sabato 20 giugno 2009

I Videos dello Zio Piero, incordatura e stesura della pizza

Dunque Piero, o Pieruccio, come lo chiamo io, o Zio Piero come lo chiamano tutti, l'ho conosciuto anni fa' su gennarino, e poi anche di persona un giorno che capitai a Roma!
E che dire se non che è una persona fantastica, generosa e simpatica! e poi... be', è romano de Roma e questo mi basta!

Tornando all'argomento del post di oggi, dicevo dunque che Piero è generoso, e infatti ultimamente ha messo a disposizione dei fantastici video sull'incordatura di un impasto, sulla stesura della pizza e pure sulla formatura di trecce a 4 o 6 capi.

Ora, siccome una delle domande frequenti sul blog è... cosa significa incordare?, oppure, come si incorda un impasto? ho pensato giustamente di mettere questo video, ma anche gli altri a disposizione dei miei lettori, anche perchè, be' lo sapete... sono convinta che le immagini parlino più di mille parole, figuriamoci un video!!
Ma pure Grà Grà ultimamente mi chiedeva come si stende una pizza, e se va benissimo il metodo polpastrelli senza schiacciare le bolle di gas, ecc. questo di Piero, che ha imparato rubacchiando con gli occhi al mitico Gabriele Bonci di Pizzarium, be' chevvelodicoaffà, è fantastico!




Cominciamo con il video delL'INCORDATURA
Piero in questo video usa la ricetta della pizza di Adriano quella a lunga maturazione, ma ovviamente il sistema è valido per altri tipi di impasti altamente idratati tipo questo della focaccia pugliese o anche questo delle pesche dolci di pasta brioche



Passiamo a quello sulla STESURA DELLA PIZZA
Perfetto sempre per la pizza di Adriano, ma pure per la mia pizza senza impasto



E se vi piace intrecciare gli impasti Brioche Piero ci insegna
COME FARE LE TRECCE a 4 o 6 capi
Ci possiamo intrecciare questo impasto, ma anche questo, o quest'altro ancora


30 commenti:

  1. Grazie mille dei video...veramente utilissimi!!!!

    RispondiElimina
  2. Anche se non centra niente...ho seguito le tue istruzioni per una versione rivoluzionata delle briosche col tuppo ^_^
    'azzie :)

    RispondiElimina
  3. garzie per questi video, molto interessanti davvero.
    buon w.e.

    RispondiElimina
  4. Ti seguo con grande piacere da diversi mesi,
    non ho mai lasciato commenti però ho deciso di lasciarti due righe per ringraziarti per il tuo splendido blog e per tutti i consigli preziosissimi, compreso quest'ultimo,

    un caro saluto

    RispondiElimina
  5. Prima di iniziare l'avventura del blog, le mie frequentazioni virtuali mi avevano portato a Gennarino e lì ho avuto modo di "conoscere" Piero: non mi sorprende la sua generosità nel mettere a disposizione questi metodi ostici a molti.
    Grazie a lui e a te per questo interessante post didattico ;;)

    RispondiElimina
  6. Grazie per le dritte!
    Ora prendo 4 lacci delle scarpe e mi vado ad allenare :D
    Buon week-end, Mik

    RispondiElimina
  7. Paoletta questi video sono preziosissimi! Un abbraccio Laura

    RispondiElimina
  8. Oh, ma fare le trecce è difficilissimo! non ci riuscirò mai...:(( Comunque, Paoletta... grazie!!!

    RispondiElimina
  9. nooo ma questo zio piero è fantastico!!
    ma perché non ha un blog??
    già me lo vedo.. ziopiero.blogspot.com
    metterò in pratica tutti e 3 i suggerimenti, per le trecce penso che mi dovrò rivedere il video a rallentatore passo passo, ma sono veramente fichissimi questi video!

    RispondiElimina
  10. Grazie per i video, i suggerimenti per fare una buona pizza sono sempre utilissimi e dagli esperti si ottengono consigli per migliori risultati (solo quando sono così disponibili).
    Ho fatto lo yogurt con la tua ricetta, è venuto una delizia.
    Un caro saluto
    Germana

    RispondiElimina
  11. generoso zio Piero ma altrettanto anche te, per averceli mostrati e messi a disposizione.... immaginando di fare io le trecce mi sono praticamente ammanettata...dovrò studiare molto ;-))) grazie e bacio!

    RispondiElimina
  12. Piero è un mitoooooooooooooooooooooo
    sono io che ho bisogno di per imparare

    RispondiElimina
  13. Premio per te ;))
    Baci baci Alessandra :X

    RispondiElimina
  14. Ciao Paoletta, ti lascio un link, che se bazzichi un pò con l inglese troverai interessante, se non lo conosci già
    http://thekneadforbread.com
    Questo tuo post è dvvero interessante, mi serviva per dipanare qualche dubbio, un bacione

    RispondiElimina
  15. Paoletta stà pizza la devo a tutti i costi imparà :((
    Sicuramente l'impastatrice agevola tantissimo la lavorazione :-o
    Bisogna farla spesso per guadagnare sicurezza :-/
    Ti farà piacere sapere che ci se di molto aiuto ;)
    Sono un pò "capa tosta" come te =))
    Grazie :D
    Un abbraccio!!! :-t

    RispondiElimina
  16. una domanda che non c'entra nulla o quasi: la ciotola sul pavimento del forno pieno di acqua durante la cottura del pane, di che materiale dev'essere? grazie!

    RispondiElimina
  17. Sempre queste idee stupende, tu!
    Video utilissimi.

    Il mio approccio ai lievitati lo devo proprio a te, tra l'altro :)

    *

    RispondiElimina
  18. Mi si intrecciano gli occhi, ma almeno quella a 4 penso di averla memorizzata!! Video molto interessanti. Ti ho aggiunto ai miei preferiti. Ciao e grazie per gli spunti preziosi

    RispondiElimina
  19. Be', grazie a TUTTI voi, mi fa piacere che li abbiate trovati interessanti!! :D

    @Silvia, benvenuta!! :)

    @Grà, possibile? dai riprovaci!

    @anonimo, io uso un comune pentolino di acciaio :)

    RispondiElimina
  20. una domandina forse scema, io non ho l'impastatrice, si può fare tutto quel procedimento a mano? altra domanda qualcuno di voi sa come e se si possono salvare i video di you tube sul PC in modo da averli sempre disponibili? licia

    RispondiElimina
  21. @licia, se hai due belle braccia forti, sì! altrimenti guarda qui cosa insegna Tina http://aniceecannella.blogspot.com/2009/05/un-post-da-non-perdere.html anche se l'impasto usato da Piero credo sia impossibile anche col metodo scovato da tinuccia, meglio a mano in ciotola.

    per i video, vedi qui dal mio amico michele http://www.risorsainformatica.com/blognews/video-youtube-download/
    non ho provato ma se michele lo ha segnalato, funziona ;)

    RispondiElimina
  22. Grazie dei video.Davvero interessanti!Io ho una vecchia impastatrice della Phili.p, di quelle con le fruste intercambiabili per frullare e per impastare, niente a che vedere con quell'impastatrice super che è nel video.Pensi che potrei riuscire lo stesso?Un'altra domanda.La placca dove ha deposto la pizza è unta d'olio?Infarinata, o tutt'e due?
    GRAZIE

    RispondiElimina
  23. @anonimo, ciao!
    dunque per l'impastatrice, non saprei, certo l'impasto che sta lavorando Piero nel video è mooolto idratato, però puoi provare. le fruste usa quelle a gancio per impastare, e fai dei movimenti dal basso in alto e viceversa, e comunque non smettere fino a che non è incordato, credo con un'impastatrice come la tua non ci vorrà meno 30 mnt.
    quando la stendi ungi le mani, sarà appiccicosa, la teglia non so Piero, ma io la ungerei ;)

    RispondiElimina
  24. uuuuuuuuuuuuuuuuu... capatosta sono!
    Posso farti due domandine.... forse?

    Allora.... prima uso la K.... a che velocità?
    Nel video mi sembra che NON sia a velocità minima...
    Lascio impastare fino a che si stacca dalla ciotola....

    Poi il gancio.... velocità minima fino a che incorda?....

    Grassie cara!

    Riproverò di sicuro di sicuro!
    Anzi.... esco adesso e vado a comprare la farina di soia per fare la pizza..... e riprovo!
    nasinasi golosi, cicciosi e .... invisdiosiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

    purrrrrpurrrr

    RispondiElimina
  25. @micia, io ho il boman/clatronic, ti mando piero a risponde, mo lo chiamo ;-)

    RispondiElimina
  26. Eccomi qui!
    Funziona, il tamtam con paoletta, eh?
    Allora, cara miciapallina andiamo per ordine:
    Quando inizi a impastare col gancio K vai molto piano per 1-2 minuti. Quindi passa a vel tra minima e 1 e man mano arriva a 1. Dopo 4 minuti puoi passare gradualmente a 1 e mezzo. Ti sconsiglio di andare oltre. L'impasto deve incordare col gancio K.
    Stessi accorgimenti quando poi metterai il gancio a uncino, e impasterai finché non incorda nuovamente.
    Ci vuole pazienza, ma alla fine vedrai che ci riuscirai.

    P.S. lassa perde a farina de soia pella pizza in teglia!!! Vai di farina forte o manitoba ;-)
    Lo Ziopiero

    RispondiElimina
  27. Caro Ziopiero!
    Uffi.... non mi arrendo ma non mi riesce!
    Allora.... ho riprovato sabato, con l'impasto per la pizza...
    Si è incordato con il gancio a K, ma era ancora "grumoso"... non mi viene il termine!
    Passata all'uncino ho ricominciato... ma a questo punto non si è incordata più. E' come se la pasta si sia "stressata"...
    Uffi uffi e ariuffi!
    Non mi arrendo e ci riprovo!
    Forse è perchè mi sono accorta che l'ìimpasto rimaneva troppo idratato (si appiccicava alle dita) e ho aggiunto farina?
    Prima o poi dovrò "vederlo" questo impasto impiastro!
    Tutte le cose che faccio le ho sempre realizzate a naso e ad intuito... ma questo... acci.... questo proprio mi da degli schiaffoni terribbbbbbili!
    Ci riproverò!
    PEr fortuna la pizza ci piace così tanto che se la ripropongo a GG lui non mi scaraventa!!!
    Quindi.... forza e coraggio!

    Non ti deluderò, o maestro! vedrai!

    nasinasi (non incordati!)

    RispondiElimina
  28. @uhmm, micia, non saprei! poi di solito un impasto così dovrebbe incordare al max in 20 minuti, non è che fosse a vel. troppo alta e si è scaldato? ipotizzo, eh...

    RispondiElimina