venerdì 13 agosto 2010

Tè freddo alla pesca e...

... Buon Ferragosto!
Pareva giusto l'altro giorno quando iniziava a fare i primi caldi, l'altro giorno che ero in quelle acque meravigliose di Maratea, l'altro giorno che era Pasqua e già pensavo a ferragosto, e adesso che siamo in piena estate già penso al Natale, vaneggio? Il caldo?
No, è che non sia mai, ci portiamo avanti col lavoro, noi eh?

tè alla pesca

Mai sentiti 'sti discorsi sulle tavole di ferragosto?
Ci si siede a tavola, ancora stanchi, sudati e provati dai fornelli, da lunghi studi di menù ferragostiani, ma che facciamo questo invece di quello, ma se poi questo a tizio non piace? ma, allora no dai, facciamo quello che dice caio!... e siamo ancora all'antipasto e già ci si chiede, cosa si mangia a Natale??
:))

Be' c'ho poco da ridere, io ché l'altro giorno, è bastato che l'aria rinfrescasse un pochino che ho rinfrescato subito il mio lievito madre e mi son detta, quasi quasi ci faccio una brioche, magari con uvetta e pinoli.
Insomma 'na cosetta estiva, fresca, fresca :)

E dire che ero pure abbastanza preoccupata, nell'ultimo mese voglia di fare un qualche lievitato, quasi a zero e,
oddio - pensavo - non è che i corsi mi hanno prosciugato le idee?
(a proposito, a presto il calendario!)...

Ora, voi non ci crederete, chissà per quale strana alchimia, o perché, appunto anche la brioche, a ferragosto, sente già aria di Natale... ma questa somigliava terribilmente ad un panettone :)
Tanto che ho deciso di non postarla ma di studiarci un pochetto su, sperando che ne esca qualcosa che sia davvero un panettone!

Poi, insomma, se vi avessi proposto una brioche che vuole essere un panettone a ferragosto, mi avreste preso per pazza, giusto??
Per cui, intanto mi porto avanti col lavoro e nel frattempo mi disseto, ché qui è tornato un caldo infernale, con un bel tè freddo, assolutamente freddo, alla pesca!


Tè freddo alla pesca
Mettere a bollire 1 lt. di acqua e, al bollore, unire 4 bustine di tè, lasciarle in infusione 5 minuti. Aggiungere 4 o 5 cucchiai di zucchero, 2 pesche gialle a spicchi e pelate e 4 o 5 fette di limone.
Lasciar raffreddare con le pesche e il limone in infusione, se piace una o due foglioline di menta, non di più altrimenti copre gli altri aromi.
Filtrare tutto e mettere in frigo a raffreddare. Da servire ben freddo con un fogliolina di menta, una fetta di limone e cubetti di ghiaccio ottenuti con le pesche frullate e poi messe in freezer.


36 commenti:

  1. ciao Paoletta!!! Mi sa che non sei l'unica a vaneggiare, anche a me era venuta voglia di brioche, per fortuna che qui si muore dal caldo e me la sono fatta passare ;))) Anzi, passami un bicchiere di te cosi mi rinfresco del tutto!!

    RispondiElimina
  2. CIAO PAOLETTA!
    Seguo sempre il tuo interessantissimo blog e imparo tante cose! Una domanda: non sono riuscita bene a capire come fai i cubetti di ghiaccio con le pesche frullate. Mi daresti una mano? Lo vorrei fare come bevanda dissetante il giorno di Ferragosto!
    Grazie e..... sei bravissima! Complimenti!
    Mi piacerebbe anche partecipare ad uno dei tuoi corsi di cucina, ma vivo in Trentino, tu non capiti mai da queste parti?? Ciao!

    RispondiElimina
  3. @giulia buongiorno :*

    @Là, prendi le 2 pesche, le frulli nel mixer e metti il composto nel contenitore del ghiaccio in freezer :)
    i corsi in trentino sono previsti, ma non credo in autunno, mandami una mail !
    un bacio

    RispondiElimina
  4. pensavo brioche proprio stamattina! qua promette pioggia se rinfresca le faccio...
    Buon Ferragosto!
    Francesca

    RispondiElimina
  5. La colazione è il pasto che preferisco perchè mi sveglio sempre con una fame da lupi, quindi ben venga la brioscetta....ma è pur vero che siamo ad agosto (anche se stamani colora nubi grigie a firene) e il bicchier di thè pare più appropriato. Io i cubetti li faccio pure con le roselline e le fogliette di menta.
    Buon ferragosto.

    RispondiElimina
  6. una bella idea questo te e un tocco di classe i cubetti di pesca ghiacciati!

    RispondiElimina
  7. Con questo caldo quel te fa proprio caldo..E i cubetti di pesca ghiacciati sono fantastici,una volta avevo pensato di farli con l'anguria o con la pesca ma me ne ero dimenticata e adesso li ritrovo qui...ecco come rendere fantastico anche una semplice bevanda qual'è il te..

    RispondiElimina
  8. Splendida idea per questo caldo ferragosto. Marina

    RispondiElimina
  9. Qui fa un bel freschetto, anzi spesso mi guardo in giro cercando gli addobbi di natale..sicche' il mio ferragosto e' un gelagosto quasi quasi una briosche me la fo...il te' alla pesca lo rimando a dicembre. A stare a testa in giu' succedono 'ste cose...

    RispondiElimina
  10. Madonninasanta che foto meravigliosa, fa venir proprio voglia di prendere il bicchiere e... scappare! Mi lasci sempre a bocca aperta!
    Buon ferragosto anche a te,
    Ornella

    RispondiElimina
  11. Ciao Paoletta! Spero di esserci anche io ad uno dei tuoi corsi quest'anno. Tornerai a Milano, vero?
    Per il tè...passo. Quello alla pesca non è il mio preferito. Però piacerebbe sapere i risvolti della storia sul panettone/ brioche!!! :D
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  12. io sono indecisa fra brioche e babà............
    anche io a Maratea un po' di giorni fa.........
    l'idea dei cubetti ghiacciati con la frutta è davvero ....da copiare :-)
    il tè intanto lo lascio in sospeso....a milano fa decisamente freschino....
    anche io voglio venire ad un corso : aspetto il calendario
    ciao
    ml

    RispondiElimina
  13. Per il Tè delle 5 sarebbe l'ideale nel periodo estivo... sei sempre originale Paoletta e che dire delle foto... magnifiche ogni volta!
    Un abbraccio,
    Chiara

    RispondiElimina
  14. Se mi postavi il panettone forse....non ti avrei presa per pazza, ma mi sarei sentita meno pazza io che ho appena comprato lo stampo per il panodro.
    Grazie per il tè.
    buon ferragosto

    RispondiElimina
  15. buono questo tè! anche se per fortuna qui a Bo il caldo intenso è passato ci starebbe comunque! addirittura stamattina con la pioggia mi è venuta tanta voglia di inverno, io a Ferragosto preferisco Capodanno e non è mai troppo presto per parlare di cenoni...

    RispondiElimina
  16. Sì, sì, in casa mia è un must! Ci si siede a tavola a Ferragosto e si pensa che manca un mese scarso all'inizio delle scuole, tre settimane o poco meno per l'asilo: e la mente sta già pregustando le prossime vacanze, che sono appunto quelle di Natale :)))
    A proposito: in casa mia, da anni, a Ferragosto si porta in tavola un piatto tipicamente natalizio, e cioé lo spinacino :). In più a Varese qualcuno ha amntenuto l'usanza di fare polenta e cotechino vaniglia... vedi un po' te se è un'abitudine antica:)))

    Grazie per la dritta del the. Io non ci mettevo il limone e la menta, ma adesso provo la tua versione!

    Buon Ferragosto, Paoletta, a te ed ai tuoi cari.

    RispondiElimina
  17. buon ferragosto anche a te!
    dida

    RispondiElimina
  18. In genere il te freddo preferisco "non cuocerlo" :) Nel senso che lo preparo a freddo direttamente in frigo e mettendo le bustine, zucchero e aromi in acqua fredda e lascio il tutto a "macerare" una notte, poi la mattina successiva è pronto :) Non cuocendolo il colore resta limpido limpido... prova anche questa versione dai!
    Però posso rubarti l'idea dei cubetti alla pesca? La trovo una genialata :)
    A prtesto!

    RispondiElimina
  19. Io ho fatto un panettone altro ieri, vedi te la follia di chi ha il tarlo dell'infornare!. ciao, stefano

    RispondiElimina
  20. Pensa che io appena passa ferragosto inizio a saltellare e a dire... uhhh tra poco è Nataleeeeee! Ihihih

    RispondiElimina
  21. Se ti dico che ieri a Ferragosto abbiamo fatto una grigliatona di carne con polenta??? faceva freddissimo!!!!

    RispondiElimina
  22. Confesso!
    Era una vita che non entravo dentro al tuo blog...
    e adesso sono invasa dalla nostalgia!
    Vorrei provare questo.. quello quell'altro ma non ho più tempo!
    All' 80% è colpa tua, lo sai vero? ;)
    Sono un pò stanca Paolettina.. ma contenta per aver costruito mattone dopo mattone ciò che mi gratifica tantissimo!
    Dirti che io non scordo il bene che mi è stato dato è ripetitivo...
    Ti scrivo qui i miei pensieri percheè ultimamente parlare con te e Tina è diventata un impresa GRRrrrrrrrr!!

    RispondiElimina
  23. @Francesca, stasera rinfresco il lm :))
    fatte le brioche??

    @letiziando, come come? roselline? e racconta dai ;-)

    @barbara, veramente è un'idea che ho preso in rete, sob, sigh :((
    nessun riferimento perchè sta ovunque :D

    @la cuoca, peccato che non mi piace l'anguria, ma è una splendida idea!!
    :))

    @marina, anche a te ! :)

    @glu, ahahaha!! sei troppo simpatica :)

    @ornelluzza, ma veramente? io invece ultimamente vado in crisi di identità :(
    ma chi sono, dove vado, perchè fotografo? ;-)

    @Anna, sììì a Milano torniamo :)
    la brioche che somiglia al panettone sta sotto esame, ho telefonato al maestro e gli ho fatto 'na capa tanta! stasera rinfresco il lm e procedo con la seconda prova che ho messo a punto... non senza le correzioni del gran maestro (piccole giuroooo) ;-)

    @ml, anche un bel babbà, eh sì non sarebbe male ;-)
    il calendario? a presto !

    @kiarina, sei dolcissima come sempre :)))

    @blu, ahahahaha!! e comunque ho letto in giro che Zoia ha sfornato panettoni a ferragosto... vedi che non sono malata??
    http://www.dissapore.com/cucina/e-per-il-pranzo-di-ferragosto-ricordatevi-del-panettone/
    aho, giuro che non lo sapevo ;-)
    il suo, l'ho fatto a Natale, è squisitissimo!

    @Shade, e meno male ! non ricordo mai di aver patito tanto caldo come a granarolo... il maestro manca poco lo perdevamo, ahahaha!

    @Lauerra, ma veramente?? eh siete troppo avanti ;-)
    un bacio

    @Dida, grazie bella :)

    @Claudia, sai che non ho mai provato a freddo? comunque poi lo filtro, eh?

    @stefano, meno male, pazza tra i pazzi :))

    @gialla, io pigliavo in giro, ma più o meno la stessa cosa, ahahaha!

    @burrogragola, accipicchia !
    vabbè però che bella mangiata, adoro la polenta :)

    @Letyna adorata :)
    lo so, è colpa mia, ma tanta creatività, tanta arte, tanta meraviglia, NON poteva rimanere dentro le tue quattro mura!
    TUTTI dovevano vedere di cosa sono capaci quelle mani fatate !!

    tu scrivimi, io leggo, magari non sempre posso rispondere o chiacchierare ma non dimentico le mie adorate amiche, lo sai :)

    e tinuccia, la sciagurata, è al mareeeeeeeeeee, grrrrrrrrrrrrrr!!

    RispondiElimina
  24. Paoletta ma quale pazza?? Anche io come te, passato il ferragosto comincio a pensare all'inverno!! :-) è sempre stato così.. chissà perchè?? Sono rientrata ieri dal mare, ora mi ritrovo con i pantaloni lunghi della tuta e i piedi gelati... non è forse già iniziato l'inverno???

    RispondiElimina
  25. ciao Paoletta, buon Ferragosto in ritardo! Che strano, proprio oggi stavo pensando al menu di Natale anch'io... sarò impazzito?! a presto, Francesco

    RispondiElimina
  26. fatto! veramente buono!ciao giulia

    RispondiElimina
  27. Ti suggerisco la mia versione di tè alla pesca che proviene dalle Marche (purtroppo non ricordo le dosi): è necessario preparare dello zucchero caramellato nel quale si versa il tè precedentemente messo in infusione. Semplice!!! ma delizioso, soprattutto se le pesche sono profumate come quelle di una volta ...
    Ciao!
    Daniela

    RispondiElimina
  28. @yaya, qui è di nuovo caldo, ma io l'altroieri ho fatto il panettone, ehehehe :))

    @francesco, qui se non son pazzi, non ce li vogliamo ;-)

    @giulia, grazie!

    @Daniela, immagino tè caldo, giusto? dosi, va be', credo a piacere!
    grazie di questa versione, da provare :)

    RispondiElimina
  29. Si, il tè caldo.
    Vorrei aggiungere che è un piacere curiosare tra i vostri scambi di opinione culinari!!!
    Sono capitata per caso nel blog mentre, la scorsa Pasqua, cercavo disperatamente lumi sulle pizze lievitate. Ho così esultato quando mi sono accorta di aver trovato ... un tesoro... Peccato che il mio tempo è sempre troppo poco!
    Un saluto
    Daniela

    RispondiElimina
  30. ciao Paoletta, hai provato a farlo solo al limone? io sì, ma devo aver sbagliato qualcosa con le dosi, ho usato le tue ma ho tolto le pesche e non è venuto molto bene. Te che dici?ciao giulia

    RispondiElimina
  31. @giulia, senza pesche è un normalissimo tè al limone... venuto male in che senso?

    RispondiElimina
  32. non era buono, era acido e trappo forte tutte le volte che l'ho fatto. la prima volta ho usato le tue dosi ma ho tolto le pesche poi ho dimezzato il limone e la menta, poi ho diminuito lo zucchero. il risultato non è stato buono in nessuno dei casi...te che dosi utilizzi? ciao giulia

    RispondiElimina
  33. Ciao Paoletta, non so se avrai tempo di leggere questo commento, comunque sto copiando anche quest'idea, visto che qui il termometro non accenna a scendere...e ne veniamo dall'inverno neozelandese, un trauma!! volevo chiederti, e scusami per la pippa ma viene da una discussione vecchissima non mi ricordo più fatta dove, (e conclusasi come): seondo te, c'è un tè (hahaha!) più adatto di un altro per il tè freddo? secondo me se ci metti la pesca, il tipo di tè usato non cambia poi molto, ma tu che ne pensi? baci in attesa del corso Liguria-Alta Toscana!

    RispondiElimina
  34. @giulia, ma come fa a essere acido un semplice tè? per le dosi dello zucchero, io ho scritto le mie, capisco che non possano essere uguali per tutti, ma non credo che più o meno zucchero, o una fetta di limone possano rendere acido un tè!
    della menta ne va una fogliolina...
    ma che pesche hai usato? e di solito il tè come lo fa? il mio consiglio è fai il tè come piace a te, e aggiungi le pesche, tutto qua!

    @anto, bella confesso la mia ignoranza, non lo so. ho usato un comunissimo tè :(
    il corso in alta toscana è saltato, abbiamo optato per Firenze, casomai dai un occhio al calendario.
    un bacio :))

    RispondiElimina
  35. Ciao Paola,complimenti per il blog , mi dà tanti spunti sia per aperitivi che per antipasti particolari ... hai mai provato a fare il thè al pompelmo? io l'ho bevuto in vacanza in uno chalet al mare ...devo dire davvero particolare come sapore ma dissetante! e con questo caldo ben vengano le bevande dissetanti e anticaldo!
    un saluto Dedda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao deda, grazie! vuoi scrivere come farlo? :-)

      Elimina