mercoledì 6 gennaio 2010

ancora una Torta di Mele?!?

Essì, quella di mele è una torta inflazionatissima, ma ditemi, c'è un dolce più coccoloso della torta di mele??

ancora una torta di mele??

Non a caso ce ne sono a decine, ma che dico?? centinaia di ricette di torte di mele! quella della nonna, della mamma, della vicina di casa, più o meno simili, ma ognuna ha qualcosa che la rende diversa dall'altra, e comunque è una di quelle torte di famiglia (ognuno ha le sue, sue non sua, notate il plurale), che fa esclamare "quella di casa mia, è la più buona di tutte!" ...lo avete mai detto?? ;-)

E poi, parliamoci chiaro, c'è modo migliore di utilizzare le mele?? Non so voi, ma a casa mia per esempio quando le compro, iniziano a stazionare dalla fruttiera al frigo, poi le tiro fuori a tavola... a fine pranzo, te la sbuccio una mela?? no, non mi va! :((
Invece, basta fare - una qualsiasi, eh?? - torta di mele, che improvvisamente, un frutto, quasi insulso come la mela assume tutto un altro aspetto.
E la mela nella torta diventa dolce, umida e morbida al tempo stesso, e si sposa benissimo con le mandorle, o con l'uvetta e i pinoli, come questa di Paolo Petroni, per esempio.
La ricetta è nata da una richiesta di Maria Grazia, o caris su gennarino, cercava una torta di mele non affondate, come questa, e sono venute fuori alcune ricette, e a me ha colpito questa del Petroni, forse per la lavorazione burro e zucchero iniziale che non avevo mai provato nella torta di mele, o forse per l'uvetta, che tanto mi piace, o per i pinoli. Con queste aggiunte non ne avevo mai provate, fatto sta che come Elena l'ha postata, poco dopo l'avevo già in forno :-))

Ho apportato alcune modifiche alla ricetta, e, secondo me qualche altra piccola modifica potrebbe esser fatta, perchè ad esempio le mele, con la quantità di latte che ho messo, - 1/2 bicchiere diceva la ricetta, ma quant'è?? - dicevo le mele sono leggermente affondate, e non dovevano affondare!
Per cui o si diminuisce il latte o si aumenta la farina, o, ancora, si diminuisce ulteriormente il lievito? Questo era inizialmente una bustina, io ne ho messo la metà, penso se ne potrebbe mettere 1/4.

Poi ho diminuito lo zucchero, 300 gr erano veramente eccessivi... insomma ve la trascrivo come l'ho fatta io, datemi pure i vostri consigli perchè le mele rimangano belle in superficie a fare il loro bel disegno... anche se, il sapore, non ne ha minimamente risentito ;-)

E qual è la vostra torta di mele coccolosa??


TORTA DI MELE - liberamente tratta e interpretata da "Il libro della vera cucina fiorentina" di Paolo Petroni

-3 o 4 grosse mele Golden
-Farina Bianca 00 : gr. 125
-Zucchero : gr.200
-Pinoli : gr.50
-Uvetta sultanina: gr.50
-Burro: gr.100
-Uova: 3
-Latte: 100 gr (meglio forse 75 gr)
-Scorza di 1 limone grattata, più il succo di 1 spicchio
-1/2 di lievito (se ne può usare 1/4 di bustina, pari ad 1 cucchiaino)
-1 Sale: 1 pizzico
-Estratto di vaniglia: 1 cucchiaino

Sbucciate le mele, tagliatele in 4 spicchi, eliminate il torsolo e affettatele finemente, magari usando l'apposito attrezzo affettaverdure, poi mettetele in acqua con uno spicchio di limone spremuto per non farle annerite.
Nel frattempo, in una grossa ciotola montate con le fruste elettriche ad alta velocità, il burro (precedentemente tirato fuori dal frigo e ammorbidito) con lo zucchero, la vaniglia, la scorza di limone e il sale, fino a farli diventare spumosi.
Quindi aggiungete le uova una alla volta, continuando a montare con le fruste elettriche a velocità alta. Non aggiungete il secondo uovo se il primo non è stato ben assorbito e montato rendendo l'impasto spumoso.
Poi, abbassando la velocità al minimo, alternate il latte e la farina col lievito setacciati.
Amalgamate bene tutti gli ingredienti e poi unite i pinoli, l'uvetta precedentemente ammollata in acqua tiepida, poca, e rhum ed asciugata.
Imburrate ed infarinate una tortiera di 26 cm. di diametro e versateci dentro l'impasto; a questo punto cospargete la superficie con le fettine di mela ben asciugate, spolverate con un po' di zucchero, aggiungete qualche fiocchetto di burro e mettete in forno caldo (200°) per circa 45 minuti.

note: anzi, sconclusioni!... per farla breve è stata promossa a pieni voti, tanto che mio marito, di poche, pochissime parole, ha detto... ecco, queste so' le torte che mi piacciono! (ah, ok, uno fatica con lievitati e simili, e qui si preferisce 'na cosa di 20', evabbè, li regalo ai vicini :(( )
insomma, sarà una delle torte di mele di casa, e andrà ad aggiungersi a queste qui ;-)

EDIT del 7 gennaio: provata da Carla V. su FB, con 1 cucchiaino di lievito, 75 gr di latte, le mele sono rimaste in superficie e belle caramellate.


42 commenti:

  1. Que rica torta, buenisima. Otra receta que te copio para hacerla en un futuro

    RispondiElimina
  2. Io ho provato tante ricette ma la mia preferita resta quella di mia madre! Le mele nn affondono per niente...e poi mi ricorda tanto la mia infanzia!
    Ti posto la ricetta!
    Ingredienti:
    200 gr. burro
    200 gr. zucchero
    4 uova
    la scorza di un limone gratt.
    un pizz. di sale
    200 gr. farina
    mezza bustina di lievito
    4 mele golden
    le mandorle pelate a filetti o scaglie
    cannella
    La lavorazione va esegiuto in ordine degli ingredienti, cioè si lavora il burro con lo zucchero..poi si uniscono le uova, una alla volta,il limone gratt.,pizz. di sale e infine la farina setacciata con il lievito.mettere l'impasto in uno stampo di 26 cm. adagiare le mele tagliate a spicchi e spolverizzare con le scaglie di mandorle e la cannella. Infornare a 180° per ca. 45 min.

    Proverò la tua perchè nn ho mai fatto una torta di mele con uvetta e pinoli..interessante!
    Baci maddy

    RispondiElimina
  3. Paolé, la mia preferita è una che faceva una mia cugina. Una frolla "atipica" con uova intere ed un po' di lievito, crema pasticciera , mele affettate, un cucchiaio di zucchero ed una spruzzatina di liquore sopra. Una volta ci ho messo pure i pinoli, ma mi si sono ammollati! :((( Per le dosi ormai vado a occhio, chetelodicoaffà??? Ahahahahah... Però da qualche parte ce l'ho scritta per benino...
    Questa tua è bella, piacerebbe sicuramente anche a mio marito... Quasi, quasi, la provo!
    Grazie,
    Ornella

    RispondiElimina
  4. Mia madre è allergica alle mele quindi la Apple Pie non è tra le ricette di famiglia. Quando mi viene voglia di assaggiarne una fetta giro sul web o apro qualche bel libro e provo un giorno una ricetta, un giorno un'altra. Quella che finora ho apprezzato di più è una farcita con una crema al vino bianco, deliziosa. Quello che mi incasina dell'apple pie -potrà sembrarti una sciocchezza- è scegliere che tipo di mela utilizzare. Non sono tutte uguali. Ciao, a presto.

    RispondiElimina
  5. Ciao Paoletta, questa ricetta la faccio anch'io praticamente da vari decenni la mia mamma comprò il libro di Petroni nel 1978, e questa torta era una delle preferite di mio padre, lo sai che non ho mai modificato niente della ricetta e penso che sia perfetta così com'è i consiglio di provare.
    Credo che le mele per questo tipo d'impasto molto morbido e con poca farina non possono rimanere in superficie, ma questo è il suo bello e buono.....tutta quella cremina che formano all'interno.
    Ciao un saluto

    RispondiElimina
  6. La torta di mele più buona che abbia mai mangiato? Ma quella della mia nonna, logicamente ecchetelodicoafà! Purtroppo è irripetibile! Come Ornella, faceva tutto...così..a occhio. Vai a sapere quanta farina o zucchero c'era..boh! però i pinoli e l'uvetta ce li metteva anche lei ed era di un buonooo..
    Mia suocera fa questa del Petroni, ricetta originale e devo dire che le viene bene. Le mele finiscono in parte all'interno della torta e in parte restano in superficie.
    Sandra Firenze

    RispondiElimina
  7. Niente fa più casa che una torta di mele...unica ed irripetibile!

    RispondiElimina
  8. La torta di mele di casa mia non contiene né pinoli, né uvetta sultanina...è la versione semplice...
    Ma...l'idea di metterci i pinoli m'attizza fortemente!!!
    Bell'assai!!! Buona Befana Paolè! Piesse:non che tu sia una befana...:)))

    RispondiElimina
  9. Verissimo...le torte di mele non stancano mai!!!
    ...ed io infatti recentemente ho postato quella "della mamma" :))) la torta dei ricordi!

    ciao

    Terry

    RispondiElimina
  10. Hai perfettamente ragione è uno dei miei dolci preferiti, semplice , gustosa e raffinata. Proverò la tua ricetta, più in là. Clementina e ... buona befana

    RispondiElimina
  11. Ogni tua ricetta, dalla più classica e semplice, alla più innovativa e complicata, riescono un capolavoro, complimenti!
    Buona Epifania, un abbraccio

    RispondiElimina
  12. niente male!!è bellissima!
    a me piacciono le mele affondate mi piace trovarne i pezzi a sorpresa e a volte metto le noci!!
    complimenti e buona befana

    RispondiElimina
  13. che meraviglia di blog complimenti mi metto subito tra i tuoi lettori.
    passa dal mio quando hai tempo e partecipa al mio BOOK CANDY se ti fa piacere
    un abbraccio e buon anno nuovo
    Antonella

    RispondiElimina
  14. parole sante!
    le mele sono proprio fatte per essere affettate dentro le torte...almeno quelle che passano da casa mia sempre dentro il forno finiscono...
    di questa ricetta mi preoccupa un po' la dose di zucchero: non è un po' troppo dolce?

    RispondiElimina
  15. "LA" torta, per me, è la torta di mele! Che sia crostata, tarte tatin, crumble è sempre buonissima, semplicemente elegante come...il tubino nero alla Audrey !!

    RispondiElimina
  16. La torta di mele sembra una torta molto semplice da fare...ma non sempre mi viene come desidero....
    Io vorrei una pasta molto leggera e asciutta,trà uno spicchio e l'altro di mela, non eccessivamente dolce...e con la crosticina caramellata alla superfice formata da una spolverata di zucchero.
    Sicuramente l'aggiunta dei pinoli e dell'uvetta (anche se non li preferisco)migliora il gusto.
    A me spesso mi viene molliccia...devo fare più attenzione alla cottura.
    Forse asciugando bene gli spicchi di mela e spolverarli con un pò di farina rimaranno un pò più in superfice?????
    Non vorrei aver detto stupidaggine....!!!!!!!!!
    Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  17. oggi ho provato la tua torta di mele.Non l'abbiamo ancora assaggiata,ti diro...,vorrei che tu provassi la mia ,secondo me è buonissima,è presa dal vecchio ricettario"mille ricette".
    TORTA DI MELE
    250 gr farina
    200 grzucchero
    125 gr burro fuso
    70 gr latte
    1 cucchiaino di lievito
    3 tuorli d'uovo(conservare i bianchi)
    liquore vermouth
    1 kg di mele
    sbucciare le mele e bagnarle con una spruzzata di vermouth.Lavorare i tuorli con lo zucchero,unire il burro e lavorare bene,unire la farina con il lievito,il latte e un pizzico di sale.disporre questo impasto in una teglia imburrata,disporvi le mele a raggiera,e versarvi sopra anche il succo della marinatura delle mele.infornare a 180° per 40".Con gli albumi si puo preparare la meringa per ricoprire la torta con 3 albumi e 80 gr. di zucchero(procedimento facoltativo ma nel ricettario c'era).la meringa va cosparsa sulla torta e rimessa in forno.
    stefy

    RispondiElimina
  18. Beh come quella di nonna Ida, c'è solo quella di mamma! Ne fa una paurosamente buona con panna al posto del burro e usando il cocco grattuggiato: la ricetta è un misto di "una pugnatata di questo", "due cucchiaiate sommarie di quest'altro", da cuocere a "vedi un po' come funziona il tuo forno, nel mio circa 40 minuti dove la levella della temperatura fa clic, no la temperatura non la riesco più a leggere perché mi si sono sbiadite le scritte", insomma un delirio. :-)
    Giusto ieri poi ne ho preparata una con mia nipote, approvata a pieni voti pure da mio padre, che metterò sul blog a breve.

    RispondiElimina
  19. Quest'anno son passate per casa mia una caterva di mele e mi sono divertito a provare varie ricette, alcune delle quali le ho pubblicate nel blog. La mia torta di mele preferita? quella fatta da me ovviamente, con tutti gli zuccheri e i grassi messi in riga come dico io...ahahah!
    L'ho elaborata partendo dalla tua con le mele affondate e ti devo confessare che con quegli ingredienti mi viene meglio cotta a microonde che su forno tradizionale. qui se vuoi vedere.
    Mi incuriosisce questo impasto con poca farina, e il burro non è molto quindi ci può stare.
    Ho ancora parecchie mele da far fuori, proverò questa ricetta quindi.

    RispondiElimina
  20. Ciao Paoletta, vedo che nel tuo blog si parla di torte, bene, sono in tema con la questione che voglio porti, anche perchè ho provato per la prima volta il procedimento da te suggerito per evitare la formazione della cupoletta sulla superficie del dolce, e non vorrei aver sbagliato qualcosa poichè il dolce, che inizialmente appariva in "ottima salute" è improvvisamente collassato al centro! (ah meno male che c'è la blogosfera, altrimenti non saprei con chi confrontarmi,nessuna delle mie amiche ama cucinare).
    Dunque.... la ricetta è questa:
    100 g farina 00
    100 g farina di mais
    100 g di mandorle in polvere
    115 g di zucchero di canna
    60 g di olio
    4 uova
    180 g di marmellata
    2 cucchiai di latte (solo se necessari)
    1 bustina di lievito
    1 pizzico di sale

    Ho acceso il forno impostando la temperatura a 50°.
    Ho setacciata la farina e l'ho mescolata con quella di mais e con le mandorle in polvere.
    Ho montato le uova con lo zucchero (belle spumose)ed aggiunto la marmellata mescolando ancora un pò con le fruste facendo attenzione a non smontare il tutto. Ho aggiunto al composto di uova il pizzico di sale e l'olio. Ho setacciato il lievito sulle farine, mescolato bene, ed aggiunto il composto di uova. Ho amalgamato il tutto (dal basso verso l'alto per non smontare la preparazione) ed ho versato l'impasto nello stampo (22 cm) imburrato e infarinato.
    Ho infornato ed alzato la temperatura a 180° e lasciato cuocere per 30 minuti circa.

    Gli ingredienti sono stati usati tutti a temperatura ambiente. La torta è soffice con una buona consistenza e una corretta umidità. Unica nota dolente, per gli occhi ma non per il palato, è il collasso al centro, del quale non so cosa pensare. Durante la cottura il forno non è stato mai aperto se non qualche minuto prima di e sfornare la torta (a collasso ormai avvenuto).

    Ok......secondo te ho avuto problemi perchè:
    - ho sbagliato con la temperatura del forno?
    - era troppo poca la farina 00?
    - troppo pochi i grassi? (forse 100 gr di olio andrebbero meglio)
    - lo stampo era delle dimensioni sbagliate?

    muble muble.....
    attendo tua opinione,
    Grazie,
    Sara

    ps: sul mio blog pubblico una foto della torta in modo che tu riesca a farti meglio un'idea

    RispondiElimina
  21. Comunque tu la faccia rimane sempre un dolce speciale...è troppo buono!!
    ciaooo Lady

    RispondiElimina
  22. Io adoro le torte con un rapporto di mele più alto rispetto all'impasto, tipo la Bolzano Apple cake per intenderci. Tempo fa provai anch'io a fare una torta senza affondare le mele, cercando anche di fare una decorazione un po' scenografica, ma non rimasero in superficie con mia grossa rabbia. Ancora mi chiedo perché e dove ho sbagliato, quindi mi leggo ben volentieri i suggerimenti dei tuoi lettori :)

    RispondiElimina
  23. vado controcorrente: non amo le torte di mele, in particolare non amo quelle classiche con le mele a fettine in superficie, per di più la torta tipica di casa nostra era la torta di pere (che mia madre non fa più. peccato).
    però tu hai ragione: le mele sono fatte per le torte (io le amo molto anche negli arrosti, ma questo sarebbe un altro tag): io solitamente le uso per fare un semplicissimo crumble, una volta facevo anche l'apple pie, con risultati estetici disastrosi (la frolla in alto mi si disfaceva sempre), mica come le tue torte che sono sempre una bellezza

    RispondiElimina
  24. uhmm, mi sa che con tutte queste belle ricettine ci si potrebbe far qualcosina, mo vedo :))

    @ornè, e ti pareva che tua cugina facesse una frolla normale?? no, atipica, ahahahaha :))

    @barbara, interessante la crema al vino, com'era la ricetta, era buona??
    la apple pie ogni tanto ci penso, sì, mi piacerebbe farla! anche a me spaventa il "sopra"! le mele?? sai che non saprei? forse dolci, visto che il resto è una brisè e non sarà dolcissima?

    @Cristina e ci metti tutti i 300 gr di zucchero?? io a parte lo zucchero, ho tolto solo 1/2 bustina di lievito, il resto mi pare identica... tu quanto latte metti? mezzo bicchiere, ok, ma... ?

    @Sandra e infatti questa non è la ricetta giusta perchè le mele rimangano insù ;-)
    però vabbè!

    @shade pensa che nella ricetta original ce ne erano 300 gr °_°
    però 200 gr a me paiono perfetti, in fondo le mele un pochetto sono asprigne, poi vabbè a me piacciono le cose dolci :))

    @Patty, se ti viene molliccia penso che dipenda dalla ricetta, mai provata la mia torta di mele affondate?? ;-)
    x le mele, boh, io non spolvererei!

    @stefy, com'era?? :)

    @virginia, avvisami quando la posti :))

    @sara, io x ste cose non sono esperta, ho sempre sentito dire che dipende dal forno, forse va lasciata raffreddare all'interno, come x il pds??

    qualcuno lo saaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa???


    a TUTTI; grazie delle belle ricette, un bacio!
    ah, postatene ancora ;-)

    RispondiElimina
  25. @ paoletta; si, la torta di mele con la crema al vino bianco che ho provato era davvero buona! Se ti interessa la ricetta il link è questo:

    http://babi-room4desserts.blogspot.com/2008/11/torta-di-mele-con-crema-al-vino-bianco.html

    Ho usato una base collaudata, la torta di Santa Lucia -non mi chiedere perchè si chiama così, non lo so-, invece la farcitura di mele e crema al vino bianco l'ho presa dalla Grande Enciclopedia della cucina Curcio -non so se la conosci-. Un abbraccio ;)

    RispondiElimina
  26. Innanzitutto grazie per le tue ricette e per le tue splendide foto!

    Questa è la ricetta della mia torta di mele, adoro farla x coccolare il mio compagno e me stessa nelle fredde sere di inverno!

    5-6 mele
    120 gr farina 00
    150 gr
    90 gr margarina ammorbidita
    3 uova
    150 gr di latte
    1 bustina di lievito


    Sbucciare e affettare le mele a fettine sottili (3-5 mm circa) e mettetele da parte.
    Accendete il forno a 190°-200°.
    Intanto lavorare la margarina con lo zucchero fino ad ottenere un composto omogeneo e spumoso. Aggiungere i tuorli ad uno ad uno sempre mescolando, poi il latte, la farina e il lievito.
    A parte montare a neve ferma i 3 bianchi delle uova.
    Unire i bianchi al composto mescolando delicatamente.
    Versare il composto ottenuto un una tortiera di circa 25 cm di diametro rivestita di carta da forno.
    A questo punto prendere le mele tagliate a fettine e disporle in modo circolare affondandole verticalmente nell’impasto (dovrebbe rimanere fuori circa mezzo cm). Le mele vanno disposte molto vicine fra loro così che possano rimanere “ritte” e non scivolino affondando completamente nell’impasto.
    Infornare per 45 minuti e lasciare intiepidire nel forno una vota spento.
    È buona, morbida, cremosa!
    mmmmmmmmm…

    ti posto alcune foto sul tuo gruppo su FB!
    http://www.facebook.com/photo.php?pid=3108774&l=cb4d6d0f8d&id=791996488

    RispondiElimina
  27. Ecco la ricetta della mia torta di mele preferita, che in casa chiamiamo la “torta con il coperchio”: si tratta di un dolce tedesco, la cui ricetta è arrivata nella mia famiglia da una vicina di casa della mia nonna paterna, negli anni ’40 e ‘50. Questa signora, nata in Baviera e poi sposata con un italiano, preparava dolci deliziosi e, soprattutto, confezionava a Natale una quantità smisurata di biscotti di vario tipo e li regalava poi, confezionati in pacchetti rigorosamente avvolti in carta velina bianca, chiusi con nastro di raso rosso ed accompagnati da un rametto di abete e da una candelina rossa, praticamente a tutti: ai parenti, agli amici, ma anche al postino, al portinaio, ai negozianti presso i quali si serviva….
    Si chiamava Augusta (nome che, conoscendola, le stava a pennello anche per l’aspetto fisico) ma, in casa nostra ci si riferiva a lei chiamandola semplicemente “Frau” (“Signora” in tedesco).
    Per misteriosi giri del destino le ricette sia dei biscotti sia delle sue torte (quella di Natale con le noci è una meraviglia) sono finite a mio padre che adesso le ha passate a me.
    Lo so: avrei dovuto partecipare al giochino di Natale e inserire le ricette, ma – tra confezionare i pacchetti dei biscotti come Frau insegnava, preparare i regali per il piccolo Giò e per tutti gli altri, allestire il pranzo di Natale e, non ultimo, lavorare – non ho proprio avuto il tempo: ci sarà tempo l’anno prossimo?

    Per ora ecco la ricetta della

    “Torta con il coperchio”

    Ingredienti:
    * Pasta frolla (niente ricetta; quella vera è una poi ognuno ha la sua versione… comunque io uso 300 grammi di farina, il resto viene di conseguenza….)
    * 4 mele renette (ma se vedete lo stesso modello di torta in Baviera, risulta così alta che credo che ne mettano almeno 6) più una
    * 1 cucchiaio di zucchero
    * 2 cucchiaini di cannella
    * 1 manciata abbondante di cannella
    * a piacere pinoli o noci

    Sbucciare 4 mele, tagliarle in quarti poi in fette spesse e quindi a pezzetti; metterle in una ciotola capiente con lo zucchero, la cannella, le uvette precedentemente ammollate e i pinoli o le noci, mescolare e lasciar insaporire

    Dividere la pasta frolla in due parti, una delle quali un po’ più abbondante. Stendere la parte più grande e foderare una tortiera ad anello (con il fondo mobile) precedentemente imburrata e cosparsa di biscotto grattugiato, cercando di fare in modo che rimanga un bel bordo alto di pasta; versare il ripieno dopo aver scolato le mele, altrimenti la pasta rimane troppo bagnata.
    Livellare e – per fare una cosa ben fatta – sbucciare l’ultima mela, tagliarla a fettine sottili e ricoprire il ripieno disponendo le fettine a cerchi concentrici. Stendere la pasta frolla rimanente (ecco il coperchio!) e ripiegare i bordi per chiudere la torta, sigillando bene.
    Cuocere in forno per circa un’ora.
    In Baviera la servono con un bella tazzina di panna montata …..

    RispondiElimina
  28. @Barbara, ma si sente il vino nella crema??

    @Claudette, bella ricetta davvero! se non hai un blog sarebbe da mettere tra "le ricette dei lettori" che ne pensi?

    RispondiElimina
  29. @annarita, grazie mille anche a te per la splendida ricetta :))

    grazie ancora a tutte !

    RispondiElimina
  30. ^^ Ciao! Era tanto che non scrivevo, ma visito regolarmente le tue pagine... visto che mi dai tantissime peccaminose cosine da provare e tutte di sicura riuscita!! ;)
    Mi son sentita in dovere però di commentare questa torta, visto che ieri, mi è venuta una gran voglia di fare la torta di mele... ho la ricetta della mamma che è OTTIMA, ho provato crostate e torte americane, tutto ottimo, ma... ti dirò, questo impasto ha una marcia in più... -__^ ed ho iniziato subito a pubblicizzarlo in giro. Ieri ne feci metà dose, per provare, ed è stata spazzolata e ti dirò che ho tanta voglia di rifarla pure oggi. Io ho omesso l'uvetta (c'è a chi non piace in casa mia), ma i pinoli sono interessantissimi e ci stanno un chicchino! Come piccola variante (bischerata) ho spolverato sopra con zucchero di canna e cannella.
    Per concludere GRAZIE anche per questa meravigliosa scoperta e per le tante altre che, per pigrizia, ^^;;; non ho commentato.
    Buona giornata a tutte, Moku.

    RispondiElimina
  31. @Moku, bentornata :))
    sono un pochetto stordita, mica ho capito, hai fatto questa che ho pubblicato??
    grazie a te, un bacio, e non sparire ancora, eh? ;-)

    RispondiElimina
  32. @paoletta: il vino si sente solo leggermente. Ora però ti devo dire che ho provato un'altra ricetta di torta alle mele che subito si è aggiudicata il primo posto. E' in assoluto la migliore che io abbia mai provato, anche se è una frolla. La ricetta è di Greedy, ti linko il video:
    http://www.youtube.com/watch?v=ISobxnc9v6I
    Non ho messo la cannella, per il resto è identica. E' deliziosa! Ciao ^__^

    RispondiElimina
  33. p.s. la ricetta della torta di mele con crema al vino bianco l'ho presa dalla Grande Enciclopedia della Cucina Curcio, non so se la conosci, dove è segnalata come ricetta austriaca. Solo che in Austria non mi è mai capitato di assaggiarla (di solito nelle pasticcerie austriache mi butto sulle torte al cioccolato, eh eh!).

    RispondiElimina
  34. @barbara, grazie! visto il video e davvero mi pare niente male ;-)

    RispondiElimina
  35. Ciao Paoletta, complimenti per il blog, é tra i piu' belli che seguo. Io sono nuova e devo ancora un po' capire come funziona il tutto, ma visto che anch'io ho condiviso la mia torta di mele, vieni a guardarla e provala. Io magari provo la tua. Ciaooo!!!!
    Ah! Dimenticavo! Se riesco provero' anche a partecipare al tuo contest. Vivo a Vr ma sono pugliese. ;D

    RispondiElimina
  36. La torta di mele piace sempre e non si sbaglia mai. Io la faccio spesso, soprattutto in inverno, ma anche in estste a volte, a dire il vero, mi viene voglia di una fetta... come in questo momento :)

    RispondiElimina
  37. La torta di mele piace sempre e non si sbaglia mai. Io la faccio spesso, soprattutto in inverno, ma anche in estste a volte, a dire il vero, mi viene voglia di una fetta... come in questo momento :)

    RispondiElimina
  38. Ciao, Paoletta. Ho scoperto il tuo blog da pochi mesi ma ho già fatto un sacco di ricette!A proposito della torta di mele...a me,purtroppo,son sprofondate!!!Riproverò con un cucchiaino solo di lievito, ma volevo chiederti: come fai a non fare andare sotto tutta l'uvetta?Io ho provato a infarinarla ma niente da fare.Qualche consiglio?Grazie

    RispondiElimina
  39. @anonimo, ciao scusa il ritardo ... tieni l'impasto un poco più sostenuto, quindi uova piccole o medie, o anche 1 cucchiaio di farina in più. oppure 1 solo cucchiaino di lievito.
    un abbraccio

    RispondiElimina
  40. Da mesi ormai mi sono appassionata alle torte di mele, ma non avevomai trovato la mia ricetta del cuore: troppo secche, troppo umide, troppo burrose, poco saporite etc.
    Oggi nuovamente decisa a sfornare una torta come quelle di una volta, quelle che ti ricordano l'infanzia - la nonna ai fornelli come una vera maga, un odore dolce e soave che si diffondeva per casa e la merenda tanto agoniata, la torta fatta in casa con le mele con quel sapore inconfondibile che solo lei, la nonna, maga dei fornelli, poteva realizzare ..... - ecco apparire questa splendida ricetta e finalmente posso dire di essere riuscita a sfornare la mia super torta di mele: non troppo lievitata, morbida, leggermente umida, ad ogni fetta la pasta e le mele si fondono in bocca arricchite dai chicchi di uvetta.... GRAZIEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

    RispondiElimina
  41. @mile, ma grazie a te, mi fa davvero piacere :)

    RispondiElimina