglia!!!
    Susanna

    RispondiElimina
  24. scusa,posso sapere se la biga va a temperatura ambiente o in frigo,e se posso cambiare stampo,grazie Anna.

    RispondiElimina
  25. @Lory, bella! un bacio grande e buone feste anche a tutti voi :)

    @Barbara, questo lm oramai sta fermentando in tutta Italia, che belloooooooooooooooo!
    smack :)

    @Mirka, che bello rileggerti! ho un ricordo meraviglioso del tuo sorriso e della tua torta, che, vero non ho fatto, ma ricordo ancora benissimo ;)
    un bacio grande

    @Silvia, te che hai sbagliato?
    dai, facciamo un ricettario a parte ;-)
    (chissà che direbbe, ehehe... )

    @*m* buon anno anche a te! e fammi sapere della brioche :)

    @Federica, ciao!! sul mio blog e pure in quello di Tinuccella ce n'è qualcuna, se hai bisogno fai uno squillo!
    un bacio :)

    @elisabetta, mi vuoi far piangere? :))))))))))))
    un bacio!!

    @maria, anche tu????? mamma mia che soddisfazione!!! baci

    @maria carmela, prendi un kenwood, mo non ricordo il modello che ha per esempio il maestro, magari chiedi a lui... :)
    ma più o meno sono tutti buoni!

    @Raimondo, tanti cari auguri anche a te! ricevuta la mia mail ritardataria? :)

    @Lucy, dolcissima, tanti cari auguri anche a te e a tuo marito :)

    @Simona, grazie! tanti cari auguri anche a tutti voi e un bacio speciale alla tua mamma ;-)

    @Vale, ti aspettiamo :)

    @Franci, si riposa per modo di dire, ma va bene così... a star ferma cado in depressione ;-)
    un abbraccio grande, grande !

    @Fiorella, non l'ho mai adoperato, mi spiace molto... se mandi una mail a corsi di cucina, dico ad adriano di risponderti :)

    @Pinella, sei proprio una fatina! e io 'na smemorata, mi ero scordata, come al solito...
    un bacio

    @Lucia, grazie! è bello leggere parole come le tue che al nostro rientro. auguri di buon anno anche a te!

    @Susanna, 2 kg.???????????? avevi un esercito a merenda??
    a mano vero?? ;-)
    un bacio e tanti cari auguri anche a te!

    @Anna, scusami, avevo dimenticato di specificare, la biga va lasciata fermentare in una ciotola coperta da pellicola a 18°.
    per lo stampo puoi provare quello del panettone da 1 kg. e infornare quando mancano due dita al bordo.
    mi fai sapere?

    RispondiElimina
  26. Ciao Paoletta, sono Sabrina (corso di Dolo, non so come farai a ricordarci tutti!!), ho appena sfornato la tua brioche di Natale col lievito madre del corso, che bellezza! Profumata e morbida. ce ne siamo già sbafati un bel po' ancora calda, e domani ci aspetta per colazione..Grazie ancora per i vostri preziosi insegnamenti, un abbraccio.Sabrina

    RispondiElimina
  27. mmm...aggiungiamo il lievito fresco (quindi lievito di birra) al lievito madre??
    Come mai??
    credi non bastino 8 ore in frigo come lievitazione solo con la Pasta Madre?
    Scusa per tutte le domande ma avendo la passione per la pasta madre vorrei capirci meglio :-)
    Bacioni

    RispondiElimina
  28. scusa Paoletta ,lo faccio lievitare a temperatura ambiente in casa ho 19gradi ?e posso anche usare lo stampo da panettone da 750 lasciando che superi il bordo di 2 dita? ho gia' fatto la biga estasera impasto e domani metto in forma grazie per le risposte Anna.

    RispondiElimina
  29. sento il profumo fin da qui e mi sembra una bellissima ricetta per inaugurare la pasta madre che ci avete regalato al corso.
    ps: potresti controllare i feed del tuo blog? blogger mi dice che non aggiorni da mesi, invece sono solo pochi giorni (meno male che di tanto in tanto passo da te lo stesso)
    e in superritardo... AUGURI!

    RispondiElimina
  30. gasp, che meraviglia... sento l'odore fino a qua! tanto lavoro nel procedimento, ma sicuramente ne vale la pena! Augurissimi! Francesco

    RispondiElimina
  31. Come si fa a formare il treccione? Sarebbe la prima volta per me che formo un treccione...non l'ho mai fatto, non so da che parte si inizia.

    Ciao

    Andrea

    RispondiElimina
  32. ciao paola, una brioche davvero ottima per la colazione!!! Questa la segno

    RispondiElimina
  33. Fantastico , cosi soffice e buono !

    RispondiElimina
  34. Non è tardi nemmeno per copiarla che dici?! :P ehehehhehe
    Eccomi, bentrovata ed ottimo punto di inizio...di quelli con il sorriso :)
    Una domanda e se mi cimentassi a mano in modo da allenarmi per lievitati dolci più complessi...come la vedi?!...o desisto?!
    Alla prox :))

    RispondiElimina
  35. Paoletta carissima, ben rientrata! Mi sono immediatamente cimentata nella brioche, che da oggi in poi sarà il nostro panettone, visto il mio pessimo rapporto con il lievito madre ;-D Allora, vengo a rapporto: stampo panettone da chilo (secondo me basta quello da 750), manitoba Lo Conte, biga e passaggio in frigo di 8 ore. Da stamattina lievitazione durata dalle 10 di stamane alle 15. Praticamente perfetto, e quasi un panettone! se ce la faccio ti mando una foto. Ah, e 100 g di uvetta e 100 di arancia candita...
    Come sempre grazie e tanti auguri di felicità e cose buone!

    Anto

    RispondiElimina
  36. PS che testa che ho...e sopra ho messo non i pinoli ma la glassa del pandorlato! e ri-baci!

    RispondiElimina
  37. Ciao paoletta ho cotto questa brioche nella parte bassadel forno per qualche mn.in piu',e si e' leggermente bruciata sotto,ma si e' anche leggermente affossata al centro,e' normale?il sapore e' molto buono,ma vorrei chiedere,la loconte non ha un w 380_420,cioe'piu alto della ricetta,perche' io ho usato una farina al 13% di proteine,cosa cambia?scusate tutti ma vorrei imparare qualcosa in piu' sono alle prime armi con i lievitati,grazie per le risposte Anna

    RispondiElimina
  38. Paoletta scusami se ti distrurbo, ma ho scritto a corsi di cucina da un pò di giorni, ma non ho avuto nessuna risposta!!! :-(

    RispondiElimina
  39. Sei bravissima! AUGURI E TANTA SERENITA'

    RispondiElimina
  40. Bentornata a casa e sul blog cara Paoletta!!! Ti auguro un felice e sereno anno nuovo, nel quale speriamo ci sia magari l'occasione di ri.incontrarsi di nuovo..magari per un corso..io ho avuto avuto il piacere ai Castagnoni se ricordi, quella con la cognata panciona e ora diventata di nuovo zia!! Un abbraccio, auguri, Monica

    RispondiElimina
  41. @Sabrina, grazie a teeeeeeeeeeee :)
    mamma mia che bello sapere che ci siete ancora! va be', l'ho già detto, ma fa nulla ;-)
    un bacio

    @miele, è per aiutare la fermentazione, d'altro canto anche Zoia mette un pizzico di ldb insieme al lievito madre... la lievitazione mista è uno dei tanti sistemi, ed io devo dire che, specie per i lievitati dolci, la preferisco.

    @Anna, perdona il ritardo, avrai già fatto :(
    l'impasto totale supera il chilo e 200 gr. per lo stampo da 750 gr te ne servono circa 830/850 gr. di solito il peso dell'impasto non va oltre il 10 o 15 % della capienza totale.
    comunque potrai già dirmi come è andata?

    @lise, fffatttooooo!! :)

    @Andrea, nulla di più facile, avvolgi tra di loro i due capi.

    @Gambetto, sì che è possibile, si portano a incordatura impasti molto più idratati di questo, quindi... l'importante è farlo con le giuste tecniche ;-)

    @anto, complimenti! ogni cosa che fai è un successo :)
    perchè dici che basta quello da 750 gr? come dicevo su sono oltre 1200 gr di impasto.
    per il resto... glasa del pandorlato?? uhmmmm! ottima idea!!
    un bacio :)

    @fiorella, ma veramente? e con che nome? adesso che sono a casa giuro di rispondere sempre entro le 2 max 3 ore successive ad una mail... a meno che, come al solito, la gmail fa le bizze! infatto si è scritto nel blog che ci sono dei problemi! me la rimandi? magari a aniceecannella@alice.it
    un abbraccio

    @nonna, grazie anche a te :)

    @monica, essì che ricordo! mai visto nessuno con tanta pancia impastare tanto e bene :))
    un bacio a tutti voi e auguri per tutto!

    RispondiElimina
  42. Eh Paole' mi sa che ciai ragione sullo stampo, forse quello da 750 è troppo piccolo.... e le cose che faccio sono un successo solo con 'certe' ricette! ;-D Ancora tanti auguri!

    RispondiElimina
  43. Cara Paoletta e'molto buono L'ho solo cotto qualche minuto in piu',volevo solo chiederti della differenza delle farine come ho gia' scritto sopra,se hai tempo mi rispondi? GRazie,Anna.

    RispondiElimina
  44. Fatto.
    Impastato ieri mattina e infornato a mezzanotte, dopo il riposo in frigo di 8 ore...
    una faticaccia rimanere alzati e svegli a quell'ora con il sonno che ti addenta e con il profumino che esce dal forno..
    L'ho tenuto a cuocere una decina di minuti di piu', che' lo stecchino mi era uscito tutto appiccicoso, in un punto..
    Stamani prova assaggio.
    Soffice e morbido. :-))))

    grazie e Buon anno!

    RispondiElimina
  45. Auguri di un anno sereno, in salute e ricco di valori. Da me Ale.

    RispondiElimina
  46. fatta!!! buonissima, come al solito con te si va sul sicuro...anche utilizzando strumenti semplici per impastare come la macchina del pane!
    al prossimo dolce,
    claudia

    RispondiElimina
  47. ciao!!!!! ti devo proprio fare i complimenti, sei mitica! ti seguo da anni e finalmente anche io ho avuto il "coraggio" di entrare in questo mondo...ho aperto un mio piccolo blog! anzi, sei hai suggerimenti, sono ben accetti! grazie per tutto quello che mi hai insegnato e che ancora mi insegni!

    RispondiElimina
  48. Fatta! Risultato ottimo, direi come al solito. L'unico problema è che senza la planetaria (se ne hai qualche modello da suggerire sei la benvenuta) è stata una fatica enorme incordare l'impasto. E visto che ci siamo.... buon 2011!!

    RispondiElimina
  49. Fatta fatta fatta! il risultato e' stato ottimo, la soddisfazione immensa (ma quanta soddisfazione danno i lievitati??? sara' vederli crescere? sara' che tanti non mi sono venuti??)
    unico problema: il mio ragazzo non riesce a smetere di mangiarla :D

    grazie mille, ti auguro uno splendido 2011
    Valentina

    RispondiElimina
  50. ciao!!! vorrei provare a fare questa meraviglia..ma ho un dubbio...probabilmente stupido ma preferisco chiedere :)...

    hai scritto di coprire lo stampo con una pellicola...e attendere che l'impasto superi il bordo di due dita circa...ma come fa se c'è la pellicola? :P...non è che se si appiccica alla pellicola poi rovino tutto quando la tolgo?

    scusa la domanda forse stupida :(...

    grazie mille!

    RispondiElimina
  51. @Anna, la lo conte arriva a w380 solo perchè addizionata di non so ora esattamente cosa per farla arrivare a quella forza.
    ma tu hai usato una manitoba al 13% di proteine o cosa?
    perchè se si è affossata al centro, o non era bene incordata, e quindi ci sta anche che la farina non abbia retto, o semplicemente che lo stampo fosse grande, ma pure che era passata un po' di lievitazione.

    @Gaia, grazie a te, eh... per la cottura il forno, non ce n'è uno uguale all'altro, io ai corsi divento pazza ;-)
    cmq bravissima! :))

    @Ale, anche a te!

    @Claudia, veramente hai usato la mdp?? complimenti!

    @maunotes, ti consiglio kenwood ;-)

    @Valentina, è un bel problema, soprattutto perchè te la richiederà di nuovo ;-)
    smack!

    @Erika, non è assolutamente una domanda stupida, anzi! la pellicola non va fissata sotto, ma solo appoggiata sulla superficie, che così come la brioche cresce, la pellicola si alza insieme a quella.
    e si staccherà benissimo, perchè l'impasto è bello grasso ;-)
    mi fai sapere?
    un bacio :)

    RispondiElimina
  52. certo che ti farò sapere!!! :) grazie mille per la gentile risposta!

    ah! altra cosa...ho nuovo nuovo il clatronic km2718..lo conosci? userò quello per impastare...ma che velocità devo usare secondo te?

    perchè l'ho usato per esempio per impastare lo sfincione (che di solito facevo a mano) ma usando gli stessi ingrendienti ha fatto fatica a lievitare..quindi suppongo che sbaglio le velocità :(...e non vorrei sbagliare anche con questa!

    grazie ancora!

    RispondiElimina
  53. buon anno,Paola^;^ e che dolce inizio,con questa splendida brioche :))chissa' che anch'io abbia la fortuna,di partecipare a qualche tuo corso...sarebbe un giorno bellissimo,un grosso autoregalo..ehehe bacioni,cara :-*

    RispondiElimina
  54. Paolettaaaa!!! L'ho fatta!!! A forma di ciambella, e con le albicocche al posto delle uvette. Sì, lo so..., la mia è una fissa. Il fatto è che a molti non piacciono le uvette. A me sì, comunque...;-) Ti metto la foto su FB...
    Baciiii

    RispondiElimina
  55. altro dubbio :)...quando scrivi:

    "lasciar puntare l'impasto 1 ora in un contenitore coperto da pellicola, poi spezzare in due pezzi uguali (pesarli!) avvolgerli (una sola volta) con i pollici senza serrare troppo, il Maestro spiega qui, attendere 10' allungare i due pezzi, avvolgerli tra loro a formare un treccione."

    quando spezzo in due parti l'impasto...posso rilavorarlo? mi spiego, divido in due a occhio e li peso..se non sono uguali..correggo..ma a quel punto per unire "i pezzi" posso rilavorare tutto?

    poi...avvolgerli una sola volta..in che senso? io ho guardato il link...praticamente arrotola su l'impasto...che significa una sola volta?

    ultima cosa :)...avvolgerli tra loro per formare un treccione...intendi tipo le caramelle marshmallow bianche e rosa? :)...dove la parte rosa è inviluppata con la parte bianca? :)

    grazie mille! porta pazienza per le mie mille domande :)...è che non vorrei sbagliare! preferisco andare sul sicuro :D...

    ciao!

    RispondiElimina
  56. Bravissima!

    Abbiamo in comune due passioni: la fotografia e la cucina, vieni a trovarmi sul blog:

    http://nonsolopaneepizza.blogspot.com/

    Oggi torta di panettone alla frutta...

    RispondiElimina
  57. stupenda briosche...anche se è di Natale..penso che a gennaio possa andar bene lo stesso per me ;-)

    RispondiElimina
  58. L'ho provata! Ho ricevuto i complimenti da tutti, oltre che per la morbidezza dell'impasto anche per il profumo che ha invaso la casa, perfino da un'amica che mangia solo panettoni Le Tre Marie! Grazie per tutte le ricette e Buon 2011 che sia anche quest'anno pieno di successi come il 2010! Un abbraccio
    Angela (Corso 23/24 Ott. Roma-Infernetto)

    RispondiElimina
  59. Rivisitazione strabilanciata!bravissima e auguri!

    RispondiElimina
  60. Cara Paoletta, intanto Buon Anno...
    e poi volevo chiederti...ma come faccio a farla se non ho l'impastatrice!!?!?
    avresti da consigliarmi un ordine di lavorazione degli ingredienti!? forse conviene farlo almeno all'inizio in una ciotola..visto che parli di impasto morbido..argh..non ho imparato abbastanza al corso!!!! gasp gulp!

    BACIONI
    Ale da Roma (corso di zagarolo!quella aaaaltaaaaaaaa alta alta!)

    RispondiElimina
  61. Mi piace molto questa brioche!
    Anche io non ho mai tempo, ma appena posso la rifaccio : )

    RispondiElimina
  62. Ho provato la Brioche ed è venuta buonissima! Ora mi preparo per impastane un'altra, poichè la prima è andata a rubaaa.
    grazie Paola per la tua ricetta.
    Simona

    RispondiElimina
  63. Una fettina a quest'ora è quello che mi ci vorrebbe....buonaaaaa, e sono pure incinta quindi non è giusto che devo rinunciare...recapitamela!!!

    RispondiElimina
  64. Che meraviglia, e poi molto più buono del classico panettone!!!!

    RispondiElimina
  65. Que rico se ve el pan de pascua,es muy buena tu receta,me encanta la comida y los dulces italianos,me quedo en tu blog,me encanta saber de otras culturas,abrazos y bendiciones para el año 2011,cariños.

    RispondiElimina
  66. Grazie Paoletta per questa meravigliosa ricetta! Io l'ho già fatta due volte la brioche ed è buonissima.
    Vorrei chiederti se la farina Caputo rossa sia indicata.
    Un caro saluto.
    Maria Rosaria.

    RispondiElimina
  67. perfetta! mò la salvo tra i preferiti e la ripropongo quando finalmente faremo fuori gli ultimi panettoni (sì, ma quando??? inizio a disperare di farcela...). come sempre ricetta favolosa. merci! buon anno!

    RispondiElimina
  68. As a host I live my love to boil. Who of You desire has to meet a stranger at a covered table, an inquiry sends http://www.grandcru4you.com and keeps the fingers crossed that you receive a positive answer.

    RispondiElimina
  69. @erika, inizia con vel. 1 e 2 per il mescolamento, poi gradatamente a 3 e incorda con questa ultima, max vel. 4.
    devi solo sgonfiare l'impasto e avvolgerlo una volta perchè nel link lo fa due volte.
    sì, arrotoli il treccione come i mars ;-)

    @barbarella, vista! è splendida :)

    @angela, ciaooo!
    grazie, mi fa tanto, tanto piacere :)

    @alessandra, usa il procedimento a mano che sta nella brochure, quello della brioche... ovviamente con questi ingredienti! ;-)
    bacio

    @simona, grazie a te!

    @mr, sì la caputo rossa va benissimo.


    a TUTTI gli altri, grazie di cuore per esserci sempre, anche quando io non ci sono!
    un bacio

    RispondiElimina
  70. ciao, sono neofita del blog ma lo consulto in maniera sistematica. Pensavo che avvicinandosi carnevale, non è che ci regali una schiacciata alla fiorentina???????? Grazieeeeeeee!!!!!! Rita

    RispondiElimina
  71. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  72. E' tardi? vabbè, tanto qui nessuno si scandalizza se un dolce natalizio sarà la colazione di questi giorni ...e poi durerà pochissimo ...

    http://www.ecucinando.it/dolci-dessert-torte-creme-biscotti/27672-Brioche-all-uvetta-e-pinoli-di-paoletta.html

    Grazie Paoletta!!

    RispondiElimina
  73. Ciao cara, volevo ringraziarti per le tue belle ricette e per tutto quello che ho imparato guardando il tuo blog. Questo dolce con l'uva sembra meglio del panettone, lo proverò al più presto. Ti ho anche inserito nel mio blogroll, se vuoi venirmi a trovare il mio link è: http://lericettediziapatty.blogspot.com/

    RispondiElimina
  74. Ciao Paoletta, io sono nuova..un'informazione: per fare a mano, si procede allo stesso modo? io di solito seguo gli stessi passaggi a mano...grazie Elisabetta

    RispondiElimina
  75. A breve comprerò un frullatore su http://www.ebay.it, mi piacerebbe sapere se per questa ricetta è possibile frullare questi ingredienti e ottenere lo stesso risultato finale

    125 gr di latte
    65 gr di acqua
    120 gr di zucchero
    100 gr di burro
    1 uovo
    1 tuorlo
    8 gr di lievo di birra fresco
    5 gr di sale

    RispondiElimina
  76. Ciao.
    Complimenti per le ricette e per il tuo blog...volevo segnalarti anche il mio.....grazie

    http://www.saporipersingle.it

    Ciao da Umberto

    RispondiElimina
  77. Ti vorrei invitare al mio primo contest MANI NELLA MANITOBA, una raccolta di ricette con la farina manitoba...
    http://dolciedesserts.blogspot.com/2011/01/primo-contest-mani-nella-manitoba.html
    se ti va passa a dare un'occhiata... ti aspetto...

    RispondiElimina
  78. grazie Paoletta, per la tua deliziosa ricetta. Riesco a sentire l'odore da qui. sicuramente proverò questo nella mia cucina. caro buon giorno!

    RispondiElimina
  79. ciao paoletta ho fatto varie volte questa ricetta con risultati ottimi facendo la biga, ora vorrei riprovare con il lievito madre che ci hai dato al corso, ma che vuol dire rinfrescato 2 volte? due volte di fila raddoppiando la farina viene piu di mezzo chilo mi sembra strano... non capisco scusa...
    grazie giulia

    RispondiElimina
  80. Buenísimo brioche y espectacular Blog, lleno de recetas extraordinarias, me encanta ;) un beso

    RispondiElimina
  81. buonissima ricetta. meraviglioso il suo blog.

    complimenti.

    Guilherme

    RispondiElimina
  82. Buongiorno Paoletta, ho realizzato e pubblicato questa tua brioche
    http://lavetrinadelnanni.blogspot.com/2011/02/la-brioche-uvetta-e-pinoli-di-paoletta.html
    e devo dire che non è buona come dici tu......... è molto ma molto meglio!!!! ;-)))
    Ciao!

    RispondiElimina
  83. Mia mamma e uruguayana e cucini sempre questa ricetta per natale ma ha usato per denominare pudding inglese. molto bizzarro

    http://kitchenvoyage.blogspot.com/

    RispondiElimina
  84. @Rita, ciao io non ho fatto a tempo a farla, ma ce ne ha portata una buonissima gaia di profumo di mamma, la trovi nel suo blog :)

    @Cristina, grazie a te :))))))))))

    @Elisabetta, sì, stesso ordine di inserimento!

    @Giulia, scusa il ritardo... rinfresca solo quanto te ne serve, poi ne usi il peso che ti serve ;-)

    @Nanni, ciao!
    vista, ti è venuta benissimo :)

    RispondiElimina
  85. 22 aprile
    Earth Day
    41 Festa della Terra
    Se vuoi celebralo vai in www.cucinaamoremio.com predi il logo ed esponilo.
    Grazie.
    Dann/www.cucinaamoremio.com

    RispondiElimina
  86. Ciao,
    ho provato questa ricetta ed il risultato è stato ottimo. L'unica pecca è che sul fondo l'impasto, durante il raffreddamento, si è un po' ammassato. Come posso fare per evitare questo inconveniente?
    Grazie di cuore,
    Tatiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tatiana, che farina usi? perdona il ritardo, leggo solo ora :(

      Elimina
    2. ma scherzi? anzi, grazie per questo tuo condividere, non sai quante ricette abbia scopiazzato dal tuo blog :-) allora, che farina abbia usato proprio non ricordo. Ma adesso che ho abbandonato la manitoba...secondo te la 00 soffiata di mulino marino potrebbe andare bene?

      Elimina
  87. Ciao Paoletta ,l'ho fatta giusto la scorsa settimana e domani la farò nuovamente...dato il poco tempo ho proprio deciso di sostituirla al panettone io ho fatto due panettoncini da 500gr...risultato eccezionale e il sapore ottimo...profuma ed è morbidissima...mi sono persa il corso a padova....cercherò di rifarmi con il prossimo..saluti e ti auguro un felice e sereno natale
    ciao

    RispondiElimina
  88. in attesa di riuscire a partecipare a un corso, o a organizzarne uno mini a casa mia, mi dedico alla seconda prova di questa meraviglia. buonissima anche la prima, ma incordata male, difficoltosissima da lavorare poi, non raddoppiata nello stampo e un pochino gnucca da cotta. finita pucciata nel latte era già bonissima. vado con la due

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se non è lievitata bene eh sì che era gnucca! dici che non incorda... sicura di seguire le fasi della lavorazione passo, passo? e con cosa la lavori?

      Elimina
  89. Complimenti !!!!!proverò a farla.
    Ti "frego" la ricetta e mi unisco ai tuoi lettori!!!

    RispondiElimina
  90. michela da sottomarina ve05 dicembre 2012 19:45

    Una sola parola da una come me a cui piace prima provare la ricetta per poi dare i giudizi. Anche se sono alle prime armi e non ho ancora avuto il piacere di incontrarti posso dire che come esperimento preparatorio per natale la tua ricetta ha prodotto una treccia molto vicina al panettone semplicemente.............. fa-vo-lo-sa! Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Michela, grazie a te e buon Natale :-)

      Elimina
  91. ciao secondo me settembre è il mese ideale per questa brioche, buonissima, lievitata, ma un poco umidiccia, una volta sfornata non l'ho tolta dallo stampo di vetro e c'è rimasta tutta notte... potrebbe essere qui l'inghippo?
    grazie Monica

    RispondiElimina
  92. ciao!!! ieri ho fatto la brioche. buona ma la cottura mi ha dato problemi probabilmente a causa dello stampo che era più piccolo di quello indicato da te.
    Il fatto che nn sia proprio morbidissima, può essere dovuta alla farina usata (manitoba del super) o alla biga che a me è venuta piuttosto molliccia???
    Grazie mille e complimenti:-)

    RispondiElimina
  93. ciao ...posso chiedere quanti giorni prima posso fare la brioche di Natale , mi piacerebbe regalarla ma vorrei farla con anticipo. Grazie e complimenti bella ricetta

    RispondiElimina