lunedì 18 gennaio 2010

Estratto di vaniglia fatto in casa

Dunque questa più che una ricetta, diciamo che è un metodo. Un metodo per avere sempre a portata di mano dell'ottima vaniglia, in modo veloce, si sta facendo, per esempio la crema?? Bene, basta prenderne un cucchiaino, versare nel latte, et voilà, ecco la vostra crema profumarsi incredibilmente di buono, di vera splendida vaniglia!

vaniglia step 3.3

Non c'è più bisogno, a meno che non preferiate farlo, di prendere la bacca, aprirla, raschiarne i semini ogni volta, ecc. ecc. ... e rischiare, a volte, se non l'adoperate spesso, che queste si secchino.
E, soprattutto, si può dire addio all'odiosa vanillina, che non solo è un prodotto sintetico, quindi di qualità ovviamente inferiore, ma non so a voi, a me lascia al palato un pizzicorino strano!

Il metodo è molto semplice, io uso sciroppo di zucchero e alcool puro a 95°, si trova in ogni supermercato, c'è poi chi, come Tuki, la fa con la vodka.
A me lo ha insegnato Teresa di gennarino in questo modo, e così continuo a farlo, voi usate il metodo che preferite, intanto vi descrivo il mio.


COME FARE L'ESTRATTO DI VANIGLIA IN CASA

Avremo bisogno di:
35 gr di acqua
35 gr di zucchero
60 ml di alcool a 95°
6 baccelli di vaniglia
1 pentolino
1 bottiglietta di vetro o barattolino a chiusura ermetica

vaniglia step 1.3
Procediamo così:
1. Per prima cosa ci si deve procurare dell'ottima vaniglia, quella del Madagascar dovrebbe essere la migliore.
Si trovano facilmente dai venditori su ebay, a basso costo. Io fortunatamente, trovo degli ottimi baccelli dal mio erborista ad appena 1 euro l'uno. Per cui, prima di avventurarvi in un acquisto oltre oceano, provate a vedere se la trovate nella vostra erboristeria di fiducia. Ma, per carità, non acquistate quella già confezionata nei supermercati (di nota marca) quella tutto è, tranne che vaniglia!

2. Assicuratevi che i baccelli siano gonfi e morbidi e che emanino un profumo intenso.

Prendete un baccello e provate a piegarlo, deve risultare soffice e abbastanza elastico da potersi arrotolare intorno al dito senza che si spezzi, la buccia insomma, non deve essere legnosa. Se il baccello avrà queste caratteristiche, allora avrà un maggior numero di semini al suo interno.
Se non li adopererete subito, conservateli in un contenitore ben chiuso, preferibilmente a chiusura ermetica.

3. Adesso che avete a casa i vostri baccelli, (almeno 6 per circa 120 ml di estratto) preparate uno sciroppo con 35 gr di zucchero e 35 gr di acqua e fate bollire piano per 2 minuti.
Fate bollire piano dai 2 a 5 minuti dal momento del bollore, e, in ogni caso, fino a che lo zucchero sarà completamente sciolto. Mescolare alla fine.
Lasciate raffreddare benissimo, poi aggiungete l'alcool e mescolate.

4. A questo punto, con un coltellino, aprite i vostri baccelli per il lungo, uno alla volta. E, con un cucchiaino, estraetene i semi che metterete in infusione nel liquido. Non gettate le bacche, ma mettete anche queste in infusione, spezzandoli in due o tre parti.

vaniglia step 2.3

5. Chiudete il vostro barattolo, o la bottiglietta, e sbattete molto bene subito, poi circa una volta al giorno per i prossimi 3 mesi.
Conservate tutto in un luogo fresco e buio, il vostro estratto migliorerà col tempo. Perderà sempre di più l'odore e sapore di alcool, prendendo al suo posto un incredibile aroma intenso di vaniglia.

6. Quando lo vorrete adoperare, ne basta un cucchiaino per una crema fatta con 500 ml di latte o per una torta di mele, un lievitato con 300/500 gr di farina. Insomma lo userete dove vorrete dare questo meraviglioso aroma.

7. C'è chi come Tuki, filtra il tutto per togliere i semini dopo 3 mesi, sorry, 6 mesi! (Tuki dice che dopo questo tempo i semi hanno dato il meglio di se)... personalmente li lascio lì in infusione, a parer mio in questo modo, diventa sempre più concentrato.
Anzi, se capita che nei 3 mesi di infusione, io usi della vaniglia, ne getto poi la bacca usata nel liquido, di modo che questo sarà sempre più concentrato.
Se non volete che nel dolce che state preparando si "vedano" i semini (ma a me non danno fastidio) filtrate il cucchiaino di estratto durante l'uso.

Spero d'aver detto tutto, molte informazioni le trovate anche qui.
Oltre che da Dario Bressanini, qui.


111 commenti:

  1. Io ho fatto quello di Tuki, ormai a ottobre.
    Senza sciroppo e con la vodka a 40°.
    Altro che Vanillina!
    :-)
    quando finisce, provero' a fare questo, che mi pare piu' concentrato ancora!

    PS. Come ti sono venute le foto ieri??

    RispondiElimina
  2. Ciao!
    Avevo visto su di un blog inglese questo Estratto di vaniglia, un giorno che cercavo un sistema per utilizzare al meglio le bacche di vaniglia che la mia amica ogni anno mi regala dal Madagascar, dove abita!
    E ho trovato un sistema con la vodka. Sono anni ormai che lo uso però ho notato che rispetto a quello che vendono "a peso d'oro" è più "liquido": con il tuo sistema viene più sciropposo ? Giusto per differenziare !Io ne preparo sempre un poco di più e poi lo regalo in mini bottigliette per Natale...e fa sempre tanto piacere.
    Grazie e buona giornata !
    Lucy

    RispondiElimina
  3. Grazie, grazie, grazie!
    Vivere nel deserto da' dei "piccolissimi" problemi di reperibilita' ingredienti...se anche questo me lo posso fare in casa e' un miracolo!

    RispondiElimina
  4. finalmente!!! la stavo apettando. spero di trovare la vaniglia... grazie grazie :o) ty

    RispondiElimina
  5. Paoletta: ti consiglio di tagliare a pezzi la vaniglia, perche' cosi' l'estrazione delle sostanze e' migliore (un po' come quando fai il brodo: piu' i pezzi sono piccoli piu' l'estrazione e' facile e rapida)

    Non capisco l'aggiunta dello zucchero, a mio parere non serve. L'estrazione si puo' fare, come suggerisce Gaia, con la vodka, che ha sapore neutro (se non ricordo male per legge l'estratto di vaniglia e' una soluzione alcolica almeno al 35%. la vodka e' al 40% quindi ci siamo)

    Per la vanillina, ne parlavo giusto sul mio Blog :-)
    La vanillina *vera*, quella che usano anche molti pasticceri, e' liquida in soluzione alcolica, come l'estratto di vaniglia. La vanillina e' esattamente identica alla vanillina contenuta nella vaniglia. Ce ne sono di ottima qualita' (niente a che vedere con la polverina che vendono al super, che non ho idea di cosa contenga) e per preparazioni cotte a lungo (come torte) non senti la differenza (hanno fatto delle prove alla cieca) ed e' piu' pratica ed affidabile dei baccelli.
    In altre preparazioni invece, come creme, la differenza con la vaniglia si sente.

    ciao Dario

    RispondiElimina
  6. Paoletta, io lo filtro dopo 6 mesi (non 3) perchè la vaniglia non ha più nulla da dare :-)

    RispondiElimina
  7. Ciao Paola, io ho sostituito ormai in tutte le preparazioni la vanillina con lo zucchhero vanigliato che ho fatto sempre io e mi sono trovata molto bene!http://www.ricette-bimby.com/2009/12/zucchero-vanigliato-bimby-come.html Voglio però provare questo tuo estratto, sembra fantastico!
    Grazie!
    Flavia
    Ps. Ti ho citata in una marea di post ;-)

    RispondiElimina
  8. @gaia, come sempre su 200 ce ne saranno un decina decenti :(
    però sai, dopo le 5 era buio! :)

    @Dario, sì, le bacche le spezzo, non si vede nella foto che sono spezzate?? ;-)
    per la vanillina, intendevo quella che normalmente si compra al super, che, come abbiamo detto sia io che te, non è di ottima qualità.
    grazie del tuo contributo, sempre prezioso :)

    @Tuki, va benissimo ci mancherebbe :))
    io non filtro perchè continuo a mettere qualche baccello ogni tanto, invece di buttarli dopo averli adoperati... insomma lo rigenero ;-)

    RispondiElimina
  9. Paoletta: mi sembrava di vederne una intera dentro, ma ora capisco che e' quella fuori riflessa :-)

    Dimenticavo: una volta estratta, le reazioni chimiche dentro l'estratto alcolico continuano fino ad un anno MIGLIORANDO il sapore. Sarebbe quindi meglio lasciar riposare l'estratto per un po'.

    Prova a procurarti della vanillina di qualita' su Ebay e vedrai che neanche tu riuscirai a distinguerla dalla vaniglia (che spesso ha qualita' e intensit' altalenante)

    RispondiElimina
  10. paoletta grazie mille.. lo farò subitissimo...
    bacio.. ah sto mettendo sul blog la tua torta di mele.. che buona che era!!!!! in settimana la rifaccio..
    un bacio e buona settimana

    RispondiElimina
  11. Adesso pero' dimmi ESATTAMENTE come dovrei fare per fare una foto simile: quale luce, quali settaggi del piffero devo mettere sulla mia Canon (sono invidiosissimo delle tue foto!!!!!) ;-)

    RispondiElimina
  12. Provero' a farlo anche io...ma poi puo' essere usato anche per le marmellate, per ogni cosa?

    RispondiElimina
  13. @Dario, però hai ragione, le bacche le ho spezzate, ma non lo ho scritto, mo correggo ;-)

    per il tempo, io dopo 3 mesi ho iniziato ad usarla, certo, passati questi è anora meglio.

    per quanto riguarda dove comprarla, be' io ho come la sensazione che il mio erborista la prenda su ebay, me la mette 1 euro a baccello, quanto la pagherei più o meno su ebay comprese le spese di spedizione... che vo ad ammattire affà?? :))

    x i settaggi, vai su flickr e clicca su altre proprietà, ti svela sai quanti segreti ;-)


    @giulia, bella ho letto ieri su fb, dopo vengo a vederla :))
    un bacio

    RispondiElimina
  14. Paoletta sei fantastica!
    E' anche una bella idea per dei regalini!

    RispondiElimina
  15. Che idea preziosa, grazie!! Proverò a farla.
    Ha ragione Dario, le tue foto sono bellissime! Complimenti

    RispondiElimina
  16. Oddio, ho cliccato su Altre Proprieta' e mi si e' aperto un mondo :-D

    Ovviamente non usi l'automatico come faccio io :-D
    Solo due domande: devo impostare la priorita' di tempi o di diaframma? E la luce, hai qualche illuminazione particolare, e' il flash o e' normale luce del sole la mattina?

    Scusa se rompo... :-)
    Dario

    RispondiElimina
  17. Fai bene di tanto in tanto a svelare qualche tuo segreto anche sugli ingredienti che usi...
    LEggerti è sempre un piacere!

    RispondiElimina
  18. Grazie Paoletta, la stavo aspettando! Farò l'estratto di vaniglia IM-ME-DIA-TA-MEN-TE!!!!!!!!
    Bacio,
    Ornella

    RispondiElimina
  19. Questo mi piacerebbe preparalo davvero:) Peccato che quì un solo baccello di vaniglia costi sui 4 € ... sigh.

    RispondiElimina
  20. Ciaoa Paoletta, grazie .....peccato che non abbia l'alcool in casa....appena vado al super....Baci Lucy
    PS: anch'io non vedo più le figure vicino ai nomi

    RispondiElimina
  21. Proprio addio alla vanillina! Non c'è paragone!

    RispondiElimina
  22. Il tuo blog è una fonte inesauribile di idee, grazie mille per la tua voglia di condividerle con noi!!! Mitica Paoletta!!!

    Oggi vado in erboristeria a "testare" la morbidezza delle stecche!!

    Un bacione!!

    RispondiElimina
  23. non ci posso credere, questa e' pura telepatia, se sapessi cosa ho appena chiesto alla carissima Lydia di Tzazicki come souvenir da Parigi...non avevo assolutamente idea che si potesse fare in casa! Sei sempre una miniera di scoperte :)))

    PS: la vanillina l'ho abbandonata ovviamente da un pezzo, e qundo posso la minipaternale contro l'orrida polverina la faccio volentieri :)

    RispondiElimina
  24. Io lo compro naturale in un negozio bio, o uso in gocce l'olio essenziale... ma l'idea di prepararla in casa mi stuzzica!
    ...e poi come dici tu perchè usare la vanillina che è sintetica... se si prova la vaniglia vera, la vanillina sa così di "falso"! :)
    bella idea!

    ciao

    Terry

    RispondiElimina
  25. Splendida idea, copio subito la ricetta! Clementina

    RispondiElimina
  26. guarda Paolè, mi do della deficente da sola...
    non ho mai pensato di poter trovare la vaniglia in erboristeria...in effetti il problema principale e' proprio trovare della buona vaniglia!
    una domanda: ma lo zucchero a che serve?
    grazie grazie

    RispondiElimina
  27. Post bello anche perchè mi ha dato la possibilità di leggere gli articoli di Dario Bressanini che avevo perso a completare le info sull'argomento. Thanks :)
    PS
    Come è andata Domenica? Firmato autografi?! ehehehe :-)))

    RispondiElimina
  28. Complimenti per i sempre stupendi post.. e soprattutto per le foto che mi affascinano e mi lasciano a bocca aperta..
    Io continuo con il mio blog.. chissà che un giorno diventi come il tuo..
    Buona cucina.
    Matteo

    RispondiElimina
  29. Ciao Paoletta,
    parlavo dell'estratto di vaniglia proprio ieri con una mia amica ed oggi trovo la tua ricetta!!!! Fantastica!!! Stasera la faccio subito! A casa ho l'alcool per fare il liquore al mandarino, ma può aspettare, stasera corro in erboristeria a prendere la vaniglia e faccio subito il tuo estratto. Grazie! Un bacio! Stefy

    RispondiElimina
  30. wow che meraviglia!!! Brava! Brava! Brava!

    RispondiElimina
  31. @Marta, già, un'idea utile e profumata ;-)

    @Dario, noooooo!! devi usare la reflex in manuale, o anche priorità di tempi, ma non in auto!
    per la luce, uso quella di due finestre ;-)
    leggi le domande/risposte della fotografia di food, lì sul mestolo!

    @sweet, quei prezzi al suuper o in erboristeria?? comunque prova su ebay, comprese di spedizione non le paghi oltre 1 euro :)

    @Lucy, che figure??

    @shade esattamente non so che funziona abbia, forse per via dello sciroppo, o forse per dolcificare leggermente.
    di contro, non mi intendo, ma la vodka, visto che alcool puro non è, ha per caso un po' di zucchero??

    @gambetto, eh sì, figurati, non ho avuto tregua, ahahahaha :))


    a TUTTI, grazie, e fatemi sapere come verrà !
    un abbraccio :)

    RispondiElimina
  32. hai ragione: la vanillina pizzica! ultimamente uso la vaniglia in polvere comprata a prezzi da cocaina in un negozio di alimenti naturali, ma anch'io vorrei fare l'estratto, che sarà anche un bel regalo per le amiche per il natale 2010

    RispondiElimina
  33. Ahahahahah :)))
    Grande Paoletta! ;)

    RispondiElimina
  34. Paoletta ma la bottiglia deve avere una chiusura ermetica?
    Grazie Maddy

    RispondiElimina
  35. Ciao, non vedo più le foto vicino ai nomi di chi posta un commento :( .Adesso così scopri che sono anche imbranata con il computer..... Baci Lucy 71

    RispondiElimina
  36. io l'ho comprata su e-bay direttamente dall'isola di Reunion, è arrivata in tre giorni secchi, 15 euro 2 etti di vaniglia (cioè circa 50 bacche)...
    Ne volevo 60 grammi per fare l'estratto di Tuki e ho scovato il link per l'acquisto da Sigrid:

    Vaniglia fresca del Madagascar

    RispondiElimina
  37. @maddy, basta che chiuda bene, anche un barattolo, assicurati che non esca quando scuoti tutto. :)

    @lucy, io mai viste le vedo altrove ma non da me, boooh!

    @cavoli, grazie del link! e se ci dici che hai testato ben venga!
    15 euro spedizione compresa??

    RispondiElimina
  38. Meraviglioso...grazie a te, finalmente riuscirò a produrmi l'estratto di vaniglia.Stupendo anche il tuo blog, complimeti Roby

    RispondiElimina
  39. leggevo in giro di questo estratto e mi immaginavo chissà quale lavoraccio di infusi,filtri e quant'altro..invece è semplicissimo!! domano giro tutta parma alla ricerca di una vaniglia "come si deve"! grazie!

    RispondiElimina
  40. Io ho fatto quello di Tuki, aimè è pronto a giugno...santa pazienza!!!! Voglio provare anche il tuo Paoletta visto che è più veloce, tanto di vaniglia ne ho un treno!!!

    RispondiElimina
  41. Paoletta grazie 1000, è una ricetta che cercavo da un pò. Lo preparerò prestissimo, visto che ho parecchie stecche di vaniglia comprate su ebay.
    Le consiglio a tutti, sono ottime e super convenienti.
    Se qualcuno è interessato per l'acquisto può trovare i link sul mio blog a questo indirizzo
    http://susy1958.blogspot.com/2009/11/sono-arrivate-le-tanto-attese-stecche.html
    Complimenti per il tuo blog e per le tue foto, ti seguo da un bel pò, c'è tanto da imparare da te! Ancora Grazieeeeeee!

    RispondiElimina
  42. ciao,
    anche io, come cavoliamerenda, seguii il suggerimento di Sigrid e l'ho comprata a 15 euro+ circa 3.8 euro di spedizione. Sono circa 50 bacche morbidissime e profumatissime. Secondo me da comprare assolutamente. Proverò anche io a preparare questo estratto. Sto facendo diverse tue ricette e funzionano tutte alla perfezione. Complimenti Paoletta!!!

    RispondiElimina
  43. mi sono dimenticata di firmare...sono Cristiana.
    Ciao di nuovo

    RispondiElimina
  44. Veramente interessante e utilissima!!!!
    complimenti!!!
    e soprattutto complimenti per la parte coreografica!
    ciao Mary

    RispondiElimina
  45. Paoletta: ho guardato nella sezione fotografica ma non ho trovato quello che cercavo (sono cecato ehehehe)

    Come diavolo faccio ad ottenere tutto quel bianco dietro e intorno all'oggetto fotografato? Devo usare esposizioni lunghe (ho capito che mi devo accattare un cavalletto :-) )

    ciao Dario

    RispondiElimina
  46. ciao Paoletta, sei un portento, la provero' sicuramente.

    Anna (haron2)

    RispondiElimina
  47. (se appare un messaggio doppio, scusami! ma il mio mi è sparito prima di premere Posta commento..)
    Sulla scia irresistibile del profumo della vaniglia e del link postato da cavoliamerenda, ho fatto anch'io l'acquisto: 200 g di baccelli di vaniglia freschi del Madagascar a 20,25 euro totali, (3,50 di spedizione e 16,75 per la vaniglia), leggermente rincarato rispetto al post ma mi sembra sempre conveniente, soprattutto se è una vaniglia fresca e molto profumata. Al limite qualche mazzetto di vaniglia posso sempre regalarle a qualche amica. Grazie per la ricetta, Paoletta! Baci.

    RispondiElimina
  48. Che idea stupenda, lo provero' subito! Tante ricette americane richiedono l'estratto di vaniglia che non trovo facilmente in italia, e non avevo mai pensato di farlo in casa. Ho anche ricevuto 12 bacche di vaniglia in un contenitore simpatico come regalino da amici questo natale... quindi questa ricetta casca proprio a fagiolo. Grazie!

    RispondiElimina
  49. E' ufficiale... domani mattina preparerò l'estratto!! Oggi mi sono procurata l'alcool e posso finalmente mettermi all'opera!! Non vedo l'ora di poterlo usare perchè ho un mucchio di ricette di biscotti in cui è consigliatissimo! Buona serata ;D

    RispondiElimina
  50. Grazie Paoletta l'aspettavo
    germy

    RispondiElimina
  51. yesse, spedizione compresa, bacche grasse, profumatissime e spesso scontate... Forse era un altro momento ma io ne ho spesi 15 spedizione inclusa a fine dicembre, ci sta che scenda di nuovo...

    Arrivano in busta jiffy ben inchellofanate e sono davvero tante, secondo me se le provi non le lasci più... =D

    RispondiElimina
  52. Questa ricetta cambia la vita! ;)

    Gea
    ---
    geacucina.splinder.com

    RispondiElimina
  53. grazie a tutti, per i link, le dritte e i contributi :)
    mi fate sapere???



    @Dario, prova a porre la domanda qui http://aniceecannella.blogspot.com/2009/05/food-photography-for-dummies-imparare.html?commentPage=2
    verrà Gianluca a rispondere.
    per il bianco, intanto, posso dirti che io uso semplicemente un tavolo bianco, ho capito male la domanda??

    RispondiElimina
  54. Sta volta non posso non dire la mia, va bene tutto ma lo zucchero e l'acqua nell'estratto non ci vanno, io lo faccio da anni (sono pasticcere in un ristorante) e ti assicuro che il tuo non è l'estratto vero e proprio. La percentuale di alcol nel totale è anche giusta ma vedi com'è trasparente? L'estratto di vaniglia è quasi nero e lievemente denso, non trasparente.

    RispondiElimina
  55. @Maurizio, pare trasparente, perchè arriva luce da dietro nella foto... ma ti assicuro che è marrone scurissimo!

    io l'estratto ho sempre letto che si fa in due modi:
    o con la vodka, quindi alcool NON puro http://it.wikipedia.org/wiki/Vodka

    oppure acqua e alcool puro a 95° alla fine non credo cambi molto, lo dici anche te che la % è corretta.

    tu come lo fai l'estratto?

    RispondiElimina
  56. @Maurizio, dimenticavo... la tua la puoi dire sempre ;-)

    RispondiElimina
  57. Maurizio: concordo che lo zucchero non ci vada, ma l'acqua c'e' sempre negli estratti di vaniglia, non vengono fatti in alcol puro.

    Paoletta: mi riferisco al fatto che nelle tue foto il soggetto sembra immerso in un'aura "eterea", soffusa, che si confonde con il bianco dello sfondo. Ad esempio i contorni della bottiglia si vedono appena. Non saprei come spiegare, a me vengono delle schifezze......

    RispondiElimina
  58. @Dario, grazie... ecco, io penso che se si usa vodka l'acqua non ci vada perchè se ho letto bene ha alcool a circa il 40%. se si usa alcool puro quindi è ovvio che va diluito.
    il perchè dello zucchero, dovrei chiederlo a teresa di gennarino a a mariella ciurleo, sono loro che mi hanno insegnato l'estratto a questo modo. io non saprei, so solo che quando ne metto un cucchiaino nella crema o nel lievitato è eccellente!
    però, di contro, Dario, ti chiedo (visto che io non so perchè ci va) ... perchè invece, non ci andrebbe??
    grazie :))

    RispondiElimina
  59. Paoletta: beh, lo zucchero non aiuta le molecole della vaniglia (vanillina, acido vanillico e altre) a sciogliersi nell'alcool per cui come minimo e' inutile. In piu', potrebbe dare fastidio, come gusto, in preparazioni dove lo zucchero non ce lo vuoi mettere.
    Probabilmente e' il solito discorso della ricetta tramandata: funziona e nessuno si chiede piu' perche', anche se ci sono delle componenti che non servono.

    Dai, spiegami il segreto delle foto "bianco etereo", sono cosi' belle....

    RispondiElimina
  60. Grazie per avermi aperto gli occhi su questo modo di conservare l'aroma della vaniglia!!!!!!

    RispondiElimina
  61. La ricetta non posso darla perché è il mio lavoro ma posso dirti che 3 mesi non bastano, io uso alcol al 40% (se vuoi puoi usare alcol puro e diluirlo ma conviene la vodka) e le bacche "in più" non servono, quelle che hai messo sono già troppe. Ma lo zucchero nun ce va! L'estratto fatto come si deve non traspare neanche davanti alla luce, è quasi nero e tipo sciroppo.

    RispondiElimina
  62. scusate se mi intrometto, ma visto che ho un kg di bacche che mi sono portata dal madagascar e avevo provato la versione di tuki, volevo sapere una cosa: una volta terminato l'estratto, sul fondo della bottiglia rimarranno semini e pezzetti di bacche, che fine gli faccio fare?
    Domanda a Dario: conservo le bacche in barattoloni di vetro a chiusura ermetica, su alcune si sono creati come dei cristalli bianchi quasi trasparenti, sembrano tante spine, cos'è vanillina naturale? Mica esiste un modo per prelevare e conservare anche quella?

    RispondiElimina
  63. Sì, è vanillina. Forse puoi raschiarli e usarli, non mi è mai capitato. E' segno che sono baccelli di alta qualità

    RispondiElimina
  64. ecco, approfitto per chiedervi come conservare al meglio i baccelli di vaniglia appena ricevuti. Qualcuno mi servirà per per l'estratto, qualcuno lo metterò sicuramente in un barattolo di zucchero semolato che così sarà già bello profumato e gli altri? Sono freschi, morbidi, profumati... Non vorrei sciuparli (sono davvero tanti), Stefania hai detto che li conservi in barattoli di vetro a chiusura ermetica, non ammuffiscono? Grazie e buona giornata!

    RispondiElimina
  65. Ciao Paoletta, ieri ho provato a fare il tuo estratto, stamattina nel barattolino che ho utilizzato c'erano 3 strati: 1 nero sul fondo di semi e baccelli, 1 bianchiccio centrale (tipo zucchero cristallizzato - tengo a precisare che nello sciroppo lo zucchero si è perfettamente sciolto) e 1 liquidino color ambra superiore.. ho provato a shakerarlo, ci ho dovuto mettere molta forza per far amalgamare i 3 strati.. ho sbagliato qualcosa o è normale ? ciao grazie

    RispondiElimina
  66. @Ci: no credimi non ammuffiscono, anche se ammetto che all'inizio quando ho visto quei cristalli bianchi ho pensato mi stessero andando a male...
    li ho assaggiati e pizzicano come la vanillina:-)
    Quelle bacche sono oro per me, me le ha regalate il missionario salesiano siciliano che dirige la missione in Madagascar dove ho fatto voltariato quest'estate.
    Immaginate una stanza con 14kg di vaniglia fresca sul pavimento...
    il costo della vaniglia lì mi hanno detto che è 4euro e50 al kg, le nostre quotazioni si aggirano sui 600/700.

    RispondiElimina
  67. @Dario, eccomi... dunque se da fastidio o inibisce l'estrazione, non lo so, tant'è che qui http://www.plurimix-point.it/modules/scheda.cfm?id=2446 utilizzano lo zucchero, perchè??
    di sicuro non al gusto, un po' perchè personalmente uso l'estratto solo nei dolci (in quale caso potrebbe dar fastidio, non mi viene in mente nulla) un po' perchè mi pare davvero lasci un buon sapore, e inoltre credo che esalti l'aroma della vaniglia, parliamo sempre di preparazioni dolci.
    mi piacerebbe tu mi dicessi, allora, come mai viene comunque usato in pasticceria, insomma se lo vendono, non sarà la solita ricetta tramandata, anche se lo sai, non disdegno i metodi tramandati ;-)
    però è pur vero che non ne ho mai usato senza zucchero, quindi non so dirti. ed è anche vero che altri estratti, agrumi per esempio, zucchero non ce lo hanno!
    Dario, se ti fa piacere, mi scrivi come farlo senza zucchero, magari aggiungo una postilla nel post: "Dario dice, ecc. ecc " che ne pensi??
    insomma, due righe sul procedimento :))
    grazie dei tuoi interventi, sempre preziosi!

    piesse: per le foto, uso sfondi bianchi e alzo l'esposizione della fotocamera, difficile da spiegare in due righe, chissà un giorno ci si veda e ti faccio vedere :))

    @Valeria, gli strati sono normali e devi shakerare ogni giorno, anche un paio di volte. quello che non è normale sono i cristalli di zucchero, credo non si sia ben sciolto lo zucchero, hai fatto bollire 5 minuti?? dicevo un paio, inizialmente, nel procedimento, ma ho corretto.
    comunque quando sbatti la bottiglietta si sciolgono??
    poi mi piacerebbe che Dario desse una spiegazione al fenomeno :)

    RispondiElimina
  68. Grazie Stefania!
    Paoletta, scusami se scrivo qui ma non saprei come ringraziarla, altrimenti. E un bacione a te, vulcanica sfornatrice!! cinzia

    RispondiElimina
  69. scusatemi voi per l'intrusione! Il mio estratto è nato il 30 ottobre, è color caramello e vischioso, continuo a tenerlo in bottiglia...
    la qualità della bacca incide anche sul colore finale? le mie bacche non sono come quelle di paoletta (volendo mostrarvele come si fà?) sono più cicciotte,morbide,di lunghezza varia e dal colore marrone scuro, insomma arriverò mai ad un estratto nero come diceva maurizio?

    RispondiElimina
  70. Paoletta: no, credo semplicemente che lo zucchero sia inutile, non credo inibisca alcunchè. Da quello che ne so solitamente l'estrazione, anche a livello industriale per vendere la vanillina da vaniglia, si usa alcol e acqua. ora non ricordo le proporzioni (se 30/70 o 70/30). Devo andare a vedere.
    Sì. spero proprio di riuscire ad incontrarti, così mi spieghi come diavolo devo settare la macchina per fare belle foto. Per ora, seguendo il tuo consiglio, ho provato a usare la priorità di diaframma (Av), però non ho un obiettivo molto luminoso (solo 3.8) Però le foto sono già migliorate, se vai a vedere il post sull'insalata di arance :-)

    ciao Dario

    RispondiElimina
  71. dopo violenti shekeraggi ecco che i cristalli di zucchero non ci sono più, rimangono comunque i 2 strati nel barattolo, ma mi pare di capire che questo è normale.. ma l'aspetto finale sarà come quello di Stefania? vischioso e color caramello ? o rimarrà sempre cosi ?

    RispondiElimina
  72. chiedo immensamente scusa a Paoletta per il disturbo che sto arrecando, per non appesantire il post, vi metto il link alla pagina dove ho appena pubblicato l'estratto che sto facendo seguendo il metodo di Tuki, così potete vedere il colore e le bacche di cui parlo:
    http://sottoilvesuvioidolci.blogspot.com/2010/01/estratto-di-vaniglia-fatto-in-casa-alla.html

    RispondiElimina
  73. Ciao PAoletta, sto aspettando la vaniglia per poter fare anch'io questo favoloso estratto e vorrei porti una domanda, da completa ignorante: perchè dici che le bacche di vaniglia del super della marca nota non sono buone? E' solo una curiosità.
    Poi vorrei approfittare di Dario per chiedergli se a suo parere è possibile fare un estratto in casa con limoni o arance.
    Grazzzzzzzzzzzzzzie mille
    Babagia

    RispondiElimina
  74. Ma d'estate si può conservare in frigo secondo te ?

    Francesco

    RispondiElimina
  75. @Ci, ci mancherebbe ;-)
    scrivo quanto e che vuoi!

    @Stefania, ma se sono più cicciotte è sicuramente meglio, le mie le prendo dall'erborista, ma le prossime le ordine su ebay, mi pare siano migliori, sisi!! per il colore non preoccuparti, ho visto la foto, ma scurisce col tempo ;-)

    @babagia, non sono buone perchè di tutto sanno tranne che di vaniglia, credo perchè siano vecchie, questo ce lo dovrebbe spiegare Dario, ma te mettine due a confronto, e vedi da te che non c'è manco il paragone, quella del super la comprò una volta Tina e disse che la vaniglia non le piaceva. quando andai a casa sua e me la fece odorare, a momenti svengo dal puzzo, di tutto odorava tranne che di vaniglia!
    ma te le hai mai provate?? e quelle vere?

    @Francesco del frigo non c'è assolutamente bisogno !

    @Dario, sì mi sembrano migliori :)
    perchè non si organizza da piero?? non glielo chiedo, tanto dice sì ;-)

    @valeria, col tempo si stabilizza :)

    RispondiElimina
  76. Ciao Paoletta, come annunciato in un commento precedente ho preparato l'estratto di vaniglia seguendo la tua ricetta.... ti ringrazioooo!
    Non vedo l'ora di provarlo!
    Al momento è di un marroncino scuro,tra oggi e domani apro un post sul mio blog, se ti va passa a guardare e dammi un tuo giudizio!
    Bacioni!

    RispondiElimina
  77. @ok, susy, passo :)
    se vuoi ricordamelo mi fa piacere, mi fido più della tua memoria che della mia!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  78. Ciao Paola, ho fatto il tuo estratto. Una domanda: ma cosa intendi per "sbattete molto bene"? Devo aprire il barattolo e mescolare oppure, da chiuso, sbattere tipo shaker?
    Grazie!!! ;)

    RispondiElimina
  79. Ciao Paoletta, ho messo in infusione i semi e le bacche di vaniglia in acqua e alcool senza aggiunta di zucchero (come consigliava Dario) da circa 20 giorni. A leggere in giro dovrebbe scurire nel tempo ma il mio è diventato marrone praticamente da subito!!!! E' normale o ne sto combinando un'altra delle mie?!?!?
    Grazie, un abbraccio :)

    RispondiElimina
  80. Eccoci!! ieri pomeriggio mi sono buttata in questo esperimento.. avevo giusto otto bacche di vaniglia bellissime e provenienti direttamente dal madagascar.. poi vi farò sapere come procede... l'odore era inebriante già da subito,, chissa avanti col tempo...
    GRazie a tutti!!
    GIusi

    RispondiElimina
  81. SOS,
    ciao Paoletta... purtroppo mi sono accorta che nel mio estratto, sul fondo si sono depositati ccristalli di zucchero che non riesco a far sciogliere del tutto nonostante sbatta energicamente la bottiglia ogni mattina.... come posso fare? ho compromesso il tutto? :-((((.
    grazie infinite per ogni suggerimento. giusi

    RispondiElimina
  82. @giusi, non riesco a capire, penso accada quando lo zucchero non si è sciolto bene prima.
    fai un leggero bagnomaria della bottglietta (stappata!!!) fino a che lo vedi sciolto, poi aggiungi qualche cucchiaio di alcool.
    un bacio

    RispondiElimina
  83. Ok farò così Paoletta!! mi pareva si fosse sciolto per bene lo zucchero ma evidentemente mi sbagliavo :). poi ti dirò!
    grazie! sei sempre così disponibile e gentile!!
    Giusi

    RispondiElimina
  84. Ciao Paoletta! Oggi ho trovato le bacche di vaniglia,ma arrivata a casa controllandole mi sono accorta che erano secche! Le ho messe in infusione con la vodka ma le ho potute solo spezzare e non togliere i semini.aspetterò e speriamo bene! Ciao Elena PS: la prossima volta controllerò meglio prima di acquistare altre bacche!

    RispondiElimina
  85. sob sigh...
    ho provato a riscaldare... ho provato il microonde... ho provato a guardare la bottiglietta e a declamare versi di poesia... ma i cristalli di zucchero si sono riformati.... la mia vaniglia e' anarchica... :)
    comunque grazie mille Paoletta.!! non mi arrendo... la tengo così e la filtrerò tra tre o quattro mesi quando non saprà più di alcool.

    RispondiElimina
  86. Ciao scusa se insisto sul tema delle foto, ho provato a cercare altre proprietà in flickr, ma non ho trovato il link.
    Potresti in qualche modo postarlo? Grazie

    PS bellissimo Post, a prova di errore

    RispondiElimina
  87. scusate l'ignoranza ma 60 ml di alcol e 35 gr di acqua non sono pochi?quanto estratto ne esce fuori?

    RispondiElimina
  88. @giusi, a sto punto sì, filtra tutto e adoperala così... :((

    salutisalati, che link? scusa se rispondo in ritardo!

    @anonimo c'è anche lo zucchero che si scioglie, cmq puoi sempre farne il doppio e usare 12 baccelli ;-)

    RispondiElimina
  89. Ciao paoletta!secondo te un tsp di estratto si può sostituire nelle ricette che richiedono 1 bacca di vaniglia? oppure "vale" di meno o di più?

    RispondiElimina
  90. @Franci, io ne metto 1 cucchiaino in tutti i lievitati che hanno dai 350 gr ai 500 gr di farina, o nella crema con 1/2 lt di latte, o nella frolla con 500 gr di farina... insomma, mi regolo così, anche un po' a occhio ;-)

    RispondiElimina
  91. ciao Paoletta sto per seguire lo stesso iter ma invece della vaniglia, userò la cannella africana in stecche sperando di ottenere un buon risultato... in attesa che pianifichi il corso più vicino a Taranto ti saluto!! Emanuela

    RispondiElimina
  92. Ho della vaniglia del Madagascar che, non sapendo come usare, ho conservato in frigo per diverso tempo....adesso che mi sono decisa ad informarmi su come usarla, ho letto su diversi siti che non va tenuta in frigo. Io pensavo di usarla lo stesso...apparentemente le bacche sono morbide come quando me le hanno date...non so che fare. Cosa succede se si tengono in frigo?e' cosi grave?posso farci ancora qualcosa?

    RispondiElimina
  93. fatto! però solo ora mi rendo conto di aver commesso un errore (grave?!) ovvero lo zucchero non si è sciolto bene nell'alcool e ne è rimasto un po' sul fondo della bottiglia insieme alla vaniglia, che faccio? provo a staccarlo o lascio il mondo come sta e aspetto pazientemente gennaio agitando il tutto quotidianamente?!

    RispondiElimina
  94. Meraviglioso! sembra quasi di sentirne il profumo! lo metto nella lista di cose da fare...adoro la vaniglia e la vanillina non è certo la miglior soluzione :)

    RispondiElimina
  95. Ciao Paoletta,sono contentissima
    per aver trovato questo elisir da
    preparare,maaaaaaa oggi ho preso
    una fregatura e non so come risolvere. Avevo pronto già l'alcool 96gradi ho comprato fortunatamente solo 6 bacche di
    vaniglia del Madagascar,a 2 euro
    l'una in erboristeria,ma arrivata
    a casa,solo all'ora ho visto e sentito con mano,che le bacche erano secchissime,1 l'ho messa a bagno per vedere se si ammorbidisce
    ma non riesco neppure a tagliarle.
    Hai qualche rimedio? (Non oso a riportargliele indietro. Tanto mi
    direbbero che è normale.
    Spero in una tua risposta,GRAZIE MILLE. Ciao.

    RispondiElimina
  96. Ciao Paoletta,sono contentissima
    per aver trovato questo elisir da
    preparare,maaaaaaa oggi ho preso
    una fregatura e non so come risolvere. Avevo pronto già l'alcool 96gradi ho comprato fortunatamente solo 6 bacche di
    vaniglia del Madagascar,a 2 euro
    l'una in erboristeria,ma arrivata
    a casa,solo all'ora ho visto e sentito con mano,che le bacche erano secchissime,1 l'ho messa a bagno per vedere se si ammorbidisce
    ma non riesco neppure a tagliarle.
    Hai qualche rimedio? (Non oso a riportargliele indietro. Tanto mi
    direbbero che è normale.
    Spero in una tua risposta,GRAZIE MILLE. Ciao.

    RispondiElimina
  97. Ciao, stamani mentre vagavo per cercare le stecche di vaniglia (che ho trovato morbide e facili da tagliare a 2 euro l'una in erboristeria) ho trovato che in un supermercato buologico sotto casa mia vendono la vaniglia tritata. È uguale? Posso comunque preparare l'estratto con la vaniglia tritata invece che con le stecche vere?

    Grazie,
    Livia

    RispondiElimina
  98. Ciao Paoletta,
    scusami, avrei solo una domanda: tu hai scritto "non acquistate quella già confezionata nei supermercati (di nota marca) quella tutto è, tranne che vaniglia!"
    Ma con cosa altro potrebbero essere sostituite delle stecche di vaniglia? cioè... tutto è tranne che vaniglia, riferito alle stecche confezionate, che significa?
    e cosa ti garantisce che quelle che compri ad un prezzo più basso in erboristeria o su ebay siano di qualità superiore?

    Grazie,
    Laura

    RispondiElimina
  99. @Laura, quelle sono fresche e anche di qualità superiore.

    per chi ha le bacche secche può provare lo stesso, anche se secche non vanno acquistate, significa che sono vecchie.

    RispondiElimina
  100. l'ho fatto, l'odore di alcol è ancora forte dopo sei mesi, la consistenza è liquida e non viscosa.Il gusto è abbastanza amaro ( non ho messo lo zucchero, solo alcol a 40°).
    Andrà bene? Boh.


    Marcello

    RispondiElimina
  101. Ciao, vorrei fare anch'io l'estratto di vaniglia home made. Ma per 500 ml di alcool quanti baccelli devo mettere ? Se per 60 ml ne vanno 6, dovrei metterne 50. La ricetta di Tuki dice: per 500 ml di vodka circa 15 baccelli (60 gr.) Io vorrei provare la tua versione sciropposa. Cosa devo fare ? Grazie, Adrialisa

    RispondiElimina
  102. anche io come anonimo del 5 ottobre vorrei sapere quante bacche, acqua e zucchero ci vuole per 500ml di alcol buonogusto che ho comprato nella bottiglietta!!! grazie se mi risponderai paoletta

    RispondiElimina
  103. Ciao,
    Ho fatto la settimana scorsa l'estratto dose doppia.
    Bisogna proprio aspettare 3 mesi prima di utilizzarlo?

    Ciao, Nicoletta

    RispondiElimina
  104. ciao paoletta sono sempre io alla fine ho seguito la tua ricetta con 60 ml di alcol buonogusto, ma come è successo a molti mi si sono formati nel giro di un'oretta due strati, uno bianco inisieme alla vaniglia ammassato e uno marroncino molto liquido. ho seguito alla lettera la tua ricetta e fatto stare a fuoco dolce per 5 minuti sul fuoco, e quando si è raffreddato era moolto sciropposo insomma non liquido ma abbastanza denso ( i granelli di zucchero non c'erano piu). ma è normale che è così solida la parte di sotto? perchè le stecche si appiccicano tutte! aspetto una tua risposta per ora continuo ad agitare...ho troppa paura che si attacca tutto sul fondo e non si stacca più!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me è successa la stessissima cosa

      Elimina
    2. Ciao a tutte, anche a me, è come se lo zucchero si fosse cristallizzato sulle bacche di vaniglia anche se quando l'ho messo lo sciroppo era bello denso, anche agitando il tutto non succede niente, lo zucchero non si scioglie nè si stacca

      Elimina
  105. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  106. Stavo pensando di utilizzare questa idea per i regali di natale... però ho difficoltà a reperire le bottigliette! Sapresti dirmi come trovarle? Sarebbero perfette da 100/125ml di vetro trasparente, con il tappo classico nero di plastica oppure con il contagoccie.
    Grazie!

    RispondiElimina
  107. anche a me è accaduto lo stesso problema dei granelli di zucchero, ho fatto l'estratto l'8 gennaio e dopo circa 2 giorni sono comparsi sul fondo e sulle pareti i granelli di zucchero, ho provato a fare un bagnomaria il problema sembrava rientrato ma ora i granelli sembrano essere tornati. Mi rivolgo a chi ha avuto lo stesso problema poi è riuscito ugualmente ad ottenere l'estratto? Mi devo preoccupare? non voglio buttare tutto le bacche le ho pagate tantissimo

    RispondiElimina