mercoledì 7 aprile 2010

Girandole alla crema con la Brioche Suisse

Rieccoci dopo la Pasqua, fatto le brave o anche a voi questi due o tre giorni hanno lasciato qualche regalino simpatico?? Più che simpatico, diciamo di troppo, grrr!!
Io, al solito, sono a dieta, ma queste brioches svizzere le ho fatte prima di Pasqua per cui, ve le racconto :)

brioches

Se siete a dieta, guardate le figure, sbavate e non fatele ;-) ... perché non sono quel che si dice "leggere" anche se, giuro che, rispetto alla ricetta originale, ho anche tolto un po' di burro.
Se invece siete a dieta, ma fate come me :( (e cioè che mangiate quello che vi pare piuttosto rinunciate ad un pasto), allora sepoffà ;-)
La mia è una di quelle diete che farebbe rizzare capelli a nutrizionisti e dietologi, ma che ci posso fa?? :((
... preferisco spararmi una brioche e rinunciare al pranzo (e pure alla colazione, caffeino e basta), piuttosto che mangiare spaghettini tristanzuoli al pomodoro e sconditi, ché poi divento tristanzuola pure io, anzi nervosa e irascibile!
Però, no, la dieta così non si fa, o meglio diciamo non si dovrebbe fare, è che io mangio dove mi porta il cuore ;-)
Ho voglia di dolce? e che dolce sia? di pasta? ebbene mi faccio un piatto di pasta... poi, ecco, magari rinuncio al resto, e forse questo non va bene, ma a volte ho anche voglia di frutta, eh? Diciamo che, appunto, mangio al bisogno, quel che il mio fisico mi richiede (e di certo lui chiede tutta roba che ingrassa... )

Torniamo alla ricetta va ché, uhmm, è meglio!
In pratica "erano" e dico erano perché al solito ho modificato abbastanza la ricetta pubblicata qui, ma d'altro canto, se mettendo in pratica gli insegnamenti e le tecniche del Maestro i risultati ci sono, perché dovrei seguire altre tecniche?? Be', forse per curiosità? Sì, forse... ma è anche vero che i suoi insegnamenti non falliscono mai, per cui... e poi, bene o male, mi piace seguire il mio istinto.
Riguardo alla brioche suisse della Felder, inizialmente ho provato la formatura descritta, ma -avrò sbagliato qualcosa - però a me la crema usciva da tutte le parti.
Però l'impasto, almeno con le varianti fatte, era qualcosa di stratosferico, per cui l'ho usato per queste girandole con la crema. La formatura l'ho copiata a lei, qui.


BRIOCHE SUISSE, ricetta modificata e adattata da Christophe Felder

Ingredienti (per 10 brioches)
420 gr di farina forte o 280 gr manitoba 140 gr 00 (io ho usato la rieper gialla)
60 gr di zucchero
35 gr di latte
15 gr di lievito di birra fresco
5 uova
240 gr di burro morbido
7 gr di sale
aromi: vaniglia, scorza grattugiata di un'arancia o limone

1 tuorlo e poco latte per la spennellatura finale
zucchero a granella


Crema pasticcera
Fate pure quella che preferite, io ho usato 1/4 della mia preferita (ed è la preferita di molti)

brioche suisse

Procedimento:
Sciogliere il lievito nel latte e mescolarlo con 35 gr di farina. Coprire con pellicola e lasciar lievitare fino a quando è bello gonfio, circa 40/45 minuti.

Versare il poolish nella planetaria con un cucchiaio di farina e avviare la macchina. Aggiungere un uovo e far assorbire, poi 20 gr di zucchero, amalgamare e unire poca farina.
Aggiungere un altro uovo, 40 gr di zucchero, e poca farina, lavorando l'impasto come sopra.
Continuare alternando uova e farina fino ad esaurimento, ma lasciando un cucchiaio di farina per lo spolvero finale.
Aggiungere il sale. Incordare l'impasto lavorando con il gancio a foglia, poi aggiungere gli aromi.
Unire il burro morbido a pezzetti, e poco alla volta. Incordare molto bene, ci vorranno circa 30 minuti. Aggiungere l'ultimo spolvero di farina, e ad incordatura completa inserire il gancio ad uncino. Lavorare ancora l'impasto qualche minuto e porlo, poi, a lievitare in una ciotola coperto per 1 ora.
Poi rovesciarlo su un piano leggermente imburrato e fare le pieghe del tipo 1. Porre l'impasto così ottenuto, in un vassoio coperto da pellicola, coprire a sua volta anche l'impasto e metterlo in frigo per 2 ore.
Nel frattempo preparare la crema pasticcera.
Tirare fuori dal frigo e, sulla spianatoia leggermente infarinata, stendere l'impasto in un rettangolo da cui ricavare 10 quadrati. Poi formate le girandole come spiegato qui.
Porle in una (anche due) leccarda coperta da carta forno, e coprire con pellicola. Far lievitare per 1 ora e 1/2.
Spennellare col tuorlo sbattuto con poco latte, decorare al centro con un cucchiaio di crema pasticcera, spolverare con zucchero a granella e infornare a 180° per circa 20 minuti, o fino a che saranno di un bel colore bronzo dorato.

note: dieta o no, è una delle brioche migliori che abbia mai fatto, un impasto sofficissimo che si scioglie in bocca come una nuvola, e si mantiene benissimo anche il giorno dopo.



68 commenti:

  1. Ciao Paoletta....io ho preso 1/2 KG e proprio non ci voleva....come ben puoi immaginare sto sbavando :P davanti alla foto. Mi sa che le proverò la settimana prossima , ma sono così belle e saranno senz'altro buonissime...faccio fatica a trattenermi.
    Spero che tu abbia passato una Buona Pasqua e ti sia riposata un pochino.
    Complimenti per le brioches....appena le proverò ti farò sapere...tanto prima o poi (più prima ) le farò.Baci Lucy
    ps:se uso manitoba L. la devo mixare con la 00? La tua crema pasticcera la faccio sempre e poi sulla base di quella delle veneziane (al limoncello) ho provato anche altri liquori...:))))

    RispondiElimina
  2. accidenti, ma come si fa con la prova costume in arrivo a proporre queste brioches???mi sembra di sentirne il profumo.......e il sapore:((( vabbè, dai, con la scusa che i figli le possono mangiare...le faremo senz'altro!!grazie mille per queste splendide ricette e buon rientro,
    Cristiana

    RispondiElimina
  3. ho preso ben più di un kg a Pasqua..ma appena mi torna indietro il kenwood (sono in lutto...è a riparare) le faccio assolutamente!ùBellissime sicuramente buonissime! Sono curiosa di vedere l'interno!

    Caris

    RispondiElimina
  4. mmmm...belle e buone...ma io sono una di quelle che può solo guardarle e sbavarci sopra!!!! un bacione

    RispondiElimina
  5. Io purtroppo sono a dieta da ancora prima di Pasqua, quindi dopo qualche strappetto in questi giorni queste non le posso nemmeno guardare :-((( che bontà!!!

    RispondiElimina
  6. paolè ma siamo proprio indetiche,non sto skjerzando,anche io interpreto cosi la mia "dieta"...uguale uguale...uffi però...
    cmq adesso che sto imparando ad incordare piano piano proverò molte cose...senti ma questa la trovi ancora piu soffice e scioglievole della tarte tropezienne??? ^__^
    BACIIIIIIIII

    RispondiElimina
  7. Anche le foto tramettono la sofficità di queste brioche, se davvero molto molto brava

    RispondiElimina
  8. Paoletta, alla fine ti faccio causa!! Da quando ho scoperto il tuo blog, se vado avanti così dovrò rifarmi tutto il guardaroba.
    Va bene, parliamo d'altro :-) E d'altra parte, qualche piacere bisogna pur concederselo. E chi resiste davanti a queste brioches? Poi tu ce la metti proprio tutta per tentarci, con queste foto splendide e talmente vere che ti viene voglia di dare un morso allo schermo!
    Insomma, le "proteste" sono un pretesto per dirti ancora una volta BRAVA!!
    Bacioni
    c.

    p.s. ma la Rieper gialla e non dove la prendi?

    RispondiElimina
  9. oh caspita....e chi se ne frega della dieta!!!! davanti a queste brioche come si fa a resistere? VIVA queste girandole alla crema.

    RispondiElimina
  10. Io da quando ho aperto il blog ho preso 3kg !
    Anch'io come te per calare preferisco mangiare meno ma non privarmi delle cose buone.
    Inoltre cerco di camminare di più e fare sport.
    Questa ricetta è magnifica come sempre, non vedo l'ora di sapere se tu ed il "Maestro" organizzate un corso di panificazione in Toscana.
    Ciao

    RispondiElimina
  11. Girandole che "sudano" burro!! ehehehehe :P
    Una domanda. Ovviamente in bocca il burro non si sente minimamente, vero?
    Mi immagino che hanno anche il pregio di avere una lunga durata anche se con me non andrebbero molto in la con il tempo. Per la tua crema...beh...al momento è l'unica che mi ha dato grandi soddisfazioni ;)
    Se proprio critica va fatta...è che questo post post-pasquale è un vero attentato ad ogni buon proposito di darsi una regolata a tavola! :P
    Brava davvero.

    RispondiElimina
  12. cavoli queste girandole sono perfette! poi io sono in periodo brioscioso...e visto che un dolce alla domenica mi spetta, proverò! grazie!

    RispondiElimina
  13. Meravigliosa come sempre! E per la dieta che dire....chissenefrega! Una brioche e via di corsetta!!!
    Un bacio!

    RispondiElimina
  14. Se tu dici che è buona vuol dire che è divina!
    Ho fatto la super focaccia ed è supersuper!
    Grazie!
    Francesca

    RispondiElimina
  15. Attendevo con ansia la ricetta Paolè...una pomeriggio di questi le faccio!!! :) (vediamo come vengono impastate a mano...)

    RispondiElimina
  16. anch'io voglio farle...ma senza la planetaria come si fa??
    Uffi!LA VOGLIO!!!!
    ...intanto però mi dai qualche consiglio per farle senza?

    RispondiElimina
  17. Mamma mia !! Sarebbe stato meglio no vederle ... ho già pensato che piacerebbero ad Anita e così sono rovinata !!

    RispondiElimina
  18. Buuooneeee....quasi quasi provo a farle....

    RispondiElimina
  19. ....Beh per ora mi tocca sbavare davanti al video e ammirare la bellezza della foto e del soggetto...celiaca a dieta...grrr..ma tra un po' mi rifaccio, eccome...Fai delle foto superlative...

    RispondiElimina
  20. la tua dieta mi piace un sacco.
    pero', io stavolta, cerco di resistere.. almeno fino a che resisto...
    ;-)

    RispondiElimina
  21. Io adoro la tua dieta, me la scriveresti per benino?..hihihi!!..scherzo dai..anch'io devo stare attenta sia per i chili in più sia per l'intolleranza agli zuccheri..MANNAGGIA!! comunque sono anch'io presa dai lievitati e trovo questa brioches favolosa..ovviamente segnamo!!..

    P.S. grazie per i complimenti sulla fugassa veneta, peccato che le MIE foto non rendano giustizia..per la Spumadoro se vuoi te ne spedisco..

    RispondiElimina
  22. Pure la mia dieta è come la tua, ma per me non funziona perchè i kiletti str...etti (ops) restano :))
    Guarda che non mi sono dimenticata di te, sa?
    E' che ho cambiato lavoro (più lontano da casa), orari, insomma tutta sfasata, di corsa più di prima, riesco a mala pena a fare il pane (e non x tutti i giorni) per la famiglia.
    Sono indietro di un mese e mezzo di ricette, mannaggia!!
    un salutone :)
    paola c.

    RispondiElimina
  23. ciao Paoletta,io sbircio sempre le tue creazioni,,,,inutile dire quanto sei brava!!!...in più ho il "difetto"di essere napoletana doc...quindi tante tue creazioni mi riportano alla mia tradizione.....sapessi quante volte scopiazzo,con risultati discreti,in particolar modo i tuoi lievitati,dolci o salati...me fann m'pazzì!!.però voglio porti un quesito:per chi come me non ha la planetaria,mi risulta molto difficile,rifare alcuni passaggi di una ricetta....quando posso converto nel bimby,o nella macchina del pane....che dici,commetto un eresia???
    ti rinnovo i saluti e i complimenti....ciao da una Sibilla Flegrea

    RispondiElimina
  24. Quanto le adoro ste girelle!?!!? :)

    RispondiElimina
  25. Que brioches más ricos te han salido. Saludos

    RispondiElimina
  26. le faccio di sicuro.. anche se sono a dieta pure io!! ma ho intenzione di cedere alle tentazioni almeno la domenica!! ciao ciao
    Vale

    RispondiElimina
  27. ma che belle!!!!!!!!ottime davvero.

    RispondiElimina
  28. ho l'acquolina solo a vederle...mmm
    Brava come sempre!

    RispondiElimina
  29. @Lucy, riposata direi di no, a Pasqua lavoro, ma va bene lo stesso :)
    per le farine ho corretto, grazie!
    eh, ci starebbe bene anche la crema al limoncello, sai??
    che liquori hai provato??

    @Cristiana, sì, facciamolo per loro ;-)

    @Caris, messa la foto dell'interno, è morbidissimo e "filante"... un bacio

    @marianna, stessa sofficità, provale ;-)

    @Ci, ho telefonato direttamente ala rieper, risponde la signora daniela, gentilissima, e te la spediscono. l'unica cosa è che tocca prendere 10 kg tutti insieme (16 euro spedizione compresa) però se si usa... a me è durata da natale a pasqua!!
    un abbraccio :)

    @Nanni, la toscana è ovviamente prevista, anzi se su firenze hai qualche posto da indicarci, ben venga :)

    @gambetto, te puoi anche non crederci, ma giuro non si sente!!
    era jager però... ;-)

    @Angela, a mano la vedo dura, aiutati almeno con i ganci del frullino.

    @Morena, non è vero, fai delle belle foto!
    per la spumadoro, vediamo, casomai ti contatto io :))
    grazie, sei carinissima!

    @paola c. sei indietro con le ricette e non perdi chili?? uhmmmmm, e corri pure?? mi sa che sti chiletti str... tti so tali e quali ai miei :((
    un bacio, vieni quando vuoi e quando puoi :))

    @Sibilla, eh hai ragione! in effetti quando non l'avevo facevo delle ricette per le quali andava bene la mdp, ora che l'ho comprata, mi diverto a fare impasti più idratati e che quindi hanno bisogno di essere incordati.
    non è facile incordare a mano, ma ci si può riuscire, dovresti mettere la ciotola in grembo e usare la mano come fosse un gancio e girare girare fino a quando l'impasto si stacca in un solo pezzo dalla ciotola... una volta lo facevano!
    certo, non ti bastano 30 minuti, io non ce la farei per esempio, non ho forza :((
    e se tu pensassi ad una piccola planetaria come la mia?? 95 euro e te la cavi!!


    a TUTTI gli altri, un grazie immenso di esserci sempre e per tutti i complimenti che... mica sempre mi merito!!?? :))
    un bacio grande e buona serata!

    RispondiElimina
  30. Penso che il peccato di gola si possa fare impunemente ...magari piccolo piccolo!
    Se pensiamo alla pasta frolla classica in cui c'è il burro in ragione della metà rispetto al peso della farina ..... Non credo che vengano grossi sensi di colpa...
    E allora mangiamo una bella brioche e non pensiamo più sù!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  31. ma sei un ....tentatore, mi sembra di sentire il suo profumo che esce dallo schermo. Devo proprio farla. Grazie, un abbraccio e in ritardo buona Pasqua

    RispondiElimina
  32. Ciao Paoletta, grazie per la farina :))) I liquori che ho provato sono marsala e cointreau (il marsala mischiato e fatto bollire nel latte si è comportato diversamente dagli altri liquori, ma la crema è venuta bene).Ho provato anche la pasticcera alla vaniglia con 2 aggiunte: una con acqua di fiori d'arancio (per le mini tropézienne)ed una con cioccolato tritato(aggiunto a fuoco spento). La tua crema è fantastia perchè non ti ritrovi con gli albumi in giro, viene bella densa e non fa grumi, non per ultimo è buonissima!!!
    Dimenticavo di dirti che l'ho servita anche da sola...non la uso solo per farcire...e con gli aromi continuerò a sperimentare ;))) qualcuno si deve sacrificare!
    Tu però non puoi dirmi che nelle brioches posso metterci pure quella al limoncello...io vado in crisi....quale metto? Sono poi tentata di farne 2 tipi...e poi quella che avanza? Mi devo risacrificare ? Nell'attesa ci penso ...Grazie ancora e baci Lucy

    RispondiElimina
  33. Ciao, sono di nuovo io....ma stavo pensando...perchè latte e marsala non ha funzionato come latte limoncello ? L'unica soluzione è bollire il latte da solo ed aggiungere il marsala alle uova -zucchero -farina...giusto ? Lo so..sono una pasticciona...ma sbagliando s'impara...forse ;) baci Lucy

    RispondiElimina
  34. ti confesso che anch'io mi nutrivo così a Vienna e ho perso (non preso, proprio perso) quindici kili.

    Di fame ne avevo pochissima e mangiavo le rare volte che mi andava, però quello che mi andava...
    magari in una giornata mi capitava di mangiare in tutto un panino e una fetta di sacher, però li avevo mangiati tranquilla e soddisfatta.

    Questo in realtà non è una stupidaggine, inganna l'ipotalamo e lo induce a non accumulare grasso; la dietologia superata degli anni '70 che ancora tortura la gente con diete mortificanti che fanno impazzire l'ipotalamo e rallentano il metabolismo prima o poi farà pubblica ammenda, vedrai...

    e intanto tu sarai rimasta più o meno in forma, con la tua brioscina ogni tanto... =)
    ( oddio... ogni spesso mi pare di capire =)

    RispondiElimina
  35. il prossimo fine settimana ci provo, sono troppo belle :)

    RispondiElimina
  36. Ma che dieta! E come fai a rinunciare a questa meraviglia!? Piuttosto si triplicano le ore di camminata. Meravigliosa, provo a farla anche io così morbidosa!!!

    RispondiElimina
  37. Sono bellissime ed invitanti, complimenti.
    Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  38. uffiiii,paoletta ti ho mand l'e-mail e ti ho scritto nel post dei cornetti del bar :( perchè non vieni

    RispondiElimina
  39. La colazioen è o non è il pasto principale della giornata!?e se lo si comincia tristarello, arrivati a sera ci si spara!!!No no...la colazione ci deve rendere felice il risveglio, già traumatico di suo!!!Ad averle me ne mangerei una quindicina!!!belle tiepide pucciate in un cappuccino cremoso...
    Dimenticavo di dirti (ma penso che si era già capito!) Complimenti!!!Sono fantastiche!

    RispondiElimina
  40. leggere questi post mette di pessimo umore una che come me è costretta ad usare farine senza glutine.

    poi penso: ma io ci provo lo stesso... e l'umore migliora. anzi, mi sembra quasi di sentire il profumo!

    brava, troppo brava!

    RispondiElimina
  41. @Mammazan, grazie, è quel che vado predicando da un po' ;-)
    ma chissà perchè su una fetta di crostata, che è ipercalorica, nessuno si fa problemi più di tanto... forse perchè. come mi diceva qualcuno una volta (non ricordo chi) la frolla è considerata un dolce "sano" un cornetto, una brioche o croissant, no! :)

    @maluisa, buona Pasqua anche a te :)
    in ritardo fa nulla !

    @Lucy, davvero non ho idea del motivo, prova ad aggiungerlo a crema fatta, come mi ha insegnato Antonia, lei mette un goccio di Strega, una cosa fantastica !!

    @cavoli, ogni spesso, ahahahaha :))

    @mari angela, fammi sapere!

    @lacquadorosa, già, tocca approfittare ora per camminare, ché è la stagione migliore, quasi quasi ricomincio ;-)

    @Marianna, a volte lavoro anche, sai lì mi pagano ;-)

    @Gaia, pensavo, quando provi qualche ricetta e la trasformi con le tue farine e male non viene, be' dimmelo, magari val la pena segnalarlo, che ne pensi??

    RispondiElimina
  42. Ciao Paoletta, grazie,:))))dev'essere eccezionale....per i prossimi tentativi pensavo anch'io allo strega,poi amaretto,maraschino ed alchermes.....ma devo ancora pensare a che lievitato abbinarli...Lo strega sta bene con il cioccolato vero? Mi manca però la briochina al cacao...tu cosa mi suggerisci? Grazie ancora per la pazienza (e pure le ricette) baci Lucy
    PS:avevo 2 bottiglie di limoncello che mi erano state regalate e pensavo di riciclarle (tanto mica le bevo) ma da quando faccio la tua crema...ho addirittura pensato di farlo in casa (con la tua ricetta naturalmente). ;)

    RispondiElimina
  43. Le ho provate, sono le brioches più buone che io abbia mai assaggiato! Grazie mille per i tuoi splendidi consigli.

    RispondiElimina
  44. @Lucy, non lo so :((
    ... cointreau sicuro!!
    per il limoncello vaiiii, viene buonissimo e vedrai che un goccetto lo berrai anche te. pensa che io sono astemia, ma a volte un goccino piccino me lo faccio, del mio eh?? :))

    @patty, davvero?? mi fa piacere che tu le abbia provate, è vero sono ottime!
    le posterai? fammi sapere :))

    RispondiElimina
  45. Grazie, non vedo l'ora di pasticciare....poi ti dirò e...speriamo di riuscirci...baci e buon w.e. Lucy

    RispondiElimina
  46. È la prima volta che ti scrivo ma ti seguo da tanto tempo. Anzi, a dirla tutta, il tuo è uno dei tre blog che considero mitici e che mi hanno QUASI convinto a NON aprire un mio blog perché non sarei MAI stata all’altezza. Ma devo raccontarti questa storia (vera): oggi camminavo con la testa a ricette e blog quando mi sono imbattuta in un cinese misterioso che intagliava carote e rape: non si può immaginare che uccelli meravigliosi uscissero dalle sue rape e che animaletti incredibili dalle carote!!!!! Alla fine, il suo sorriso muto mi ha commosso. E pensavo a come si trasformano le cose, come nascono le ricette e la cucina, nei suoi risvolti più alti. Pensavo, non chiedermi perché, anche al tuo blog. Dopo non molto ti sei materializzata tu, davvero, su via del Corso. Se non eri tu sappi che c’è una tipa che va in giro con la tua testa incollata sulle spalle. Ma possibile, eri tu??!!!! Se eri tu allora davvero non sono alla tua altezza, vicino a te sembro una nana. Anche se, a dire il vero, con il mio metro e sessanta molto scarso sembro una nana a prescindere.
    Insomma, io non mi giro mai: attori, cantanti famosi e vip. E invece ho visto (credo) te e sono rimasta con un ohhh in bocca.
    Questo ovviamente va tutto a conferma della mia demenza ma anche a conferma che sei una vera star, caspita, lo sapevi già, eh?
    Comunque ora ti scrivo perché: a) spero che tu mi faccia sapere che ieri, a quell’ora, eri a Frosinone e quindi ho preso un abbaglio, b) sei carina, sì, ma sei alta un metro e quaranta, c) (e questo sarebbe davvero meraviglioso) hai appena bruciato l’arrosto e sgonfiato il soufflé.
    Con affetto e (credimi) senza alcuna invidia. P.

    RispondiElimina
  47. Ciao Paoletta, le ho fatte.....chettelodicoaffà....sono ancora più soffici delle mini tarte tropézienne (che erano più leggere della crema ;) ). Complimenti, davvero un impasto che sembra una nuvola (già quando lo maneggi)..Il sapore sublime. Ho messo sia scorza di limone che arancia, perchè nell'indecisione ho fatto 2 creme, una al limoncello e l'altra al doppio arancio (un liquore che ho comperato in Abruzzo, che era parcheggiato da un po' nell'armadietto).
    Ieri avrei voluto chiederti 2 cose ma...dopo averti scritto tanto, avevo paura di disturbarti...quindi te le chiedo ora:
    La dimensione dei quadrati ( io sono andata ad occhio e ne ho fatti 12 anzichè 10).
    Il latte in cui ho sciolto il lievito, andava intiepidito? (nel dubbio l'ho fatto).
    Non sono tutte uguali o belle come le tue, ma fanno la loro figura.
    Grazie infinite per la pazienza e la disponibilità. Ancora complimenti. Baci Lucy

    RispondiElimina
  48. Bellissime: complimenti! Da rifare.
    Posso chiederti che planetaria utilizzi, e che wattaggio ha?

    Davide

    RispondiElimina
  49. Le ho fatte ed erano buonissime e bellissime,
    il mio unico dubbio è stato di fronte all'impasto da stendere per ricavarne i 10 quadrati: era pieno di bolle...vanno sgonfiate con il matterello o vanno protette e quindi bisogna stendere con molta molta delicatezza?

    Grazie come sempre,
    Gaia.

    RispondiElimina
  50. Ciao, sono Marzia e arrivo fresca fresca sul tuo blog, non sono una navigante...
    Pero volevo esprimere la mia ammirazione per le bellissime ricette, tutte da rifare, se ne avessi il tempo materiale... In questo week.end mi sono cimentata con questa ricetta senza uso della planetaria (la avevo nell'altra casa) e sono rimasta soddisfatta. unico neo: la pasta un po' troppo asciutta per i gusti delle mie ragazze. Può forse dipendere dalla non perfetta incordatura dovuta alla mancanza di una impastatrice? Attendo un tuo consiglio senz'altro utilissimo. ciao

    RispondiElimina
  51. @pamir, no non ero io ;-)

    @davide uso la clatronics, meglio detta come cialtronics, ma il suo dovere lo fa, incorda! e un impasto incordato bene è molto più soffice e voluminoso !

    @Gaia, sì vanno sgonfiate :)

    @Marzia, dipende dalla farina, forse troppo forte... quale hai usato??

    RispondiElimina
  52. perdono perdono perdono.... sono appena arrivata qui, posseggo da pochissimo una planetaria e non so cosa vuol dire "incordare"... Grazie anticipate :)

    RispondiElimina
  53. ..Le sto facendo ora...stanotte andrò al letto moolto tardi.Ho appena messo l'impasto un po nel frigo perchè mi è venuto lento.Secondo me le uova erano troppo grandi,ho aggiunto un po di farina in più ma ora sto cercando di raffreddare l'impasto un pochino prima di dargli gli ultimi giri nella planetaria.I croissants li ho fatti.Le foto non ho fatto in tempo a metterle.Una cosa sola:il burro è uscito in cottura ed erano troppo "burrosi e croccanti".Il burro da me usato è stato lo Jager.Li riproverò a fare con più calma.Baci...
    Barbara.

    RispondiElimina
  54. @marcella, difficile spiegarlo in due parole, bisognerebbe vedere!
    cerca el blog c'è un video che spiega, in ogni caso quando l'impasto, tirandolo, non si spezza, ed è elastico come una corda, e lievemente lucido :)

    @barbara, l'impasto è lento se non ha incordato, sì le uova grandi no, meglio medie, ma anche la farina deve essere quella giusta!
    il croissant perde burro in cottura se ha lievitato a temp. troppo alta o se comunque la sfogliatura non è andata per il verso giusto :)

    RispondiElimina
  55. grazie mille Paoletta, ho trovato il video (sta dentro a una tua ricettina da urlo ;) e mi è stato utilissimo.

    RispondiElimina
  56. Allora, siccome DEVO farle..... quale è la differenza tra una impastatrice e una planetaria??? Insomma, io ho un coso che è sicuramente una impastatrice, in vera plastica comprato in offerta, comunque gira su se stessa (la ciotola) e posso inserire o le fruste classiche o quelle a gancio. Varie velocità. Fine. Può andare bene ??? Domanda numero 2 : vedo che c'è pochissimo zucchero, e preferisco gli impasti che restano un pò dolci (anche quando ho fatto le tue girelle, strepitose, le ho trovate poco dolci e ormai le rifaccio sempre con più zucchero). Come mi regolo ???

    RispondiElimina
  57. eeeehh.....sono l'anonima di prima, mi sono dimenticata il mio nome... ciao, sono Paola pure io !!

    RispondiElimina
  58. beh, visto che sei scomparsa, le ho provate : l'impasto non si è affatto incordato (niente planetaria,eh!) anzi era liquido al punto che potevo versarlo in una teglia e farne una torta....allora ho cominciato ad aggiungere farina su farina (ne ho dovuta mettere davvero un bel pò)...poi ho provato a farne una e l'ho cotta...è venuta perfetta nella forma ma....assolutamemnte insapore, con così poco zucchero, e considera che i 60 gr li avevo già portati a 100...e così ne ho aggiunto un altro bel pò all'impasto, come pure ho aggiunto dell'uva passa. Insomma può sembrare un casino, ma con queste modifiche sono venute buonissime, anche se probabilmente con l'aggiunta di tutta quella farina non sono morbide come le tue!! Veramente devo aggiungere un'altra cosa : le ho congelate da crude, ogni mattina ne tiro fuori una e la metto nel forno riscaldato e spento, la lascio lì un bel pò (si scongela e lievita). Poi cuocio. Ogni mattina brioche calde buonissime !!! ciao Paola

    RispondiElimina
  59. @arcella, mi fa piacere :)

    @Paola, mi spiace, ero fuori per i corsi e in quei periodi ce la faccio a malapena a dormire, scusami :(
    purtroppo non è un impasto facile, con una planetaria casalinga, avresti dovuto usare prima la foglia (la K) poi alla fine il gancio... ma con la tua, uhmmm, bo...
    in quanto allo zucchero, be' dove c'è farcitura di crema dolce o simili, di solito, per contrasto se ne mette meno. nel tuo caso non so quanta farina hai aggiunto, ma di sicuro è andata a coprire i 40 gr in più di zucchero.
    tra l'altro gestire un impasto così difficile, le girelle non lo è, con tanto zucchero, non è facile.
    e aggiungere zucchero dopo non va bene, ma se erano comunque buone, mi fa piacere.
    prova a cercare una clatronic o bomann, sempre che tu non voglia acquistare una kenwood... il suo lavoro lo fa ;-)
    baci

    RispondiElimina
  60. Fatte oggi! L'impasto credo sia uscito bene...sembrava un po' il pandoro di Adriano...molle molle ma ben incordato (è così che deve uscire?ho usato 150g ca di manitoba Loconte e il resto di Spadoni).in cottura si sono gonfiate molto, non ho fatto le girandole ma i cornetti. unico difetto:erano salate...essì che ho pesato i 7g di sale (di solito nei dolce non lo faccio mai, ne metto un pizzico e via...)boh! e poi sì soffici, ma pesantine...non tanto per il burro quanto per le uova che sentivo abbastana nel sapore...che dici?

    RispondiElimina
  61. @roberta, pesantine? qualcosa è andato storto... l'impasto ben eseguito è leggerissimo, anche nel sapore. sicuro che non siano passate di lievitazione?
    il sale è corretto, ce ne potrebbe andare il 2% sulla farina. un pizzico di sale nei lievitati è assolutamente sbagliato. il sale non solo esalta i sapori, ma aiuta la formazione della maglia glutinica.

    RispondiElimina
  62. Ciao prima di tutto vorrei farti i miei complimenti,ogni tua ricetta è una sicurezza.... credimi ne ho provate parecchie e continuo tutt'ora a farle.
    Volevo chiederti un informazione,per farina forte intendi w 330 e w 400?
    Io per il momento in casa ho la w330 e la manitoba cosa mi consigli.
    Ciao e ancora complimenti

    RispondiElimina
  63. Fatta anche questa! Sono venute una meraviglia, nonostante non sia riuscita a seguire la ricetta fino in fondo (per mancanza di tempo non le ho farcite con la crema e non ho dato la forma delle girandole). Grazie e complimenti!!

    Lory

    RispondiElimina
  64. Ci ho girato un po' intorno ma alla fine le ho fatte e sono venute benissimo!!!
    Ormai mi fido più di un blog che dei libri di cucina, almeno qui c'è la prova tangibile che la ricetta è ottima.
    Comunque volevo consigliarti questa ricetta per i cookes al cioccolato, l'ho testata io e vengono davvero bene, cioè non credo che siano i veri e prorpi cookies, ma viene fuori un biscotto che sembra quasi una meringa, è croccante, ma si scoglie in bocca...

    RispondiElimina
  65. @Ketty, scusami, oramai avrai già fatto... penso che la w330 o la manitoba sarebbero andate bene, tu quale hai usato?

    @Lory, grazie ate :)

    @Valentina, belli! da provare :)

    RispondiElimina
  66. Ciao Paoletta, ho provato diverse ricette che ti appartengono tra cui cornetti e bomboloni, riuscite perfettamente! Oggi ho provato questa tutto ok ma il problema l'ho riscontrato nel formare le girandole, l'impasto mi si è appiccicato al tavolo nonostante lo avessi infarinato e poi essendo parecchio morbido mi si deformavano...alla fine ho creato dei fagottini tipo flauti ma il risultato finale ancora non lo conosco, stanno lievitando . Cosa ho sbagliato?

    RispondiElimina
  67. Ciao, bellissime queste brioches, è da un pò che le guardo e le riguardo, anche se sono a dieta, ma c'è la famiglia che consuma, visto che ormai aspettano la domenica x ritrovarsi una bella e sana colazione sul tavolo. Ora mi sono decisa, finalmente, e vorrei farle x la colazione di domani; C'è solo un dubbio che mi sorge...come mi organizzo x la lievitazione?? Di solito inforno la mattina presto prima che tutti si sveglino, ma con queste come faccio..?? Non vorrei impastare di notte :-(
    Spero riuscirai a rispondermi in tempo, grazie ciao e complimenti x le ricette e x il blog!!!

    RispondiElimina