mercoledì 5 agosto 2009

Le fette biscottate home-made

A chi le aspettava dopo aver visto la foto e a chi non le ha ancora viste, a tutti una sola cosa, FA-TE-LE!

fette3

Perchè sono facili, veloci, e... buone, buone da impazzire, molto meglio di quelle comprate, ovviamente!
Ma, ancora prima di leggere la ricetta, una cosa è fondamentale, procuratevi il malto. In erboristeria, negozi NaturaSì, dove volete ma che malto d'orzo sia! Altrimenti potrete scordarvi quel sapore caratteristico lievemente (ovviamente) maltato e dolce che hanno le fette biscottate.
Il miele? Non so se potrà dare lo stesso risultato, ma non credo. Quindi, suvvia, fate questo piccolo sforzo, in fondo lo userete, poi, per un sacco di altre cosette ;-)

La ricetta, con vari appunti sparsi, come al solito era persa in fondo ai meandri delle centinaia che ho salvato negli anni, anzi ne avevo salvate due... a proposito, ma voi le ricette dove le salvate?
Magari state pensando che io ce le abbia ordinatamente catalogate su documenti word, col titolo e magari divise in cartelle a seconda della portata?? seeeeeeeeeeee!! io so' disordinata cronica, le ricette le incollo nelle bozze di outlook, ahahahahaha!!
Per cui, quando ne appunto di nuove, ovviamente le precedenti scendono, e per ricordarmele deve capitare che arrivi (chissà come e perchè) il lampo improvviso... come per queste fette finite in fondo alla lista, dimenticate lì dal Dicembre 2007 e non dico altro... !

A quel tempo avevo salvato una ricetta passata sulla CI, di Silvia Giuliodori, poi però, come al solito, quando devo far qualcosa, inizio le mie infinite ricerche, e in queste avevo trovato anche quella del panificio Nistri, insomma, per farla breve, è andata a finire che ho fatto come mi pare, un po' dell'una e un po' dell'altra!
p.s.: non vi posto le ricette originali, perchè tanto le ho stravolte completamente.

Non sempre va bene quando esperimento ;-) ... ma stavolta, credetemi, la preparazione è perfettamente riuscita, non so se perchè le ho mangiate col miele home-made della vicina, o semplicemente perchè meravigliosamente boneeee... anche da sole!

fette2

LE FETTE BISCOTTATE FATTE IN CASA

Ingredienti:

500 gr di farina 0
75 gr di zucchero
5 gr di sale
12 gr di lievito fresco
225 gr di acqua
1 albume
4 cucchiai di olio di semi
1 cucchiaino colmo di malto d'orzo

Per la spennellatura finale:
1 tuorlo
3 cucchiai di latte


Procedimento:
1. Sciogliere il lievito nell'acqua (Iniziate con 210 gr, casomai aggiungete il resto al bisogno, l'assorbimento dipende dalla farina) insieme al malto, lasciar riposare 4 o 5 minuti. Impastare tutti gli ingredienti ad eccezione del sale regolando la consistenza fino ad ottenere un impasto mediamente morbido, aggiungere il sale 5 minuti prima della fine della fase di impastamento, e impastare a mano o nella planetaria per circa 20 minuti fino a che l'impasto è bello elastico.
2. Far riposare l'impasto circa 30 minuti a temperatura ambiente, avendo cura di coprire con pellicola.
3. Suddividere in 3 pezzi, sgonfiare e dare forma arrotondata. Far riposare le pezzature circa 10/15 minuti.
4. Schiacciare, arrotolare stretto formando dei filoncini, avendo cura di sigillare bene alla fine della formatura e lasciando la parte sigillata sotto.
5. Poggiare su carta forno, spennellare con la miscela di tuorlo e latte e lasciar lievitare per circa 1 ora ad una temperatura di 28°circa.
6. A lievitazione ultimata pennellare di nuovo e cuocere in forno a 180/200° per circa 45 minuti, dopo 30 minuti, se la superficie è colorita bene, coprire con carta forno ed abbassare la temperatura a 180°.
7. Far raffreddare su una gratella
8. Far riposare i filoni ben coperti da un telo di cotone, per almeno 18/24h ore a temperatura fresca circa 18°/20°. Se non è possibile, comunque, nel luogo più fresco della casa

9. Affettare i filoni ad uno spessore di 8 mm e passare in forno caldo le fette ottenute a tostare a 160°/180° (secondo il vostro forno) per circa 50/60 minuti. Devono dorare bene, ma soprattutto, asciugarsi benissimo.
10. Far raffreddare le fette tostate in forno semiaperto, e, una volta fredde, chiuderle bene in sacchetti per alimenti o scatole di latta.


EDIT IMPORTANTE: io ho formato i filoncini come descritto al punto 4, poi poggiati direttamente su carta forno, e l'impasto si è mantenuto bene anche in cottura.
Prima di tagliare le fette, ho provveduto a "limare" lateralmente 2 o 3 mm. dei filoncini per fare in modo che la fetta avesse la forma classica.
Ma se si preferisce, meglio ancora sarebbe mettere i 3 filoncini o 2, dipende da quanto le volete grandi, dentro a dei piccoli stampi per plumacake imburrati (io non li avevo) anche quelli usa e getta della cuki.

edit del 6 luglio, 2011: la tostatura come ho indicato nella ricetta, forse non è adatta a tutti i tipi di forno, provate con 140/160° max
E ora ditemi cosa c'è di più bello, magari alla domenica mattina presto, far colazione con una tazzona di latte, le vostre fette biscottate e un filo di miele di quello buono! :-)

honey




147 commenti:

  1. Ciao Paoletta,
    che spettacolo ste fette! Senti dici di pennellarle con il tuorlo, ma non compare tra la lista degl ingredienti, intendevi dire albume forse? Le tue sembrano cotte in uno stampo però, non semplicemente formate e cotte su carta forno o sbaglio? io pensavo di usare gli stampi in alluminio della cuki, che ne pensi.
    Seguo il tuo blog praticamente quotidianamente, sei un appuntamento fisso ormai per me, mattino, pomeriggio e sera, e ogni tuo post è una meraviglia, poi la semplicità con cui esegui le tue ricette è disarmante! complimenti Paoletta!
    Un grosso saluto e un abbraccio virtuale.

    Monica C.

    RispondiElimina
  2. Belle queste! Io prediligo altro a colazione ma per le fette biscottate fatte in casa faccio una eccezione. Realizzazione alla Paoletta e quindi non c'è che da annotare, cercare il malto e provare a rifarle...magari con qualche variante :-P Si copia sempre, si è vero, ma vuoi mettere quanto sia bello personalizzare le cose, anche se non sempre riescono come accennavi tu prima (ma a te è più difficile crederlo :-) ) Buona giornata e grazie per la condivisione. Questi sono i post tuoi che preferisco ;-)

    RispondiElimina
  3. ammè le fette biscottate non sono mai piaciute, perché non fai in tempo ad addentarle che più che mangiarle, te le ritrovi sbriciolate sulla tovaglia :(
    Però niente da dire: le tue "biscottate" sembrano divine, ottime. Hai ragione, il malto è insostituibile.. altrimenti sono fette biscottate al miele, come ci sono anche in vendita. :)
    E le tue hanno una marcia in più perché sono anche bellissime! :)
    Buongiorno Paoletta ;)

    RispondiElimina
  4. Neanche io sono una grande fan delle fette biscottate, ma il tuo entusiasmo è proprio contaggioso, allora quasi quasi le provo;))
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  5. ciao!! premesso che le tue ricette mi piacciono all'ennesima potenza...anche questa è da Provare!
    primo perchè ti credo che sono Super
    secondo perchè in famiglia siamo più di qualcuno che ci piacciono!!!
    brava brava!!
    ps:
    ho fatto il pesce su piastra di sale: squisito!!!grazie

    RispondiElimina
  6. Che belle che sono ! Proprio da naturasi ne vendevano di integrali con nocciole ed uvetta e ora non le hanno più potrei variare le tue !!!

    RispondiElimina
  7. Ciao ;-) Le avevo viste su Facebook, che spettacolo! Io le mangio con la marmellata, preferibilmente di mirtilli, così mi fanno impazzire! Sicuramente sarebbe bello poterle provare, ma ora il tempo stringe, non mi resta che salvarmi la ricetta pro futuro...eh si, anche io come te salvo ricette a ripetizione, spesso finiscono nel dimenticatoio finchè qualcosa non me le riporta alla mente! Certo che Paolè...una come te...nelle bozze...di OUTLOOK! :-))))
    Almeno su word, dai!!! Io utilizzo il cookbook, ma poi ne ho sparse su foglietti, quaderni, file di word...insomma, sto sommersa e spesso, troppo spesso, me ne dimentico!

    RispondiElimina
  8. Grazie Paletta!
    Una di quelle ricette quasi impossibile da trovare in rete e poi non mi era mai passato per la mente fosse possibile fare le fette biscottate in casa e
    detto da te, che sei una gran pignola, saranno ancora meglio di quelle comprate!
    Le foto le avevo già viste su flickr, sono meravigliose!
    L' ultima mi fà impazzire!

    RispondiElimina
  9. Buongiorno!
    devono essere buone e non sbriciolarsi sul tavolo, appena addentate, giusto?
    Per le ricette, io di solito le stampo e metto da parte, ma anche se stampate mi si accumulano lo stesso in pile che non so mai cosa c'e' in fondo...
    ;-)

    RispondiElimina
  10. Paola, io le fette biscottate non le mangio mai, ma ora devo comprarle perchè mi sono state richieste da un'amica che verrà in barca con noi.
    Ovviamente a questo punto mi è venuta una voglia incredibile di fargliele io. Il mio unico dubbio è: si conservano per qualche giorno (almeno una settimanina) o no?
    Immagino che le tue non abbiano superato i due giorni...

    RispondiElimina
  11. Grazie grazie garzie!!!! stavo pensando proprio ieri di cercare la ricetta per le fette biscottate, mio marito ne mangia un quintale! Quanti giorni si conservano?

    Le ricette dove le salvo??? documenti di word sparsi in varie cartelle... varie cartelle di "ricette da provare"... foglietti vari (si perchè a volte mi dimentico che sono al computer e trascrivo al ricetta!) chiusi in vari libri... un gran caos!!!!

    RispondiElimina
  12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  13. Wow che bella ricetta!Paoletta stupisci sempre!Queste fette sono fantastiche!Faccio un copia incolla immediato!!BAci!

    RispondiElimina
  14. Io faccio colazione ogni mattina con le fette biscottate e non vedo l'ora di provare per smettere di comprare quelle industriali... tra l'altro in casa ho già il malto d'orzo, preso proprio al NaturaSì, quindi grazie!

    RispondiElimina
  15. Qualche mi lascio tentare da una colazione con fette biscottate e marmellata, le tue fatte in casa mi lasciano a bocca aperta sono perfette!

    RispondiElimina
  16. Non posso che confermare! Le fette biscottate fatte in casa sono deliziose e facilissime, poi le hai tagliate belle alte come piacciono a me :) La prossima volta che le faccio provo la tua ricetta!

    RispondiElimina
  17. Nel mio blog c'è un premietto che vi attende.
    Baci baci Alessandra

    RispondiElimina
  18. ...oppss Paoletta, ho visto ora che tra gli ingredienti per spennellare c'è il tuorlo...sorry! Non vedo l'ora di poter provare questa ricetta, mi intriga proprio.

    Monica

    RispondiElimina
  19. questa ricetta è un portento! da provare assolutamente, un po' come tutte le tue preparazioni :D
    Le ricette io le stampo e le accumulo in pile infinite che ogni tanto mi riprometto invano di ordinare...;P
    Un bacione
    fra

    RispondiElimina
  20. Ah! ecco la mia dieta prevede due fette biscottate a colazione.. :-)
    sembrano ottime e lo saranno senza dubbio. Grazie!

    SiLviA Sm+

    RispondiElimina
  21. Beh Paolè, questa è una ricetta strabiliante! Ma come si fa a rimanere indefferenti e a non dire, mò ci provo anche io?? Nel week end mi metto all'opera di sicuro!

    RispondiElimina
  22. Ciao Paoletta! anch'io le preparo così per cui confermo a chi non le avesse ancora provate: sono fan-ta-sti-che. Bacioni. Paola

    RispondiElimina
  23. resto sempre a bocca aperta davanti a questo blog vulcanico!! grazie

    RispondiElimina
  24. Sandra Firenze05 agosto 2009 13:04

    Paoletta...procurati un bel quaderno, magari marrone! Le ricette super-collaudate, anche quelle scontate, sai quelle che dici "..vabbe' questa non me la dimentico perchè tanto è un cult della mia cucina!.." ecco, anche queste DEVONO necessariamente essere trascritte, perchè non si sa mai, potrebbe colpirci un attacco di halzheimer(si scrive così?!,boh) galoppante e finire con il dimenticarci dosi o l'ingrediente fondamentale! E poi, non hai una figlia pure tu??? Le vorrai lasciare questa preziosa eredità?? Sapessi che fatica ho fatto a raccogliere quelle della mia famiglia..quando mia mamma mi vedeva gironzolarle intorno con foglio e penna andava letteralmente in crisi! Guai a chiederle dosi! grammi, millilitri o qualsiasi altra misura di peso o volume era del tutto sconosciuta! Le sue misure erano "un tot, un pochino, due dita" Le mie nonne e la mia mamma, i nostri vecchi, per intenderci, andavano ad occhio, esattamente come fa Ornella!
    Dai retta, scrivi su cartaceo, la storia insegna, è l'unica cosa che resta!
    Per quanto riguarda le fette biscottate, BUONEEE! io faccio colazione solo con quelle. Qualche tempo fa Ornella nel post "ladra di brioscine" dava la ricetta della pasta brioche e giusto lì le dicevo che più o meno con quella ricetta mi preparavo le fette biscottate, solo che io uso solo lievito madre (mami). Ti manderò la mia ricetta nel post "le ricette dei lettori"
    Ciao Sandra

    RispondiElimina
  25. ciao, sono nuova di queste parti..ho appena aperto un blog con i miei esperimenti..spero di essere brava almeno 1/10 di te!! le tue ricette sono bellissime e soprattutto buonissime!! io amo le fette biscottate e queste mi sembrano ottime!! da quello che fai si capisce anche la passione che metti quando cucini!! ciao Elena

    RispondiElimina
  26. paoletta sei fantastica! fai sembrare tutto semplice e ripetibile nelle nostre cucine!!! ma come fai???
    e poi le fotooooo :))) mi tufferei dentro il miele cercando una zatterina di fetta biscottata :))
    un baciooooooo

    RispondiElimina
  27. Io come dici tu sono una di quelle che si stampa le ricette e le cataloga in vari raccoglitori...man mano che le provo, quelle che non mi piacciono le butto nelle altre ci scrivo commenti e variazioni da fare...Non sai quante me ne trovo..ah ovviamente prima di passarle su World le metto in una cartella dei preferiti e poi ogni tanto vado di stampa!!
    che dire, le tue fette sono bellissime e sicuramente squisite..ovviamente dritte nei preferiti!!come malto ho sia quello d'orzo che quello di frumento...quindi sono a cavallo!!

    ciao ciao!!

    RispondiElimina
  28. Ciao Paoletta, fantastica l'idea delle fette per colazione home made! quelle compere non sono mai granchè...da provare sicuramente! Domanda fatidica (mamma quant'è noiosa questa sempre col suo zucchero...;-D): lo zucchero si può aumentare un pochino, vero?

    RispondiElimina
  29. Che meraviglia!!! Sono la mia colazione quotidiana e finalmente posso provare a farle io!!!! visti poi gli ingredienti di quelle industriali... Ma se volessi provare a farle anche integrali basta che sostituisco la farina????
    Complimenti per il tuo interessantissimo blog!
    irene

    RispondiElimina
  30. anche questa me la segno. Alla fine di Agosto dovrei avere qualche giorno per divertirmi un po'. Attualmente sto comprando da Naturasì quelle con l'uvetta. Quindi credo che ce la metterò :D
    Per l'archiviazione, credo di avere parecchi ricettari ordinati iniziati, ma tutti incompleti. molti foglietti svolazzanti. Ho sempre pensato che fosse come accade per i disegnatori di fumetti. Gira voce che chi sa disegnare bene, non sa scrivere altrettanto bene.
    Ah proposito, l'esperimento con le zucchine non è andato a buon fine. E' venuto fuori un pappone. ciao!

    RispondiElimina
  31. Ma che fantastiche!!
    Io ho due domande: il malto d'orzo é a mo' di farina o tipo crema da spalmare? Te lochiedo perché qui in Germania il malto lo devo cercare e devo spiegare che non mi serve per fare la birra...
    Domanda n° 2: sei una fenomena di tuo che "addomestichi" i filoni a rimanere perfettamente in forma, o hai usato uno stampo da plumcake per fare le fette cosí regolari?
    Grazie 1000 e complimenti!
    Mik

    RispondiElimina
  32. Grazie. Il malto davvero non sapevo dove comprarlo. E così dovevo dire addio a tante ricettine. E si vede che le fette biscottate sono diverse da quelle che si comperano ...

    RispondiElimina
  33. Sono una vera tentazione queste fette biscottate ... ma con sto caldo non ce la faccio ad accendere il forno!!!!

    RispondiElimina
  34. ma sono fantastiche e sopratutto identiche..sicuramente più buone eheheh...complimenti!baci..

    RispondiElimina
  35. Brava Paoletta!!! Molto belle sia ricette che foto! Sai che anch'io me le sono fatte per la prima volta home made, giusto questo fine settimana? Troppo buone davvero, solo che io ho usato il lievito madre...ormai uso solo quello...magari provo anche la tua ricetta adattandola al LM, vediamo!
    Un bacione
    Ago :-D

    RispondiElimina
  36. passo spesso di qua ma non commento,ma oggi DEVO dirti grazie! sapessi da quanto cercavo una ricetta da fare a casa, una ch mi ispirasse fiducia. e tu me l'hai data!! le provo sicuramente aggiungendo qualche farina tipo farro ecc.
    grazie grazie grazie

    RispondiElimina
  37. ti devo fare un monumento, io senza le mie fette biscottate (integrali) non reisco a fare colazione, e a Strasburgo dove mi sto trasferendo trovo solo un tipo di fette biscottate abbastanza cattivelle. Quindi mo' mi trasferisco, metto su casa, e poi metto su la fabbrica delle fette biscottate grazie a te :-)

    RispondiElimina
  38. Paoletta che meraviglia!!!! Sono veramente spettacolari...
    Ma le hai messe in uno stampo da plum cake per dargli quella forma oppure l'impasto in lievitazione regge bene anche da solo?

    RispondiElimina
  39. Vabbè, ma a te non ci si stà dietro, o sono io lenta:-)
    Ancora stavo pensando alle linguine con le zucchine!!!!
    A parte tutto, con questa ricetta mi hai sorpreso molto, non so, un po come le freselle o il babà di Tinuccia. Brava e complimenti! Ma alla fine tu l'hai fatta la cosa di tagliare i filoncini lateralmente?
    Grazie e a presto

    RispondiElimina
  40. Fatte! ;-) mangiate con un ottimo burro artigianale trovato per caso dal salumiere qui vicino....ma che buone!!! mi sa che queste diventeranno un classico delle nostre colazioni...smack! Ah io le ho messe in stampo da plumcake di alluminio (imburrato), e si sono cotte benissimo...

    RispondiElimina
  41. Bellissime fette e foto!
    Ho provato a farle, buone e croccanti al punto giusto. Ma inesorabilmente "affocacciate", tipo biscotto della salute genovese. Come hai fatto a tenerle in forma? se si usa lo stampo va unto e non e' la stessa cosa...

    RispondiElimina
  42. come sempre sei mitica ! :)

    RispondiElimina
  43. eccomi, mamma mia quanti commenti, non me l'aspettavooo !! :)

    @monica, sì, per gli stampi ho aggiunto. grazie per il suggerimento, un abbraccio :)

    @gambetto, vista la versione di sandra?
    m'ispira assai ;-)

    @fiOr, queste sbriciolano, ma solo quando le mordi!

    @konstantina :))

    @Federica, visto, grazie per la fiducia :)
    p.s io devo ancora provare le verdure, uhmm...

    @natalia, carina sta versione ;-)

    @Arietta, le bozze, vero, non te l'aspettavi?? ahahaha e lo sapevo che mi fate una precisa, ma NON è così!

    @letyna, io pignola?? ma l'ai letta la storia delle boze? ;-)
    cpmunque per le ricette, sì, abbastanza! un bacio :)

    @Gaia, sì, lasciano le briciole, ma na cosa normale, non si fanno in mille pezzi, insomma !

    @wiggi, ne ho trovate un paio stamani, dopo circa 6 gg, erano ottime e sempre fragranti, basta conservarle ben chiuse!

    @furfecchia, una settimana di sicuro, ma forse anche molto di più. per il caos, e meno male qualcuno mi fa compagnia, ahahaha :D

    @Sofy :))

    @camomilla, allora fammi sapere !

    @Mary, grazie :)

    @Tuki, come le fai??

    @alexs, ti ringrazio per avermi pensata :)

    @Fra, grazie!

    @Silvia, manco tanto grasse, poi... ;-)

    @Elga, a me ha stupito il sapore, uguale! anzi, meglio! modesta eh? ;-) un abbraccio!
    p.s. splendide le foto della croazia!

    @paolaotto, le fai identiche a queste?

    @pinguil, grazie :)

    @Sandra, eccoti sei troppo simpatica, ma te lo sai che io a forza di scrivere al pc, non so più scrivere con la penna? è pazesco, ma è così! °_°
    però quando ho iniziato a scrivere il blog, ho avuto gli stessi pensieri, lasciare qualcosa di mio a mia figlia, esattamente come quando quel giorno rifacendo il ragù della nonna ines (mia suicera) ho pensato... questi gesti, tutto quello che lei mi ha insegnato, non deve andar perso, e iniziai a fotografare il suo mitico ragù passo, passo, e poi a scrivere...
    ecco, pensando a lei, pensando a mia figlia, così è nato il blog :)

    p.s. già salvata la tua mitica ricetta ;-)

    @Elena, basta metterci passione, appunto... tante belle cose per il tuo neonato blog :)

    @Viviana, boooh, ma io non faccio nulla, credimi... !!
    un bacio grande, anzi due ;-)

    @Morena, precisa come me, ahahah! te ci credi io mai stampata una? so' un caso patologico :(

    @Anto, non voglio sembrarti presuntuosa, te lo giuro :)
    ho usato la stessa dose di zucchero del Nistri, almeno mi pare, e credimi, quando le ho assaggiate, la prima cosa che ho pensato... è la dose perfetta!
    però via, 5 gr te li concedo ;-)

    @Irene, non saprei, ma a naso farei metà 00 e metà integrale! mi fai sapere se l'esperimento riesce? :)

    @zuppa, con l'uvetta e due! ma so' buone veramente, allora? chissà a trasformare queste?
    p.s. mi par di ricordare che tu disegni benissimo ;-)
    p.s.2 qual era l'esperimento? che memoriaaaaaaaaaaaaaaa!!

    @mimmi, il malto d'orzo che ho usato è quello nel barttolo, stessa consistenza del miele.
    per gli stampi, hai ragione, come dicevo sopra, forse è meglio, di sicuro più facile!
    io formando i filoncini, ho "stretto" bene! e la forma è rimasta, certo poi lateralmente ho "limato"!

    @forchettina, maia, fiorix... grazie :)

    @Ago, ma l'hai letta la meraviglia di sandra? l'ha postata nel post le ricette dei lettori, invia la tua ricetta!

    @kosenfrufu, grazie e benvenuta :)

    @France', ti trasferisci in che senso, per sempre???????????

    @Arianna, come scrivevo qualche commento sopra ;-)

    @pappareale, sì, li ho limati ai lati ;-)

    @Anto, ma grazieeeeeeeeeeeee!!
    un bacione per la fiducia :))
    p.s.già, imburrato, vado a corregere il post ;-)
    p.s. quanti ne hai usati, e di che misura? scusa se ti sfrutto :))

    @annamad, anto61 le ha cotte nello stampo da plumcake e dice che sno venute benissimo... io ho formato i filoncini arrotolando molto stretto, e se fai così, ti assicuro che regge bene anche senza stampo. tu come li hai formati?
    peccato per la forma, ma se il sapore ti è piaciuto, dai riprovaci ;-)

    @milena, grazie !

    RispondiElimina
  44. Qui le ispirazioni non mancano, c'è da dirlo...è solo il tempo che scarseggia :-P

    RispondiElimina
  45. Non ti dico che proverò a farle, perchè te l'avrò detto un centinaio di volte per altre ricette.
    Dire che disegno benissimo e come dire ad un ippopotamo che è aggraziato.. diciamo che mi piace disegnare, anche se ho dovuto lasciare la cosa un po' da parte.
    L'esperimento era fare la pappa al pomodoro con le zucchine. è venuto fuori un mezzo orrore. Cercherò di rifarla in futuro adattandola meglio... se mi riprendo dallo shock!

    RispondiElimina
  46. Ciao Paoletta, il tuo entusiasmo, la tua voglia di "sconvolgere" è contagiosa! I tuoi risultati sono perfetti i miei....Tutto questo per dirti che, visto il lievito madre bello arzillo e....la voglia di provare le tue ricette, sto facendo le fette biscottate (tue) con il levito madre. Ti dirò come è andata! Grazie ancora una volta per le splendide ricette.
    Romi

    RispondiElimina
  47. E rieccola! Ho appena sfornato, ed ho voglia di assaggiare ma non lo farò, metterò i due "filoni" a riposare 18/24 ore come hai detto tu. Nella lievitazione, meno di 3 ore, erano triplicati di volume ma poi in cottura hanno superato di molto lo stampo! Profumo bionissimo! Come farò ad aspettare di sapere????
    Romi

    RispondiElimina
  48. ciao paoletta, sono anche io una fan!
    avrei una domanda per questa fantastica ricetta..potresti spiegarmi meglio cosa significa tostare in forno?
    Grazie mille e complimenti davvero.

    RispondiElimina
  49. ciao paoletta, sono anche io una fan!
    avrei una domanda per questa fantastica ricetta..potresti spiegarmi meglio cosa significa tostare in forno?
    Grazie mille e complimenti davvero.

    RispondiElimina
  50. Figurati paoletta, scherzi?? ;-D guarda, ho fatto metà dose solo perchè tra un po' partiamo, ho usato 1 stampo 1 da cm 22 è avrò usato 2 grammi di burro, non credo possano influire sul sapore...ma poi pensavo, e non vorrei dire una fesseria, che dici, forse si può ungere con poco olio di semi, visto che è già nella ricetta? baci!!

    RispondiElimina
  51. @zuppa, disegni benissimo davvero!!
    l'esperimento non me lo ricordavo... ;-)

    @Romi, com'è andata? 3 ore per via del lm?

    @PAOLINA, in pratica nella tostatura il prodotto, biscotto o lievitato che sia, perde liquidi e umidità, diventa biscottato e si conserva moltissimo !

    @Anto, grazie :)
    penso che vada benissimo sia il burro che l'olio!

    RispondiElimina
  52. Ciao Paoletta, sì, quasi 3 ore per il lm, sono venute benissimo. Non so come sono con il lievito ma dalle freselle ho capito che il mio lm mi sta ripagando di tutte le cure e coccole e....lo devo usare.
    Un bacione di cuore per la splendida ricetta.
    P.S.:Ti invio con mail la foto (non ridere! E' come al solito pessima)così vedi come è lievitato.
    Romi

    RispondiElimina
  53. Ciao Paoletta,
    ho provato le tue fette biscottate, SONO BUONISSIME!!!
    Ho dovuto fare una piccola modifica, perché non avevo in casa olio di semi, ma solo un olio extravergine di oliva molto grezzo (in pratica sa di olive e non mi piaceva l'idea): ho messo al posto dell'olio 2 cucchiai di strutto. A me sembrano venute eccezionali, croccantissime, anche se mi riprometto di provarle usando l'olio come hai indicato tu.
    Posso farti una domanda? Secondo te, orientativamente, è preferibile tostare le fette a temperatura più alta, quindi un po' più velocemente, oppure meglio a temperatura più bassa, ma un po' più lentamente?
    Ad ogni modo complimenti e grazie, è una ricetta ottima!

    P.S. io ho usato 3 stampi in alluminio usa e getta di dimesione 23x8 cm circa. Le fette sono venute un po' più larghe che alte, forse bastavano 2 stampi, magari prolungando leggermente la cottura.

    RispondiElimina
  54. @romi, visto anche il risultato delle freselle, credo proprio di sì, il tuo lm ti sta ripagando :))

    @Daniela, sì, forse ne bastavano 2 della misura indicata da Anto, vorrà dire che grazie anche alle vostre sperimentazioni, aggiornerò il post, che dirvi? grazie!!:)
    per l'olio, sai che ti dico? io credo che pure con lo strutto saranno venute perfette ;-)
    per la domanda, la seconda che hai detto, altrimenti non si asciugano bene.
    se hai tempo, prova a cercare il metodo di tostatura che usano le sorelle Simili per i taralli napoletani, e vedrai che usano temperature basse!
    un abbraccio e grazie :)

    RispondiElimina
  55. Ciao Paoletta, grazie per la risposta! Mi appunto la nota sulla tostatura anche nella ricetta salvata, perché per me questo punto è (era? :-)) sempre un po' problematico.
    Sono andata anche a vedere la ricetta dei taralli napoletani delle Simili, ma solo per curiosita': le tue indicazioni sono una garanzia! :-)
    A presto, ciao!!

    RispondiElimina
  56. bellissime sei davvero brava
    anche io condivido al passione di lavorare col lievito
    calicanto

    RispondiElimina
  57. Bellissime.Non vedo l'ora di farle, perche' le cercavo da tanto tempo!

    RispondiElimina
  58. Paole', le ho fatte! Fantastiche.
    Stanno qui:
    http://www.flickr.com/photos/8540074@N06/

    Lo Ziopiero ;-)

    RispondiElimina
  59. @Daniela :))

    @calicanto, grazie mille!!

    @imma, provale che ne vale davvero la pena :))

    @Pierucciooooooooooooooo smacckkk!
    ascolta me, per gli aromi, vatti a leggere il post delle ricette dei lettori, sono sicura che troverai qualcosa di interessante ;-)

    RispondiElimina
  60. Ciao!
    Ho provto le tue fette (le ho appena pubblicate sul blog): FAVOLOSE, avevi ragione!!
    Grazie per la dritta, le tue ricette sono spesso fonte di ispirazione!
    Un bacio, GG ;-)

    RispondiElimina
  61. @GG, viste, splendideeeeeeeeeeeeee :)
    grazie!

    RispondiElimina
  62. Ciao Paoletta. Le ho preparate ben due volte. Deliziose !!! Grazie per la dritta !!! Baci Manu

    RispondiElimina
  63. Ciao, ho scoperto il tuo blog qualche gg. fa, per via dei "consigli" fotografici, linandomi da un altro sito per puro caso...
    Già allora ero rimasta entusiasta, e adesso in più, a seguiuto di un mio recente post sulle fette biscottate, mi è stato detto in un commento che le potevo trovare anche qui... ed è pazzesco, cioè stupendo, perchè è una ricetta che io amo molto, e la tua versione mi ispira tantissimo... quindi vado, e le provo il prima possibile!
    grazie, e a presto!

    RispondiElimina
  64. @vaniglia, benvenuta allora!
    ah, e fammi sapere...
    un abbraccio :)

    RispondiElimina
  65. Le ho fatte anch'io le fette. Davvero molto buone...
    Ti seguo sempre, sei molto brava.
    Ciao

    RispondiElimina
  66. @patty, grazie!! un abbraccio :)

    RispondiElimina
  67. Ciao Paoletta, sei un mito!!! Ogni tua ricetta è un successo. Oggi ho fatto i Russian tea cake, mamma mia che cosa sblime!!! Ora volevo cimentarmi con le fette biscottate ma quando sono andata nel negozio per comprare il malto mi hanno dato quello di frumento che è praticamente una farina quindi cosa dici, non va bene vero per fare le fette vero? Mi sai dire per cosa lo posso usare? E poi scusa la domanda che sembrerà stupida e banale ma per lievito fresco s'intende quello di birra?
    Grazie mille Michela

    RispondiElimina
  68. @Michela, ciao e scusami il ritardo... dunque io il malto uso quello come il miele, stessa consistenza per capirci, questo che dici mai usato e non saprei come consigliarti, a meno che ci siano le dosi nella confezione. casomai sostituisci col miele, certo il malto da quel saporino particolare di... ecco, di malto ;)
    lievito, sì, quello a panetto di birra!
    fammi sapere, un abbraccio :)

    RispondiElimina
  69. Ciao Paoletta, grazie per avermi risposto. In settimana mi fermo un in super bio e mi procuro il malto d'orzo. Sulla confezione del malto di frumento c'è scritto che va mescolato alla normale farina per avere croccantezza in alcuni dolci. Magari qualche volta proverò ad usarlo per i biscotti e poi ti farò sapere che differenza ho trovato.
    Intanto ti saluto... grazie mille Michela

    RispondiElimina
  70. @Michela, se c'è riportata la quantità io proverei, ne sento comunque parlar bene, e poi al posto del malto, quando indico di metterlo, metti miele ;-)
    un bacio

    RispondiElimina
  71. ciao volevo chiederti se al posto dell'olio di semi può essere usato l'olio d'oliva... grazie e complimenti per la ricetta!
    melissa

    RispondiElimina
  72. @melissa, magari uno leggero, insomma non se ne deve percepire l'aroma :)

    RispondiElimina
  73. Ciao Paoletta, le fette sono nel forno, la forma tiene e il profumo è ottimo però leggendo i vari commenti mi sta sorgendo un grosso dubbio. Io ho inserito l'albume nell'impasto e ho usato il tuorlo per spennellare... non dirmi che ho sbagliato!!! Per il malto di frumento mi sono informata ed ha la stessa funzione del malto d'orzo e va unito alla farina.
    Grazie Michela

    RispondiElimina
  74. @Michela, tutto perfetto, albume nell'impasto, tuorlo per spennellare!
    mi fai sapere??
    buon we :)

    RispondiElimina
  75. Ecco le fette nel forno per farle tostare... 160° mezz'ora da un lato... perfette... il profumo sta riempiendo la cucina. Le ho girate ho messo il timer per altri 30 min. ma... disastro!!! quando sono andata a vederle erano quasi tutte marroni... sigh sigh non ci posso credere. Non hai idea del nervoso, va bè ci riproverò. Intanto grazie per il tuo aiuto, a presto Michela

    RispondiElimina
  76. @michela, noooooooooo!! mannaggia, pensa che nel "mio" forno ho dovuto mettere a 180° ma conoscendolo ho scritto 160°! mi sa che il tuo è il contrario del mio, sarebbe stato meglio a 140° sono quelle cose che faccio fatica a scrivere, così come i tempi di cottura, ogni forno ha vita propria, valli a capire!
    mi dispiace, ma sarebbe da riprovare, ne vale la pena :)
    un bacio

    RispondiElimina
  77. ciao volevo farti due domandine:
    che cosa intendi per "sigillare" e per "lasciare la parte sigillata sotto" quando parli della forma dei panetti?
    dove posso conservare il malto d'orzo già aperto? in frigo o nella credenza?
    melissa

    RispondiElimina
  78. ... ah forse ho capito che intendi per la formatura dei panetti: arrotolarli tipo cannelloni (per intenderci) e quindi lasciare la parte sigillata sotto, giustamente... ci sono arrivata pensando alle fette del mulino al malto d'orzo, che hanno quel disegno a spirale! :D mi era sfuggito questo passaggio, infatti ormai le ho fatte mettendo metà impasto in uno stampo da plum cake e con l'altra metà ho cercato di formare un panetto che poi si è gonfiato inverosimilmente prendendo la forma di un filoncino di pane. la prossima volta proverò a dare la forma giusta... :)
    p.s.: il sapore è ottimo e l'aspetto fantastico ma sono poco friabili... è normale o dipende da qualche errore?
    p.p.s.: ribadisco la domanda sul malto d'orzo: dove conservarlo?
    melissa

    RispondiElimina
  79. @melissa, per la friabilità, sicura di averle fatte asciugare/seccare bene in forno??
    le mie si sbriciolavano, regolati secondo il tuo forno, magari abbassa la temperatura e lasciale più tempo, devono perdere ogni traccia di umidità.
    per il malto, io non so se è corretto, ma lo conservo in frigo, reparto frutta, 12° circa!

    RispondiElimina
  80. Ciao Paoletta... certo che ci riprovo... sabato sono di tigelle ma domenica mattina avrò la mia rivincita sulle fette biscottate. Abbasso il forno a 140° e mi regolerò con il colore della doratura...Ti dirò che le altre fette sono finite in un lampo comunque, le abbiamo sgranocchiate a mo di crostini... avevano un gusto speciale. Grazie :)) Michela

    RispondiElimina
  81. Ciao Paola, ti ringrazio per le squisitezze che posti. Le ho fatte. Buonissime ma dopo la tostatura restano durette. Che peccato. Hai qualche segreto per farle somigliare alle "gentilini"? Friabilissime? Hai approntato qualche altra ricetta?
    Ciao e grazie
    Irene

    RispondiElimina
  82. ...friabilissime ... ma quasi morbide. Sembra un controsenso, ma se hai presente le Gentilini, mi capisci.
    Baci a tutti
    Irene

    RispondiElimina
  83. ciao! ho scritto qualche post fa... le ho rifatte formando bene i panetti, e tra l'altro usando due impasti diversi (uno più scuro con la farina integrale) ed è venuta una spirale tipo quella delle fette al malto d'orzo del mulino :D.. bellissime! solo che purtroppo anche stavolta sono venute durette (come dice anche irene). sia l'altra volta che stavolta le ho tostate a 140° per circa 50-60 minuti, finché si sono ben dorate... non capisco da che possa dipendere! ciao e grazie
    melissa

    RispondiElimina
  84. @Irene, ma come fanno ad essere friabili ma morbide?? sicura di averle fatte asciugare bene durante la tostatura??

    @melissa, ma anche irene... ragazze la seconda lievitazione, quella nello stampo, va fatta a 28° per 1 ora. se i gradi non sono 28 ci vuole più tempo, e se si inforna prima qualsiasi lievitato rimarrà duretto.

    e lo stampo?? la misura è quella giusta??

    RispondiElimina
  85. dunque, ho controllato, ed effettivamente era estate quando le ho fatte, i 28° sono di default ;-)

    per cui, in inverno, se a casa si avranno chessò, 20/22 gradi, di sicuro ci vorrà circa 1 ora e 1/2... in ogni caso l'impasto dovrà arrivare al bordo dello stampo, proprio lì dove inizia la curva, non so se mi spiego.

    se non si usa lo stampo, come ho fatto io, di sicuro 1 ora non basta, a meno che non si abbiano 28° in casa!

    mi fate sapere??
    un abbraccio

    RispondiElimina
  86. dunque la seconda lievitazione l'ho fatta nel forno mettendo la temperatura poco dopo lo 0 (appena scatta la luce) e penso sia sui 25-30° perché mettendo la mano dentro si sente appena il calore. un panetto era nello stampo e l'altro libero, ma entrambi alla fine della cottura avevano la stessa dimensione. oggi, quando ho affettato, i filoni erano morbidi e uguali come consistenza e sapore al pane in cassetta (ero tentata di non tostarli ^_^). invece dopo la tostatura quando sono andata ad addentare, non ho trovato la friabilità che speravo. se è un problema di lievitazione, proverò a lasciarli un'ora e mezza la prossima volta... ma non sarà invece un problema di eccessiva tostatura? grazie... ciao!
    melissa

    RispondiElimina
  87. Paoletta, è che avevo continuato il post scrivendo, friabilissime ma morbide...
    Infatti è proprio cosí che vorrei riuscire a farle.
    Proprio come le Gentilini.
    Le hai presente? Sembrano morbide, ma sono friabili allo stesso tempo.
    Certo, forse i produttori metteranno dei miglioratori, cosa che noi non facciamo.
    Beh, ti faró sapere, grazie lo stesso e anche a Melissa per la testimonianza.
    Ciao a tutte.
    Irene

    RispondiElimina
  88. @melissa, può darsi! controllale durante la tostatura, magari con il tuo forno ci vogliono tempi e temperature diverse :)

    @Irene, è vergogna se dico che le Gentilini mai provate, ehmm ??
    a me però non vennero così dure, croccanti sì, ma leggerissime :))

    RispondiElimina
  89. non per niente tu sei tu.
    Peró le Gentilini devi comprarle assaggiarle e... se le riproduci, fammi un fishio che ti seguo a ruota.
    Baci e grazie
    Irene

    RispondiElimina
  90. ciao. innanzitutto complimenti per il tuo blog!
    Ho trovato la tua ricetta nell'aggregatore di blog e l'ho fatta: sono buonissime! unica domanda... quando tu fai la tostatura, le fette le adagi orizzontali sulla teglia o le lasci dritte (riformando, per intenderci, il panetto? magari lasciando spazio tra le fette...)
    io le ho messe orizzontali, leggermente sovrapposte, e devo dire che (a parte che con il mio forno evidentemente sarebbe sufficiente una temperatura di 120-130° e forse meno tempo perchè altrimenti si scuriscono troppo) la parte sovrapposta che è rimasta più chiara mi è piaciuta di più come consistenza. tu come fai?
    grazie! Lina

    RispondiElimina
  91. @Lina, ciao benvenuta :)
    io le adagio, e per la tostatura (tempi e temperature) bisogna sperimentare col proprio forno, o quantomeno regolarsi a secondo di come funziona, al di là della ricetta!

    ecco, ora mi viene in mente che forse a chi venivano dure, il motivo poteva essere questo, temperatura alta e troppo tempo.
    però nel mio vanno bene queste indicazioni :)

    grazie per le tue indicazioni
    un abbraccio

    RispondiElimina
  92. Paoletta grazieeeee per questa tua meravigliosa ricetta, le ho preparate, sono buonissimeeeeee!!!!
    Ho aperto un post sul mio blog, se ti va viene a vederle e dimmi se ho fatto un buon lavoro!
    Baci e buona giornata!!!

    RispondiElimina
  93. @susy, viste sono bellissime, che brava sei!

    RispondiElimina
  94. Un blog, una garanzia!
    Grazie per questa ricetta. Non mi venute belle come le tue, ma sono buonissime :)

    RispondiElimina
  95. @cielo, se è per la forma, prova ad usare gli stampi :)
    l'importante è che fossero buone!

    RispondiElimina
  96. Cara Paoletta, ho letto il post delle fette biscottate e quando uno ti scive "FATELE"...se hai la passione per la cucina...non puoi non eseguire l'ordine.Peccato che ora dopo la tua ricetta dello yogurt(che produco a litri per me e per i miei settimanalmente)di cui ormai sono dipendente,adesso o mi disintossico dal gusto meraviglioso di queste fette biscottate e non le faccio assaggiare a mia madre,o qua mi schiavizzano...sono veramente buonissime!!!Non so se ho scoperto l'acqua calda, ma nei post tutti hanno scritto che hanno tostato le fette sulla leccarda.Io personalmente le ho tostate sulla gratella e il procedimento mi è sembrato più veloce(nel senso di tempi, perchè si sono proprio seccate prima..)soprattutto visto che so quanto sono distratta, ho evitato un sacco di scottature non dovendo girare le fette..!!!
    A proposito,sono una fanatica dello yogurt al malto di yomo.Quando comprando il malto, ho posto alla commessa il quesito se mischiato allo yogurt avrei ottenuto lo stesso risultato dello yomo, mi ha detto che no.Perchè aggiungono gli aromi chimici.Sarà...ma io ho provato: TROPPO BUONISSIMO!!!Prova prova!!!!Grazie per le tue ricette, io scherzo sempre ma il tuo blog mi stimola a fare e a mangiare sano e questo è fantastico!Baci e alla prossima "droga"!!

    RispondiElimina
  97. Ciao Paola, complimenti non solo per le ricette ma per la raffinatezza delle immagini. Ho eseguito questa ricetta ieri e stamane ho tostato le fette... sono di una bontà indescrivibile ;-) Grazie!

    RispondiElimina
  98. ...devo assolutamente provare a farle, sembrano buonissime!!

    RispondiElimina
  99. @Enry, arrivo in ritardo mostruoso, e chissà se mi leggerai, ma grazie di cuore della dritta !! semplice (ma chissà perchè non ci si pensa??) e geniale!!

    a tutti gli altri, grazie :))

    @fede, provale!
    ;-)

    RispondiElimina
  100. ciao!ho appena cominciato a scrivere un blog di ricette per intolleranti al lattosio! devo dire che le tue ricette sono fantastiche! non avrei mai detto che si potessero fare le fette biscottate in casa, anche perchè in vendita in negozio con il malto ci sono, ma con dentro il latte! e io che le amo proprio non posso mangiarle! grazie a te potrò riprovare l'ebbrezza al mattino! proverò a farle, ovviamente senza la spennelata di latte!:)

    RispondiElimina
  101. sono tornata nella mia città universitaria dove è un pò difficile cucinare...:) devo organizzarmi bene! appena le faccio ti dico!!!

    RispondiElimina
  102. Cara Paoletta,
    non preoccuparti, ti leggo ti leggo....e le bocche che mi stanno intorno ringraziano per le dritte che mi dai!!!Buon lavoro Ciao!!!!

    RispondiElimina
  103. cercavo il modo per abbrustolire il mio pane di mosto avuto in regalo (è la stagione del mosto qui da noi e si usa in mille modi) e così credo di aver trovato tempi e modo di cottura
    grazie a te e grazie a google che ti pone in alto nella lista alla voce "fette biscottate" ciao

    RispondiElimina
  104. che belle!!!!le proverò di sicuro!ho anche il malto!

    RispondiElimina
  105. Grazie Paoletta, un po' in ritardo le ho postate sul mio blog! Abbiamo apprezzato molto la croccantezza di queste fette biscottate!

    http://unastellatraifornelli.blogspot.com/2011/04/fette-biscottate-semi-integrali.html

    RispondiElimina
  106. @stella, bellissime, complimenti!
    :)

    RispondiElimina
  107. ho provato a fare questa ricetta perchè era troppo invitante...complimenti davvero!
    Ma mi sa che le ho biscottate troppo :( inoltre mi è venuto un dubbio: il forno deve essere ventilato o statico?
    Grazie

    RispondiElimina
  108. Ok...posso dire una cosa??? Non avevo mai pensato di fare le fette biscottate in casa finche' non ho scoperto che in Australia non esistono e quindi...chi fa da se fa x tre!! la prima volta il risultato e' stato ok,ma oggi le ho riprovate e sono eccezionali!!! unica cosa...forse un po' troppo durette da mordere...come si risolve??

    RispondiElimina
  109. @Elena, in linea generale meglio statico, oppure un ventilato non aggressivo, così come puoi trovarlo, per es., nei forni smeg.

    @Fedy, prova ad abbassare la temp. di tostatura, mi sa che quella che ho indicato è adatta solo al mio forno ;-)

    RispondiElimina
  110. ciao!!! ti chiedo un'informazione forse stupida: per lievito fresco intendi quello di birra a cubetti?

    RispondiElimina
  111. Ciao Paoletta,
    Ho sviluppato queste fette biscottate e mi è piaciuto molto,croccante ma non duro.
    Solo una domanda:
    La massa comprende album, che è piuttosto insolito per me su un panino. ¿Sareste così gentile da dirmi cosa vi porta a le fette biscottate questo Albume?

    Grazie e cordiali saluti
    Izaskun

    RispondiElimina
  112. @Izaskun, ciao!
    serve a asciugare l'impasto :)

    RispondiElimina
  113. Grazie per la risposta Paoletta.

    Saluti

    RispondiElimina
  114. Ciao PAola, complimenti per le foto per le ricette...ho fatto le tue fette biscottate, buonissime, le rifarò presto...

    RispondiElimina
  115. complimenti per le tue ricette!! oggi pomeriggio so cosa provare approfittando del ponte del primo novembre ;-)

    RispondiElimina
  116. Ciao Paoletta,
    sono Daniela di Roma, www.cucinaamoremio.com, disabile...
    Non è importante per la richiesta d'aiuto che ti faccio:
    premesso che le fette biscottate io le vorrei farle con qualche pan brioche venuto male o pane in casetta troppo abbondante (questo per dire che più che fare appositamente un pane tendo sempre a riclarlo ed ogni volta che lo tosto viene pesantissimo - no da digerire ma proprio pesante in grammi.
    Che sbaglio?
    Deve andare di + o di -.
    Il forno deve Sre + alto o più basso?
    Aiuto!!!
    Comunque, ciao.
    Dann/www.cucinaamoremio.com

    RispondiElimina
  117. Googlando "ricetta fette biscottate", questaè la prima ricetta che ho trovato e che "salvo" immediatamente....dove? Mi sa che sono incasinata più di te...inizialmente le trasferivo su Word, dividendole per categoria...poi mi sono stufata e le salvo direttamente nei preferiti...infatti ora che sono passata ad un Mac, li ho persi tutti...geniale!
    Comunque la tua la provo prestissimo, compro sto benedetto malto e poi torno da te!
    Baci Claudia

    RispondiElimina
  118. Ciao ho fatto già due volte le tue fette e sono accezionali. La prima ho sbagliato la tostatura finale e sono venute un po' durette , ma oggi le ho tostate e sono venute perfette. Brava brava.

    RispondiElimina
  119. Ciao Paoletta!!
    Dieci giorni fa ho fatto le tue fette biscottate e .... non ho ancora smesso!!! Mi spiego! Sono piaciute a tutta la famiglia parenti compresi e quindi sono già 5 volte che me le chiedono di nuovo! ed io lì che impasto!! No, in realtà impasta LUI, il KEN! GRazie per la bellissima ricetta!!!! A presto (Ci vediamo al corso di Roma a fine MArzo!!!!!) Maia (MAria Rosaria)

    RispondiElimina
  120. Ma che aspetto fantastico!
    Anche io le faccio ogni tanto, visto che a Sydney non si trovano quelle buone.
    Come te uso il malto (lo sciroppo di malto) e invece del latte ci metto il latticello. L'impasto e' cosi' buono che qualche volta, dopo la prima cottura, non me la sento di fare seccare e abbrustolire e mi mangio il filone morbido appena uscito dal forno!
    Ciao!

    RispondiElimina
  121. @Daniela, in ritardo perdonami... se viene pesante in grammi vuol dire che non ha lievitato il giusto tempo.

    @per tutti un abbraccio e grazie di esserci sempre :)
    buona Pasqua!

    RispondiElimina
  122. se usassi la farina integrale ???tengo le stesse dosi secondo te???ciao complimenti sei bravissima....!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. roxy, le ha fatte commis, qui sotto :-)

      Elimina
  123. Ciao!Ho bisogno del tuo aiuto!!Ho fatto le fette, seguito la ricetta pedissaquamente,ma qualcosa non ha funzionato credo perchè sono venute direi davvero troppo croccanti:sono dure come sassi!E dopo la prima tostatura,le altre infornate le ho fatte per soli 20 minuti a 135 gradi,ma il risultato è stato lo stesso purtroppo.Non so dirti cosa ho sbagliato,l'unica cosa che posso azzardare (dato che credo ci sia stato un problema di lievitazione più che di tostatura)è che i tre filoncini non sono per niente cresciuti mentre cuocevano in forno,ma non so neanche se dovevano in realtà.Aspetto un tuo consiglio. Grazie e complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Linda, sì dovevano crescere, lievitare... è per questo che sono dure :-)

      Elimina
  124. Ciao Paola, volevamo farti i complimenti perché il tuo sito è spettacolare e questa ricetta è fantastica. Abbiamo aperto anche noi, da pochissimo, un blog impropriamente detto “di cucina” per divertimento e, cercando la ricetta delle fette biscottate (di cui non possiamo più fare a meno), siamo arrivati a te, rimanendo affascinati dalle tue ricette. Abbiamo sperimentato questa e, per quanto a livello estetico non siano proprio identiche alle tue, il gusto è eccezionale quindi...grazie! :)

    RispondiElimina
  125. Paoletta queste fette sono fenomenali!
    Grazie per la ricetta!
    Le ho provate con tutta farina integrale e ho dimenticato l'olio.. e sono venute buonissime anche così.. non oso immaginare la bontà della ricetta originale!
    Ma le rifarò di sicuro.. ne sto diventando dipendente!!!
    Ecco il risultato..

    http://nontuttofabrodo.blogspot.it/2012/10/fette-biscottate-integrali-per-davvero.html

    RispondiElimina
  126. ciao Paoletta, ho fatto le tue fette per la terza volta, e sono sempre meglio,esteticamente hanno avuto un problemino, si sono attaccate alla pellicola che non avevo passato con l'olio, però il sapore non è mutato...un caro saluto
    http://www.unpezzodellamiamaremma.com/2012/12/colle-della-croce-nuova-collaborazione.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se l'impasto è ben incordato non dovrebbe attaccare... cmq prova a ungere pochissimo :-)
      niente male però!

      Elimina
  127. ciao!
    che bello avere scoperto che si possono fare a casa anche le fette biscottate!!!io sono una vera amante della colazione,le devo provare.e poi ti farò sapere...
    certo non è facile trovare il tempo,per lavorare sono fuori casa tutto il giorno fino alle 20.
    ma in qualche modo si fa...
    a natale ho sfornato panettoni(divini!dopo il corso temevo di non essere capace da sola e invece...).
    ho in congelatore ancora qualche cornetto che tiro fuori nei weekend.
    stamattina ho finito nel latte gli ultimi cantucci.
    vorrei fare ogni tua ricetta!!!
    però dai,appena riuscirò a provare ti dirò come è andata questa.
    grazie!!!!!troppo brava!
    Eleonora

    RispondiElimina
  128. ciao!
    mi chiedevo..volendo fare le fette biscottate con lievito madre quanti grammi ne metteresti?
    grazie :-)
    ti farò sapere il risultato, ma ormai post abbuffate pasquali!!

    RispondiElimina
  129. Fatto la prima infornata...ora raffreddamento e domani tostatura, ma speriamo siano cotte, visto che colo mio forno già dopo 20 minuti a 200° ho dovuto abbassare e coprire con la carta forno e dopo poco ho spento tutto perche si stava bruciando la base delle pagnotte....mah...speriamo!
    Claudia

    RispondiElimina
  130. P.s.....rileggendo i tuoi commenti, mi sono resa conto che avevo già salvato la tua ricetta, ma non me lo ricordavo...così sono capitata di nuovo da te...ah....per la cronaca...sono Mamma in pentola (qualche post più su)...ormai in "pensione"...dal blog, ma comunque sempre "pazza" per la cucina!

    RispondiElimina
  131. ciao paoletta quanto lievito disidratato devo mettere? e al posto del malto posso mettere lo zucchero?

    RispondiElimina
  132. ciao paoletta quanto lievito disidratato devo mettere? e al posto del malto posso mettere lo zucchero?

    RispondiElimina
  133. ciao paola, ho provato la tua ricetta e sono troppo contenta del risultato.le adoro...ora vorrei spingermi oltre e farle con il lievito madre....quanto mi consigli di metterne? grazie mille , francesca

    RispondiElimina
  134. Ciao, ho trovato questa ricetta x caso, la prima volta che le ho fatte sono venute bellissime, buonissime ma un po' dure, la seconda le ho tostate meno ma sempre dure. desso ho appena cotto le ultime, le ho lasciate lievitare di più, in cottura quasi uscivano dallo stampo, domani spero di riuscire a renderle più friabili e meno dure correggendo la temperatura. Grazie.

    RispondiElimina
  135. le ho già fatte due volte: un successo tra i miei ragazzi!!!!
    grazie x la ricetta!!!!
    Patrizia

    RispondiElimina
  136. PS: per evitare di ungere lo stampo, usare la carta forno: vengono benissimo!!!!
    Patrizia

    RispondiElimina
  137. Le dosi sono perfette ricetta molto leggera ma sempre dure! cosa sbaglio? le ho provate tutte dalla temperatura del forno al tempo di tostatura.Forse devo tagliarle più grosse? proverò !

    RispondiElimina