venerdì 5 febbraio 2010

Non chiamateli Bounty!

Sì, esattamente come per questi che nulla avevano a che fare con le gocciole, perché più buoni, pure questi simil Bounty, nulla hanno a che vedere con gli originali, e non perché non gli somiglino affatto, semplicemente perché sono più buoni. E basta!

bounty

Ma non poteva essere altrimenti, visto la provenienza della ricetta, nessun dubbio, nessuna modifica, li ho rifatti pari, pari perchè di Sandra c'è da fidarsi!

Peccato per la copertura (il famoso temperaggio, ricordate?) quella, visto che non mi è riuscito di temprare 'sto cioccolato, era abbastanza bruttina, tutta bitorzoluta, nient'affatto lucida!
Ma anche l'originale è opaco, vero?
In ogni caso, la copertura "imperfetta" non ha tolto nulla alla bontà - ma dire bontà è riduttivo credetemi - di questi cioccolatini al cocco!

Sono di un buono incredibile, ora non so se perché adoro cocco e cioccolata, o se perché anche i Bounty, che pure sono peggio di questi, mi fanno comunque impazzire... questi di sicuro non si riesce a smetterli di mangiarli ;-)
Mi credete se vi dico che ero in dubbio se fare, o no, tutta la dose?? ... mi parevano troppi, se!
Invece, sono davvero troppo pochi!
Tanto che li rifaccio presto, e per almeno un paio di motivi: primo perché sono una droga (ma in effetti questo sarebbe un motivo per non farli, ahahaha!!) secondo perché c'ho da provà il temperaggio, - e no col mycryo, troppo facile! - voglio riprovare con la tecnica dell'inoculazione o innesto, e vediamo se so' farlocca io, il termometro oppure ho sbagliato cioccolato anche come mi facevano notare qui!

Intanto ve li beccate così, opachi e bitorzoluti ;-)

NON CHIAMATELI BOUNTY - per circa 25 pezzi
Fonte: Le Pètrin

Ingredienti:
85 gr di zucchero
50 gr di burro
200 ml panna fresca
200 gr di farina di cocco
300 gr di cioccolato fondente a circa il 60% di cacao

Procedimento:
In una casseruola unire lo zucchero, il burro e panna fresca e far bollire per 5 minuti o fino a quando lo zucchero è completamente sciolto.Togliere dal fuoco, aggiungere il cocco e mescolare.
Stendere l'impasto su un foglio di carta forno e formare un quadrato regolare di circa 1,5 o 2 cm di altezza (circa 18 centimetri quadrati) utilizzando una spatola per lisciare la superficie ai lati, o anche compattando con le mani. Mettere in un vassoio e in frigo.
Lasciare in frigo a compattare minimo di 3 ore, si può preparare tutto anche il giorno precedente.

Sciogliere il cioccolato a bagnomaria. Si fanno sciogliere completamente i 3/4 del peso di cioccolato (a circa 50°C) e quindi fuori dal fuoco, si aggiunge il restante cioccolato tritato, aiuta a ridurre la temperatura, deve arrivare a 31°C.
Le temperature dipendono molto dal tipo di cioccolato e dalla sua percentuale di cacao. Tutti i consigli e i link utili sul temperaggio qui.
Ma se pure il temperaggio non dovesse riuscire, il sapore non ne risente, saranno in questo caso opachi e non lucenti!

Tirate fuori l tavoletta di cocco dal frigo almeno 30 minuti prima di coprirla (il cioccolato non aderisce bene su una superficie fredda). Tagliare piccoli quadrati o rettangolini di 3 cm. di lato.
Non preoccupatevi se non sono perfetti, è sufficiente modellarli con le dita per ottenere la forma giusta, vengono perfetti!

Mettere a bagno i piccoli bounty di cocco, uno per uno, nel cioccolato e poggiare poi su carta forno. Con il dorso di una forchetta, premere delicatamente il cioccolato se volete disegnare piccole onde, è semplice e carino!
Tenere al riparo dal calore e dall'umidità e non in frigo, altrimenti il cocco si secca e il cioccolato indurisce troppo.


88 commenti:

  1. ciao Paoletta,
    sono Brigida:ti seguo silenziosamente da un anno e mezzo, e devo farti mille complimenti...le foto, le ricette, l'eleganza, l'amore per la cucina...simile al mio!volevo chiederti una cosa:ho provato le ricette dei cornett.Quelli del bar,venuti splendidi, nessun problema.Quelli profumati bene fino al forno!!!Nel senso che in cottura si appiattiscono:consigli?grazie e complimentisssimi!

    RispondiElimina
  2. Brava Paoletta!

    Sembrano troppo buoni questi cioccolatini anche se un po’ “imperfetti” come dici Tu!
    Anche io adoro il contrasto tra il gusto dolce del cocco a l’amaro del cioccolato.

    Buona giorata

    RispondiElimina
  3. Daniela, Windsor5 febbraio 2010 08:40

    Bella! A me i bounty proprio non piacciono. Adoro il cocco cosi com'e' ma non riesco a mangiare niente che lo contenga. Ma a casa i piccoli ed il marito, e anche la suocera, impazziscono per i bounty quindi questa me la segno. Buona giornata e grazie.

    RispondiElimina
  4. Sono le otto/40 del mattino a quest'ora
    ci farei colazione con questi cioccolatini
    vediamo di prepararli questo fine settimana.
    grazie e Ciao
    Andrea

    RispondiElimina
  5. Ciao Paoletta,
    anch'io ho preparato gli stessi dolcetti per il periodo di Natale, ma non ho fatto in tempo a fotografarli che erano già svaniti. Hai ragione tu, sono favolosi...i miei erano più o meno simili, ma il ripieno lo avevo fatto io di testa mia, mettendoci un po' di ricotta.
    Che fantastica delizia...BACI

    RispondiElimina
  6. Boniii!! Io di solito per il ripieno faccio una ganache con il cioccolato bianco e panna in ugual peso, aggiungo la farina di cocco a occhio, e poi il procedimento è più o meno uguale.
    Stai sicura che prima o poi proverò anche questi! Per il temperaggio comunque fai attenzione alle temperature, ripeto: 29° sono pochi!!
    Ciao!

    RispondiElimina
  7. che delizia,
    ma qui sembra di essere tornati al periodo dell'ingrasso natalizio...
    ;-)
    cmq a me sembrano venuti, anche esteticamente, proprio bellini.
    Per come sono venuti buoni, non ho dubbi!
    ;-)

    RispondiElimina
  8. @brii, credo che abbiano levitato un po' troppo dopo la formatura, bisogna regolarsi anche a occhio, chè io scrivo il tempo che ci hanno messo a me, ma la temperatura di casa incide molto sui tempi :)

    @Daniela, madonnaaaaa miaaaa!! come fanno a non piacerti?? ;-)

    @Ylenia, li avevo visti in giro con la ricotta ma mi ispirano di più questi con la panna, poi sarebbe da provà !
    bacio ;)

    @nanniiii, o nanniiiiiiiiiiiiii :)
    dunque ho scritto di usare cioccolato fondente al 60% e 31° - dici che può andare??
    ci riprovo così col fondente coop? quello però è al 50%.. dimmi tutto! :))

    RispondiElimina
  9. @Gaia, bellini, carucci, ma li volevo perfetti grrrrr!!
    vabbè, chissenè, erano bboni da paura ;-)
    tanto li rifò, ho già il cocco e il fondente !!

    RispondiElimina
  10. eheheh...ricordo di aver detto più di una volta al mio ragazzo, a cui piacciono i bounty, che ero bravissima a farli e che avevo una ricetta buonissima!!! (bugia...non li ho mai fatti :p )
    ehehe ma adesso ho la formula magggica qui...hihihi!!!
    le spiace madama se le frego la ricetta?

    RispondiElimina
  11. Ciao Paoletta,

    A me il cioccolato piace più opaco che lucente...lucente sembra quasi finto.
    Parte questo i bounty sono buonissimi io li mangio solo nei momenti di estrema disperazione ,sono sicura che mi tirano su :-)Non ho mai immaginato di poter farli a casa ...mi pare un lavoro troppo da professionisti ma tu sei bravissima!( anche fare le foto!)

    RispondiElimina
  12. wow...io esco pazza per questi cioccolatini..li proverò al piu presto...baci e come sempre complimenti ^-^

    RispondiElimina
  13. Oh no, now I have to go straight in the kitchen and make these Bounties! :-)

    RispondiElimina
  14. WOWWWW anche io adoro l'accostamento cocco/ciocco!!! ho proprio della farina di cocco da smaltire...e questa ricettina mi sembra proprio che faccia al caso mio ;-) comunque a me piace di più la copertura un po' rugosa, l'effetto lucido e perfetto mi sa di plasticoso quindi io operò sicuramente per la versione bitorzoluta!

    RispondiElimina
  15. Da come ti prodighi a dire che sono più buoni dei bounty canonici....devono essere davvero una delizia ;-)
    Paoletta, non so se dico un'eresia, ma per il temperaggio cerchi del cioccolato ad alto contenuto di cacao? In questo caso puoi provare quello dalla linea cuorenero (si trova anche al super) che ha una qualità ottima (ce n'è un tipo che è praticamente massa di cacao...al 99.99%).
    Ciao!

    RispondiElimina
  16. Tu dici che sono bitorzoluti??
    A me sembrano meravigliosiiiiiiiiiii!!
    Copio subito questa bontà.
    Ciao, Laura ;)

    RispondiElimina
  17. devono essere ottimi, anche se con il temperaggio del cioccolato non mi sento ancora a mio agio! avere un termometro è indispensabile?
    Comunque complimenti, come sempre sei eccezionale! Passa dal mio blog a dare un'occhiata se vuoi!
    Buon week end!

    RispondiElimina
  18. si ma...temperaggio o no,sono vstupendi...Non voglio immaginare il sapore...un bacio

    RispondiElimina
  19. Carissima

    riguardo alle temperature di tempra del cioccolato, queste dipendono dal tipo, e possono variare anche di uno o due gradi a seconda della marca. A livello professionale quando compri il panetto di cioccolato ti viene fornita anche la curva di tempraggio, oppure la puoi richiedere (la Domori ad esempio, il mio preferito, mi ha gentilmente risposto).

    I cristalli possibili sono 6, se a qualcuno interessa ho spiegato tempo fa tutti i misteri delle fasi cristalline del cioccolato qui (anche se non ho ancora fatto un post specifico sulla tempra)

    http://bressanini-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/category/cioccolato/

    ciao Dario

    RispondiElimina
  20. Altro che dolce tentazione questa per me è una tentazione irresistibile... Io da piccola adoravo il bounty. ora non lo compro per evitare di mangiare una confezione intera da sola...

    RispondiElimina
  21. Ma chi se ne frega se erano opachi o bitorzoluti...io li farei fuori in un sol boccone!!!! ;)
    Piesse: foto a dir poco splendida! Che novità! ;)

    RispondiElimina
  22. Tu e lo ziopiero avete deciso di farci morire!!!! Paoletta, il loro nome è goduria....

    RispondiElimina
  23. Ciao, da tempo leggo il tuo blog e rimango incantata da tutto!
    Oltre ai complimenti scontatai per le tue ricette, devo fare un enorme apprezzamento per le tue foto! Sono meravigliose!!! che luce,che inquadrature, che belle!!!
    BRAVA DAVVERO!!!

    RispondiElimina
  24. Anche io, ogni volta che al super arrivo all'altezza di caramelle/cioccolati/nutelle affretto il passo per non cedere alla tentazione di comprarli... soprattutto ora che c'è la versione fondente. Sì, perchè a casa mia piacciono solo a me (quindi non ho la scusa dei bimbi) e quando li compro li finisco tutti subito! Ma questi sono da provare! Quanto si possono conservare, secondo te? Che domanda, so già che finiranno prima di qualsiasi scadenza!
    PS se non ci dicevi tu che non erano venuti bene esteticamente, nessuno se ne accorgeva...

    RispondiElimina
  25. ciao, ti volevo dire che potrai fare anche un temperaggio perfetto, ma il lucido che vedi su certi cioccolatini è dato dal contatto con l'acetato o con gli stampi per cioccolatini in policarbonato che sono lucidi e quindi danno il lucido al cioccolato, ti accorgi se il cioccolato è ben temperato se non presenta striature più chiare e quando lo mordi fa il caratteristico TAC
    ahh e se posso permettermi ti sconsiglio di usare il micryo perchè costa abbastanza tanto

    anche se può sembrare una predica, non lo è...eheh

    ti faccio i miei complimenti per il blog, ti seguo gia da un po', sei brava e io sn come te, preferisco i lievitati...ahah

    ciaociao a presto

    RispondiElimina
  26. Mamma mia Paoletta così mi fai svenire!!!! io già impazzisco per i Bounty ma davanti a questi tuoi cioccolatini al cocco non potrei proprio resistere! e per quanto riguarda la copertura brugnolosa, non è davvero un problema, anche gli originali sono opachi
    Un bacione e buon fine settimana
    fra

    RispondiElimina
  27. Paoletta, una delle prima operazioni che ho visto compiere da un pasticcere (e che mi hanno fatto innamorare letteralmente) è stato proprio il temperaggio.
    A differenza dell'innesto però ho imparato con il "tablage": si versano i 2/3 del cioccolato fuso (a 45° per il fondente) su una superficie fredda e lucida (marmo) e lo si spatola continuamente per raffreddarlo, allargandolo e facendolo ricadere dalle spatole. In questo modo, secondo me, si capisce anche meglio quando si è vicini ai famosi 29° perché il cioccolato acquista densità, lo si sente inspessirsi sotto le mani. Poi si riversa tutto nel pentolino che contiene ancora una parte di cioccolato caldo, si mescola e si controlla la temperatura: dovrebbe essere arrivata a 31°.
    un bacione

    RispondiElimina
  28. come non capirti sul temperaggio
    http://iodagrande.blogspot.com/2008/11/e-seguire.html

    anche io uso l'annies metodo e funziona abbastanza.

    RispondiElimina
  29. @Paoletta S.
    Io ricordavo che il fondente coop fosse al 60%; a pausa pranzo vado a controllare! Comunque cambia poco basta che alla fine venga rialzato a 31-32°.
    2-3 cose mi sento di aggiungere: per una misura più accurata pulisci sempre prima l'ago del termometro (il cioccolato che si solidifica fa barriera), ti basta uno scottex a portata di mano, poi con una mano metti il termometro mentre con l'altra mescoli. Inoltre quando sbricioli il cioccolato all'inizio fai scaglie piccole ed il più possibile uguali tra loro, per il metodo ad induzione è utile. Pensa che si usa anche nelle macchine temperatrici dove il cioccolato è messo a 'gocce' (solide) di poco più di un grammo ciascuna.
    Spero di essrti stato utile ( e di esserlo anche in futuro!)
    Ciao

    RispondiElimina
  30. Beh vabbè, se questi sono i flop????!!!!! :O :O :O :O :O

    RispondiElimina
  31. Ciao Paoletta, sei una sorpresa continua..... Ma sei sempre così operosa? Io sto ancora mumbleggiando sulla ricetta per il tuo contest!!!;D Ma forse ho trovato... ;D Il problema é che non ho ancora capito come si fa a portare il bannerino sul mio blog. Un aiutino......:( !!! A presto e vieni a trovarmi..

    RispondiElimina
  32. Complimenti come sempre Paoletta...
    Appena metti un post mi precipito subito a leggerlo... e come ogni volta è un piacere...
    Adoro il cioccolato assieme al cocco...
    In realtà cocco e cioccolato li adoro anche da soli :-) ma questa è un'altra storia...
    Ti aspetto nel mio blog sperando che ogni tanto tu lo legga...
    Un abbraccio..
    Matteo

    RispondiElimina
  33. Casseruola!!!!!

    Paole', ma che ce frega se sono un pelino opachi...saranno sicuramente buonissimiiiiiii

    ...e quella foto, come dici sempre tu:
    IL CIBO E' VITA!!!!

    piesse: se non ci fossi, manco sarebbero capaci di inventarti: SEI UNICA!!!

    RispondiElimina
  34. Buoni i Bounty!! se questi sono anche meglio li copio subito!!... e posso ufficialmente salutare la dieta!! ihihih ehhh vabè... ^_^

    RispondiElimina
  35. li chiamo come vuoi ma... me ne dai un pezzettino??? ;) no, davvero, sono goduriosi, belli, coccolosi... che vogliaaaa!!!!

    RispondiElimina
  36. Ok per questi potrei anche svenire...che buooni!!!

    RispondiElimina
  37. Devono essere deliziosi, anche se preferisco quelli con la copertura al latte. Dove trovi quelle cartine stupende per confezionarli?

    RispondiElimina
  38. Sono bellissimi e squisiti.
    Buon fine settimana Daniela.

    RispondiElimina
  39. che meravigliaaa paole'!
    devono essere paradisiaci! li provo di sicuro ;) (ma sarà l'ora che mi doti di un termometro da cucina!!!)

    bacetti
    *

    RispondiElimina
  40. Ogni volta è una sorpresa,questi cioccolatini sono fantastici da provare subito :-) grazie Paoletta!

    RispondiElimina
  41. Ciao Paoletta! Sono davvero belli e sicuramente ottimi! Da provare :)
    E poi mi ricordano queste mie pallette: http://www.flickr.com/photos/bribantilla/372402109/
    Che bontà! :)

    RispondiElimina
  42. Brava Paoletta sono perfetti...davvero buonissimi e le foto...che dire meravigliose... un bacio e a presto Luciana

    RispondiElimina
  43. So delicious... great photo too... can they be so easy?

    RispondiElimina
  44. Paoletta cara please te lo chiedo per piacere....ti vuoi dare una calmata????????

    e basta con 'ste bontà!!!

    Abbi pietà di una che deve stare a dieta!

    RispondiElimina
  45. Que receta más curiosa y el chocolate tiene una pinta. Esa combinación con coco. Un saludo

    RispondiElimina
  46. Che meraviglia! Adoro il cocco con il cioccolato! Bravissima, hanno un aspetto delizioso, non oso immaginare il sapore!!

    RispondiElimina
  47. @Aniko, però il cioccolatino un pochetto lucido, sì! ma tanto questo non è un cioccolatino ;-)

    @zorra, ahahahaha!!

    @maetta, cuorenero?? non credo di averla mai vista, ma cerco meglio! fino al 99% bellissimo, allora va bene per fare i modicani dell zio piero :))
    grazie!!

    @carlotta, be' sì il termometro a meno che uno non abbia l'occhio del professionista, credo ci voglia, però puoi anche fare senza, sciogli, metti l'altro, quando è tiepido coli.
    oh, se poi 'un'è temperato pace, so' boni uguale ;-)

    @Dario, sempre efficiente, io mi limito a linkare il tuo preziosissimo articolo, per quanto riguarda cercare del cioccolato professionale, chiedere, ecc, ehmmm be', tanto non fa per me! se si tratta di farina, allora sì, ahahaha :))
    grazie!

    @Flavia, uguale uguale a me :((

    @lacquadorosa, associazione a delinquere siamo ;-)

    @lucia, io penso 3 o 4 giorni di sicuro :)
    se vanno oltre io li metterei in frigo, magari scomparto frutta dove ci sono 12° così non si sciupano :)

    @Pietro, preziosissima informazione, vedi?? e chi lo sapeva, grazie :)
    il mycryo lo userei perchè me ne hanno regalato un po', di certo non lo comprerei, credo, in fondo non sono una grande appassionata di pasticceria, i lievitati, quelli sì invece che li adoro, come te !

    @Annies, ah si chiama tablage?? grazie, ignorantissima, sono! comunque è la stessa tecnica che usa il nanni, sbaglio?? linkata!

    @nanni, ho appena ricontrollato, c'è scritto cacao al 50% minimo" che vol di?? che puo' arrivare al 60%?
    31° l'ho scrittoooooo!
    utile in futuro?? eccerto ;-)

    @ornè, essì, certo mica come i tuoi che dai flop ci cavi meraviglie dopo, ahahaha!!

    @pagnottina, bella, tu posta la ricetta chè poi a mettere il bannerino ti aiuto io, passo, passo :)

    @Matteo, grazie, sei sempre molto gentile. in quanto a girar per blog, ragazzi, ma lo faccio raramente, non ho il tempoooo :(((

    @zi' pie', intendi il mozzico???? ahahahhaha!
    quello in realtà stavolta era per camuffare il brutto ma buono ;-)

    @Bribantilla, che belliiii :)
    ci scrivi la ricetta, o me la mandi??


    a TUTTI; un bacio grande e sporco di cioccolata, GRAZIE :))

    RispondiElimina
  48. e' da un po' che penso come fare il simil bounty, ecco qua la risposta!!!!
    li provo

    ciao

    RispondiElimina
  49. Prova a guardare qui Paoletta!
    http://www.sugarcompany.net/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/86
    ciao!

    RispondiElimina
  50. Mi sono commossa... Io adoro il bounty, e la tua descrizione mi fa presupporre che questi abbiano persino "una marcia in piu'", quindi non vedo l'ora di provarli! Domani vado a comperare tutto l'occorrente! Io non ho mai temperato il cioccolato, ma solo le matite :-P Ce la faro'? Tizy

    RispondiElimina
  51. buoniiiiiiiiiiiiiiii
    li voglio provare!!!!!!!!
    un bacione grande grande

    RispondiElimina
  52. Ciao :)
    Volevo chiederti se per il contest "puglia&basilicata" valgono anche le ricette già postate :)
    Grazie

    RispondiElimina
  53. io il temperaggio lo vedo proprio fuori dalla mia portata, ma magari li faccio un po' più "coatti" questi cioccolatini che non possiamo chiamare bounty... che ne dici? Li immergo nel cioccolato fuso (non ce l'ho mica il termometro) e poi vediamo cosa viene fuori.

    RispondiElimina
  54. Eh vabbò ma te tu rendi tutto così facile!!! Inutile dire che se provassi (e magari mi riuscissero pure...) farei la felicità di Marco! Buona serata Lauradv

    RispondiElimina
  55. Impresiontante blog, enhorabuena.
    Baci

    RispondiElimina
  56. adoro il cocco e il cioccolato... li proverò sicuramente e li mangerò con tanto gusto! bella ricetta, grazie :)

    RispondiElimina
  57. Veramente strepitosi questi non-bounty! Ciao

    RispondiElimina
  58. Non ci creeeedo!!!! Strepitosi!!!! Sei fantastica, ha ragione lo zio Piero, a inventarti non si riuscirebbe a farti così!
    Bravissima!!!
    Paola

    RispondiElimina
  59. Ciao Paoletta, ti scrivo qui per dirti che oggi per la prima volta ho fatto i bagels seguendo la tua ricetta e sono venuti STREPITOSI!!!
    Ti ho linkato e citato nel mio blog!
    GRAZIE
    Arianna

    RispondiElimina
  60. Chiamali un po' come vuoi, ma l'aspetto sembra proprio quello lì.... di certo saranno più buoni...fatti in casa!!! Bravissima1 ciao

    RispondiElimina
  61. in effetti però ai bounty ci somigliano parecchio :-)

    brava!

    RispondiElimina
  62. e, cosa non di poco conto, sono pure naturalmente gluten free (a patto di usare farina di cocco consentita)

    e questo me li rende particolarmente simpatici!

    RispondiElimina
  63. Ah, volevo giusto dirtelo... Li ho fatti ieri!!!!
    Se li vuoi vedere:
    http://ncscrap.blogspot.com/2010/02/veri-o-finti.html
    BUONIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!!!! Grazie mille!!!!!

    RispondiElimina
  64. Buonissimi! Oramai sei diventata una di "famiglia". Ogni volta che mi fanno un complimento rispondo: "naturalmente è una ricetta di Paola!" Hai fatto anche felice la mia nipotina! La super focaccia è ottima anche in versione gluten free

    RispondiElimina
  65. Il rettangolone di cocco è in frigo a solidificare...non vedo l'ora di completare il tutto! :D Sopratutto per il mio ragazzo che adora il bounty...quindi amerà questo fatto con le mie manine! E te per averli postati hihih

    RispondiElimina
  66. Daniela, Windsor7 febbraio 2010 21:26

    Fatti oggi, usciti benissimo e piaciuti tantissimo! Grazie per la ricetta super veloce e super facile.

    RispondiElimina
  67. Fatti! E come pensavo il mio ragazzo è impazzito "questi me ne magno un quintale!!" hahahha grande paoletta :)

    RispondiElimina
  68. @Paoletta: scusa la risposta tardiva, ma leggo solo adesso: ho verificato anch'io 50% minimo che vuol dire, se ti va bene, 52% reale :-o e comunque è temperabilissimo! 31°si, anche 32!

    RispondiElimina
  69. @maetta, grazie del link, utilissimo, poi si può comprare anche online!
    tu ci hai mai preso nulla?

    @Tiziana, anche io, ahahahaha! ma in qualche modo ce l'ho fatta, a ricoprirli, intendo ;-)

    @Daphne, no :)
    vabbè dai, possibile nessuna idea?

    @Alem, coatti coatti ;-)

    @laura, essì, lui che adora la cioccolata :))

    @Arianna, grazie !!
    mi fa piacere ti siano piaciuti :)

    @il ramaiolo, di sicuro più buoni!

    @Tiziana, bellissimisssssimiiii :))
    grazie!

    @Francesca, davvero?? be', grazie :)

    @Margherita
    @Daniela

    anche voiiiiiiiiiiiiiiii!! :)
    ma siete fortissime, non se fa attempo a postà che voi, zacchete!! che bellooo :))

    @Nanni, ok 32° ho in mente na cosetta ;-)
    e per la fusione quant'era?? non ricordo ndo l'ho scritto :(((
    grazie !!

    RispondiElimina
  70. Si fonde a 50° o poco più.

    Per il cioccolato al latte rimani invece sui 50° scarsi, per quello bianco ne bastano 45°.
    Grazie a te!

    RispondiElimina
  71. Ciao Paoletta, hai proprio ragione,sono buonissimi, questi spariscono alla velocità della luce...mio marito li adora! Baci Lucy

    RispondiElimina
  72. Io li ho fatti...

    http://www.mammachecucina.it/2010/02/aridaje.html

    e sono decisamente coatti!!!

    RispondiElimina
  73. @nanni, grazie !!

    @Lucy, fatti??

    @Alem, coatti o no, basta siano buoni :))

    RispondiElimina
  74. Ciao Paoletta, siiiiii che li ho fatti! Hanno però un difetto......sembra che evaporino....cioè spariscono come ti giri...Infatti non ci sono più ;). Hai riscontrato anche tu lo stesso problema? Pensa che a mio papà gli originali non piacciono (in realtà non gli piace il cocco)ma questi se li è andati a cercare pure nel frigorifero (mia mamma li aveva nascosti per non farglieli mangiare tutti).Per non mangiarmeli tutti io ne avevo dati metà ai miei ! Questa volta forse mi sono dilungata troppo!Baci e grazie ancora. Lucy :)

    RispondiElimina
  75. @Lucy, stesso problema ahahahhaha!

    piesse: dilungati quanto vuoi, è un piacere :)

    RispondiElimina
  76. Ma il sito di Sandra Kavital è solo in francese?

    RispondiElimina
  77. ciao, volevo farti i complimenti sono veramente belli...ora volvo provare a farli, ma ho visto che ho solo la panna da montare tipo hoplà, che dici va bene lo stesso? grazie per tutte le tue ricette

    RispondiElimina
  78. @elena, uhmm! mai adoperata, ma è come quella da montare?
    quella fresca non la trovi?

    RispondiElimina
  79. Ciao, la tua ricetta è "buonissima"
    Sto rifacendo i bounty; ora la tavoletta sta nel frigo.
    Mi dai un consiglio su come cospargerli di cioccolato? L'altra volta il cocco si rompeva facilmente appena veniva a contatto con il cioccolato fuso

    RispondiElimina
  80. @Raffaele, ciao, non è che il cioccolato era troppo caldo?? oppure che il cocco non era solidificato?
    scusa il ritardo :(

    RispondiElimina
  81. da provare subito (il tempo di reperire la panna fresca!!!)... buonissimi!!!!

    RispondiElimina
  82. Ciao Paoletta!! Ho provato a farli, ma come a Raffaele il cocco appena si prendeva in mano si scioglieva :( Secondo me o non ci va il burro o la panna (ma panna da cucina o da montare? io ho usato quella da montare...) oppure dovevo mettere più cocco (ho messo le dosi indicate). Già nella padella mi sembrava molliccio, ma speravo che lasciandolo 14 ore nel frigo si sarebbe solidificato, ma niente...
    Alla disperazione per non buttare tutto (ero seriamente tentata!!) ho preso dei pirottini, messo un po' di cioccolato nel fondo, messo sopra il cocco e poi ricoperto con altra cioccolata e ho salvato capra e cavoli... però non sono come i tuoi!!! (se vengon abbastanza decenti ti manderò una foto)
    Ma poi, domanda da ignorante, come si cospargono di cioccolato?! Si tengono con uno stecchino e si immergono o si versa passandolo sopra ai quadrati distanziati? E se si fa così, per la base poi come si risolve? Aspettare che si asiughino e rovesciarli??
    Io col cioccolato sciolto non ho avuto nessun problema, forse perché ne ho usato di buona marca con cacao al 60%... ma è il ripieno che mi ha fregata!!!
    Grazie e scusa del papiro, ma son troppo avvilita... :((((

    RispondiElimina
  83. Ciao! Io li ho provati a forma di pallina!
    http://ilquaderninorosso.blogspot.it/2013/07/cioccolatini-al-cocco.html
    Le tue ricette sono sempre una garanzia!
    Martina

    RispondiElimina
  84. Certo che questa ricetta è proprio l'ideale per mia figlia che adora il cocco! La sorprenderò sicuramente :)
    Tua nuova follower con tanto piacere!
    http://www.conpaolaincucina.blogspot.it/

    RispondiElimina