lunedì 24 agosto 2009

Come ho fatto il limoncello

Come ho fatto, nel senso che di ricette in giro ne avevo viste molte, metodi di procedimento anche molto diversi, alla fine come sempre mi son fidata dei consigli del mio Maestro che ad una mia domanda mi dava le "dosi" e scriveva:

limoncello5


"seguo una ricetta base: 100g di acqua, zucchero ed alcol per 1 limone, modificata in 120g acqua, 80g zucchero, 100g alcol per 1 limone"

Ovviamente poi ci ho messo del mio, anche leggendo qua e là, per cui non inorridiscano i partenopei se qualche errore l'ho fatto, anzi, se qualcuno mi darà delle dritte ne sarò felice, visto che lo rifarò di nuovo, questo è quasi finito!
Certo, fare il limoncello è una cosa lunga, diciamo un parto ;-) ... anche se poi alla fine non è che sia tutta questa fatica, si tratta solo di aver pazienza e di attendere, ma ti ripaga di tutto il tempo che si è atteso...


IL LIMONCELLO come lo ho fatto io

Cosa ci serve:
1 Lt di alcool puro a 95°
9/10 limoni possibilmente di Sorrento, in ogni caso assolutamente non trattati
1,2 Lt di acqua
800 gr di zucchero

Preparazione:
1. Lavare bene, anche spazzolandoli, i limoni sotto l'acqua corrente ed asciughiamoli bene con uno strifinaccio pulito. Tagliamo ora le bucce facendo bene attenzione a non tagliare anche la parte bianca, detta pane del limone, perchè amara. Per questa operazione, ho trovato perfetto un pelapatate.
Prendiamo ora una bottiglia grande di vetro, o un barattolo, che sia più di 1 lt. ben lavata e asciugata e riempiamola di alcool puro e delle bucce dei limoni precedentemente preparate.
Riponiamo il tutto in un luogo buio, fresco ed asciutto, e dimentichiamocelo dai 15 ai 30 giorni, se ne passano di più va anche molto meglio. Io ho lasciato macerare circa 45 giorni, in effetti me lo sono letteralmente dimenticato.

2. Passato questo tempo, prepariamo lo sciroppo facendo bollire 3 o 4 minuti lo zucchero con l'acqua. Lasciamo intiepidire appena e versiamo l'infuso precedentemente preparato, insieme alle bucce. Riponiamo tutto in 2 o 3 bottiglie di vetro e lasciamo riposare così in un luogo fresco e asciutto per 3 giorni.
p.s. Qui ci sono due scuole di pensiero, almeno a quanto letto in giro, c'è chi fa come ho appena spiegato e chi invece filtra tutto e imbottiglia immediatamente. Io ho preferito attendere ancora 3 giorni e lasciare che le bucce di limone riposassero e lasciassero il loro aroma anche nello sciroppo.

3. Al quarto giorno prepariamo 3 bottiglie di vetro accuratamente lavate e sciacquate con acqua bollente, poi fatte asciugare. Io le faccio asciugare in forno a circa 120°, ho qualche mania, me ne rendo conto, ma in questo modo, non solo si sterilizzano un poco, ma asciugano velocemente senza lasciare tracce di acqua e calcare.
Dopodichè imbottigliamo il nostro prezioso e profumatissimo limoncello filtrandolo attraverso una garza a maglie fitte.

4. Lasciamolo riposare per almeno 7 giorni prima di gustarlo ben ghiacciato!

Adesso, mi raccontate come lo fate voi?


42 commenti:

  1. Penso che faro' il tuo, dorato e invitante (prima devo trovare i limoni buoni a Parigi ma questa è un'altra storia). Grazie come al solito per la precisione e queste foto piene di luce.

    RispondiElimina
  2. che bello questo e propio interessante. lo vorrei provare anche io :)

    visita il mio nuovo blog a http://snookysrecipedoodles.blogspot.com/

    RispondiElimina
  3. ciao io sono si Napoli e più o meno la ricetta è questa, il vero segreto è nei limoni che devono essere di Sorrento, come hai detto tu, il tuo limoncello deve essere buonissimo e profumatissimo un bacio

    RispondiElimina
  4. ohi, i partenopei mi linceranno, ma io non amo il limoncello (non amo qs tipo di liquori in generale) ma il profumo che emana è ineguagliabile!

    RispondiElimina
  5. come lagolosastra non amo molto i liquori e neanche il limoncello, quello bbuono, mi conquista.... ma complimenti lo stesso per la luce, il profumo e la ricetta!

    RispondiElimina
  6. La foto è bellissima!
    ed il limoncello di sicuro buono!
    Grazie

    RispondiElimina
  7. bisognerebbe inventare uno schermo che trasmette gli odori...sono sicura che il tuo limoncello manda un profumo inebriante!Baci!

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. Ha un colore splendido questo limoncello. Nella mia famiglia l'addetto ai liquori è il mio papà, chiedo a lui la ricetta poi te la scrivo
    Un bacione e buona settimana
    fra

    RispondiElimina
  10. la foto è stupenda, e mi sa pure il limoncello. Complimenti Marta

    RispondiElimina
  11. Che foto meravigliosa!!!
    Anche io vorrei provare a fare il limoncello, ma, come Dada, devo prima trovare i limoni buoni qui, al nord della Germania...O me li faccio spedire dalla mamma in Grecia. In fondo, i limoni greci sono più buoni di quelli di Sorrento, ahahah:D

    RispondiElimina
  12. Ecco, io sono una di quelle che lo filtra e lo beve subito il giorno stesso se necessario.
    Le quantità di ingredienti che uso sono qui:
    http://ilgattogoloso.blogspot.com/2007/12/limoncello.html

    :]

    RispondiElimina
  13. Io non l'ho mai fatto, e se devo dirla tutta non mi piace nemmeno moltissimo... Però è molto dissetante, questo sì, e con queste caluuurie estive un pensierino ce lo si può anche fare..

    RispondiElimina
  14. Ciao Paoletta,
    io il 'mio'limoncello lo lascio riposare solo 6/7 giorni secondo la ricetta di una mia carissima amica napoletana che ora non c'è più. Viene fuori un 'estratto' molto corposo e profumato , secondo me la vera essenza del limone, e a dire il vero io lo preferisco prima che decanti e diventi 'trasparente ' come il tuo.
    A proposito , ho sentito in una trasmissione , che il vero limoncello resta in infusione di alcool solo 24 ore!
    Io l'ho provato è veramente buono!

    RispondiElimina
  15. MMmmm- Me lo sento il sapore nella bocca.
    Ho anche io una ricetta molto simile, pero lascio le buccie nell alcol solo per una setimana. E dopo filtro diretamente nello sciropo.
    Pero vorei avere anche la ricetta per il limonce bianco. Non so come si chiama, pero e piu bianco e cremosso.

    RispondiElimina
  16. Io lo faccio seguendo la ricetta del mio maritino salernitano che è un po' più rapida. Le proporzioni sono invece all'incirca le stesse ma la macerazione dei limoni è di un paio di giorni soli e non lo lascio riposare una volta pronto...Appena lo rifaccio lo posto anche io sul blog!

    RispondiElimina
  17. Io è meglio che non lo fo, se no poi fotografo il bicchiere vuoto.
    La nonna di mia moglie ci metteva anche il basilico. Non so quanto. Cuorioso, ma buono. cia-ciao!

    RispondiElimina
  18. Con la quantità di acqua che hai usato il limoncello ti viene troppo forte.Per un litro di alcool ci vuole almeno la stessa quantità di acqua.Io per un litro di alcool ne metto circa un litro e duecento, perchè faccio bollire lo sciroppo almeno dieci minuti insieme alle bucce.Poi 45 giorni mi sembrano troppi,io lascio le bucce in infusione per 7 giorni.
    Ciao
    Annamaria

    RispondiElimina
  19. Non me ne intendo assolutamente, ma a giudicare dal colore e dalla passione che ci hai messo sarà sicuramente buonissimo! Alla tua, cin cin ;-)

    RispondiElimina
  20. Io metto anche un impercettibile sospetto di vaniglia. Arrotonda il gusto e lo rende più cremoso, tipo crema di limoncello. Complimenti per il blog, é fantastico! Ciao.Ale

    RispondiElimina
  21. io il limoncello non l'ho mai fatto, e sono anche astemia...però i complimenti te li faccio lo stesso perchè la foto è bellissima!

    RispondiElimina
  22. Ciao Paoletta,

    io il limonello lo faccio così

    http://www.pappa-reale.net/blog/2009/07/02/limoncello/

    ... in pratica dopo i 40 gg di infusione nell'alcol e dopo 24 ore ore di infusione delle scorze di limone nello sciroppo di acqua e zucchero, unisco i due infusi e dopo 20 gg lo filtro e lo imbottiglio.

    Lo faccio così da diversi anni, ma le ricette e le teorie sul tema sono veramente infinite. E' anche una questione di gusti, ovviamente.

    A presto
    Antonella

    RispondiElimina
  23. Paoletta, la foto è STRE-PI-TO-SA!!!!! E credo che il Limoncello sia all'altezza... Ognuno ha la sua ricetta e giura che è quella migliore.
    Siccome invece a me piace sperimentare, proverò anche la tua ricetta!;))
    Baci grandi,
    Ornella

    RispondiElimina
  24. Eccezionale,io ho fatto la crema di limoncello,purtroppo è difficile trovare limoni non trattati.
    Brava!

    RispondiElimina
  25. Mi perdonate il fatto che sono sempre, sempre in ritardo a rispondere?? :(

    E se rispondessi solo alle domande ??
    A TUTTI gli altri mando un bacio grande e sono felice che ci siete sempre a sostenermi :)))

    Comunque è buffo pensare che a me, invece, che non amo i liquori, sono astemia, il limoncello piace ;-)

    Un'altra cosa che ho notato, nelle case sono sempre gli uomini a preparare il limoncello, perchè?? :))

    Ah, e comunque la prossima volta proverò con meno giorni di infusione, visto che tutte assicurate che viene ottimo lo stesso, grazie!
    ma sarà per questo che a me è venuto molto alcoolico? 40 gg di infusione saranno troppi davvero??

    @suzy, è la crema di limoncello, ma è finita prima che la potessi fotografare ;-)

    @annamaria, mica ho capito molto bene perdonami, io ho usato 1,2 lt di acqua e 1 lt di alcool come te, perchè dovrebbe venirmi più forte?

    @ale, mi piace quel sospetto di vaniglia ;-)

    ancora grazie a tutte per aver messo le vostre ricette e le esperienze, il prossimo lo terrò meno gg in infusione.
    un abbraccio e buon we!

    RispondiElimina
  26. Scusa,si vede che stavo un po' fusa,forse è il caldo,ma mi sembrava di aver letto che avevi usato mezzo litro di acqua.
    Ciao
    Annamaria

    RispondiElimina
  27. @annamari', a chi lo dici ;-)
    un abbraccio!

    RispondiElimina
  28. Io ho letto che si unisce anche il succo, che ne pensate???

    RispondiElimina
  29. finora il mio simoncello (così ribattezzato dagli amici di mia figlia in spagna è stato molto apprezzato, ma è una crema di limone , ora con i limoni della costiera dopo il viaggio a furore sto preparando il mio limoncello le bucce sono già in infusione... e dopo aver letto la tua ricetta (c e tutti i commenti...non so ancora bene come deciderò... a furore le dosi consigliate erano con più limoni (14 per un litro di alcool) e molto meno zucchero (perchè non sappia troppo di alcool..)alcolico...) il pizzico di vaniglia lo metterò senz'altro... grazie a tutti siete sempre una grande scuola per me... quando lo assaggerò ti manderò il mio post! :-)

    RispondiElimina
  30. Brava è bellissimo! Io personalmente non l'ho mai fatto, però conoscevo una ragazza che lo faceva, e metteva più zucchero, rimaneva bello cremoso :)
    Giulia (ex J)

    RispondiElimina
  31. Paoletta, quanti ricordi, questa ricetta... ma erano altri tempi e un'altra casa. Bon, io usavo 1 litro d'acqua per 1 litro d'alcool, e 600 g di zucchero per ogni litro d'acqua. Per i limoni, andavo dai 4 ai 6/7 limoni per litro d'alcool, dipendeva da come venivano grossi i limoni (le piante del giardino, fossero state cani, avrebbero avuto un pedigree piuttosto incerto...). Lasciavo raffreddare lo sciroppo e lo univo all'infusione alcoolica, circa una settimana di macerazione e poi filtratura. Pero' l'invecchiamento non era di una settimana o due: alla fine ho iniziato a preparare il limoncello un anno per l'altro, e dopo un anno di invecchiamento (in armadi a muro in cortile, esposti agli sbalzi di temperatura) il liquido ritornava ad essere di una trasparenza cristallina, e, per il mio palato, pieno e completamente rotondo, senza asperita'.
    Per la foto, la solita elegantissima gestione dei toni chiari, ma forse e' una questione da altro forum... :-)
    Ciao !

    RispondiElimina
  32. @zizi, molto dipende dai limoni, penso che con quelli della costiera ne basti 1 ogni 100 gr di alcool.
    lo zucchero, be', penso vada a gusto :)

    @Giulia, ancora di più??

    @Raimondo, e già, dipende anche dalla grandezza dei limoni, mica solo dal tipo! io ne ho ancora una bottiglia, ma lo tengo in frigo, faccio male??
    per le foto, be' anche qui quanto e quel che vuoi, sai che ogni consiglio è ben accetto :)
    grazie!

    RispondiElimina
  33. Paoletta, penso proprio non ci siano problemi a tenere il limoncello in frigo: e' gia' pronto ! :-) (credo di averne tenuto, ai bei tempi, una bottiglia direttamente nel freezer, tanto non congelava...)
    Quando ho fatto la crema di limoncello, ho preso 1 litro di latte intero, 600 g di zucchero ed un baccello di vaniglia spaccato per il lungo, ed ho fatto bollire il tutto per mezz'ora. Tolto il baccello di vaniglia e lasciato raffreddare, ho aggiunto 225 cm3 di alcool a 95° e 300 cm3 di limoncello (si', ho usato un bicchiere graduato :-) ), ho mescolato il tutto, ed ho imbottigliato usando un passino sottile (e' troppo denso per una filtratura). Un paio di settimane di riposo e poi e' pronto. Le dosi originali erano piu' leggere (200 cm3 di alcool e 250 cm3 di limoncello), ma cosi' mi sembrava avesse piu' nerbo. Ecco, questo si', l'ho sempre visto bene servito a temperatura ambiente, e data la presenza del latte non e' opportuno farlo invecchiare troppo (bella scusa per consumarlo, eh ? )

    RispondiElimina
  34. @Raimondo, quindi hai fatto la crema di limoncello usando limoncello già pronto??
    posso mettere se ti, ovviamente, la tua ricetta tra quelle dei lettori??
    così non la dimentico nei meandri dei commenti!
    un'altra cosa... per cm3 intendi ml??
    grazie :))
    p.s. non te l'ho mai detto, ma quando vuoi intervieni pure anche sul post della fotografia di food!!
    mi farebbe piacere...

    RispondiElimina
  35. Paoletta: si', ho usato il limoncello gia' pronto e i cm3 sono i ml, deformazione da mestiere. Ho usato il limoncello fatto con la ricetta che ho postato, quindi probabilmente piuttosto forte come gradazione, ma credo che ognuno possa regolare le dosi (anche dell'alcool) a piacere. Certo che puoi inserire la ricetta, grazie a te :-)

    RispondiElimina
  36. Ciao Paoletta, ti seguo da tanto tempo, ho provato tante delle tue ricette, e tutte con un ottimo risultato.
    Perdonami l'ignoranza, ho fatto questa sera il primo procedimento per il limoncello e considerando che per ogni limone la tua ricetta prevede 100 gr. di alcool per un limone, essendo la mia prima volta, ho acquistato la bottiglia da 50 cl.
    Ho usato 4 limoni e poi pesato 400 gr. di alcool, però 400 gr. di alcool corrispondono a 50 cl. Come si misurano i cl, solo con il bicchiere graduato?
    Grazie Lara

    RispondiElimina
  37. @lara oddio, non mi sono posta il problema di pesarlo, perchè usai la bottiglia di alcool da 1 lt.
    comunque, se hai usato 4 limoni va benissimo così, poi mi dirai??
    un bacio :)

    RispondiElimina
  38. Ciao Paoletta, ok poi ti dirò. ora le scorze sono nell'alcool, tra qualche giorno ti sapro dire.
    A presto.
    Lara

    RispondiElimina
  39. ciao io faccio da buona salernitana il limoncello da ricetta antica..e uso 700gr di zucchero e 10 limoni per un litro d'acqua e di alcool poi anche la crema al limoncello è ottima se vuoi te la mando. angela

    RispondiElimina
  40. per sapere la gradazione ho trovato questa formuletta che amo condividere qui da Paoletta (ciao Paola, sono una delle tante signore dei tuoi corsi... Palestrina.. Linda.. ..)

    Esempio di ricetta

    1000 ml alcool a 95°
    800 g zucchero
    1200 ml/g acqua

    (alcool / volume totale) * gradazione alcolica

    Considerando che lo zucchero sviluppa un volume di 65 g per 100 gr, faremo così:

    (1000 / 1000+520+1200 ) * 95

    Il limoncello di Paoletta dovrebbe avere quasi 35° di gradazione alcolica

    buon limoncello a tutti e grazie a Raimondo per il suggerimento della crema di limoncello... la farò presto..

    Ah.. ultima cosa.. non credo proprio che serva una prima macerazione in alcool molto più lunga dei 7-10 giorni. In fitoterapia, per gli estratti gliceroalcolici, le droghe si estraggono con solvente adatto, appunto per quel periodo... poi si continua per 2 o 3 settimane con aggiunta di umettanti (acqua, glicerina, ecc.)..

    Io mi regolerei così anche per il limoncello :)

    Besos
    Linda

    RispondiElimina
  41. Io uso rigorosamente limoni verdi, quelli ancora non del tutto maturi. Il sapore e il colore sono decisamente migliori!

    RispondiElimina