venerdì 13 novembre 2009

Per favore, non chiamateli gocciole!

Già, perchè se ad una prima occhiata, al primo morso potrebbero sembrare le gocciole, vi dico già che non lo sono, delusi? Spero di no, perchè questi chocolate chip cookie, del Maestro Santin, sono molto, molto meglio :)

IMG_8341.1-2
Me li ha fatti conoscere Flavia, è davvero carina, ogni qualvolta prova una buona ricetta mi avvisa, lei li aveva postati qui

Vi dico solo che mio figlio, uno di quelli a cui non va bene mai niente, e che trova difetti a tutto o quasi, tanto che oramai, per le ricette del blog, potete ringraziare lui, oggi ha riaperto la scatola di latta dove li avevo conservati, e quando ne ha visti appena un paio, mi ha detto, eh no, mamma che so' già finiti?? eh, però li hai fatti pochi, poi ora parti e quando me li rifai??

essì parto, sabato vado a Napoli, taaaa daaaaaaaaaaaaa dal Maestro Adriano!! con Piero, Silvia, Maria Letizia e altri amici, mangeremo una pizza fatta con le sue mani :)
oddiooooo so' emozionatissima, spero di fare un mare di foto, ma non voglio perdermi un attimo di impastamenti, stesure, cotture ;-)

Tinuccia ci raggiunge alla domenica, poi vado da lei per qualche giorno, altro food rave in cucina come quello dello scorso anno, ricordate?? cornetti, peperoni cruschi, tortellini :)
Tinu', quest'anno che si fa?? ... uhmm!
Vi aggiornerò passo, passo o al mio ritorno, vedremo... :))


CHOCOLATE CHIP COOKIES del Maestro Santin
(la riscrivo perchè ho apportato, anche su consigli di Flavia, qualche modifica sia negli ingredienti, che nel procedimento, l'originale qui)

Ingredienti:

185 g di burro pomata

185 g di zucchero semolato
370 g di farina 00
200 g di cioccolato fondente
1uovo + 1 tuorlo
5 g di lievito in polvere
2 g di bicarbonato
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di essenza di vaniglia home made

Procedimento:
In una ciotola capiente lavorare con una spatola il burro a pomata tirato fuori dal frigo circa mezz'ora prima, con lo zucchero e il pizzico si sale fino a ottenere una crema liscia ed omogenea. Aggiungere un uovo intero e un tuorlo l'essenza di vaniglia e continuare a lavorare per amalgamare il tutto.

Aggiungere la farina precedentemente setacciata col il lievito e il bicarbonato, lavorare poco col cucchiaio, e quasi immediatamente aggiungere le gocce di cioccolato, in questo modo non si farà fatica a distribuirle bene nell'impasto. Lavorare ancora un poco fino a quando gli ingredienti saranno bene amalgamati.

A questo punto dividere l'impasto in due parti (se preferite i biscotti piccoli, anche in tre parti) e modellare con le mani ogni pezzo a forma di un lungo cilindro, nel modo più regolare possibile.

Coprire con carta di alluminio avvolgendo be stretto, chiudere ai lati tipo caramella e lasciar riposare in frigorifero 30 minuti. Quando i due cilindri di pasta saranno pronti basterà decidere se cuocerli entrambi o conservarne uno in freezer per utilizzarlo in seguito.*

Eliminare la carta e con un coltello affilato tagliare il cilindro in fette spesse circa 1 cm.** (anche meno).
Disporle su una placca da forno foderata con l’apposita carta, mettere le teglie in frigo e accendere il forno a 180° (nel mio a 190° ma dipende dal forno).
Non appena raggiunge questa temperatura cuocere una teglia alla volta per 12/15 minuti o comunque fino a moderata colorazione. Lasciar raffreddare a temperatura ambiente, preferibilmente su una grata, e conservare in un contenitore chiuso.

*Io li ho cotti tutti subito, tanto si conservano perfettamente in una scatola di latta, ma se ne fate doppia dose, e ve la consiglio, provate con questo sistema e ditemi. In ogni caso non ho capito se va tagliato subito il cilindro, o se va fatto prima scongelare in frigo qualche ora.

** Il composto tende leggermente a sbriciolarsi, forse per via dei 15 gr di burro in meno che ho usato, in ogni caso, man mano che si tagliano le fette, basta aggiustarle un po' ricompattandole, se proprio si vuole una gocciola perfetta!