mercoledì 9 dicembre 2009

Torrone tenero, facile, da fare in mezz'ora!

E' possibile?? Devo dire la verità, dopo aver letto un sacco di ricette che recitavano, mescolare incessantemente per un'ora e mezza, sinceramente credevo di no, e invece... eccolo qua, che vi pare? A me, e non solo a me, è piaciuto parecchio!

torrone home made

Confesso che la pasticceria in genere mi spaventa, mi intimidiscono le dosi precise al milligrammo, le temperature esatte di sciroppi e quant'altro, però... però, ebbene sì, dopo aver letto la ricetta ho detto, ok mi pare molto facile, oddio mica ci sarà la fregatura? ogni volta che lo dico spatascio!
Indispensabile il termometro, (evvai ogni tanto lo adopero anche io, magari mi da un tono, ahahaha!!) ... cheffò? ci provo?? yess, ci provo! e pace, alle brutte butto l'ennesima ciofega, essì che spesso ne faccio, ehehehe!

Insomma, non che non avessi sentito parlar bene della ricetta, anzi, su coquinaria ne dicono meraviglie, è che... veramente sarebbe bastata una frusta a fare il miracolo?? ad evitare un lungo rimescolamento ipnotico??
Be', in effetti poi ho pensato alla maionese, quella tradizionale fatta battendo con la forchetta ore olio e tuorlo, e quella col minipimer, che non sarà quella tradizionale, ma è buona, ah, non si fa così?? boooh, però è bbona lo stesso, così come questo torrone, facile, veloce e buonissimo ;-)
Provatelo, casomai avete perso 30 minuti, poi mi dite eh?? Io li rifaccio per Natale, poi mi voglio divertire con frutta secca, canditi...


TORRONE TENERO ALLE MANDORLE E PISTACCHI, ma anche due nocciole!
fonte Coquinaria, scrivo di nuovo la ricetta dettagliata di particolari, modifiche, note, ecc.
edit: per puro caso ho scoperto che la ricetta di questo magnifico torrone era su un numero de La Cucina Italiana del 2004

Ingredienti:
350 gr di mandorle spellate
50 gr di nocciole spellate
50 gr di pistacchi

Per lo sciroppo:
30 gr di acqua
100 gr di zucchero


Per la montata a caldo: (si dice così??)
40 gr di albume
100 gr di miele (ho usato quello di acacia)

Aromi:
scorza di un'arancia grattugiata
1 cucchiaino di estratto di vaniglia home made

2 fogli di ostia (non li avevo, ho usato la carta forno :(( ... )
1 termometro (assolutamente indispensabile!)

Procedimento:
  1. Tostare a circa 120° per una decina di minuti (anche a occhio, assaggiate) la frutta secca, e lasciarle in forno al caldo.
  2. Far bollire, a fuoco basso, 30 gr di acqua con 100 gr di zucchero, mettendo prima lo zucchero nel pentolino, poi l'acqua, e portarlo a 135°(145° se si vuole un po' piu' duro) senza mescolare mai.
  3. Nello stesso momento porre sul fuoco a bagnomaria, 40 gr di albume con 100 gr di miele, e montare continuamente con le fruste elettriche, fino a che il composto si staccherà dalle pareti.
  4. Lo sciroppo raggiungerà i 135° circa quando la montata di albume e miele sarà bella spumosa, soda, e soprattutto tenderà a staccarsi dalla ciotola nella quale si sta lavorando, assumendo il caratteristico profumo di torrone.
  5. A questo punto lo zucchero sarà giunto a temperatura, quindi versarlo a sul composto (qui ci vorrebbero quattro mani, se potete fate aiutarvi) e aggiungere a questo punto la frutta secca calda.
  6. Mescolare bene, poi aggiungere la scorza di un'arancia grattugiata e la vaniglia, quindi lavorare la massa finche' risultera' molto compatta.
  7. A questo punto versare il composto su una cialda, (... carta forno, grrr) bagnarsi le mani con acqua gelida, e compattare il tutto dando una forma regolare, (io ho fatto un rettangolo, alto circa... ehmmm l'altezza del torrone) mettervi sopra l'altra cialda o carta forno e pressare bene il tutto, sia sopra che ai lati.
  8. Coprire bene, mettere al fresco (io ho messo fuori della finestra) e tagliare dopo circa 10/12 ore con un coltello a lama liscia e molto affilata!
  9. Conservare in luogo fresco e asciutto.

... e quant'è bbonooooo, sì questa, ve la racconto... dico a mio figlio

lo vuoi assaggiare?
ok! (aria scoglionata come al solito, pare ti faccia un favore :(( )
com'è?
uhmm, sì, buono (sempre per farti un favore, non sia mai, eh??)
ne vuoi ancora?
no! ( :((((((( ... )
anzi sì! ( :D :D :D )

107 commenti:

  1. Daniela, Windsor08 dicembre 2009 20:40

    Paoletta, stupendo! Non smetti mai di stupire e d'invogliare. Domani mi vado ad acquistare le nocciole e poi vai con la prova. Ti faro' sapere. Grazie.

    RispondiElimina
  2. Come sei brava con tutte queste ricette , ottimo il torrone!

    RispondiElimina
  3. ciao, anche io è un po' che "spizzo" ricette di torroni... mi sa che devo comprare il termometro però!
    l'aspetto sembra favoloso!
    :)

    RispondiElimina
  4. ho trovato una ricetta molto simile su una rivista, cambiano le dosi della frutta e lo zucchero viene sciolto senza acqua, ho il termometro ma... un disastro... Mi assicuri che viene come quello della foto? mi sono messa in testa che questo anno devo fare il torrone!

    RispondiElimina
  5. WOW. Devo comprare assolutamente il termometro. Ho l'ostia piccola tonda che dici posso fare delle monoporzioni??Complimenti mariamaddy

    RispondiElimina
  6. Foto bellissima, non sapevo che si potesse fare il torrone in cosi' poco tempo.. Da provare assolutamente!

    RispondiElimina
  7. Que cosa tan rica. Gracias pr la receta

    RispondiElimina
  8. Lo voglio provare anch'io!!
    Potrebbe essere anche un regalo da fare a parenti e amici!
    Spettacolo!
    Mi manca il termometro però..

    RispondiElimina
  9. mi spaventa il termometro ma pare non sia difficile da fare ed è ottimo da regalare per natale...quasi quasi ci provo,devo procurarmi il termometro prima!!non ho capito solo una cosa la parte degli albumi...cioè mentre lo sciroppo arriva a 135° a parte monto gli albumi a bagno maria?
    grazie

    RispondiElimina
  10. proprio tre o quattro giorni fa ho comprato al bio un micropacchetto di torroncini morbidi (costano un'enormità e finiscono in un secondo!) e ho pensato "possibile che non si possano fare in casa, semplicemente e senza impazzire?" mi sa che tu sei la fatina delle blogger :-) questa te la copio al 100%, il torrone morbido è il mio dolce preferito. solo un ma... MA devo trovare un modo per fare l'ostia in casa!!! così dopo dico anche messa, va', che dopo due giorni di bimba con la febbre alta mi manca solo la recrudescenza religiosa :-P

    RispondiElimina
  11. Io sono della provincia di Cremona e nonostante è il dolce tipico non ne vado matta. Mia mamma invece si, soprattutto di questo morbidoso, lo devo provare a fare e magari regalarlo a lei! :) Grazie paoletta... sei un mito tu!

    RispondiElimina
  12. prendo nota,io lo faccio morbido al cioccolato,questo bianco non l'ho mai fatto...da provare!!

    RispondiElimina
  13. ahahaah, paoletta, il dialogo col tu figliolo m'ha fatto morì!!!!

    Lo Ziopiero

    P.S. kettedevodi', brava?!?!? ciooosaiggià!! :))))

    RispondiElimina
  14. Sti figli!!! Come ti capisco.. :-)
    Brava Paoletta!!!!.. lo devo fare pure io.. proverollloooo..
    smack!!!!

    RispondiElimina
  15. Non posso esimermi! Quest'anno per la Befana arriverà a casa mia il torrone home made!!! Poi magari ti rompo un po' via mail per tutti i dettagli!! MITICA!!!!! :)))))))

    RispondiElimina
  16. Ma questa dannata ostia, proprio non la si trova?? Io mai la vidi.
    In una ricetta francese indicavano di sostituirla con un di foglio di riso, ma per ora non mi ispira, piuttosto rapirò una suora e la chiuderò in cantina a far ostie.

    RispondiElimina
  17. Mi manca il termometro!
    Potrebbe essere la scusa buona per accattarlo...
    ;-)
    bravissima e bella foto!

    RispondiElimina
  18. eh in questi casi, tra bilancini e milligrammi il termometro s'ha da compra' (e da quando ce l'ho non riesco a farne a meno, mi da sicurezza). Ma il dialogo finale mi ha fatto morire dal ridere, mi sa che tuo figlio è un po' come mio fratello: sempre scettico e "scoglionato" nell'assaggio, poi "uhm, buono però 'sto coso!" :)

    RispondiElimina
  19. Grazie Paoletta, anch'io ho esperienze spatasciamenti, due ore en mezzo a rimestare... Quindi orami devo provare questa. E poi sei troppo simpatica, ti immagino tutta vivace alle prese con le ricette.
    Pure tuo figlio non scherza (conosco queste reazioni ;-)
    Buona notte

    RispondiElimina
  20. io il termometro l'ho comprato :) su amazon.uk... chissà se funge :D :D :D o se ho buttato i soldi :D il tuo torrone lo voglio proprio provare
    posso usare nocciole in pari quantità dei pistacchi? i pistacchi non mi piacciono troppo...
    ma con solo mezz'ora di lavorazione viene come il torrone che si compra?? scusa la mia incredulità, ma è che questa ricetta è rivoluzionaria :O ihihihih
    :*

    RispondiElimina
  21. facile da fare?! :)
    ma tu sei così brava!
    cmq dai...magari quasi quasi ci provo!!! (il termometro ce l'ho!!!;)
    ... e poi adoro il torrone morbido!!!

    RispondiElimina
  22. Dialoghi post post:
    'C'è la ricetta sul torrone di Paoletta...dice che ci vuole mezz'ora!'
    'Si forse per lei...lo sai quanto sono lento io ehehe'
    'Ma vedi che si può fare...serve solo il termometro che non abbiamo...'
    'Ma non lo so...fammi vedere...ma io sono impedito con questi cosi...'
    'Vabbè fai come vuoi...'
    'Ok, questa la saltiamo allora...però...mhmm...anzi no!...dove lo troviamo un termometro qui vicino!!'
    Ahahaha

    RispondiElimina
  23. Fantastico!adoro il torrone morbido, ti copierò senza dubbio la ricetta!

    RispondiElimina
  24. buongiorno bimbe, ovvia tutte a comprare sto termometro ;-)


    @furfecchia, credo di sì :)

    @maddy, ma che bella ideaaaa! anche io avevo l'ostia tonda ma non ci ho pensato, io credo che con un po' di manualità ci si riesca!!

    c'è un solo problema, ti devi far aiutare, sai perchè??
    il composto raffredda e si indurisce e se non ti sbrighi, rischi che ti rimane un blocco della rovesciata dell'impasto... però forse, e dico forse eh?? se siete 3 o 4 amiche sepoffà, mi fai sapere??

    @moleskine, nello stesso momento che accendi il fuoco per lo sciroppo, accendi quello del bagnomaria, e inizi a montare. nello stesso tempo che lo sciroppo arriva a 135° anche 140° va benissimo, la montata sarà pronta!

    izn, te riusciresti a fare anche quella, ahahahaha :))
    un bacio

    @signoraammodomio, addisposizione ;-)

    @zuppa, l'avevo trovata in fogli a potenza e non l'ho presa, tanto, mi dicevo, che ci fo?? e poi invece torrone, ricciarelli, grrrr!! e tina che la prese ancora non ci ha fatto nulla, ahahahahhaha!!

    @annies, sisi a volte sto coso lo dice anche lui :))

    @sere, come quello che si compra?? no!
    per me viene più buono! quello che si compra è sempre carente di frutta secca, questo è bello ricco, il "bianco" è saporito, non stucca, insomma a me è piaciuto molto.
    certo, magari lo mangi e ti rimangono le mani un po' appiccicose che sembri un bambino, ma che fa?? :))

    @gambetto, ahahahahahah!


    baci a tutti!

    RispondiElimina
  25. mi sono dimenticata di chiedere...secondo te quanto si conserva?

    RispondiElimina
  26. Da provare! E' la volta buona che mi decido a comprare il termometro. E se vengono bene, ho trovato cosa preparare come regalino natalizio home made per le amiche.

    RispondiElimina
  27. non ho mai comprato il termometro ( mi sembra troppo professionale!) ma magari questa è la scusa buona!

    RispondiElimina
  28. Ahahah, il breve scambio di battute alla fine del tuo post mi ha ricordato tanto quello che avviene spesso tra me e il mio ragazzo... parte sempre scettico nei confronti di ciò che preparo io, e quando si trova a dover ammettere che una cosa gli piace si arrampica sugli specchi per non dimostrare che si sta palesemente ricredendo! :D
    Beh, son soddisfazioni "alternative", ma pur sempre belle!
    E' bellissimo questo torrone, e l'idea della carta forno è troppo simpatica!!! E poi quei bei pistacchi verdi... aaaahhh!!! Cosa sono!!! *-*
    Se riuscirò a raccogliere tutti gli ingredienti proverò a farlo anch'io per queste festività natalizie! ^_^
    Complimenti e grazie come sempre per l'idea pratica, buonissima ed elegante!

    RispondiElimina
  29. Ciao Paoletta, bravissima! ti vorrei chiedere due cose se puoi cortesemente...la prima è: dove si compra il termomentro per dolci? e l'altra domanda è: a me piace il torrone classico, quello duro duro che rompe quasi i denti! come potrei farlo? magari si può modificare questa ricetta? Grazie di tutto, Paola

    RispondiElimina
  30. Beh, che dire...non ti smentisci mai con le tue ricette semplici ma strepitose e con le tue foto eccezionali...
    ps:con questa foto, a mio parere, hai superato te stessa!
    Un bacionissimo smack smack smack

    RispondiElimina
  31. ...sai che quasi quasi è da copiare?...ho sempre avuto voglia di farlo anche io e mai trovato il coraggio di affrontare l'impresa...chissà che sia la volta buona!
    ancora grazie per aver premiato il mio tirami su!
    oggi splende un sole caldo fantastico, buonissima giornata!!!

    RispondiElimina
  32. Caspita...questo è golosissimo!
    é la prima volta che scrivo... ma tu Paoletta sei l'appuntamento della colazione! Complimente e grazie per la compagnia e le idee!

    RispondiElimina
  33. sì scusa, era ovvio che venisse MIGLIORE di quello comprato :D

    :*

    RispondiElimina
  34. Ciao sono un membro di cookaround volevo dirti che molte di noi per "pareggiare" il torrone e allisciarlo e non rischiare scottature utilizzano mezzo limone o mezza arancia (naturalmente dalla parte tagliata) invece delle mani umide, così nello stesso tempo il torrone acquista anche un profumino delicato!

    Ciao!!!!

    RispondiElimina
  35. Ciao Paoletta è la prima volta che ti scrivo ma ti seguo da tempo!!
    farò il torrone di sicuro...ma devo comprare il termometro..mi posso accontentare di quello che vendono a nche in alcuni supermercati oppure ci vuole quello professionale?? :-D
    Grazie mille e buona giornata!!!
    dony

    RispondiElimina
  36. che spasso i figli: sono i peggio giudici, ma una volta convinti loro...
    il tuo torrone è bellissimo!

    RispondiElimina
  37. io adoro il torrone! il tuo è uno spettacolo... come sempre, paole' :D

    *

    RispondiElimina
  38. Molto interessante! Riuscissi a ficarci dentro del cioccolato e a fare un copertura di cioccolato anche il mi marito lo apprezzerebbe ;-)
    Non mi parlare di citti... Junio dall'alto dei suoi 6 anni riesce già ad essere notevolmente "scoglio" con quell'aria di sufficienza, come se dovesse darti il contentino, che metà basta :-(

    RispondiElimina
  39. Ecco, mi bastava solo quella foto per darmi la spinta finale a comprare il termoletro. Posso chiederti il tuo che range di temperatura ha?? Baci :)

    RispondiElimina
  40. Ciao Paoletta,
    anche questa volta la ricetta e la foto sono da premio: sei grandiosa!
    Ho capito che sei una che quando si mette in testa una cosa, bisogna che la faccia! ti chiedo allora un favore: mettiti in testa di fare le "ostie", così finalmente sapremo dove trovarle...nella dispensa di casa nostra!
    Dai sù, fa stò sforzo!

    RispondiElimina
  41. Noooooooooooo!!!! Non ci credo!!!! L'ultima volta che ho ho fatto il torrone ci ho meso SOLO 4 ore di mescolatura continua...Paoletta santa subito!!!

    RispondiElimina
  42. Ciao Paoletta, da poco ho scoperto il tuo blog ed è splendido... c'è qualcuna ancora più pazza di me in cucina!! Scherzo naturalmente! Ancora non ho provato nessuna tua ricetta, ma penso che oggi sarà la giornata dei croissant.

    Il torrone io l'ho già fatto... la mia ricetta (ovviemente modificata rispetto a quelle trovate) prevede solo miele, albumi e frutta secca... senza termometro! dicono che quello vero sardo dovrebbe essere proprio così. Comunque anch'io ho faticato non poco per trovare i fogli di ostia e alla fine li ho trovati in una pasticceria. In alternativa avevo pensato di usare cialde di wafer (ce ne sono anche grandi e le usano le gelaterie), che avevo vito alla metro. Mi sembrava brutto a vedersi, ma successivamente ho scoperto alcune preparazioni tipiche (tipiche del sudamerica veramente!) in cui il torrone è compresso proprio tra due cialde di wafer! Mi sa che dopo i croissant è la volta del torrone morbido alle mandorle!

    Ciao mitica!

    RispondiElimina
  43. vedi che avevo ragione a desiderare il termometro da zucchero? lo vedi?!? speriamo in Babbo Natale.... =D
    Senti Paoletta, ti posso chiedere se fatto trenta fai trentuno?
    Dove le compri un kilo di mandorle così impunemente che al supermercato le vendono in sacchettini da un etto e a farne dieci la spesa è un po' eretica? =D

    RispondiElimina
  44. ecco, non chiediamoci perché ho letto un chilo invece di 350 grammi, facciamo finta di niente...
    comunque la domanda resta valida eh? =)

    RispondiElimina
  45. Una bella tentazione. Bravissimaaaa!

    RispondiElimina
  46. Una bella tentazione. Bravissimaaaa!

    RispondiElimina
  47. Paola questa ricetta sembra dire "Provami e regalami a Natale"... e credo che l'ascolterò! Grazie dell'idea!

    RispondiElimina
  48. Questo non mi sfugge, il termometro c'è, manca la sfoglia di ostia ma si può provvedere, voglio proprio tentare l'esperimento. Grazie mille per questa ricettina.

    RispondiElimina
  49. A proposito, se a qualcuno potesse servire, i termometri si trovano anche nei negozi di articoli per enologia. Ciao di nuovo

    RispondiElimina
  50. ....ti sei fatta il torrone da sola????????? sei il mio mito!!

    RispondiElimina
  51. grazie x la ricetta magari è uno dei regali x natale

    RispondiElimina
  52. Mammamia, il torrone!!!! mi piace un casino ma....pensa che io sono diabetica e mi è proibito! invece facendolo a casa, al posto dello zucchero posso mettere il fruttosio!! o magari la stevia! conosci la stevia? dolcifica 300 volte più dello zucchero e non è glicemica e non fa venire manco le carie; se ne usa una punta di cucchiaino ma non conosco le dosi da usare nei dolci.
    Gemma

    RispondiElimina
  53. che dire, fantastico!!!
    in più un'ottima idea per utilizzare gli albumi che mi "avanzano" dalla preparazione dei Lebkuchen che da anni regalo ad amici e parenti!
    grazie 1000!!!

    RispondiElimina
  54. NB inoltre gli albumi si possono congelare e scongelare quando servono a temperatura ambiente (non in altri modi per carità) e usarli normalmente... montano benissimo!

    RispondiElimina
  55. Questo torrone non me lo faccio scappare! Nel senso che ho già appuntato la tua ricetta e mi appresto a prepararlo... troppo invitante! E la mente vaga già alla ricerca di piccole, personali variazioni sul tema... Grazie! Sei sempre bravissima
    Sabrine

    RispondiElimina
  56. Ecco, adesso so cosa farmi regalare a Natale.

    Un termometro da cucina!

    Mia moglie mi prenderà per pazzo.

    Come dicevi tu, adesso non resta che sbizzarrirsi con le varianti e addio al vecchio epiteto di "menatorrone", tanto caro al buon Gianni Brera.

    Ciao!

    RispondiElimina
  57. è da un pò che non passo di qui... le tue ricette sono sempre imperdibili e le foto splendide! mi sa che mi tocca tornare indietro e guardarmi il resto!
    buona serata :)
    chiara.

    RispondiElimina
  58. Da noi la tradizione è il torrone friabile con relativa lunga lavorazione per cui non immaginavo mai di poterlo riprodurre...
    Allora ci si lancia con il tenero!

    RispondiElimina
  59. Meraviglioso!!!!!!!!1
    Paloettina ma sono ancora i miei pistacchi quelli?? mi sa che devo rifornirti :)))

    RispondiElimina
  60. Scusa l'ignoranza ma come si fa l'estratto di vaniglia home made?
    L'avevi citato anche in un'altra ricetta ho cercato in google ma non mi fido. Aspetto la risposta della maestra Paoletta.
    Elisabetta

    RispondiElimina
  61. Noooo ho comprato un termometro proprio ieri, ma arriva solo fino a 100°...me misera e me tapina!
    Non che ami il torrone, ma è carino da regalare...e poi, vista la sentenza del giudice supremo, come si fa a non provarla, névvero!

    RispondiElimina
  62. @Marta, su gennarino dicevano anche un paio di settimane :)

    @Paola, in un negozio di casalinghi ben fornito, ma assicurati che arrivi almeno a 170° circa almeno lo usi per friggere.
    la ricetta dice che a 145° viene duro, ma io non ho provato.
    un abbraccio :)

    @Cindy, è stato un piacere!

    @katu, benvenuta :))

    @rastamamma, grazie, avevo letto qualcosa di simile, ma siccome non scottava molto, soprattutto con le mani bagnate di acqua gelida, ho preferito fare con le mani, perchè mentre premevo sopra, al tempo stesso compattavo e davo forma regolarissima.

    @dony, io ce l'ho uno dell'ikea funziona benissimo, tranquilla ;-)
    ah, benvenuta :)

    @Lauretta, sai che avevo pensato alla copertura?? poi non ho avuto il tempo :((
    sui cittini, evabbè :)))

    @ciboulette, il mio arriva a 130°, mi son messa a calcolare quanto tempo ci metteva ad arrivare a passare da 125° a 130° dopodichè ho atteso quel tempo e spento, na roba assurda però ;-)
    non appena mi capota ne prendo uno che arriva almeno a 170°/175° per la frittura.

    @Elide, ehmm le ostie??

    @araba, 4 ore?? °_°
    allora quelli che avevo trovato di 2 ore e 1/2 erano una passeggiata, ahahaha!!
    io comunque 2 ore ferma a mescolare nello stesso posto impazzirei, infatti non stiro ;-)

    @gloria, sì alla pasticceria non avevo pensato, e poi è stato amore a prima vista!
    fatti i croissant??
    un abbraccio :)

    @cavoli :))
    le mandorle le ho prese al super, ma voglio telefonare ad un'azienda che mi ha segnalato marj in sicilia, se tutto va bene, se me le mandano, insomma, ordine ecc. metto il riferimento.

    @grazie marinella, questa non la sapevo :))

    @gemma, no non la conosco, pensi che si possa usare??

    @Annarita, verooooo ottima sistema di smaltimento !
    gli albumi meglio scongelarli a temp. amb. dici??

    @marjlet, sì, erano precisi gli ultimi 50 gr dei tuoi favolosi pistacchi di bronte :))
    un bacio

    @Elisabetta, la feci molto tempo fa così 25 gr di zucchero, 25 gr di acqua, fai uno sciroppo. e mescolati dopo a 50 gr di alcool. poi ci metti qualche bacca di vaniglia buona, non quella del super, puah!! le incidi, raschi i semini e butti dentro, poi quando adoperi le bacche, per la crema, ecc. non le buttare, le lavi bene, le fai asciugare e butti dentro.
    altrimenti c'è un procedimento da tuki, cilieginasullatorta.com lei la fa con la grappa, mi pare senza zucchero??!!?
    un bacio

    @Sandra, arghhhh !!

    a TUTTI, un bacio grande e grazie :))

    RispondiElimina
  63. Mia sorella a Roma ha appena trovato l'ostia...udite udite...in farmacia!!! Le vendono solo tonde ma di diverse dimensioni, e si riesce abbastanza facilmente a sovrapporle e tagliarle a forma di...torrone.
    Provate!

    RispondiElimina
  64. @araba, grazie, però forse meglio non lasciarle tonde perchè se sovrapponi, l'ostia l'una con l'altra, non appiccica. forse creando un rettangolo delle stesse dimensioni, ma va fatto prima altrimenti il torrone raffredda e non lo formi più ;-)

    RispondiElimina
  65. Grazie Paoletta, sei sempre preziosissima :-)

    RispondiElimina
  66. A me paice moltissimo iltorrone morbido!

    RispondiElimina
  67. Ciao Paoletta!
    sì, la stevia rebaudiana resiste ad alte temperature (non come l'aspartame farmaceutico). E' stata proibita fino a poco tempo fa a causa delle multinazionali dello zucchero, ma ora la piantina si trova. Secondo me si può usare, pensa, ne basterebbe una punta di cucchiaino! dovrei prima sperimentare, però....
    Gemma

    RispondiElimina
  68. ...mh, mi viene qualche dubbio sullo sciroppo. Si riuscirà a fare lo sciroppo con la stevia???
    gemma

    RispondiElimina
  69. grazie Paoletta, allora in bocca al lupo! Aspetto con curiosità =)

    RispondiElimina
  70. @gemma, io purtroppo non ti so aiutare :(

    RispondiElimina
  71. Ciao..una domanda stupida...immagino che i pistacchi siano quelli "naturali" nel senso non quelli che vendono al super di fianco alle noccioline..quelli hanno il sale :-) ..ma io non riesco a trovarli nella mia zona...come posso ovviare al problema...li lavo :-) ...poi li asciugo nel forno...;-)

    Arianna

    RispondiElimina
  72. @arianna, bella domanda invece! io non ci ho pensato perchè avevo quelli naturali di bronte. certo non trovarli senza sale è un bel problema, e non so se si puo' rimediare come dici. sai che puoi fare?? prova a farlo con una manciatina, così se va male non ne hai buttati troppi ;-)
    mi fai sapere??
    un bacio

    RispondiElimina
  73. Ho provato a cercarli in vari negozi, ma quelli al naturale non sono mai riuscita a trovarli...proverò a farlo con una manciatina...e naturalmente ti farò sapere!!! :-)
    una bacio
    Arianna

    RispondiElimina
  74. ciao Paola, sono già 2 olte che rifaccio il torrone ed è spettacolare!! grazie x la ricetta e x la spiegazione minuziosa!
    è buonissimo, profumato e ricco di ingredienti sani!! complimenti ancora..un abbraccio!

    RispondiElimina
  75. Ciao Paola.
    L'altro giorno io e due mie amiche ci siamo riunite e abbiamo fatto il tuo torrone.
    Facilissimo, non c'e' che dire...e buono da morire...ma mi spieghi? Non si e' seccato...nel senso che non e' solo morbido...proprio come quando lo abbiamo fatto....non si e' rappreso proprio...non si puo' tenere in mano!
    Ho sbagliato qualcosa? Ho fatto tutto come dice la ricetta ed e' venuto buono...ma questo problema c'e'.
    Ora spiegami prima che iniziamo la produzione natalizia!!!
    :o))))
    Grazie un bacio dal Canada

    RispondiElimina
  76. oh, ragazzi, dolcidelizie, o chi lo ha fatto... qualcuno dice ad Arianna che pistacchi ha usato, e se ha trovato quelli non salati e dove?? suvvia, datele na manooooo :))

    @Pia, mi sa che qualcosa è andato storto, o lo sciroppo non ha raggiunto i 145° circa o la montata non era pronta, ma era bella dura che si staccava dalle pareti?? e quando hai messo la frutta secca, hai mescolato ancora fino a far indurire il tutto??
    un bacio :)

    RispondiElimina
  77. Lo zucchero e' arrivato a 135....e l'impasto dopo a 145 ed e' venuto solo leggermente + scuro....infatti perche' lo zucchero imbrunisce sul fuoco.
    Nella ricetta devi montare gli albumi con il miele....insieme direttamente vero? Se si deve fare direttamente allora non so se si staccava dalle pareti, non te lo so dire....so che e' diventato spumoso e liscio...una crema bellissima.
    Quando ho messo la frutta secca ho continuato a girare sul fuoco, ma non si e' indurito nulla!
    Non in modo notevole voglio dire....
    Ma se monto i bianchi col mixer e poi li aggiungo al miele?
    Fammi capire che consistenza deve avere il miele e i binchi montati insieme sul fuoco....forse e' quello il passaggio sbagliato...
    Grazie per le spiegazioni...anche da parte delle mie amiche!!!
    :o)

    RispondiElimina
  78. @Pia, miele e albumi sì subito insieme. lo sciroppo va aggiunto dal fuoco, quando la massa sarà non solo spumosa ma si stacca dalle pareti.
    poi va aggiunto lo sciroppo, e subito dopo la frutta, ma a questo punto va mescolato ancora fino a farlo indurire.

    ti metto anche la ricetta originale della cucina italiana del 2004, magari è spiegato meglio di quanto abbia fatto io:

    Cucina italiana del 2004.
    Torrone morbido.

    Ingredienti: (dose per 12 persone)

    mandorle sgusciate con la buccia o pelate g 400 - miele millefiori o d'arancio g 100 - zucchero g 100 - pistacchi sgusciati con la buccia g 50 - albume g 40 - un'arancia - mezza bustina di vanillina - cialde di amido di mais (si trovano in farmacia) - sale
    Raccogliete le mandorle, qui quelle pelate, in una pirofila e tostatele in forno a 130 °C per qualche minuto. Spegnete poi il forno, mescolatevi i pistacchi e lasciate in caldo fino al momento dell'uso. Cuocete lo zucchero con g 30 di acqua portandolo a 135 °C (per un torrone più duro giungete a 145 °C). Quando questo comincia a bollire, montate l'albume con il miele e un pizzico di sale raccolti in una capiente ciotola immersa in un bagnomaria caldo con il fuoco al minimo. Versatevi a filo lo zucchero, appena avrà raggiunto 135 °C Montate ancora per qualche minuto, quindi incorporate le mandorle e i pistacchi, caldi. Alzate la fiamma e continuate a mescolare. Unite la scorza di arancia grattugiata, la vanillina e lavorate la massa finché non sarà compatta, simile a una palla, e le mandorle resteranno quasi "incollate" le une alle altre. Con due cucchiai umidi distribuite una porzione di composto su una cialda dentro uno stampo ad anello (ø cm 9,5), poi copritelo con una seconda cialda e livellatelo a due dita di spessore. Sformate il torrone e preparatene così altri cinque. Lasciateli raffreddare e, ancora tiepidi, tagliateli in due mezzelune.

    RispondiElimina
  79. ....ho capito tutto Paola!!!!
    Io non ho lasciato che il torrone si compattasse nella ciotola, dopo aver mischiato il tutto!!!!
    Ok ci riprovo e ti faccio sapere...ho tutti gli ingredienti...devo prendere solo le ostie...non ci crederai ma qua si trovano!!!!!
    :o))))))))))))))))

    RispondiElimina
  80. @Pia, perfetto, fammi sapere allora :))

    RispondiElimina
  81. HELP
    Cara Paoletta, ho cercato di fare il tuo torrone ma il composto albumi-miele a bm non si è montato!!! Come mai?
    Ho buttato via tutto, a parte la frutta secca che ora è ancora nel forno..
    Se riprovo domani, posso utilizza re la frutta secca facendola solo scaldare nel forno?Ciao e grazie Picci

    RispondiElimina
  82. io i pistacchi li ho presi all'ipermercato tosano..sono della marca Life e non sono salati..vi dico anche il prezzo..1,60 una conf da 100 gr!! pochissimo!!

    RispondiElimina
  83. ciao paoletta, è la prima volta che scrivo un commento anche se seguo con grande interesse il tuo blog, sei davvero bravissima! ho fatto ieri il tuo torrone e in effetti mi è sembrato abbastanza semplice, poi l'ho assaggiato ed è davvero squisito, ma ho qualche problema con la consistenza: non che non si sia proprio rappreso come è successo a pia, ma è davvero *molto* morbido e *molto* appiccicaticcio...suppongo dipenda dal fatto che anch'io, come pia, non ho lavorato abbastanza la massa dopo aver aggiunto lo sciroppo di zucchero e la frutta secca. vorrei però chiederti un consiglio: ho realizzato tanti piccoli torroncini avvolti in cellophane per alimenti e ovviamente si sono appiccicati con effetto estetico non proprio esaltante: se li metto in freezer magari si compattano un pò? grazie comunque per la bellissima ricetta!
    federica

    RispondiElimina
  84. @picci, ma hai messo albume a miele su un bagnomaria al fuoco??
    la frutta sì, puoi riutilizzarla, scaldandola un pochino, ma non troppo mi raccomando :)
    fammi sapere !

    @dolci delizie, grazie mille!!

    @federica, sì, li metterei in freezer almeno un'oretta prima di mangiarli.
    ma al taglio come si comportava il torrone??
    un bacio :)

    RispondiElimina
  85. cara paoletta, al taglio il torrone rimaneva sì "insieme", ma era, come dire, "sgranato", non compatto, e si attaccava alla lama del coltello, pur non disintegrandosi... inoltre la parte "torronosa" sembra quasi scomparire in mezzo alla grande quantità di frutta secca,infatti ora che ci riprovo penso di metterne di meno, che ne pensi di 350 grammi invece che 450? vorrei che si sentisse di più il meraviglioso sapore di miele e arancia (io ho messo solo la scorza di una stupenda, enorme arancia biologica, e non la vaniglia).
    per quanto riguarda il freezer, che ne pensi se ce li metto adesso e li tolgo il giorno di natale, qualche ora prima di andare al pranzo di famiglia? ;-)
    grazie ancora per la risposta rapida!

    RispondiElimina
  86. Ciao Paoletta, finalmente ho tutto il necessario per provare il tuo meraviglioso torrone..anche l'ostia!! Mi domandavo però..quanto viene grande alla fine? Prima di tagliarlo intendo? Giusto per sapere se l'ostia che ho preso (40x60) basta o se ne devo prenderne un'altra.. GRAZIE MILLE e Buon Natale!! :-)

    RispondiElimina
  87. @federica, penso che si possa mettere meno frutta secca, alla fine è questione di gusti ;)
    a me è piaciuto perchè molto ricco, ma per esempio oggi mia mamma a pranzo diceva che secondo lei c'era troppa, vedi tu!
    un abbraccio

    @Mel, dovrebbe bastare, se non sbaglio io ho ottenuto un rettangolino di circa 23x12 alto 4 cm. quindi dividi in due l'ostia.

    RispondiElimina
  88. Fatto!!! Buonissimo e bellissimo!! Così ho rimediato dei meravigliosi regalini post-natale! :-)

    RispondiElimina
  89. @mel, perfetto mi fa piacere davvero :)
    grazie mille!!

    RispondiElimina
  90. @paoletta: ho rifatto il tuo torrone seguendo meglio le istruzioni: è stato un successo stratosferico in famiglia e tra gli amici, non facevano altro che dire "il torrone più buono che abbia mai assaggiato!", eh eh eh e non sanno quanto è facile...devo dire che io sono avvantaggiata...mio marito è originario di Bronte, e a noi i meravigliosi pistacchi in casa non mancano mai ;-)
    appena finiti i miei biscotti speziati natalizi proverò i tuoi biscolatte, te lo dico qui anche se è OT, la foto è meravigliosa!
    un abbraccio e buon anno!
    federica

    RispondiElimina
  91. @Federica, mi fa un piacere immenso, credimi!!
    un abbraccio grande e buona anno :))

    RispondiElimina
  92. Ciao Paoletta, ho letto ora questa bella ricetta ma ho un dubbio: quando dici di mescolare (dopo aver aggiunto la frutta secca) fino quando il torrone si compatta, intendi con le fruste elettriche o con un cucchiaio?
    Grazie e buon anno
    Catia

    RispondiElimina
  93. @Catia, ciao!
    col cucchiaio di legno, maneggi bene fino a che il tutto sarà una bella palla compatta, 3 o 4 minuti circa, dipende :)
    importante è lo sciroppo, accertati che arrivi a 145°!

    RispondiElimina
  94. Ciao Paoletta, grazie della ricetta! Il tuo torrone è davvero buonissimo! A chi interessa ho trovato sia il termometro che i fogli di ostia su ebay! invece ho avuto problemi a reperire i pistacchi non salati, quindi ho preso quelli salati, ho tolto la maggior parte della pellicina, li ho lavati lavati lavati finche il sale non si sentiva più e poi li ho messi in forno ad asciugare!

    RispondiElimina
  95. @Daniela, grazie mille per tutte le info, e complimenti per il torrone ben riuscito:)))
    un bacio

    RispondiElimina
  96. ciao stavo gironzolando per il tuo magnifico blog...in verità più che gironzolando penso di essermi letta tutte le tue ricette nei dettagli e oltre ad essere bravissima sei anche simpaticissima!!=) e poi hai fatto di tutto...dal dolce al salato dalle preparazioni più semplici alle più difficili, complicate e temute!!e le spieghi tutte nel tuo blog con grande semplicità...complimenti!!=)
    dopo una lunga indecisione su cosa iniziare a sperimentare delle tue magnifiche preparazioni mi sono decisa...inizio col torrone!!
    però ho un paio di domandine da farti...
    1° ma se riesco a trovare un aiutante che mi mette prima lo sciroppo e poi la frutta secca nell'albume montato, io praticamente non spengo le fruste elettriche dall'inizio quando monto albume e miele alla fine quando mettiamo la frutta secca giusto? dimmi se sbaglio...!
    2°il torrone fatto in casa secondo te quanto dura...? e se lo regalo per natale devo dire ai mei amici di metterlo in frigorifero o fuori dalla finestra se non lo mangiano subito?
    3°i miei l'anno scorso per natale mi hanno regalato un termometro....si, da forno!!=( ho provato a usarlo per creme o cioccolato ma non riesce a prendermi le temperature, quindi ora dovrò comprarlo, tu quale termometro hai...?sapresti consigliarmi? io non me ne intendo per niente... digitale o no? ma ce n'è uno che va bene sia per temperatue basse come il cioccolato che per temperature alte come il caramello secondo te...? una marca da cnsigliarmi...?scusa l'interrogatorio ma ho tanta voglia di iniziare!!=)

    ps:come ti capisco per le risp. di tuo figlio...mi hai fatto un sacco ridere succede sempre la stessa cosa anche a me con mio fratello....u g u a l e !!!=)

    grazie mille per le tue stupende ricette!!=)

    a presto buon pomeriggio vale

    ps.se puoi mi risp o qui o da me?

    grazie ancora!=)

    RispondiElimina
  97. torrone fattoooooo!!=) è venuto perfetto!!=)
    GRAZIEEEEEEEEEEEEEE!!
    appena riesco lo pubblico sul mio blog ovviamente citandoti e ringraziandoti!!!=)
    poi se ti va passa a trovarmi!!!=D
    grazie ancora buona giornata vale

    RispondiElimina
  98. Nella vana speranza di utilizzare gli albumi avanzati nel fare i panettoni ( ne ho ancora....quindi stringozzi ), ho pensato che fosse ora di provare a realizzare il torrone...avevo un pochino di timore ma alla fine è andata benissimo !!! Mi sono fatta aiutare dal maritino...pensa che alla fine voleva pure aiutarmi a dargli la forma finale e per poco non me lo faceva diventare piatto '_' ...l'ho fermato in tempo!!!
    Buonissimo e rapido da fare ...più di così !!!
    Baci Lucy
    PS: non mi mandare a stendere ...ma con che cosa li hai confezionati...e come e quanto si conservano ??

    RispondiElimina
  99. complimenti che spettacolo! vorrei fare anche io il torrone tenero, ma quello della mia zona di tradizione si fa con le ostie, nessuno sa dove poterle comprare? oppure la ricetta?

    RispondiElimina
  100. Spettacolo!!! che meraviglia adoro il torrone morbido. Che bello voglio provarlo :D

    RispondiElimina
  101. Provato ieri sera......M E R A V I G L I O S O!!!!

    RispondiElimina
  102. Scusa quindi uno di quegli stampi usa e getta da 4 pz può andare bene?

    RispondiElimina
  103. Fatto per riciclare gli albumi del panettone (che di meringhe non se ne può più....). Ditemi perchè è rimasto così morbido, anzi proprio molle.... :-( Però il sapore è ottimo....

    RispondiElimina
  104. Non ho capito se dopo aver aggiunto la frutta secca bisogna togliere dal fuoco o continuare a lavorare a bagnomaria. Grazie!

    RispondiElimina