lunedì 21 dicembre 2009

Il Pandorlato®

Vi ho sentito, ehehe, dite la verità! avete pensato... ma che s'è inventata, mo, questa?? Nulla in realtà, nulla che non ci fosse già in giro, vabbè, in giro, se seee da lui! Lo avevo assaggiato a Napoli, era sublime, mi si è insinuato in mente, un tarlo leggero, etere e profumatissimo, ma lo volevo Natalizio, insomma, conciato per le Feste, e allora...
Il Pandorlato

... allora l'ho modificato un pochino, le mandorle invece degli amaretti, il profumo dell'arancia al posto del limone poi il Cointreau che ha sostituito l'amaretto di Saronno. E il panbabà di Adriano, è diventato un pane che profuma di Natale!
Poi, stamani, mia figlia lo assaggia, al primo morso mi fa, mamma profuma di pandoro! ah, ecco cos'era che mi ricordava, ho pensato...

e pensavo... un panbabà, al lieve sapore di pandoro, arricchito di mandorle, eccoooooo sì, ho trovato anche il nomeeeeeeee!!
Il Pandorlato, vero che è carino? :)

Insomma, e poi Natale eccolo, non avete fatto il panettone perchè non avete il lievito madre?? non avete fatto il pandoro (il suo, ovviamente) perchè vi spaventa? non avete più tempo??
Be', allora la soluzione, eccola, fate il pandorlato si fa in un solo giorno! ... unica difficoltà? è tosto da incordare, quindi ci vuole una planetaria, ma ce l'ho fatta io con quel catorcio della mia, quindi forza al lavoro chè a Natale manca poco, lo trovate un giorno?? ;-)

devo trovare un nome !?!?!!


IL PANDORLATO®, ovvero il panbabà di Adriano conciato per le Feste!

Ingredienti:
280gr farina W 350
(ho usato la rieper gialla, in alternativa manitoba del supermercato)
80gr latte intero
90gr zucchero
110gr burro
180gr uova intere
(3 uova)
8gr lievito di birra fresco
5gr sale
zeste grattugiata di 1 arancia
2 cucchiai di cointreau
1 cucchiaino miele d’acacia
1 manciata di mandorle con la pelle

Al mattino verso le 8:
note: io ho iniziato al mattino e infornato la sera, ma è possibile il contrario.
Mescoliamo il latte intiepidito con il lievito, il miele e 70gr di farina, copriamo.
Dopo una mezz’ora (deve gonfiare) uniamo gli albumi, il resto della farina e mescoliamo, con la foglia, a vel. 1 (ken). Uniamo il sale, il liquore e portiamo lentamente a vel. 2, incordiamo (ci vorranno 5 – 10 minuti).

Riduciamo a vel. 1,5 ed uniamo un tuorlo, alla ripresa dell’incordatura aggiungiamo un altro tuorlo e metà dello zucchero, riprendiamo l’incordatura ed uniamo l’ultimo tuorlo con tutto lo zucchero, incordiamo.

Serriamo l’incordatura ed uniamo, un cucchiaino alla volta, 40gr di burro fuso freddo, portiamo a 1,5, incordiamo ed aggiungiamo il burro rimanente morbido a pezzetti, insieme alla buccia di arancia, incordiamo.
Dovrà presentarsi lucido e ben legato.

note: io ho faticato un po' ad incordare, alla fine, dopo il burro morbido, ho aggiunto 15 gr di farina (ho usato la rieper gialla, credo sia ottima anche la Lo Conte).

Poniamo in un recipiente da frigo, sigilliamo e, dopo 40/50 minuti (assicurarsi che parta la lievitazione), poniamo in frigo in una zona sui 6 – 7° per circa 6/8 ore.

note: con questo freddo io in frigo non avevo oltre 5°, ho misurato la temperatura sul pianerottolo fuori della porta di casa, avrà riso il condominio, ma chissenè, erano 8/9° precisi, e lì l'ho lasciato!

Tiriamo fuori dal frigo (
o dal pianerottolo ;-)) e, dopo 30' minuti, rovesciamo sul tavolo infarinato e diamo le pieghe del tipo 2, dovremo ottenere una massa compatta.

Con la chiusura sotto arrotondiamo e trasferiamo in uno stampo da panettone da 750 gr. 16x11 cm. Copriamo con pellicola e poniamo in forno spento, lampadina accesa fino a che non arriva ad un dito e mezzo sotto il bordo dello stampo.

note: a me ci sono volute circa 3 ore, ma leggevo in giro che a qualcuno ce ne ha messe meno di 2, ad altri anche 5 ore, per cui controllate!

Pennelliamo delicatamente con albume leggermente battuto e spolveriamo prima con zucchero a granella, poi decoriamo delicatamente con le mandorle a piacere, infine spolveriamo con zucchero a velo.
Quando quest'ultimo sarà assorbito spolveriamo ancora con zucchero a velo, e inforniamo a 180° per circa 30 minuti, su placca del forno, posizionata su grata bassa, perchè cresce molto.
Controlliamo di frequente che lo zucchero non bruci, casomai copriamo con carta stagnola. Sforniamo e poniamo su una gratella fino al raffreddamento.

note: nel mio forno 180° sono pochi, io ho infornato prima a 210° poi ho abbassato a 190°, ma ognuno conosce le caratteristiche del proprio, per cui regolatevi.

piesse: Elvira ha detto che devo registrare il nome e io l'ho fatto, ahahaha!! il Pandorlato®

102 commenti:

  1. Ciao Paoletta, è la prima volta che ti scrivo ma ti seguo da circa un anno....cercavo la ricetta dei croissants che oramai preparo spesso e devo dire che ogni volta che realizzo qualche tua ricetta è un successo.Complimenti e soprattutto continua così...grazie, aspetto con ansia qualche altra ricetta di brioche per la colazione(ho già fatto i corissants,i cornetti e le veneziane)....siamo golosi.Buone feste.Lucy71

    RispondiElimina
  2. Meraviglia! Io non ho il lievito madre e potrei provare questo, ho provato i croissants e sono stati un successo, con le tue ricette non si sbaglia.
    Grazie sempre!
    Francesca

    RispondiElimina
  3. Paoletta...mancano solo 5 giorni al Natale..e mo come faccio..devo farlo la notte si si..questo nn me lo faccio scappare..anche perchè mio figlio nn ama i canditi perciò è ideale..Baci Maddy
    P.s. alle 22.00 preparo il 1° impasto del panettone..speriamo bene(il LM si è comportato bene..speriamo che nn mi abbandona ora)

    RispondiElimina
  4. Mi fai venire voglia di mettere le mani in pasta, ma per quest'anno passo: l'anno prossimo, sono decisa, mi cimento e con le tue indicazioni spero di riuscire ...

    RispondiElimina
  5. complimenti è fantastico questo pandorlato !

    RispondiElimina
  6. che meravigliaaaaaaaaaa! e il nome! carinissimo! :)

    RispondiElimina
  7. Que maravilla. Aquí en España no conocía este dulce. Creo que pronto intentare hacerlo . Gracias.

    RispondiElimina
  8. ciao paoletta...è stupensidissimo e come hai detto tu siccome non ho pm per il panettone,il pandoro mi spaventa un po potrei fare questo...ma il problema è la planetaria che non ho...vabene il frullino o la mdp???spero di si...ma dura un pochetto???grazie mille ciao un bacio

    RispondiElimina
  9. mmhh,ho già fatto pandoro e pandorini,ma mi hai fatto venire una vogliaaa.....è che ormai sono a posto,averlo visto ptima,mi piace anche di più come presentazione!senti,dimmi per favore e non ridere della mia ignoranza,cosa significa "serrare l'incordatura"??sul mio blog ho messo i panini all'olio fatti a roselline da mettere in tavola a natale...bellini e taaanto buoni!!

    RispondiElimina
  10. Paoletta sei una geniale fonte inesauribile!!
    ti abbraccio

    paola c.

    RispondiElimina
  11. Peccato che una super paziente come te non si sia ancora cimentata nel mio contest :)
    Comunque bravissima, mi sembra di sentirne il sapore, oltre che il profumo

    RispondiElimina
  12. ecco il mitico dolce senza nome!!magnifico!!

    RispondiElimina
  13. Ciao Paoletta,
    ogni volta che entro nel tuo blog trovo sempre una piacevole sorpresa, ma questa poi.....il Pandorlato...., ci vuole una mente eccezionale solo per pensarlo, figuriamoci a crearlo.
    Comunque mi unisco al coro dei complimenti ed auguro a te e famiglia Buone Feste.

    Nadia

    P.S.: Mai pensato all'idea di creare una newsletter alla quale ci si possa iscrivere?

    RispondiElimina
  14. ecco, questa è la ricetta per me e per tutti i magnaccia della mia famiglia che non aspettano altro che stroncare le mie velleità pasticcère! :D mo'li sorprendo :)

    RispondiElimina
  15. E lo hai conciato proprio per bene! Complimenti!

    ;)

    RispondiElimina
  16. è uno splendore, ce ne vorrebbe un fettino proprio ora (adoro poi il profumoo del pandoro)

    RispondiElimina
  17. Che bontà! Uffi, io non ho nemmeno una cosa simile a una planetaria....mi sa che mi tocca mangiare con gli occhi il tuo!

    RispondiElimina
  18. Io non appena l'ho visto, che ancora non aveva un nome ho subito pensato a qualcosa che avesse a che fare con un pandoro...

    Nome azzeccatissimo, e dev'essere anche dilusso!

    RispondiElimina
  19. Fantastico!
    Domanda 1: secondo te posso impastare con la macchina del pane? Sono reduce da 3 panettoni incordati a mano e ho i muscoli doloranti! :-/
    Domanda 2: Cosa vuol dire "serriamo l'incordatura"? Cosa devo fare?

    Grazie Grazie (ho tempo solo mercoledì... aiutooo)

    RispondiElimina
  20. Mi fai venire voglia di fare questa cosa.....paura paurissima! ma ci provo che è splendida!

    RispondiElimina
  21. anche io ho il terrore del lievito madre e poi ho poco anzi pochissimo tempo!!
    Posso ripiegare su questo....sono sicura che potrebbe essere un successo..ora vado a leggerlo per bene!!
    Castagna

    RispondiElimina
  22. Quelli del pianerottolo ti avranno preso davvero per pazza ma, con risultati del genere, i pazzi sono loro a non provare! ;)
    Complimenti per il nome...originalissimo!

    RispondiElimina
  23. Il PANDORLATO!!
    Hai fatto proprio bene a registrarlo! Anche solo il nome mi ispira tanto!!
    Io stamani tra le 6.45 e le 8.15 ho acceso il forno e infornato i tuoi 2 panettoni.. ma che tristezza... non mi hanno mica fatto la tua bella cupoletta... :-((
    Ora sono infilzati a testa in giu' attaccati allo stendino (opera ingegneristica inventata da Leo, che non ce la faceva a vedermi cosi' disperata, stamani...)
    Chissa' se almeno (apparte la forma) mi sono venuti buoni..

    Secondo te dove ho sbagliato??

    RispondiElimina
  24. Anche io mi unisco a chi chiede se si può fare con la mdp.. e se devo essere sincera, non ne capisco proprio niente di INCORDATURE!! E poi... dici che metterlo nello stampo del pandoro?? No???
    Già ti avevo scritto per i cornetti del bar... e mi giuriai che li avrei provati... mannaggia al tempo, non ce n'è mai abbastanza!! Questo pandorlato però...... Paoletta, facci sapere se anche noi orfani di planetaria possiamo cimentarci!!
    TANTI AUGURI, Mel

    RispondiElimina
  25. e allora su quale altro post se non su un dolce di natale paolettastyle , farti gli auguri di buon natale??

    RispondiElimina
  26. eccomi, allora per chi chiede se si può fare con la mdp, la risposta è purtroppo NO :(
    la mdp non incorda e l'impasto, se non incorda rimane liquido o quasi. un impasto incordato significa che si tende come una corda elastica.

    non avendo la planetaria, è possibile provare ad usare un frullino, montando le fruste che stanno a terra, come questo della foto http://www.annacacace.com/public/imgprodotti/sbattitore%20m1000.jpg

    per capire come deve essere un impasto incordato, guardate il video di Piero qui http://aniceecannella.blogspot.com/2009/06/dunque-piero-o-pieruccio-come-lo-chiamo.html

    un impasto incordato è appunto come una corda, ma elastica, se lo tiri non si spezza, o perlomeno non si spezza subito, e se lo prendi tra le dita fa come un velo sottile.

    serrare l'incordatura vuol dire che deve essere bella forte, non solo iniziale.
    spero di essermi spiegata bene :))


    per chi ha chiesto se dura, sì!! io ho una fetta ancora reduce di 3 gg fa, morbidissima e profumata!!


    @gaia, a che punto della lievitazione li hai infornati?? uno alla volta, verooooo???!!



    un bacio a TUTTI, e grazie, se lo fate fatemi sapere :))))

    RispondiElimina
  27. Mi lasci senza parole... come sempre, si vabbè, ma senza parole resta!
    Sei favolosa!
    mi spiace essere ripetitiva, nei miei commenti e come leggo anche in quelli di tutti gli altri.
    Ma è così, che ci posso fare?
    Vorrà dire che il giorno che riuscirò a conoscerti proverò parole nuove!
    nasinasi

    RispondiElimina
  28. ooooooooppppps
    no, li ho infornati insieme..

    eppoi, dopo la tua lezione sull'incordatura mi sa tanto che non avessi incordato..
    infatti, gia' ieri, al momento della pirlatura, non mi è venuta per niente. era tutto appiccicaticcio...
    che nervoso...

    Dice che e' da buttare o se po' magna'??
    stasera ti mando una foto, va..

    RispondiElimina
  29. Strepitooooooso!
    Grandissima... davvero complimenti!

    RispondiElimina
  30. ah ah ah!!!non ci credo!!! ma sei troppo forte!!! immagino le facce attonite dei dirimpettai mentre tu sbirciavi la lievitazione del tuo pandorlato!!! ah ah ah! grandiosa!!! ma attenta che magari ti tacciano di stregoneria!!!

    RispondiElimina
  31. sei un genio!!!
    lo faccio, lo faccio.... :)

    RispondiElimina
  32. Oh mamma.. quest'anno volevo provare a fare il pandoro... ma questo mi attira moooolto di più!!! Solo che a me le mandorle non piacciono moltissimo... mentre gli amaretti (che poi sempre di mandorle sono... ma che te devo di... mi piacciono di più!!)... come sostituisco?? Li sbriciolo direttamente sopra?? Ti faccio mille e mille auguri di Buone Feste e ti lascio augurandoti di avere sempre delle idee meravigliose come questa da proporci durante il prossimo anno!!! Buon Natale!!!

    RispondiElimina
  33. Da provare per forza...magari dopo il panettone di Adriano!!!Bravissima ma chetelodicoafà!!! ;-)

    RispondiElimina
  34. Sono senza parole. Ci provo ci provo ci provo! Grazie grazie grazie. Kat

    RispondiElimina
  35. No, guarda, solo per il nome, merita di essere fatto! Non ho il cointreau - in effetti in questa casa i liquori latitano :-( - ma forse posso sopperire con della grappa aromatizzata con scorzette di arancio?

    RispondiElimina
  36. Bello, veramente bello... mi sembra di sentirne il profumo!
    Brava!

    RispondiElimina
  37. Paoletta..mi sa tanto,come Gaia, che anche i miei panettoni nn sono venuti bene..e pure mi sempra di aver incordato bene..le 6 fasi di lavorazione dell'impasto sono durati un ora e mezzo..ma dopo mezzora di riposo nn sono riuscita a fare la tecnica pirlatura..era troppo appiccicoso..adesso stanno nel forno spento a lievitare..speriamo bene..dopo tanto lavoro sarebbe un peccato se nn è buono.

    Baci Maddy

    RispondiElimina
  38. ETTEPAREVA!! Sta planetaria mi sa che deve proprio essere comprata!! Va bè, proverò col frullino... sempre che trovi il tempo!! Ti saprò dire!! Grazie mille dei consigli!!

    RispondiElimina
  39. Mamma mia Paoletta che splendore....si sente fin qui....profuma di buono! Angela.

    RispondiElimina
  40. @gaietta, eh se non hai incordato, ehmm forse è per questo che non è venuta la cupola, l'impasto non aveva struttura. mo speriamo che sia bellino dentro e soprattutto buono :)
    ma perchè non mi hai chiesto prima, e quante volte su gennarino e ne parlava?? mannaggia ate grrrrrr!!
    in quanto a infornarli insieme, io non lo ho scritto, ma manco per le brioscine si fa :))
    vabbè, dai, fammi sapere... e tieni conto che io l'anno scorso nemmeno infornai, e per ben due volte!!
    p.s. aspetto la fotina!!

    @Stefania, per gli amaretti basta che li sbricioli al posto delle mandorle ;-)

    @Sandra, gran marnier??
    per la grappa boh, io non mi intendo, ma non è molto più forte del cointreau?? se ho detto na cavolata vado a nascondermi, insomma il senso è che non vorrei scaldasse l'impasto !

    @maddy, per la pirlatura, è normale che l'impasto sia molto appiccicoso, ed è anche un'operazione non facile... non è mica che a me sia riuscita perfettamente, non credere!!
    hai fatto come nel video, mani unte e piano liscio??
    quanto tempo è che sta nei pirottini??
    mi raccomando inforna 1 alla volta!!!!!!!!!!!!
    speriamo sia buono dai, e cmq come dicevo a gaia, io lo scorso anno due volte ci ho provato e manco un panettone ho assaggiato :((

    @Mel, prova, altrimenti ci sono anche planetarie come la mia, a 99 euro che vanno molto bene ;-)


    un bacio a tutti gli altri!!

    RispondiElimina
  41. ho scritto la letterina a Babbo Natale...voglio un principe... di nome: KENNNNNNNN!!!
    se mi ascoltera' giuro che sara' la prima cosa che farò ;)

    RispondiElimina
  42. Carissima Paoletta...ogni tua ricetta, foto, è una vera e propria cura per l'animo! Mi sembra di sentire il profumo, di avvertirne la delicatezza sul palato, di riconoscere, ad ogni morso, un aroma diverso... Grazie per permetterci di sognare e per condividere con noi le tue meravigliose sperimentazioni. Tanti auguri di buone Feste e te e ai tuoi cari. Un abbraccio *m*

    RispondiElimina
  43. No no nn mi arrendo...poi sbagliando s'impara no??
    Nei pirottini stanno dalle 14.30 e per adesso nn danno segni di vita...ma anche a te hanno messo tanto ..18 ore ho letto no?? Poi il 1° impasto di ieri sera e cresciuto cosi tanto che nn penso che adesso nn cresca..forse è un pò stanco e ci mette un pò di più..hihi
    Domani mattina mi butto sul Pandorlato...mi attira tantissimo..speriamo che mio marito nn mi butta a me..hihi
    Baci Maddy

    RispondiElimina
  44. @letyna, vojo il ken anche ioooooo :))
    uffa!!
    smack, non vedo l'ora che ti arrivi :))

    @marta, un bacio sei dolcissima, e tanti cari auguri anche a te :))

    @maddy, se il 1 impasto è cresciuto molto, il tutto promette bene, è triplicato??
    ora devi solo attendere, purtroppo la ricetta dice 5/6 ore ma io ho letto che a quasi tutti ci ha messo oltre le 12 ore °_°
    fammi sapere :))
    un bacio!

    RispondiElimina
  45. ciao paoletta! domandina... e se aggiungo all'impasto dei pezzettini di cioccolato? fattibile secondo te? grazie e buon natale! Sabina

    RispondiElimina
  46. Ciao!! Ma è una meraviglia!! faremmo qualsiasi cosa per una fetta! sembra sublime e decisamente splendido da presentare!
    bravissima come sempre!
    baci baci

    RispondiElimina
  47. Dicendo che si fa tutto in un giorno mi hai convinto! E poi le tue descrizioni sono così dettagliate e precise che mi accompagni negli esperimenti in modo impeccabile!
    Candidi auguri :-)

    RispondiElimina
  48. SOS Paoletta..i Panettoni stamattina li ho trovato cresciuti un 3/4...adesso sono passati più di 18 ore...che dici aspetto ancora che raggiungono quasi il bordo..o c'è un limite massimo per farli crescere...nn so che fare..aiutooo!
    Scusa se ti rompo!!
    Baci Maddy

    RispondiElimina
  49. @maddy, a quante dita sono sotto il bordo, ed esattamente quante ore sono passate?

    certo che sarebbe stato meglio parlarne sul post del panettone, dopo quasi quasi incollo, magari è utile ad altri!

    RispondiElimina
  50. Paoletta.. emmh scusa hai ragione stiamo parlano del Panettone..!
    Mancano 3 dita sotto il bordo...ora lievita esattamente 20 ore..)

    RispondiElimina
  51. @maddy, io infornerei, vedi tu la temperatura, Zoia dice a 175° nel mio forno sono pochi. Tu regolati secondo il tuo, Adriano per esempio, cuoce a 200° casomai quando è bello colorito copri con alluminio e aspetta che sia ben cotto al centro, prova stecco lungo.

    RispondiElimina
  52. p.s. dimenticavo, che farina hai usato??

    @twostella, tanti cari auguri anche a te :)

    @sabina, io la farei esattamente così, ho timore che il cioccolato appesantisca l'impasto, poi magari viene bene, ma io non ho provato e non garantisco ;-)
    un bacio

    RispondiElimina
  53. Paoletta..li ho infornati ..speriamo bene...
    ho usato la farina manitoba divella..
    grazie per la tua disponibilità..sei un tesoro..!!
    Baci Maddy

    RispondiElimina
  54. Cara paola,mi sono messa in una situazione più grande di me.Sto facendo il Pandorlato.Stamani l'ho rimpastato;ora é nel forno da tre ore e non lievita.Puoi dirmi siccome devo uscire come posso fare per non buttare tutto?Aspetto forse risposta in tempo altrimenti...BUON NATALE Lisa:

    RispondiElimina
  55. @Lisa, scusami che significa lo hai rimpastato, mo è in forno?? da 3 ore?
    ma hai seguito la procedura corretta?

    RispondiElimina
  56. grande Paoletta, pensa che io dicevo sul serio, ma non avevo e non ho la minima idea di come si faccia a registrare un marchio!! In un solo giorno questa meraviglia, dici???? MArooo come sono tentataaaa!!

    RispondiElimina
  57. Paole' però non è giusto!!! te ne esci con questo, io che ho appena fatto il panettone agli amaretti, buahhuahuahhh!! :-((
    mi sa che a capodanno ce provo, però...;-D
    baciotti e auguri dolcissimi!

    RispondiElimina
  58. Paoletta stasera voglio impastare il Pandorlato..se lo metto nel frigo dalle 23.00 alle 7.00 del mattino sono troppe ore? Grazie.
    Aprofitto per farti i miei più sinceri auguri di buon Natale a te e alla tua famiglia.
    Baci Maddy

    RispondiElimina
  59. @Anto, a capodanno direi che è perfetto!
    tanti auguri anche a te :))

    @maddy, dico che va benissimo!
    una sola raccomandazione, incorda bene ;-)
    casomai guarda i video qui nel blog, dello zio piero, si capisce quando e com'è un impasto incordato!
    in ogni caso all'inizio sarà tipo una crema o poco più, man mano che incorda che impasti, assumerà sempre più l'aspetto di una corda tesa ed elastica, se tiri l'impasto fa il "velo".
    tanti cari auguri anche a te :)

    RispondiElimina
  60. Carissima Paoletta,

    Sono Marcie, brasiliana, pero
    capisco um poco di italiano, non lo
    so scrivere, pero capisco.

    Il tuo Pandorlato e stato un grande
    regalo per tutti noi.
    Congratulation!!!!!!!!!!!!!!
    I love so much all recipe that you make.
    You're amazing.

    Tanti auguri!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  61. Ciao Paoletta,

    Marcie again.........
    A mean, I love so much all recipe
    that you making.
    Excellent job.......

    Kind Regards.

    Marcie

    RispondiElimina
  62. Daniela, Windsor23 dicembre 2009 16:57

    Fatto, buonissimo, super straripato, mi e' collassato dopo 10 minuti di cottura... quindi e' di uno sformato unico ma BUONO, BUONO E BUONO. BUONISSIMO. Grazie, ricetta fantastica.

    RispondiElimina
  63. @marcie, grazie scrivi benissimo :))
    Tanti auguri anche a te!!

    @Daniela, forse era da infornare un poco prima?? almeno credo!
    cmq l'importante è che vi sia piaciuto, poi si aggiusta il tiro ;-)
    un abbraccio

    RispondiElimina
  64. Paoletta, il Pandorlato è stato un successone..nessuno ci credeva che lo avevo fatto io..adesso voglio rifarlo per Capodanno..ho dei stampi da 100gr. se io divido l'impasto in questi stampi li posso cuocere insieme o e meglio di no?
    Grazie un bacio Maddy

    RispondiElimina
  65. @Maddy, che piacere ))
    penso di sì, puoi cuocerli insieme, poggiali in una teglia grande se usi i pirottini di carta, e poi fammi sapere, ci tengo :))
    un abbraccio e buon anno!!

    RispondiElimina
  66. Paoletta grazie, gentile come sempre!Ti farò sapere senzaltro!
    Auguro anche a te un felice anno nuovo. Un abbraccio Maddy

    RispondiElimina
  67. Ciao Paoletta...i mini pandorlati sono venuti una delizia.. troppo carini! Li ho cotti prima 4 e poi tre ( sono usciti in totale 7 ) naturalemente sono stati in forno un pò meno rispetto al pandorlato grande.
    L'anno prossimo li farò come regalini per i miei clienti!
    Baci e buona notte

    RispondiElimina
  68. Cara Paoletta,

    ho provato a fare il pandorlato, ed ora l'impasto sta riposandolo sul... pianerottolo (fico!!!).
    Ho appena preso il Kenwood Prospero,è il secondo impasto che faccio ed ho evidenti problemi di relazione con l'incordatura (che non so se c'è o meno).
    In pratica, la pasta è molto elastica, se tesa tra le dita non si spezza, ma rimane in parte spatarrata lungo i bordi. Ma per quanto tempo occorre mantenere in funzione l'aggeggio perchè incordi? Esistono riti apotropaici, preghiere woodoo perchè il tutto - ancorchè non incordato - riesca?
    Saluti e complimenti, ingrasso solo al leggere il blog!
    Lorenza

    RispondiElimina
  69. Ciao paoletta...fatto. Si sta raffreddando ed ha un profumo squisito. Anch'io ho usato la Rieper gialla, e anch'io ho fatto un po' fatica ad incordare. Li ho lasciati 40' perchè a 30' non superavano la prova stecchino, ma magari è questione di forno. Tra un po' mi piacerebbe provare con altra farina...Sempre grazie, un bacio! Anto61

    RispondiElimina
  70. Rispondo a Lorenza:
    Ho anch'io un kenwood prospero...e vero fatica parecchio con l'incordatura(secondo me la ciotola e troppo larga)..ma se guardi il video di zio piero si capisce bene come deve essere l'impasto...usa prima il gancio a k e poi l'altro... aiuta parecchio!
    ciao maddy

    RispondiElimina
  71. Paola,sei GRANDE!!!!!

    RispondiElimina
  72. @maddy, i mini pandorlati, idea deliziosissima :))

    @lorenza, ahahahahaha :))
    m'hai fatto mori'!! in effetti se ti inginocchi, lo preghi a mani giunte e aspetti, lui intanto s'incorda ;)
    ci vuole un pochetto, eh?? perchè è un impasto ricco di burro, uova, grasso insomma... almeno 25 minuti buoni tra tutto, se non 30'.
    ci vuole pazienza o tu o lui ^_^
    comunque, dalla tua descrizione, dovrebbe essere incordato, prova a dare un'occhiata al video e alla foto che ho messo nel post di oggi!

    @Anto, lo hai fatto :)))
    sì, in effetti anche a me ci ha messo 35', dipende dal forno!
    mi fai sapere com'è??
    un bacio :)

    @anonimo, macchè so' piccina, piccina e non di età, sigh!
    te chi sei, invece?? :)

    RispondiElimina
  73. Paole'...ma che buono! quasi quasi faccio un paio di foto e le metto su flickr, così te lo faccio vedere (sì sì lo so, anche la fetta! ;-D). Smackissimi! :-*

    RispondiElimina
  74. @anto, sììììì magari, grazie :)))
    smack!

    RispondiElimina
  75. ma ci credi che alla vigilia di capodanno m'è presa questa voglia di Pandorlato.. alla quale non ho saputo resistere! non sono stata fedelissima al tuo modus operandi (volevo che fosse pronto x tempo, quindi ho adattato qualche passaggio ai miei tempi..), quindi è sicuramente migliorabile, ma ... ammazza che bbono!!!!
    lo rifarò con tutti i crismi e documenterò!
    grazie carissima e tanti auguri di buon anno

    RispondiElimina
  76. Ciao Paoletta!
    Il problema erano proprio foto e video, nel senso che il "mio" incordamento non era come quello ufficiale. Nel senso che la pasta intorno al gancio somigliava proprio a quella del video, ma ce n'era una parte abbondante che rimaneva appiccicata ai bordi della ciotola, nonostante i graziosi, elastici, filamenti che collegavano la pasta incordata a quella spatarrata! (@Maddy, credo tu abbia ragione circa la ciotola di Prospero)
    Comunque, credo che si sia almeno ufficiosamente incordata, perchè il pandorlato era (nota il tempo verbale...) strabuono, morbido, con tanti bei buchini regolari, solo un po' affossato nel mezzo. Oltre che DISTRUTTO dalle modalità un po'... bucoliche con cui lo abbiamo tirato fuori dalla tortiera. Io non ho fatto il Pandorlato,Paoletta. Ho fatto il Pandorlato Ricomposto, o Futurista, degno di un blog di cucina horror (ma buono, ma buono...)
    Lorenza

    RispondiElimina
  77. @ Paoletta:

    Ehm... nel delirio dimenticavo di chiederti: ma 25' - 30' per ogni fase di incordamento???? In sostanza, accendo l'aggeggio e me lo dimentico finchè non incorda (me lo sognerò stanotte, lo sento....)
    Lorenza

    RispondiElimina
  78. fatto e postato.
    grazie per la ricetta.. è magnifico!

    RispondiElimina
  79. @Alem, visto! magnifico pandorlato e post esilarante, grazie :)
    un bacio

    RispondiElimina
  80. @Valeria, se è venuto già buono, pensa come potrà esserlo con tutti i crismi ;-)

    @Lorenza, sei simpaticissima :))
    30' tutte le incordature sommate! sei sicura di aver messo tutta la farina nella prima fase cogli albumi?
    mi diceva Adriano, poco fa al tel. che per es. in quella fase se non si mette farina a sufficienza, non incorderà mai!
    altra cosa importante, che farina hai usato??
    con la manitoba spadoni, per es. non verrà mai! non ha abbastanza forza!

    RispondiElimina
  81. E rieccomi!

    Ho usato la farina Lo Conte, ed ho visto su Gennarino (dove mi iscriverò, quando troverò il coraggio: non posso invaderti il blog, devo dare il tormento anche agli altri maestri!!!) che non è poi così scrausa! Ne ho messi tutti i 210 gr. che avanzano dopo la biga (si dice biga?), quindi le dosi sono giuste, credo. A posteriori, però, credo di aver mancato la prima incordatura, e da lì tutto è (s)venuto di conseguenza. Ieri infatti ho fatto il Pan Babà (WOW! Chapeau!) è lì ho incordato di sicuro, anche se alla fine, all'aggiunta dei tuorli e del burro, è stato difficile mantenerla - e infatti un po' si è spanata... Comunque la differenza si è vista: la mollica era ancora più soffice e, come dire, elastica (e buona, buona...). Grazie, comunque! Sto imparando molto e mi piace tanto.
    Lorenza

    RispondiElimina
  82. @Lorenza, vedi, ci vuole un po' di mano, e la seconda volta è andata molto meglio :)
    se poi la mollica era soffice, leggera e soprattutto elastica, direi perfetto! brava, mi fa davvero piacere... dai vieni su gennarino (che coraggio ci vuole??), presentati, e fatti riconoscere da me così ti accolgo a braccia aperte, mi piace la gente che non demorde ;-)
    un abbraccio grande :)

    piesse: hai una foto??

    RispondiElimina
  83. Ciao!

    Foto forse ne avrò domani (eheheh.. lotta dura all'incordatura), perchè stasera riaccendo l'aggeggio! poi mi registro e posto!
    Lorenza

    RispondiElimina
  84. Ciao Paoletta è la prima volta che ti scrivo ma è da un po' di mesi che curioso il tuo blog e ti faccio i miei complimenti!!!! sei veramente geniale sia in cucina che nelle fotografie.
    Leggevo questa ricetta e forse forse posso provarci, visto che omette la sfogliatura, infatti ho provato a fare il pandoro di Adriano......ma è venuto una grossa ciofeca.....allora ho abbandonato l'idea...ma ora leggendo questa mi è venuta nuovamente voglia di provare, volevo solo chiederti posso usare il lievito madre? tu come ti comporteresti? Io normalmente nei lievitati grassi metto all' incirca il 25/30% rispetto alla farina che utilizzo quindi direi nella tua ne metterei 90gr romfrescato 3 volte in 24 ore.
    Grazie per l' attenzione e spero di ricevere tue notizie.
    Manuela

    RispondiElimina
  85. @manuela, la sfogliatura non è una cosa facilissima, le ricette di Adriano sono infallibili, di sicuro qualcosa è andato storto, mi spiace... perchè non chiedi a lui??

    per il lm in questa ricetta, davvero non saprei aiutarti, in ogni caso il lm preferisco usarlo in pani e focacce, qui non ce lo vedo proprio!
    ciao :))

    RispondiElimina
  86. Eccomi qui...come promesso..
    Avevo già fatto il pan babà di Adriano (più volte) e volevo provarlo come lo hai fatto tu, con gli aromi diversi....che dire....ottimo anche il tuo! La foto poi, penso che sia una delle mie preferite....se vedessi le mie! Non una messa a fuoco e gli sfondi.... '_' solo al pensiero mi vergogno.. Grazie ,mitica tu! Lucy

    RispondiElimina
  87. Ho provato questa ricetta e mi è sembrata veramente fantastica!! Ti vorrei chiedere: tu l'hai "conciata" per le festività natalizie, come potrei per "conciarla" per le feste pasquali?
    Grazie.

    Marco

    RispondiElimina
  88. @Lucy, in ritardo come al solito, ma... grazie :))

    @Marco, come ti dicevo, sono a corto di idee, avevo pensato allo stampo della colomba e a sostituire gli aromi con quelli, appunto, della colomba.

    RispondiElimina
  89. Ciao Paoletta, ZioPiero mi porta a questo post. Ho deciso di farlo per Natale, ho solo un dubbio, a che punto monti il gancio? Inizialmente scrivi di usare la foglia, ma immagino che prima o poi la sostituirai col gancio.. fammi sapere che faccio una prova preliminare, grazie!!!

    RispondiElimina
  90. Ciao Paoletta, io ho provato, ma e' stato un disastro,non è lievitato per nulla, quanto deve gonfiare il primo impasto? che succede se si lascia incordare troppo, collassa??
    mannaggia ci voglio riprovare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao flavio, se il lievitino non è gonfiato probabile che il lievito non era attivo, o il latte troppo caldo, non so... in ogni caso se 'incordi troppo' alla fine la maglia cede ed esce il burro.

      Elimina
  91. Ciao Paoletta, il post è vecchiotto, ma spero riuscirai a rispondermi..se volessi aggiungere canditi e/o uvetta..in che parte della lavorazione dovrei aggiungerli? Ma prima di tutto, non creo danni alla struttura aggiungendoli?grazie mille!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao alessandra unisci uvetta e canditi non più di 145g in totale, alla fine della lavorazione, col gancio, a bassissima vel. e capovolgendo l'impasto non appena questo si è stretto al gancio... fallo fino a che tutto si è ben distribuito.

      Elimina
  92. Complimenti,è meraviglioso!!! Purtroppo non ho una planetaria ,posso provare con il bimby? Grazie per la cortesia ,buona giornata Simona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao simona, col bimby la vedo dura ad incordare l'impasto :-)

      Elimina
  93. Ciao Paoletta, sei troppo brava ! Mi sono iscritta e ti seguirò ... per sempre !

    RispondiElimina
  94. Fantiastico!! sono già un paio di volte che capito qui, e ogni volta mi innamoro sempre di più delle tue creazioni! Complimenti! proverò a farlo!

    RispondiElimina
  95. Ciao Paoletta :)
    in attesa del vostro prossimo corso a Roma, volevo dirti che ho rifatto il tuo pandorlato e se ti fa piacere puoi vederlo qui :)
    A presto!

    RispondiElimina
  96. complimenti che meraviglia lo provo anche se le feste son finite. Buon anno :)

    RispondiElimina
  97. Ciao Adriano, volevo chiederti gentilmente se posso mettere il pan babà ,preparato oggi e in frigo dalle 15,nello stampo a stella da questa sera fino a domani mattina

    RispondiElimina