venerdì 27 marzo 2009

Spaghetti ai moscardini [erano polipetti]

Ancora una ricetta di Antonia, oramai vorrà dire che creerò nel blog una sua categoria a parte, "Le Ricette di Antonia"! Perchè, be' che dire... ogni sua ricetta, pur nella sua semplicità, pure di tutti i giorni, ha quelle accortezze, quelle "finezze" come dice Teresa, da renderla unica!



Dunque questo piatto, come dice il titolo, dovevano essere spaghetti ai polipetti, quindi vado dal mio pescivendolo di fiducia a chiederglieli... Giuse', ce li hai i polipetti?? Belli veraci come il polpo che mi dai sempre!
No, Paole' mi dispiace ma stamani non li ho trovati!
Vabbè pazienza, dico, sarà per la prossima!
E la prossima volta ci va il mi' marito, e c'è la moglie del pescivendolo... signo', ci so' i polipetti?
E lei... no però ci so' i moscardini, so' uguali, uguali!
Sì, vabbè uguali!! Certo, sempre i tentacoli, hanno!! grrrrrrrrrrrrrrrrrrrr!!
Ok, oramai sono a casa e mi tocca farli, tanto, mi dico, con le finezze di Antonia uscirà comunque un Signor Piatto!

E infatti...

SPAGHETTI AI MOSCARDINI [erano polipetti]
 
Ingredienti:
1 kg.di polipetti veraci
1/2 scatola di pomodorini da 500 gr
olio, aglio, prezzemolo e peperocino
400 gr.di spaghetti

Procedimento:
Mettere in una pentola, meglio se di coccio i polipetti da soli a rilasciare acqua, dopo 5-6 minuti toglierli e buttare l'acqua. Preparare un trito di prezzemolo e aglio e metterlo nelle teste-sacche dei polipetti.

Far scaldare abbondante olio con uno spicchio d'aglio e un pizzico di peperoncino, unire i polipetti e fare insaporire per 5', aggiungere i pomodorini, diminuire la fiamma e cuocere il sugo coperto per circa 20'.
Alla fine vi resta un sugo fatto di olio marroncino.

Cuocere la pasta e unirla al sugo, saltare, aggiungere prezzemolo fresco tritato, lasciare insaporire e spegnere.