martedì 27 ottobre 2009

E' tutto un magna, magna...

Già, tanto per dire una banalità e tanto per non andare neppure troppo OT, sì è tutto un magna, magna!

Questa è l'Italia degli sfigati, di quelli che pensano che non esistano regole, vergogna!

E a quelli che rispondono "quando le tue cose le metti in rete sono di tutti!" io rispondo, NO, sono a disposizione di tutti! Il che è ben diverso!
Non voglio farla tanto lunga, sinceramente non è che ci sia molto da dire, solo che è sempre la solita storia, leggete qui.

Mi avvisano poi di una mia foto vista in un quotidiano, leggete qui ultimi commenti...

Spesso ho letto in giro... ma che vuoi che sia se rubano testi e foto, in fondo lo facciamo per hobby! - Ah, sì? Bene, quindi posso andare nell'orto del mio vicino a fare la spesa, anche lui lo fa per hobby!
Ecco, poi leggendo questi ragionamenti, non mi stupisco se queste sono poi anche le stesse persone che fanno la solita lagna scontata, oggi non esistono più valori!
No, ma veramente?

E vabbè, riflessioni sparse, ho scritto forse senza ne' capo ne' coda, ma non ho voglia e mi chiedo che senso abbia tutto questo, e soprattutto qual è l'esempio che diamo ai nostri figli? e questa, credetemi, è la cosa che mi mette più tristezza...

Paoletta (e senza foto e senza immagini, chè stavolta non servono)


AGGIORNAMENTO DEL 29 OTTOBRE ore 9,48 leggete!!

Mi è stato comunicato ieri che, almeno per quanto mi riguarda, la foto mi sarà pagata!

Quindi, non solo invito tutti voi a "protestare" quando ritenete di aver subito un'ingiustizia, ma anche a render noto quando la cosa si risolve positivamente, come nel mio caso!

Perchè è giusto divulgare l'ingiustizia, ma è altrettanto corretto dare notizia di quando le persone si comportano civilmente... insomma, tanto per dire una banalità, tutto è bene quel che finisce bene :)
... e mi auguro che Adriano possa risolvere in modo altrettanto positivo!


60 commenti:

  1. Carissima, che dire...hai tutta la mia solidarietà. E' pazzesco e vergognoso che una persona con grande generosità condivida con chiunque le sue idee e ricette e se le veda sgraffignare in modo così plateale, senza peraltro potere fare nulla. Comunque la signora di cui parli la conosciamo bene tutti, aspettarsi da lei un comportamento corretto equivale a buttare il proprio tempo. Non ti abbattere, non ne vale proprio la pena!ele

    RispondiElimina
  2. Ho letto ora tutti i post in circolazione sull'argomento..è davvero una vergogna, è proprio una cosa brutta e immorale...soprattutto perchè da quanto ho capito sono persone "illustri" a compiere questo tipo di gesti, guadagnandoci addirittura sopra!!
    Ma mi chiedo la licenza creative commons come protegge in questi casi??...forse non dovrei chiederlo a te ma mi trovo qui e lo domando.
    baci

    ps. una volta in un commento ti avevo segnalato una foto tua trovata in un altro sito non so se poi hai controllato.

    RispondiElimina
  3. Siamo alle solite, ma mi chiedo, perchè non fare i nomi e sputtanare ste persone? Penso a quella tipa che fa trasmissioni televisive e anche libri a quanto pare, con ricette di altri, ma non ho capito chi sia, io di tv non ne guardo, ma a sapere il nome magari mi evito di comprare inavvertitamente un suo libro, non lo sopporterei!

    RispondiElimina
  4. Resto allibita!! ma davvero non potete fare niente? ma voi foodblogghisti non avete un diritto di copyright?? scusa se lo domando, sono profana di questo campo, peró sono lettrice assidua del tuo blog, del cavoletto, di fabien e altri e mi dispiace leggere certe cose!! ma poi un atrasmissione come la prova del cuoco ha bisogno di rubare ricette in rete?non è possibile svergognare la "ladra" o almeno farle sapere che è stata scoperta .. avrebbe almeno potuto chiedere il permesso e poi citare la fonte reale della ricetta!
    ma in che mondo viviamo!?
    Alessandra

    RispondiElimina
  5. che schifo.
    Ma basta parlare, bisogna agire.

    nasinasi incazz....ti

    RispondiElimina
  6. Ciao Paoletta,

    penso che sia la prima volta in cui lascio un commento, non sono una che scrive molto ma questa volta bisogna farsi sentire. La storia di Adriano l'avevo letta ieri sul suo blog, oggi ho letto quello che e'successo a te col Pan co santi. E' una vergogna!
    E' vero che lo facciamo per hobby, ma proprio per questo ci basta solo una citazione a noi e quello che ci gratifica e ci fa andare avanti, o no?!
    Complimenti per il tuo blog :D
    Ciao

    RispondiElimina
  7. Solidarietà massima anche se è poco..
    Una vergogna senza faccia!
    Sono proprio curiosa di sapere che accidenti ti risponderanno!
    Un abbraccio grande grande!

    RispondiElimina
  8. Penso anch'io che i diretti interessati dovrebbero fare qualcosa di concreto.

    Lamentarsi purtroppo non serve... e LEI lo sa!!!!

    RispondiElimina
  9. Paola qui..


    http://download.repubblica.it/pdf/domenica/2009/25102009.pdf

    RispondiElimina
  10. @Lauretta, penso di sì, di solito bastano due parole, ma qual era che non ricordo?
    qui, invece la faccenda è un po' più complicata!

    @morrison l'ho scritto sopra, al momento io sono una mitomane, e se faccio i nomi anche una calunniatrice, vedi un po'?

    @Maria Pia, sai bene anche tu che se non si mette un avvocato, ma tutti insieme, e qui la vedo dura, non si risolve nulla!
    Sono anche favorevole alla petizione proposta da maricler...
    Tu, invece per concreto cosa intendi?
    Intanto penso almeno che come c'è gente che fa queste cose io ho il diritto di lamentarmene, e per lamentarmene non intendo di certo piagnucolare, ma dire quel che penso, e quantomeno farlo sapere, visto che c'è gente che ancora non lo sa!


    Grazie a TUTTI :))

    RispondiElimina
  11. E' una vergogna. Non so che aggiungere se non che condivido ogni singola parola. Sto elaborando anche io un post a riguardo per domani, perchè caso ha voluto che nel weekend io abbia fatto proprio una ricetta (peraltro ottima!) presa da Anna Moroni....ma di chi sarà a sto punto?!?!
    Concordo a pieno col fatto che le cose messe in rete non sono di tutti ma a disposizione di tutti, infatti ho scritto la stessa identica cosa proprio poco fa (sempre nel post di domani). La proprietà e l'usufrutto, almeno in legge sono cose ben diverse :-P ma, SI SA, la legalità in Italia non è che vada per la maggiore...

    RispondiElimina
  12. Indignazione massima!!
    Ecco la mia:
    http://rosmarina90.blogspot.com/2009/10/indignazione-urgente.html

    RispondiElimina
  13. Paoletta,
    non sopporto i soprusi. Questo qui è il mio contributo (piccolo) per la diffusione di quanto denunci anche te!
    un abbraccio.

    RispondiElimina
  14. Questi fatti sono lo specchio della mancanza di educazione civica imperante qui in Italia. Anche a me è capitato qualcosa del genere con del materiale postato in un altro mio blog, con la differenza che le testate nazionali avevano citato la fonte ma la maggior parte dei blogger di fama no.
    Sarà che l'idea di prendermi meriti senza averne titolo non mi aggrada, ma fatico sempre a comprenderle queste cose.

    RispondiElimina
  15. Ho guardato il link del pdf di repubblica, oltre alla foto del tuo pane c'è pure quella con le "ossa dei morti" di marijet. Chissà le altre foto di chi sono.
    Che desolazione!

    RispondiElimina
  16. Paoletta, tutta la mia solidarietà a te e alle altre persone derubate delle loro idee e della passione che mettete (mettiamo) in quello che facciamo e condividiamo ogni giorno. é troppo semplice far passare la condivisione di una ricetta per quello che non è, ovvero un'appropriazione senza ritegno da parte di persone che in cucina ci stanno per motivazioni lontane dalla passione e dall'amore.

    RispondiElimina
  17. Certo che non avrei mai pensato ad una cosa simile, forse perchè credo troppo nell'onestà delle persone e ammiro molto il lavoro altrui. E dire che avendo preso gusto a leggere i vostri blog stavo provando a metterne su uno anch'io di ricette. Certo che questo mi smonta già un pò anche se non penso proprio di essere alla vostra altezza, sia come ricette che come capacità fotografiche.

    RispondiElimina
  18. Ma una soluzione concreta c'è?? cosa si può fare?
    Lui ha i diritti sulle sue ricette. Possibile che si possa fare ciò che si vuole solo perchè si tratta di gente "famosa?" Che vergogna.

    RispondiElimina
  19. Quoto, ma QUANTO quoto, questo:
    "ma che vuoi che sia se rubano testi e foto, in fondo lo facciamo per hobby! - Ah, sì? Bene, quindi posso andare nell'orto del mio vicino a fare la spesa, anche lui lo fa per hobby!
    Ecco, poi leggendo questi ragionamenti, non mi stupisco se queste sono poi anche le stesse persone che fanno la solita lagna scontata, oggi non esistono più valori!"

    RispondiElimina
  20. Quoto, ma QUANTO quoto, questo:
    "ma che vuoi che sia se rubano testi e foto, in fondo lo facciamo per hobby! - Ah, sì? Bene, quindi posso andare nell'orto del mio vicino a fare la spesa, anche lui lo fa per hobby!
    Ecco, poi leggendo questi ragionamenti, non mi stupisco se queste sono poi anche le stesse persone che fanno la solita lagna scontata, oggi non esistono più valori!"

    RispondiElimina
  21. Paoletta cara, hai espresso benissimo la distinzione tra "quello che pubblico in rete è di tutti" e " quello che pubblico in rete é a disposizione di tutti". Mi rattrista che non sia ovvio ma purtroppo non mi stupisce. Brutta storia anche quella della tua foto. Epperò, per quanto l'abbiano ritagliata (per esigenze di spazio???) togliendo (già che c'erano)la watermark, il pizzo è inequivocabilmente il tuo!
    Un modo per ricordargli che i diritti d'autore non sono un mito dovrà pur esistere!
    Un abbraccio. Kat

    RispondiElimina
  22. Paoletta sono anni che divulghiamo che tentiamo di smascherare quella grandissima..la conoscono tutti in rete, non c'è uno cui la nomini che dica...ma come tanto una brava signora...il problema non è tanto questo perchè fino a quando ce lo diciamo tra di noi frequentatori di blog e forum rimane limitato, la vera arma secondo me senza arrivare alle vie legali è far sapere veramente chi è semplicemente diffondendo queste cose via social network e via blog.
    anche io mi appresto fare un post e di metterlo anche ben in vista sulla sidebar esattamente come hai fatto tu e come faranno tantissimi foodblog.
    il fatto è che i blog vengono letti da tantissime persone, altrettante usano google per cercare ricette e si finisce sempre per andare ai blog e forum più cliccati, ma sai che casino?
    inoltre la trasmissione non naviga in acque felici e questo potrebbe portare a qualcosa di più.
    io ci spero, anzi ci credo.
    un abbraccio a te e a noi che ancora nella correttezza ci crediamo ciecamente.
    un'ultima cosa
    SI VERGOGNI PER SE STESSA PER I SUOI FIGLI MA SOPRATTUTTO DATA L'ETA' PER I SUOI NIPOTI.

    RispondiElimina
  23. Ma guarda te che gentaccia...Non oerdono mai il vizio e che faccia di bronzo!Se posso dirla tutta a me quella signora con la voce gallina spennacchiata(se è lei) sta proprio antipatica!
    Pensa che Kataweb ha rbato perfino una foto a me (!) e, nonostante le varie email, non ho mai ricvuto risposta.Questa è la corretteza italiana.Siamo nel paese dei furbi ma non dobbiamo rassegnarci!
    SOno solidale con te paoletta!bacione

    RispondiElimina
  24. inutile dire che sono completamente daccordo con te, è uno schifo, ho letto anche da giovanna e da adriano della solita tipa della solita trasmissione...

    RispondiElimina
  25. commentero' qui quello che comentero' da Adriano e da Lydia.....altro non riesco davvero a dire e per il momento nemmeno a pensare
    mi sto leggendo tutto e ....................che schifo!
    Non riesco proprio a dire altro.............ma possibile? se lo metti in rete è di tutti?
    ma stiamo scherzando?
    no no no sono troppo arrabbiata mi fa schifo, nessuno mai ruberà le mie ricette, nè le mie foto, di sicuro non degne di una trasmissione televisiva, nè di un quotidiano, ma qui ci siamo tutti in gioco, tutti tutti tutti.
    SI sono violati dei diritti e questi diritti ritengo siano anche miei

    RispondiElimina
  26. Paoletta, anch'io sono completamente d'accordo con te e ti sono solidale in questa indignazione! Il problema vero è che, anche se qui su internet le cose sono di immediata reperibilità e molti pensano che ne possono fare quello che vogliono, questo non vuol dire che sia giusto! Il punto è che è una questione di "etica" e di educazione! Se io prendo una cosa che non è mia e la spaccio per farina del mio sacco, non è ONESTO, tutto qui! Ma se uno non è onesto nelle piccole cose, come sarà in quelle importanti??
    Mah...che disgusto...

    RispondiElimina
  27. Ciao Paoletta, ci tengo ad esprimerti tutta la mia solidarieta' e ho cercato di dare il mio contributo con questo http://saltandcocoa.blogspot.com/2009/10/plagio-che-vergogna_4362.html
    Sono attonita e disgustata, non avrei mai pensato, ed ora scopro che non e' la prima volta, che vergogna. Un abbraccio

    RispondiElimina
  28. Anche io ci sono, per qualsiasi movimento si voglia intraprendere..

    RispondiElimina
  29. Ciao Paoletta
    ma chi e' questa nonna ladra?
    non ne ho idea....non ho capito!
    cmq volevo dire che pur essendo una grande vergogna e che e' troppo giusto farlo sapere a chi no lo sa come dici tu....la passione che ci mettete prorompe da tutte le parti...una ladruncola non sara' mai l'originale.Non fara' mai trasparire la bellezza e la genuinita' delle vostre ricette.anche se le copia tali e quali!su questo non ci piove!
    Rimane ingiusto!!!ma mi consola sapere che non sara' mai la stessa cosa!

    ma chi e'??????siete cmq dei grandi a non dire il nome:altro livello!!!!!!!!!!!!

    Un abbraccio Paola

    RispondiElimina
  30. ma che nervoso! posso capire come ti senti: una volta una casa editrice ha usato la frase di un mio altro blog come titolo di un libro e senza chiedere. che io dico: ma ci vuol tanto a chiedere? e come pensano di farla franca visto che sono sotto gli occhi di tutti?
    un abbraccio

    RispondiElimina
  31. Paola, non ho parole!!!
    non c'è professionalità è questo il problema! AVREI TANTO DA DIRE, MA EVITO! Sono con te!

    RispondiElimina
  32. Ti stimo fratella!!
    Scherzi a parte, il bello di questa brutta storia é vedere quante persone abbiano mostrato solidarietá e pubblicato a loro volta come un tam-tam quello che é accaduto.
    Spero di riuscire a partecipare l'8 novembre al "crostata day" (spero, perché ho dato la disponibilitá PRIMA di leggere la ricetta...)
    Bacios, Mik

    RispondiElimina
  33. Che tristezza...
    Un abbraccio col cuore e il mio piccolo contributo alla causa!!!

    http://lacquadorosa.blogspot.com/2009/10/tutto-subito-e-gratis.html

    RispondiElimina
  34. tutta la mia solidarietà, anche se a ben poco può servire come risarcimento.

    RispondiElimina
  35. Innanzitutto complimenti per il blog!

    Volevo poi dirti che la licenza Creative Commons sotto la quale è pubblicato il tuo sito ha effettivamente valore legale.
    In teoria puoi quindi sporgere regolare denuncia se qualcuno usa testi/foto del tuo blog senza attribuirtene la paternità. Nota che, almeno con la by-nc-nd, NON hanno bisogno del tuo consenso, basta che l'attribuiscano a te. Inoltre, benchè la licenza specifichi che non possono essere usate per scopi commerciali, questa clausula (come le altre d'altronde) può essere rimossa in determinati casi previo tuo consenso.

    RispondiElimina
  36. rimango sempre senza parole per queste infamie.

    RispondiElimina
  37. Sandra Firenze27 ottobre 2009 21:32

    Vedi Paolè che faccio bene a non voler imparare a fotografare! scherzo, ovviamente e mi spiace vedere come il lavoro altrui, fatto per amore di condivisione, venga sfruttato da altri per fini di lucro. E sì che basterebbe solo chiedere..come si dice: domandare è lecito, rispondere è cortesia! Comunque, visto il tam-tam che imperversava su tutti i blog, per curiosità ho acceso la tv durante l'ora in cui va in onda la trasmissione incriminata e ho sentito che stavano parlando di ricette copiate. Purtroppo quando ho acceso il discorso era a fine e quindi non posso riferirti esattamente cosa sia stato detto, ma di sicuro il tam-tam deve essere arrivato.
    Tutta la mia solidarietà
    Ciao Sandra

    RispondiElimina
  38. Io ho appena postato e... ho deciso di fare i tuoi croissants,ma pensa un po'? Ho detto essere una tua ricetta!
    Sarò strana?

    p.s: chettelodicoaffà? sono una meraviglia, se ti va di passare a vederli son lì... Bacio

    RispondiElimina
  39. Paole', massima solidarietà.
    Tienici tutti informati su come va a finire e diamoci una mano ad auto-tutelarci, così magari gli facciamo passare la voglia.

    E comunque vedila in positivo: significa che una foto bella come la tua, ma quando ci riuscivano??! ;)

    Michelangelo

    RispondiElimina
  40. Paole', massima solidarietà.
    Tienici tutti informati su come va a finire e diamoci una mano ad auto-tutelarci, così magari gli facciamo passare la voglia.

    E comunque vedila in positivo: significa che una foto bella come la tua, ma quando ci riuscivano??! ;)

    Michelangelo

    RispondiElimina
  41. grazie, grazie a tutti per la solidarietà :)

    è che forse a molti, ancora non è proprio chiaro che della rete se ne deve fare lo stesso uso che si fa delle cose che ci toccano poi realmente, con lo stesso rispetto.
    e invece spesso si sente un machemmefregammè!
    io penso che pian, piano, sensibilizzando il problema, le cose cambino e sicuramente i nostri figli non avranno lo stesso atteggiamento :))

    e che altro dire? io in queste situazioni spero sempre in una cosa, nel buon senso delle persone, fin'ora ho sempre risolto parlando... spero sia ancora una volta così, anche per Adriano :)

    @enza per quella faccenda qualcuno su fb ha proposto una petizione, io non è che me ne intenda moltissimo, ma davanti ad una petizione, non devono ascoltarti?? io credo di sì!
    il fatto poi che non navighino in acque felici, be', il mio parere è questo... ma qualcuno lì si è accorto che è cambiato il modo di far televisione?? se ne sono accorti tutti ;)

    @saretta puoi lasciare messaggi sotto quella foto?? tipo metterti i crediti??

    @gabri, straquoto!! "Ma se uno non è onesto nelle piccole cose, come sarà in quelle importanti??"


    A TUTTI, ancora grazie e un bacio, notte!!

    RispondiElimina
  42. Per prima cosa ti voglio fare i complimenti per tutto, le ricette sfiziose, le belle foto. Questi fan del copia-incolla sono stati beccati, è giusto far sapere! Contrubuisco anch'io con un piccolo post http://aboutpatrizia.blogspot.com/2009/10/creative-common-questo-sconosciuto.html

    Forza Paoletta!

    RispondiElimina
  43. ma cosa cavolo ci vuole a scrivere "foto tratta dal sito..." hanno forse paura di dover pagare per quelle foto? ma non fanno così per tutto quello che pubblicano? E non si rendono conto che repubblica non è un giornaletto di quartiere, ma che lo leggono un pochino di persone in più degli altri giornali??? io licenzierei colui che ha pubblicato sta foto, fossi il direttore!

    RispondiElimina
  44. Paoletta avevo dimenticato di scrivere proprio quì da te, luogo dove ho appreso la notizia il link alla mia indignazione

    http://deliziando.blogspot.com/2009/10/torta-doppia-alla-ricotta.html

    non aggiungo altro.

    RispondiElimina
  45. Io dico che non bisogna ricondurre l'intera colpa direttamente alla "signora incriminata". Premettendo che secondo me manco sa accenderlo il pc (^_^), le colpe sono da attribuire all'intera trasmissione e alla gente che ci lavora dentro. Le ricette magari non sa pure lei da dove arrivano, magari c'è un gruppo di addetti che si occupa di andare a pescare delle nuove ricette sul web... e forse tali persone ignorano il fatto che il materiale degli altri si può usare citandone l'autore originale. E potrebbe essere che i capoccia manco sanno che i dipendenti lavorano in questa maniera. E questo è molto grave. E se lo sanno e il doppio più grave.

    A mio parere bisogna muoversi, devono leggere questi commenti. Se non conoscono le regole della "buona educazione" devono impararle. Se invece le conoscono e le infrangono dovrebbero pagarne le conseguenze.

    Ho postato questo commento anche qui.

    RispondiElimina
  46. @Nicodemo: la signora il PC sa accenderlo, eccome. Ha frequentato per anni i forum culinari...

    RispondiElimina
  47. Paoletta: senti amme', prendi un avvocato (ne avrai uno, in giro, un amico, un lettore, vedi te), impugna quel pezzo di carta, vai a ripescare l'originale nel tuo computer, e chiedi risarcimento (e magari anche danni, tié :-P). Senza se e senza ma, subito. Bacio!;-)

    RispondiElimina
  48. Cara Paoletta, sono convinta che questa battaglia ha senso di essere combattuta, tutti insieme, poichè questo è un affronto a tutti noi, che per hobby o per lavoro, fanno della condivisione di risorse una grande parte della loro vita.
    Non importa se sia una foto, una ricetta o una semplice intuizione, che male c'è a citare l'autore? Non credo che questo sminuisca nessuno.
    Vado immediatamente a scrivere un post sul mio blog e linkerò il tuo e quello di Adriano, spero che le notizie si diffondano in fretta, almeno quanto in fretta hanno rubato ciò che non appartiene loro

    RispondiElimina
  49. Nel mio piccolo piccolissimo un commento l'ho lasciato anche io.
    Non mi va proprio giù questa roba, ma bisogna agire davvero, non solo parlare.
    Quoto Sigrid completamente.
    Se esiste solo un pezzetto di carta che attesti l'originalità, chiedi i danni.
    Se iniziano a pagare, se si comincia a fare giurisprudenza in materia, allora forse possiamo fare un passo in avanti.

    Comunque il mio commneto sta qui:
    http://lagatteria.blogspot.com/2009/10/condivisione-vs-appropriazione.html

    Sigrid, quando ho copaito una tua ricetta l'ho proprio messo nero su bianco che era una copia....
    http://lagatteria.blogspot.com/2009/04/copie-dautore.html

    RispondiElimina
  50. Eccomi di nuovo qui: questo è il mio post, appena pubblicato http://ilthedellecinque.blogspot.com/2009/10/lindignazione-e-la-delusione.html Mi sa che hanno copiato anche Marjlet di Sogni di Zucchero sullo stesso inserto: l'ho avvertita!

    RispondiElimina
  51. grazie di nuovo a tutti :)

    @Sigrid, grazie per i consigli, prima dell'avvocato, che sicuramente in altre realtà ci vorrebbe, cerco sempre di risolvere parlando personalmente.

    E, siccome tra persone civili ci si intende, la foto mi sarà pagata!

    piesse: complimenti per il tuo bel libro :))


    @micia, be' l file originali delle foto non lo butto mai, e quello attesta ;-)
    in ogni caso, lo ripeto per TUTTI e perchè è giusto così...

    LA FOTO MI SARà PAGATA!!

    RispondiElimina
  52. Bene!
    In questo caso è finita davvero bene!
    Sono contenta davvero davvero!
    anzi, senti?.....

    ronronronronronronron......

    RispondiElimina
  53. Benissimo! Allora, in qualche modo, la cosa si è evoluta in modo positivo, no?

    RispondiElimina
  54. eh, sì, sono contenta, mica per il denaro, eh? per il principio :)

    RispondiElimina
  55. Che nervi, meno male che la tua storia si conclude bene. ti consiglio di firmare sempre le tue foto. :)

    Gea
    ---
    geacucina.splinder.com

    RispondiElimina
  56. Certo che oltre al vile denaro ci fossero anche le pubbliche scuse!
    Luca&Sabrina

    RispondiElimina
  57. @Luca e Sabrina, perchè pubbliche scuse? A me bastano quelle che son state fatte a me, visto che la foto è mia!
    In quanto al vile denaro, be' se uno le foto le vende, anche, vile perchè, scusa? Sono io che ho chiesto di essere pagata, visto che la fotografia non è sempre e solo un hobby :)

    RispondiElimina
  58. Paoletta, non sono Luca&Sabrina, ma credo che con "vile denaro" non intendessero nulla. E' solo un modo di dire, giusto per sdrammatizzare, almeno, così si dice anche dalle mie parti...

    Seguo in silenzio da tempo le belle ricette, tue e delle tue amiche, che pubblichi su Anice&Cannella accompagnandole alle tue meravigliose foto, e ho deciso di parlare in questa occasione solo e soltanto per perplessità.

    Ma perché l'acquisto della tua foto è bastato a farti cambiare idea? Stai pur certa che se tu non li fossi andati a ripescare col lanternino col cavolo che avrebbero scucito un centesimo. Come aveva giustamente detto anche Sigrid, potresti in ogni caso fargli causa e chiedere un risarcimento per DANNI, visto che la tua foto è stata pubblicata senza credits. Ti dovevano davvero delle pubbliche scuse: così si fa in redazione nei periodici più diffusi quando si commette un errore nella pubblicazione di una fotografia. E te lo dico perché lavoro in ambito editoriale, il copyright è sacro. Prima di pubblicare una foto in genere si fanno ricerche approfondite proprio per evitare situazioni come questa...

    ...Non è che la situazione si è risolta positivamente, Paolè, è che questi qua si sono fatti beccare come dei pischelletti di terza elementare, si sono visti s*uttanati su un blog molto letto e temendo il danno d'immagine hanno ben pensato di ammansirti comprando la tua fotografia.

    Fossero stati corretti ti avrebbero pagato al momento giusto. Ovvero PRIMA della pubblicazione. E avrebbero scritto sulla foto il tuo nome accompagnato da quella magica "c" cerchiata che permette a molte persone di portare a casa la pagnotta.

    Insomma, non essere troppo buona. Meritavano di essere s*uttanati e LO MERITANO ANCORA. Come avevi scritto tu: che esempio danno ai nostri figli questi figuri che credono che con i soldi si compri la rispettabilità?

    Con affetto,

    Chiara

    RispondiElimina
  59. Chiara, ti ringrazio, in effetti hai pienamente ragione, non avevo capito, per cui farò i miei passi e seguendo i tuoi consigli, anzi, se vuoi scrivermi mi farà piacere, l'email è nel profilo!
    Un abbraccio :)

    RispondiElimina
  60. Grazie a te Paoletta, figurati. Anche per le ricette, una volta al mese almeno sono "costretta" a preparare le tue veneziane da un'orda di POOOOVERI AFFAMATI, hehehehehehehe :D

    Falli neri!!

    RispondiElimina