mercoledì 13 maggio 2009

Panbrioche allo yogurt, come ti (gli) sconvolgo la ricetta!

Già! ... come da titolo ;)


Era da un po' che guardavo questa brioche di Adriano allo yogurt, tra l'altro adoro farmi lo yogurt in casa, per cui avevo anche quello home-made, e, se ogni sua ricetta è una garanzia, già immaginavo come sarebbe stata con lo yogurt autoprodotto!

Però, un po' mi diverto a sconvolgere, un po' è che non avevo voglia di dolce, fatto sta che, appunto, l'ho sconvolta... ma non troppo, eh?
Ma poi, parliamoci chiaro, ogni sua ricetta puoi anche sconvolgerla, quando di base c'è appunto una buona base, puoi sconvolgere quanto ti pare, il risultato sempre eccellente rimane!
Presuntuosa? No, macchè, il merito è sempre del Maestro!

In pratica, è bastato togliere un pizzico di zucchero, aumentare il sale, togliere gli aromi... insomma, nulla di chè, quanto basta comunue per avere un eccellente panbrioche, profumato e... soffice? 
No, soffice non rende l'idea!
E' proprio una piuma, dovete credermi...

Ok, riscrivo la ricetta sconvolta:


PANBRIOCHE ALLO YOGURT

Ingredienti:
500gr farina (250 gr manitoba per uso non professionale e 250 gr di farina 0)
100gr latte
150gr yogurt 
2 uova + 1 tuorlo
30gr zucchero
60gr burro fuso e raffreddato
12gr lievito fresco
10gr sale
1 albume per pennellare

Procedimento:
Sciogliamo il lievito nel latte appena intiepidito e uniamo 90gr di farina, mescoliamo e mettiamo al caldo, coperto,  fino a che gonfia (ca. 90’).

Uniamo le uova, il tuorlo, metà dello zucchero e tanta farina quanta ne basta per incordare con la foglia. Aggiungiamo lo yogurt in 3 volte, insieme al resto dello zucchero e della farina, che inseriremo gradualmente, lasciandone 1 cucchiaio per lo spolvero finale.
Il sale andrà aggiunto in ultimo, prima del burro (inserito lentamente). Aggiungiamo il cucchiaio di farina e incordiamo, capovolgendo l'impasto un paio di volte, fino a che non otterremo una massa lucida, elastica e ben legata.


Copriamo e trasferiamo a 26°, fino al raddoppio (ca 90’).
Rovesciamo sulla spianatoia infarinata, diamo un giro di 
pieghe del tipo 2, senza stringere, e copriamo a campana.

Dopo 15’ porzioniamo in 2 pezzi da 250gr e dividiamo il rimanente impasto in 2 cordoncini.
Formiamo come più ci aggrada* stringendo moderatamente.


*Per
la formatura, ricordavo queste bellissime brioche di Tinuccia, e il link che aveva postato, che spiegava delle bellissime formature, QUI.

Per i pezzi da 250gr di impasto, ho usato la formatura 1, e per gli altri due pezzi la treccia rotonda 2.

Lucidiamo con albume, spolveriamo con semi di sesamo, copriamo e lasciamo raddoppiare a 28°, ci vorranno circa 90'. Inforniamo a 170° per ca. 45’.
Prestiamo attenzione a non superare il punto di cottura ideale, che dovrà essere lasciato giovane, per non pregiudicare la sofficità.
 

Prossimo post??
Come fare in casa un ottimo yogurt sodo e compatto come quello greco...

65 commenti:

  1. Ricetta reinterpretata alla meglio. Guarda la mia gubana niente di paragonabile invece :-P
    PS
    Aspetto volentieri lo yogurt greco io che ne sono un gran consumatore e che scrivo anche alla Fage per sapere quali prodotti stanno importando oltre ai soliti che trovi nei supermercati :-)

    RispondiElimina
  2. Adoro venire qui da te perchè mi fai vedere queste meraviglie che prepari , sei molto brava si vede che ci metti la passione , sono cosi belli questi panbrioche !

    RispondiElimina
  3. Allora in qualche modo devo assolutamente buttarmi a provarle, sono davvero meravigliose!

    RispondiElimina
  4. che brava!questi sono favolosi! bellissimi. vorrei avere uno per colazione :)

    RispondiElimina
  5. Che meraviglia...................

    RispondiElimina
  6. Mamma mia che meraviglia! E' sempre un piacere fare un salto sul tuo blog...e poi a queste ore con questi lievitati...

    RispondiElimina
  7. eh certo mo' la ricetta dello yogurt e poi ci riprovo..l'altra volta quando ho provato le brioche di adriano qualcosa era andato storto purtroppo...buona giornta!

    RispondiElimina
  8. tu avrai usato la macchina del pane vero? ammiro e ti ringrazio invece per le lezioni di formatura, sulle quali sono davvero una ciofeca io!
    grazie.

    RispondiElimina
  9. wow eccezionali come sempre le tue ricette!!

    RispondiElimina
  10. Paola che meraviglia! Anche perchè come sai io preferisco il salato al dolce! Mi sa che quando torno da Roma dove dovrò stare una decina di giorni mi metterò all'opera per rifare il lievito fresco :-) Un abbraccio Laura

    RispondiElimina
  11. Uno spettacolo come sempre.
    Un giorno mi butteró nell'avventura 'pane e lievitati' anch'io, per ora... solo tanti complimenti!

    RispondiElimina
  12. Paoletta tutto quello che fai tu è spettacolare. Cucina e foto intendo! Anche questa ricettina...Non posso che fidarmi e provarla! Pensa che devo ancora trovare il tempo di fare i tuoi corissant! Ci penso di continuo, vorrei avere giornate infinite da dedicare alla cucina..e magari anche infiniti soldi per comprare piattini , posatine, macchina foto bella...
    Grazie anche per il supporto alla fotografia che ci stai dando!
    Castagna

    RispondiElimina
  13. Ma Paoletta, perché mi tenti? Adesso lo devo fare anch'io .
    baci

    RispondiElimina
  14. Sono letteralmente incanta! Sembrano delle nuvole!
    Grazie per il link delle forme, sto cercando si imparare per fare delle pagnotte più carine ;D
    Un bacione
    fra

    RispondiElimina
  15. Che meraviglia, li devo provare subito. Qualche tempo fa ho fatto il pan brioche e mi è riuscito buono, ma qui c'è lo yogurt che aggiunge morbidezza e poi va bè, la mano dell'esperta nelle formatura, che bellezza. E che te devo di', sempre BRAVA, mo' divento pure monotona...

    RispondiElimina
  16. ciao amora miaaaaaaaaaaaa! quanto tempo!!!!!!!!!! ma sappi che ho seguito sempre dietro le quinte ;-)
    senti un po'... ma che sono quelle foto del pesto trapanese? sono una meraviglia Paolè... per non parlare di quel mortaio! Due cose pero' devo chiederti, anzi tre: ma le mandorle le lasci con la buccia? e i pomodori con la pellicina? e il basilico lo trituri un po' prima con le mani? provai una volta con il mortaio ed è un salasso sinceramente....
    bacioni ciccia :O)

    RispondiElimina
  17. Mi piace questa brioche. Immagino che il gusto debba essere molto delicato e sicuramente sarà morbidissima!!

    RispondiElimina
  18. Ma che bellezza!! Deve essere squisitissimo e molto soffice!!
    Attendo con ansia il prossimo post, io adoro lo yogurt greco!!!

    RispondiElimina
  19. Ti credo al 100%, lo yogurt dà una leggerezza unica e poi sulla foto è cosi' soffice miam!

    RispondiElimina
  20. Merci pour la référence à mon blog
    Cette recette a l'air excellente et ton blog est magnifique !

    RispondiElimina
  21. è da qualche giorno che ho scoperto il tuo blog...le foto sono splendide.
    mi chiamo elisa e sono siciliana, della provincia di ragusa, quando avrai voglia di assaggiare le nostre brioches con la granita fammelo sapere sarei onorata di farti scoprire le cose buone e belle di quest'angolo di sicilia.
    spero presto di poter inviare qualche ricetta sfiziosa. un saluto a te e a tutti i tuoi affezionati visitatori

    RispondiElimina
  22. Tesora, io ho fatto quelle dolci, ma devo dirti che speciali e profumate come erano, non oso nemmeno immaginare come saranno buone in questa chiave.....
    che mereviglia!!!
    BACI e a presto
    Stella

    RispondiElimina
  23. Ma come faiiii??? Certo che solo a vedere le foto fai venire fame.. se solo provo ad immaginare il profumo... le vogliooooo!!!
    Sono bellissime!!!

    RispondiElimina
  24. Bellissime queste brioches, mi piacerebbe provarle!

    RispondiElimina
  25. GRAZIE CARA!!!!
    contraccambio con la sacher della mia Oma viennese
    pure io nn amo i dolci ma questa è la torta di famiglia per tutti i compleanni 150 burro- 220 cioccolato fond - 220 zucchero a velo - 60 farina - 60 fecola di patate - 6 uova
    Mescolare burro morbido e ciocc fuso poi i tuorli 1 alla volta come hai fatto tu e lo zucchero
    mescolare per almeno 30 minuti
    aggiungere con cautela le farine setacciate e poi gli albumi fermissimi
    175° per 1 ora teglia imburrata e infarinata
    LaGlassa 120 ciocc -160 zucchero a velo 1/10 di acqua 10 gr di burro
    viene più lucida
    La marmellata va scaldata con un cucchiaio di acqua e passata al colino BUONA GIORNATA A TUTTI

    RispondiElimina
  26. Ciao paoletta, ti seguo da molto ma non avevo ancora lasciato un messaggio. Complimenti per questo angolo di squisitezze e foto stupende. Ho provato qualche tua ricetta, praticamente sempre un successo, le spieghi così bene e con amore che è veramente difficile sbagliare qualcosa. La torta della zia gabriella poi mi è venuta una meraviglia...
    ciao
    Barbara

    RispondiElimina
  27. aspetto con impazienza la ricetta dello yogurt. io ho fatto la ricotta ed è venuta mmolto buona, ma ero con l'assistente del lattificio. da sola non va così facile. alle na mento! (stile coro da stadio!)

    RispondiElimina
  28. Paoletta, ma che meraviglia... adoro tutto ciò che è lievitato e adoro il tuo blog...Ti inserisco tra i preferiti... Passa a trovarmi quando hai tempo www.misskdavivere.it
    A presto.

    RispondiElimina
  29. Paola, davvero deliziosa. Deve avere un profumo!!!
    Ricetta copiata, da qui a farla, però!!! :)

    RispondiElimina
  30. rivisitata in modo eccellente, brava come sempre.

    RispondiElimina
  31. allora, ho appena finito di mescolare tutti gli ingredienti. L'impasto è liscio, lucido ed elastico, ma molle.
    E' un problema? So dovrebbe tenere in mano come una palla?
    Devo non avere fatto raffreddare bene il burro, magari è questo. vado avanti fiduciosa. poi ti dico il risultato finale.

    RispondiElimina
  32. RISPOSTA URGENTE PER ELENA!
    Hai incordato bene?? Hai usato una buona manitoba forte? Io uso la lo conte... l'impasto è morbido, ma elastico, lo puoi toccare senza che ti si appiccichi troppo alle mani.
    Se ancora non lo hai messo a lievitare aggiungi un cucchiaio o due di farina.

    RispondiElimina
  33. vabbè, sono davvero in ritardo con le mie risposte qui, non posso far altro che ringraziarvi tutti e rispondere a qualche domanda!

    @gambetto, ti hanno risposto?

    @cinzietta, il bomann/clatronics!

    @grazina, bella so che ci sei, giuro che "ti sento" :)
    le mandorle sì, con la buccia, non devo?
    i pomodori invece li ho spellati. il basilico, sì spezzettato un po' prima con le mani.
    perchè hai faticato col mortaio? ma io mica tanto, sarà che mi ero preparata al peggio ;)
    un bacione bella!!

    @Elisa, ciao e benvenuta, non sai che piacere i commenti come il tuo !!
    in Sicilia? ma sai che l'altro giorno pensavo che avevo voglia solo di una cosa, di infilare quattro stracci in una borsa, pigliare l'aereo e partire per la Sicilia, mica tanto, 4 o 5 gg. così vagabondando ;)
    un abbraccio e torna a scrivere quando vuoi, ti aspetto :)

    @stella, bellissima! io farò la versione dolce prima possibile, invece!

    @simona, ma che piacere avere qui la tua ricetta di famiglia, grazieeeeeeeeeee!!!

    @barbara. benvenuta anche a te... è veramente un grande piacere sapere che ci sono tante persone che ti leggono, oltre a noi bloggers!
    torna spesso, mi farebbe piacere :)

    @silvia, ma con lo iogurt è tutto molto più facile, vedrai...

    @elena, aspetto di sapere...

    RispondiElimina
  34. E' una meraviglia! Ti confesso che questa ricetta sognavo che la postassi! Devo preparare cose salate per la comunione di mio figlio!
    Buon fine settimana, mitica!

    RispondiElimina
  35. @Laura, bella!! anche le cose per la comunione prepari, non mi dire tutto da sola se no mi deprimo ;)
    fammi sapere, eh? un bacione :))

    RispondiElimina
  36. Che bellissime foto!
    E che splendido pan brioche!
    Grazie perché mi hai fatto scoprire il blog di Adriano che non conoscevo (enorme lacuna)...

    RispondiElimina
  37. @cavoli, grazie a te per la visita, e vieni a trovarci spesso :)

    RispondiElimina
  38. ciao Paoletta ho fatto le tue brioche allo yogurt e ti devo fare i complimenti sono semplicemente meravigliose, anche se mio malgrado ho dovuto cmbiare qualche cosa un bacio

    RispondiElimina
  39. @carmen, viste... brava davvero!

    RispondiElimina
  40. ciao cara il tuo blog si fa sempre più ecccccceeeeezzzzzzionale,ma adesso e ora di dirti ho rifatto ancore le brioche e i maritozzi,ma adesso questyo pan briosche lo faccio in una sola giornata praticamente impasto la mattina e inforno in pomeriggio?poi i cornetti allo yogourt li posso sempre fare impasto la mattina e inforno il pomeriggio un bacio e scusa per il disturbo ora ti mando un bacio forte

    RispondiElimina
  41. @tina, bella grazie :))
    sì, inizia inizia pure al mattino, se inizi presto, inforni anche prima di pranzo!
    occhio alla lievitazione, leggiti il post sui lievitati in estate, sta fisso in home !
    i cornetti allo jogurt intendi con questo impasto? sì, tutto uguale!
    fammi sapere :)

    RispondiElimina
  42. ciao carissima navigando ho letto delle trecce di cafiero mi sapresti scrivere la ricetta o dove trovarla sei gentile e grazie a propsito ho fatto sai i cornetti quasi dietetici che questo pan briosceh ottimi entrambi baci

    RispondiElimina
  43. @tina, ciao, la ricetta di cafiero con le mie modifiche, l'ha postata ornella di ammodomio.blogspot.com
    bacio!

    RispondiElimina
  44. sei gentilissima come sempre grazie dei tuoi ottimi consigli baci

    RispondiElimina
  45. ciao carissima hon rifatto di nuovo questo ottmo pan brioshe ancora più buono dell'ultima volta sai perche ho trovato la farina che ami tu la lo conte ecco ho esgerato un pò ne ho comprata 10kg non si sà mai dovesse non arrivare più cosi mi sono messa buona buona è lho rifatte ottime come tutte le tue ricette.un abbraccio

    RispondiElimina
  46. @tinaaaa, ahhahahahah!!
    aiutooooo, t'è venuta la malattia della farina, la conosco, s'attacca ;))
    un bacio!

    RispondiElimina
  47. ciao Paoletta, l'ho provato ed è buonissimo.
    che fatica però, io non ho l'impastatrice e ho dovuto incordare a mano. nn so se ci sono riuscita effettivamente, metterò le foto sul mio blog così mi potrai dire come ti sembra.
    ciao Elisa

    RispondiElimina
  48. @Eli, aspetto le foto, ma ti dico già che impastare a mano sei stata davvero brava, a incordare poi mitica!
    avvisami ;-)

    RispondiElimina
  49. Ciao cara ho postato le foto del panbrioche
    http://homemadeovverofattoincasa.blogspot.com/2009/08/panbrioche-allo-yogurt-provato-e.html
    le foto non sono il massimo, sto scoprendo ora tutte le funzioni della macchina, però spero che si veda bene l'interno delle rosette così potrai dirmi della lavorazione.
    ti prego sii spietata nel tuo giudizio, voglio migliorarmi!!

    RispondiElimina
  50. @eli, ti è venuto benissimo, e sei stata brava davvero, anzi di più, incordare a mano non è mica facile!
    un abbraccio :)

    RispondiElimina
  51. fatti!!!
    soffici e delicati, forse da mangiare con la marmellata? saranno buoni anche domani mattina? ti dirò...
    ti seguo da tanto e mi piacciono molto le tue ricette (anche alla mia family).
    ho condiviso il tuo blog sul mio profilo di facebook, forse dovevo chiedertelo prima?

    RispondiElimina
  52. @claudia, buono vero ?? :))
    e vedrai come sarà buono anche oggi e ancora domani, avvolgilo bene nella pellicola!
    su fb?? certo, ok, perchè no?? ma ti ho tra gli amici??
    fammi saper del pb :))

    RispondiElimina
  53. Ciao Paoletta

    il tuo blog es splendido !!!

    Vi mando la mia nuova forma di pane, o di brioche, spero che vi piaccia tanto quanto gli altri
    http://piroulie.canalblog.com/archives/2010/05/23/17066643.html

    RispondiElimina
  54. sei troppo brava! davvero il tuo blog è in assoluto tra i migliori, complimenti!!! anche le foto sono pazzesche.... ti ho inserita nel mio blog tra i preferiti spero farai lo stesso =) un abbraccio e buon 2011!!!!!!!!! a presto, Mozza
    www.mozzaincarrozza.com

    RispondiElimina
  55. Ciao Paoletta! Complimenti!!! Le tue ricette e foto sono meravigliose!!
    Ho fatto le tue brioche e sono incredibile, anche se ho dovuto cambiare alcune cose. Sono brasiliana e qui in Brasile non abbiamo la farina manitoba, abbiamo solo un tipo de farina (5% de proteine). Volevo fare le brioche per colazione, quindi ho impastato la sera prima e dopo aver fatto delle formature ho messo in frigo, nella matina ho tirato fuori e lasciato a 28o per un'ora. Ho postato le foto e la tua ricetta sul mio blog (mi dispiace ma le mie foto sono brutte): http://dfavola.blogspot.com/2011/09/brioche-de-iogurte.html
    Grazie!

    RispondiElimina
  56. Appena provata, risultato perfetto! :-)
    Grazie :-)

    RispondiElimina
  57. @cris, ciao!
    le ho viste, davvero un bel risultato :)

    @Carla, grazie a te :)

    RispondiElimina
  58. Ciao Paola,
    ho provato a fare il tuo panbrioche ma l'impasto mi rimane molle.
    La prima volta ho usato farina manitoba e farina '0' (come indichi tu nella ricetta) e sono venuti proprio brutti.
    La seconda volta ho usato farina '00' e la situazione è migliorata molto, ma per incordare la pasta ho dovuto aggiungere ben 7 cucchiai di farina.
    Sono soffici ed il sapore è squisito ma io sono una perfezionista ed aggiungere così tanta farina mi sembra strano.
    Che consigli puoi darmi?
    Grazie Marcella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao marcella, probabilmente non usi la farina giusta, una che assorbe a sufficienza liquidi... con cosa impasti? per le farine ti consiglio di miscelare la manitoba lo conte (la migliore tra quelle del super, almeno che io conosca) e una 0 per pizza o pane.

      Elimina
  59. Ciao Paola! Questo panbrioche lo segno e lo provo gluten free, poi ti dico... Ho fatto un giro nel tuo blog, molto bello!!! Complimenti!!!
    A presto!

    RispondiElimina
  60. ormai queste brioches sono diventate un must per le nostre colazioni. sempre buonissime! grazie p.

    RispondiElimina
  61. Ciao Paola,
    ho scoperto da poco il tuo blog e ho già voglia di sperimentare tutte le ricette!
    Questo panbrioche poi è fantastico!
    Una domanda: si può fare con pasta madre al posto del lievito? nel caso come devo adattare le dosi di farina e liquidi?
    grazie e a presto!
    Chiara

    RispondiElimina
  62. Ciao Paola, il tuo panbrioche l'ho angiato a colazione! Delizioso!
    L'unica cosa è la cottura, al 35 minuto ho spento il forno perchè le forme si erano già colorate troppo.. Fortunatamente l'interno non ha subito d'anni e piuma è proprio la parola giusta!

    RispondiElimina