lunedì 8 febbraio 2010

Panzerotti o calzoni, un impasto straordinario!

Questo post aveva l'idea di sperimentare un metodo: congelamento e cottura immediata in olio (freddo), senza altri passaggi, una dritta letta tra i commenti ai miei bomboloni pubblicati da Piero... e invece ho scoperto un impasto straordinario!
miche di Spremute d'arancia, scriveva ...
panzerotti, panzarotti o calzoni!?

... al ristorante in cui lavoravo surgelavo dei piccoli bomboloni già lieviti e al momento del servizio quando mi arrivava l'ordinazione li mettevo in olio freddo, accendevo il fuoco e praticamente quando l'olio raggiungeva la giusta temperatura erano già scongelati e quindi si coloravano fuori. La domanda che mi fanno più spesso è:
- ma non si inzuppano d'olio cucinandoli così?
- no escono perfetti, non è mai tornata in cucina una bomba né una lamentela...

Ed io confermo!
Quando ho fritto i calzoni così come diceva mike (quelli congelati), l'impasto si è cotto meravigliosamente bene, però il ripieno ha fatto fatica a sciogliersi bene... perché, ho sbagliato qualcosa, o forse sarebbe meglio far scongelare un'oretta?
edit: mistero svelato, miche dice qui che cuoceva bombette da 20 gr l'una!

In ogni caso è dell'impasto che voglio parlare, inventato al momento, così senza pensarci troppo!
E ci credete che era l'impasto che cercavo da tempo?

Da ragazzina, in una pizzeria, mangiavo dei calzoni che erano la fine del mondo!
... e quell'impasto me lo ricordo come qualcosa di meraviglioso, friabile, soffice ma croccante al tempo stesso, un sapore e una fragranza unica, che mai e poi mai sono riuscita a replicare.

Stavolta sì, invece, era lui: farina, latte e acqua, un tuorlo d'uovo (che dà agli impasti un sapore unico) e poi strutto, quest'ingrediente tanto bistrattato in cucina e che nessuno vuole usare.
Eppure è lui - ma non solo - che da agli impasti una straordinaria fragranza, un sapore e una friabilità unici, che non si possono ottenere con altri ingredienti!

Comunque ecco l'impasto, riempite pure i panzerotti come volete, ma se volete un risultato eccezionale, friggeteli appena fatti e magnateli!
... il ripieno sarà filante e tutt'uno con il panzerotto :)


PANZAROTTI O CALZONI - un impasto straordinario (asciutto, fragrante e friabile)

Ingredienti: (per 13 panzerotti di 8 cm. di diametro)
  • 400 gr di farina 0 (o farina per pizza)
  • 120 gr di acqua
  • 120 gr di latte
  • 25 gr di strutto (o 30 gr di burro, ma vi prego, usate lo strutto)
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 tuorlo di uovo
  • 1 albume
  • 1/2 cubetto di lievito fresco
  • 1 cucchiaio di patate disidratate (il preparato pronto per purè, che sia solo fiocchi di patate)
  • olio di arachide per friggere

per il ripieno: (rispettando il peso totale, si può usare qualsiasi altro ingrediente a piacimento)
  • 350 gr di provola
  • 100 gr di mortadella

Procedimento:
  1. Mescolare acqua, latte, lievito e zucchero. Far riposare 5 minuti. Nel frattempo setacciare la farina e i fiocchi di patate in una ciotola.
  2. Versare i liquidi col lievito pian piano (non tutti assieme) e dare una prima impastata. Aggiungere il tuorlo e impastare bene fino a che si è assorbito.
  3. A questo punto aggiungere il sale, e impastare ancora, infine lo strutto. Si può fare sia a mano che con la planetaria, tutto l'impastamento dovrà durare 15 minuti. Tutti gli ingredienti dovranno essere ben amalgamati e l'impasto dovrà presentarsi ben legato, molto morbido ma maneggevole e non dovrà attaccarsi alla spianatoia.
  4. Porre in una ciotola, coprire con pellicola e far lievitare 1 ora e 1/2.
  5. Nel frattempo sminuzzare finemente mortadella e provola e amalgamare bene il tutto.
  6. Quindi, stendere col mattarello due lunghi rettangoli di pasta dello spessore di 4/5 mm. In uno di questi mettere delle polpettine di ripieno da circa 30 gr abbondanti l'una, (per la distanza tenere conto della misura del coppa pasta, 8 cm. di diametro.)
  7. Pennellare con albume d'uovo sbattuto tutto intorno e poggiare sopra l'altro rettangolo di pasta. Premere bene con le dita per far aderire bene l'impasto, facendo in modo che attorno al ripieno non ci sia aria, altrimenti in cottura si gonfieranno come delle enormi bombe!
  8. Tagliare poi i panzerotti con un coppa pasta di 8 cm. di diametro. Premere ancora tutto attorno con le dita per fissare bene e togliere aria se ce n'è ancora.
  9. Far riposare i calzoni coperti da un telo per circa 1 ora max 1 ora e 1/2.
  10. I ritagli di pasta vanno impastati di nuovo, si attende 10 minuti che l'impasto si stenda bene e si ripete tutta l'operazione.
  11. Dopo la lievitazione, friggere in olio caldo a 170° girando non appena da un lato saranno dorati, scolare su carta assorbente e mangiare ben caldi!

Se non avete il termometro, usate questo sistema: mettete l'olio a scaldare in un pentolino piccolo che potrà contenere massimo 2 o 3 panzarotti, io li ho fritti uno alla volta, e riempitelo di olio di arachide alto almeno tre dita.
controllate con il manico di legno di un cucchiaio, quando farà le bollicine bianche attorno, è pronto, immergete il vostro bombolone

Se vi fa comodo averli in freezer, metteteceli subito dopo la lievitazione.
Poi quando vi serviranno, procedete come consigliava miche: si buttano in olio freddo, si accende il fuoco (secondo me non altissimo) e praticamente quando l'olio raggiunge la giusta temperatura i panzerotti saranno già scongelati e si cuoceranno.

Nota mia: in questo modo - se pure buonissimi - il ripieno fa fatica a sciogliersi (la foto lo mostra), io scongelerei prima un'oretta, consigli??

edit 1 : mistero svelato, miche dice qui che cuoceva bombette da 20 gr l'una! in questo modo il ripieno non fa nessuna fatica a sciogliersi.

edit 2: oppure cuocete al forno, vengono perfetti!

81 commenti:

  1. Non è l'ora giusta ma...caspita mettono l'acquolina in bocca. Buon Lunedì

    RispondiElimina
  2. sto svenendo davanti a tanta bontà! complimenti!

    RispondiElimina
  3. Li faccio.Oggi.I dolci mi piacciono, ma possono aspettare, alle cose salate, invece, non resisto...
    Poi ti mando la foto!
    Baci!
    Cat

    RispondiElimina
  4. Adesso per colpa Tua il mio dolce maritino napoletano pretende dalla qui presente un panzerotto con i fiocchi.:)
    Ottima ricetta, sembrano squisiti.

    Ciao ciao J

    RispondiElimina
  5. Dovrebbero essere squisiti, proverei a usare
    olio di oliva quello casalingo,
    la foto è invitante

    RispondiElimina
  6. Non ne abuso, ma nemmeno ho problemi ad usare lo strutto in cucina (per esempio con le piadine).
    Questi li farò sicuramente!

    RispondiElimina
  7. Paoletta sono splendidi...da me nel salento si chiamano calzoni e possono essere fritti o al forno...complimenti, sei troppo brava!!

    RispondiElimina
  8. Veramente accattivanti questi calzoni! visto che siamo in periodo di fritti, vale la pena di provare. Grazie per la ricetta!

    RispondiElimina
  9. Paoletta dalla foto mi sembrano perfetti!
    Il fatto che l'interno abbia fatto + fatica a sciogliersi dipenderà dalla dimensione del panzerotto....+ piccolo è meno tempo ci vuole perché si sciolga.
    Credo che anche cambiando il ripieno (tipo mettendo mozzarella) faccia la stessa cosa.

    Li hai provati in forno? Se ne hai ancora di congelati provi ad infornarli per vedere come vengono?

    PS lo strutto....oddio non so se ce la faccio!! ;-)
    Castagna

    RispondiElimina
  10. Perfetti!!! meglio di quelli della pizzeria!! Complimenti, buon inizio settimana...a presto

    RispondiElimina
  11. @cat, poi dimmi, eh?? :))
    bacio

    @andrea, perchè strutto no? secondo me fa la differenza ;-)

    @raffy, sarebbero da provare al forno, quasi quasi ci provo con quelli congelati!

    @castagna, non mi sono spiegata, il ripieno si scioglie che è una favola, è SOLO in quelli congelati, usando metodo mike che non si scioglie bene1!

    RispondiElimina
  12. @TUTTI, provateli senza congelarli, insomma friggeteli appena fatti e magnateli!

    ... il ripieno sarà filante e tutt'uno con il panzerotto :)

    RispondiElimina
  13. ...oh grande! proprio quello che cercavo!!!! :-)

    RispondiElimina
  14. buoni!!!!! :D
    che ne dici, si possono fare anche al forno? li farei anche stasera, ma purtroppo mi tocca aspettare, qui in Germania non credo di trovare gli ingredienti (ad esempio lo strutto non credo di averlo mai visto)

    Complimenti!!!!

    RispondiElimina
  15. che mito che sei, sei arrivata addirittura ad inventarteli, gli impasti!

    c'ho ancora tanta strada davanti da fare, ma spero di arrivare dove sei te, ora.

    un bacio


    PS anche questi mi piacciono assai!

    RispondiElimina
  16. dimenticavo... ho fatto i muffin di Sandra, presi dalle ricette dei tuoi lettori, e grazie al SUO latticello!!

    Se vuoi aggiungerli alla lista, vieni a prenderteli qui!

    grazie per lo spazio che dedichi anche a chi non ha un blog, ma stoffa da vendere!

    RispondiElimina
  17. Sono perfetti , per quanto riguarda il ripieno, si la scamorza fa sempre piu fatica a sciogliersi indipendentemente dalla misura del panzerotto /calzone , specialmente nella frittura , questo problema nel forno non dovrebbe susistere perche la cottura è piu prolungata.

    RispondiElimina
  18. Io adoro queste cosine fritte e filanti, ma purtroppo mi rimangono sullo stomaco :-(( Però come mi tenti, soprattutto ora che sto scoprendo il magico mondo dei lievitati!!

    RispondiElimina
  19. @Paleomichi, penso vengano ottimi anche al forno !

    @Gaia, e non è mica il primo, dai :((
    poi aggiorno il post delle ricette dei lettori :)

    @Mary, il problema è solo per quelli in freezer, altrimenti sono perfetti!!

    RispondiElimina
  20. Accidenti, ecco un ottimo motivo per essersi portati di nascosto il vietatissimo strutto in Arabia!!!!!

    RispondiElimina
  21. opss, si hai ragione...
    anche la schiacciata con lo yogurt, giusto l'ultima che hai fatto e la prima che mi viene in mente...
    era per dire che sei proprio ganza e che tutti (o quasi) gli esperimenti ti vengo bene!
    ;-)

    RispondiElimina
  22. Lo so, lo strutto da tutta un'altra consistenza agli impasti, ma non lo userei nemmeno se non fossi vegetariana, perchè l'unica volta che l'ho provato mi ha fatto una sensazione molto sgradevole.
    Quindi, detto questo, vi chiedo un consiglio: meglio l'olio o il burro in sua sostituzione?

    RispondiElimina
  23. ciao ma sai che anche la mia ricetta è molto simile? Parlo delle quantità e degli ingredienti (anch'io preferisco lo strutto! ;-) ) però io non metto le uova e piuttosto che friggerli preferisco farli al forno anche se quest'impasto, fritto è di-vi-no!!! Solitamente lo uso per farci le pizzette fritte.
    Bravissima!!!

    RispondiElimina
  24. Questo procedimento per la cottura è davvero molto interessante e utile. Ma questo impasto per panzerotti si presterebbe anche per un ripieno dolce?

    RispondiElimina
  25. ... dimenticavo: hai mai provato a sostituire parte della farina 0 con della farina di semola di grano duro? Tra i miei vari esperimenti è quello che preferisco di più, anche perchè secondo me migliora la consistenza del risultato finale... fritto! (^_^)

    Ciao

    RispondiElimina
  26. @gaietta :)))

    @Bri, o la stessa quantità di olio, ma togli 10 gr di acqua, oppure 30 gr di burro.
    boh, forse il burro!

    @luna, l'ho vista, mi pare molto diversa... per la semola, no, mai provato, ma credo non mi dispiacerebbe ;-)

    @elenuccia, penso di sì, magari metti 2 cucchiaini di zucchero, pensavi a qualcosa con la ricotta?
    altrimenti ci sono i bomboloni :))

    RispondiElimina
  27. wow...deliziosi...dawero...quindi per te l'esperimento di friggere direttamente non ti è tanto piaciuto???cmq ti prego puoi venire su gennarino ^-^ pleaseeeeeeeee...baci

    RispondiElimina
  28. Tra una suocera che li fa (raramente) meravigliosamente e una giovinezza passata a mangiare quelli di Luini (per i milanesi un must)il sabato, mio marito ogni volta che impasto per fare la pizza, mi fa la domanda: ma i panzerotti una volta o l'altra me li farai??? Che dici, ora non ho più scusanti,(anche io come Kafcia!): ho anche la tua variante di impasto!

    RispondiElimina
  29. ciao,visto che proprio ieri sera si parlava di diete con mio marito, causa overdose di biscotti e lievitati (tutti presi dal tuo blog e buonissimi), proverò almeno a cuocerli in forno. mi illuderò che siano meno calorici.ma come si fa a non farli?
    stasera li faccio!
    grazie ancora per tutti i tuoi spunti.
    bacio,
    cristiana

    RispondiElimina
  30. Paoletta che bontà! Non ho consigli, come hai detto tu proverei a farli scongelare almeno un'oretta prima di cuocere quelli congelati.

    RispondiElimina
  31. @marianna, ti prego di leggere attentamente, ho detto proprio il contrario. appena ho tempo passo su gennarino.

    @gloria, ti ringrazio :))

    @cristiana, se li provi al forno, mi fai sapere??
    un bacio

    RispondiElimina
  32. Non ci sono parole, sei davvero bravissima!
    I calzoni li provo immediatamente,la foto è molto invitante.
    Naturalmente da brava emiliana metterò lo strutto...
    Ti farò sapere come sono venuti.
    Ancora complimenti.
    A presto Patty

    RispondiElimina
  33. Belli e buoniiiii...ti adoro Paoletta, ci provo immediatamente!!!!
    Bravissima come sempre ;)
    Ciao, Laura.

    RispondiElimina
  34. I panzerotti sono il mio passatempo preferito...che belli Paolè! Con la provola poi...

    RispondiElimina
  35. Marooooo, ce so cresciuto a panzerotti (avendo i nonni pugliesi). M'hai fatto tornà na vojaaa

    Provali con pomodoro e mozzarella ;-)

    ...però ...8 cm so poooochi!!!! Il panzerotto deve essere lungo quanto 'na mano aperta....ma non la tua, la mia!!!!
    ahahahaaah

    Bacioni :))

    RispondiElimina
  36. sei sempre bravissima, Paoletta! adesso mi devo per forza salvare questa ricetta...è troppo invitante...mi toccherà proverla più in là, sennò addio dieta :-(

    RispondiElimina
  37. nessun consiglio!!solo complimenti ti seguo in silenzio ma adesso esco a galla,io piccola piccola(non per l'eta',per quella sono gia' bella matura)non oso mai commentare..sei davvero brava ma stavolta,qualcosa ha mosso le mie dita per essere partecipe ai complimenti...bravissima e' dir poco..baci

    RispondiElimina
  38. che spettacolo mi hai fatto venire una voglia di panzerotti! baci Ely

    RispondiElimina
  39. ops scusami volevo scrivere il contrario...perdonami...ma ke le tue bontà mi fanno sbagliare a scrivere...baci

    RispondiElimina
  40. Grazie. Si pensavo proprio a un ripieno con ricotta, oppure con una marmellata un po' amara che va molto qui a bologna che viene chiamata mostarda bolognese ed è fatta prevalentemente con mele cotogne e prugne. Molto buona!

    RispondiElimina
  41. Cosa dire non ho parola davanti alla tua bravura e davanti a questa delizia,posso solo farti sempre i miei complimenti,sei unica.Baci Anna (Viola)

    RispondiElimina
  42. hai ragione, è lo strutto che fa la differenza, quando ci vuole, ci vuole.

    RispondiElimina
  43. è da quando li ho visti ieri sera nella foto in anteprima che ho l'acquolina in bocca mmmmm....
    facciamo una cosa, io in settimana li preparo. una parte li friggo subito, il resto lo congelo e provo sia a cuocerli subito e sia a lasciarli un'oretta a temperatura ambiente...
    vediamo che ne viene fuori
    Laura

    RispondiElimina
  44. Una squisitezza, che darei per un calzone... Clementina

    RispondiElimina
  45. ti prego, ti prego,dimmi che sono come i panzerotti di luini, l'unico fritto che mangio! sapore unico che crea dipendenza! per quanto riguarda lo strutto hai tutto il mio sostegno. lo strutto serve! negli impasti come piadina, in certi lievitati, nelle raviole dolci, nella ciambella romagnola e per friggere le patate bianceh novelle! un sapore che non si cambia. grazie per la prova, adesso proviamo noi.

    RispondiElimina
  46. panzerotti, calzoni...ma chi se ne importa del nome quando alla sola vista il cervello va in tilt (come quello di homer simpson) e l'unica cosa che vuoi è un morso di quelle godurie da forno!!!

    RispondiElimina
  47. Grazie per la ricetta, peccato però che l'ho letta solo ora...troppo tardi, ma domani me li faccio stè panzerotti;)
    Lo strutto lo uso anche per friggere le frittelle e le lattughe, lo preferisco all'olio.

    RispondiElimina
  48. Que cosa tan rica y espectacular. No tardaré mucho en probarla. Gracias por la receta

    RispondiElimina
  49. è da un po' che li volevo provare, come sempre arrivi al momento giusto, un attimo prima che sia scattata la voglia e TAC dai il colpetino finale... =D

    RispondiElimina
  50. Ciao, dalle parole con cui hai descritto questo impasto dev'essere davvero superbo!
    Anceh le foto parlano da sole, e certo abbiamo capito quale sia l'ingrediente principale per un risultato così.
    Eh si, come resistere a non friggerli e mangiarli subito, dopo la tua descrizione del risultato?!?
    baci baci

    RispondiElimina
  51. Senti, ma che fiocchi di patate compri??? Solo patate non ne trovo mai, metto sempre una patata piccolissima...

    RispondiElimina
  52. E scusa le ripetizioni...

    RispondiElimina
  53. Con i risultati ottenuti ma che consigli vuoi??? ahahahaha
    Qua di consigli, e tanti anche ne abbiamo bisogno solo noi...anzi forse solo io...fatta eccezione per il brodo express però!! ahahahaha :)))

    RispondiElimina
  54. 53 commenti?
    Forse faccio meglio a stare zitta.... mumble mumble!
    Non ce la faccio!
    Bella la ricetta!
    Siur siur che la rifaccio!
    Naturalmente, come già alla nausea ripetuto, ho il tempo per lanciarmi solo il fine settimana, quindi la data è "da precisare"... ma puoi starte sicura che li rifaccio!
    Praticamente GG mi ha estorto la promessa, dato che a noi questa è una preparazione che ci manda ai matti... e la ricetta... be, quella se la passi tu sottobanco è sicuramente buona!
    Resta da vedere se riuscirò ... visto che (o me tapina.... o me piccola e derelitta orfanella) il costro magnifico trio mi ha sedotto e abbandonato!
    ... ...
    Vabbè.... torno seria (se si può)....
    ... ...
    GRAZIEEEEEEEE

    RispondiElimina
  55. Buoni, buoni, buoni!
    Ne ho tenuti un po' in frigo e oggi li faccio al forno.
    Cat

    RispondiElimina
  56. Sono assolutamente da provare. Il preparato per purè mi è già capitato di usarlo in una ricetta di ciambelle di carnevale e ho notato che fanno la differenza. Ciao

    RispondiElimina
  57. Grande Paoletta!
    Non friggo molto e la paura che si impregnino di olio è tanta... ma se garantisci che non si inzuppano troppo mi segno la ricetta e me la tengo da parte per quando sarò in vena di fritto :)

    RispondiElimina
  58. mia nonna li faceva con mozzarella a dadini, prezzemolo, il tutto mescolato ad un uovo sbattuto con un pizzico di sale... oppure con mozzarella e acciuga. ancora oggi mi viene l'acquolina quando ci penso e credo che con la tua ricetta proverò a farli. grazie.
    Chiara

    RispondiElimina
  59. Tu saresti capace di tirare fuori da una cosa "a caso" l'ottava mraviglia del mondo!!!

    RispondiElimina
  60. Dimenticavo,io con lo stesso sistema di Mike ci cuocio da sempre le patatine,asciutte croccanti meravigliose ;-))

    RispondiElimina
  61. @Paleomichi, sììììììì!! leggi il post di stasera :))
    al posto dello strutto metti burro, in germania è fantastico!

    @Piero, ennò bello! quelli come la tu' mano so' i calzoni, tiè ;-)

    @Scarlett, come non osi, e perchè mai??
    un bacio, commenta quando e quanto vuoi :)

    @elenuccia, penso possano andar bene, se no c'è un impasto simile nel blog, le pizze fritte!
    però è simile, quindi, uhmm..

    @laura, grazieeee!! fammi sapere dell'esperimento :)

    @Silvia, di Luini?? oddio ecchessò?? e se li provi e mi dici? giuro che non mi offendo se non so di luini, ahahaha :))

    @Dony, fatti?? ;-)

    @Claudia, uso quelli della coop!

    @gambetto, ahahhaha!!
    ma dai, leggi bene, grrrrrrrr :)

    @Cat, ricevuta mail, grazie smaccketeeeee!!

    @gatto goloso, al forno?

    @Chiara, eh sì mozzarella e acciuga mi piace ;-)

    @Lory, ma che stai a diiiii!!!??? essì che mi chiamo la mercante di spezie :)))
    sei unica!
    che è sta cosa delle patatine fritte, le congeli, e le metti nell'olio freddo??
    dai, spiega Maestra ti pregoooooooooooo :))
    tvb !!

    RispondiElimina
  62. a TUTTI, grazie un bacio e... PROVATELI!!

    RispondiElimina
  63. UMMM, mi piacerebbe provare questo il più presto possibile!!! Mi piacciono le tue foto!! Sono bellissime e perfette!

    RispondiElimina
  64. Fatti e magnati:))))))
    Ho usato un tagliapasta da cm 10 e li ho chiusi a mezzaluna, me ne sono venuti 20, metà li ho fritti in olio di semi e metà cotti in forno, mi sono piaciuti di più quelli fritti;)

    RispondiElimina
  65. Paola no per le patatine niente congelamento,le taglio le lavo sotto acqua corrente per circa 30 minuti asciugo ,metto a friggere in olio bollente per 2/3 minuti poi spengo e le lascio ammollo ;-))
    Poi quando mi servono calde e croccanti accendo et voilà,perfette provare per credere!!!

    RispondiElimina
  66. @dony, grazie!! infatti mi sa che è meno complicato chiuderli a mezzaluna e via :)

    @lory, grazieeeeeeeeeeeee :))
    questa, ovviamente, me la segno, smack maestra!

    RispondiElimina
  67. ... non solo me la segno, me la provo, ahahahaha!!

    RispondiElimina
  68. Vorrei provarli con pomodoro e mozzarella (stile Luini :-))
    La passata va bene? E in quale quantità?

    RispondiElimina
  69. Mia madre li preparava spesso per noi quando eravamo piccoli, per le feste di compleanno e qualche volta li preparo anch'io ... l'impasto è simile, ma voglio provare il tuo.
    Solo che la tradizione di famiglia vuole che si friggano nel camino di casa.
    A casa mia la frittura sul gas E' VIETATA.
    E l'atmosfera ... è completamente diversa...

    RispondiElimina
  70. allora....esperimento concluso!
    giovedi ho preparato l'impasto. è andato tutto molto bene (cifrato..."niente da incordare,evviva!), anche se ho dovuto aggiungere un pochino d'acqua (questa benedetta umidità...)
    una parte li ho fritti subito un'altra l'ho congelata (a dir la verità sono riuscita a salvarne solo due...); davvero molto buoni, con il ripieno bello filante e la pasta intorno morbida e fragrante allo stesso tempo.
    il giorno dopo ho tolto un panzerotto dal freezer e l'ho lasciato a temperatura ambiente un'oretta e dopo l'ho fritto.
    l'altro panzerotto l'ho immerso in un pentolino con olio freddo e l'ho lasciato andare fino a quando l'olio non ha raggiunto la temperatura e il calzoncino si è dorato.
    risultato??? sono venuti tutti e due una BELLEZZA! il ripieno si è sciolto benissimo, anche in quello congelato :)
    ma non è finita qui! ieri sera l'ho preparati di nuovo e li ho congelati tutti, perchè avevo un'alta ideuzza chi mi ronzava per la testa...
    se infatti messi in olio freddo appena tolti dal freezer si scongelano strada facendo, cosa succede se li metto congelati nel forno freddo e lo porto a temperatura?
    be, sai che c'è? che vengono buonissimi anche così! il ripieno fila, e l'impasto diventa soffice soffice!
    okay, non saranno fritti, ma mica si può mangiare fritto tutti i giorni?! :)

    paoletta, hai creato un mostro...'sti panzerotti si fanno mangiare a tutti i costi!

    Laura
    il giorno do

    RispondiElimina
  71. @jeanne, eccomi ero fuori... la passata va bene, la quantità, ehmm difficile da dire, vai a occhio ;-)

    @natalia, ehhh beata te :))

    @laura, grazieeeeeeeeeeeeeeee :))
    hai sperimentato un sacco!
    sul forno, penso che se si mettono in freezer dopo la lievitazione, credo si possano cuore e via in forno caldo!

    per l'impasto duro, è sempre difficile indicare la quantità di liquidi, ogni farina ne prende in modo diverso, e poi sì, incide anche l'umidità nell'aria, eh dura la vita degli cheffff, ahahahaha :))
    un abbraccio

    RispondiElimina
  72. Allora, per cuale motivo è così importante lo strutto? Ovviamente quando si mangia panzerotti si li mangia perchè hanno buon gusto, non perchè sono buoni per la sua salute. Nonostante, non sono sicuro che lo strutto sia proprio necessario in questo caso, e credo che si possa creare buoni panzerroti con solo burro. Oppure è possibile che non sappia abbastanza dello strutto, non lo so, però sono curioso.

    RispondiElimina
  73. Ciao Paoletta, ovviamente ho già salvato la ricetta, e sono curiosissima di provare, sembrano invitantissimi! (poi fotografo ;-D, è che con i fritti mi picchio sempre...) La ricetta di mammà, che uso di solito, prevede una parte di semola di grano duro, come diceva luna, e anch'io piego a mezzaluna, come dony...e di solito mozzarella, passata di pomodoro e un'acciughina!

    RispondiElimina
  74. @Joe, come vengono gli impasti con lo strutto, l'ho scritto nel post ;-)
    te però puoi provare a farne due, una metà col burro, l'altra con lo strutto, poi ci dici :)

    @Anto, poi dimmi allora!
    per la mezzaluna, sì hai ragione, tra l'altro è meno complicato ;-)

    RispondiElimina
  75. Ciao Paoletta! Li ho fatto anch'io! Ho dovuto modificare i tempi: ho impastato alle 9.00, formato l'impasto verso le 9.30.
    Poi messo i panzerotti formati sulle leccarde, coperto di pellicola trasparente e portati in giro in macchina dalle 10.0 alle 12.00.
    Li abbiamo passati in forno verso le 12.20 e sono venuti una meraviglia! Grazie!
    Anne

    RispondiElimina
  76. @Anne grazie a te :)))
    un abbraccio

    RispondiElimina
  77. Buongiorno, è la prima volta che posto un commento quindi inizio congratulandomi. Volendo mettere le patate lesse, su che quantitativo mi oriento? Grazie. Un saluto da Anna di Senigallia

    RispondiElimina
  78. @anna, ciao, perdona il ritardo, chissà se mai leggerai :(
    proverei con una patata piccolina!
    un bacio e scusami, ma gli impegni degli ultimi mesi mi hanno lasciato poco, troppo poco tempo per rispondere ...

    RispondiElimina
  79. Ciao Paoletta, sei un danno per la mia linea, e non solo la mia....anche quella delle mie 3 cavie (marito e genitori)!!!! Naturalmente i panzerotti li ho fritti...visto che facevo un peccato di gola, tanto valeva farlo per bene...la prossima volta proverò al forno e sono curiosa di sperimentare altri ripieni...sono ottimi, l'impasto è davvero straordinario..complimenti. Un abbraccio Lucy

    RispondiElimina
  80. @Lucy, d'accordo con te, se s'ha da peccare, lo voglio fa fino in fondo ;-)
    bacio

    RispondiElimina
  81. paola scusami ,vorrei provare il tuo impasto di panzerotti e vorrei mettere dentro anche del pomodoro ,ma poi non potrei metterli a lievitare ripieni,?cosa mi consigli ?un abbraccio

    RispondiElimina