lunedì 25 maggio 2009

Cornetti allo yogurt supersoffici e quasi dietetici

Quando il destino ci si mette contro, be' io decido che mi metto contro di lui!!


Ve la ricordate questa, vero? Be', era la mia versione panbrioche semidolce della sua brioche dolce e aromatizzata!
Questa volta la volevo rifare pari pari, ma appunto il destino...

Inizio la mattina col poolish, dopo poco, 15 minuti, invece che un'ora, era gonfissimo... ma quanto caldo fa?? 
oddio e mo? non so che fare, la roba per il secondo impasto non è ancora pronta! 

Nel frattempo Laura mi invia un messaggio... Paoletta ci si vede per un coffee??
Essì! Primo perchè mi va di uscire con lei, secondo perchè mo sto poolish se aspetto ancora un po' mi collassa!
Per cui lo rimescolo per benino, come mi ha insegnato Adriano, e lo sbatacchio in frigo... così impari a non fa' il tuo dovere nei tempi stabiliti, tiè!

Al pomeriggio, lo ripiglio dal frigo, è caldo pure là dentro, incredibile  è gonfissimo!! evvabbè, inizio a impastare di corsa, prendo lo zucchero, e... noooooooooooooo, è quasi finito! ma questa è una congiura! ne rimedio 75 gr fra la scatola e zuccheriere varie... ok, saranno dietetici ;)
... ma pare che questa brioche non s'ha da fa'!! Devo uscire di corsa! ok, non ci demoralizziamo, incordo bene, aspetto 30 minuti e risbatto l'impasto in frigo!! 
impastino mio bello, non è che hai caldo anche te eh?? ... ma gli impasti lievitati, secondo voi hanno un'anima?? 
... domanda di una domenica sera  afosa da paura ;)
Tanto io so capocciona, che credi? e domattina ti tiro fuori e ti formo per le feste, cosa credi?

Infatti al mattino di buon ora la tiro fuori, lascio che prenda fiato per circa 15 minuti (sarebbe meglio mezz'ora ma è molto caldo) e dopodichè procedo alla formatura di deliziosi cornetti, fatti anche versione mignon per me che sono a dieta, ecchecavolo, me ne merito almeno uno??



Come ve la scrivo 'sta ricetta mo? Con tutti i passaggi in frigo, e se si esce al mattino per andare al lavoro, potrebbe tornare utile? ... o come l'ha fatta Adriano?

vabbè, scrivo la mia e linko la sua, voi fate come vi pare, vien bene comunque, come tutte le sue ricette!

Primo metodo, ricetta originale da fare in una mattinata, è QUI...

Se invece volete ottimizzare i tempi secondo i vostri impegni, io ho proceduto così:


CORNETTI ALLO YOGURT SUPERSOFFICI E QUASI DIETETICI

Ingredienti:
500gr farina (250 gr manitoba Lo Conte e 250 gr 00)
100gr latte
150gr yogurt (
il mio autoprodotto)
2 uova + 1 tuorlo
75gr zucchero
60gr burro fuso 
1 cucchiaio miele
12gr lievito fresco
7gr sale
2 cucchiai limoncello
Zeste grattugiata di 1 limone e ½ arancia
1 uovo per pennellare

Procedimento:
Al mattino, sciogliamo 1 cucchiaino di miele, il lievito e le zeste di ½ limone nel latte intiepidito uniamo 90gr di farina, mescoliamo e mettiamo al caldo fino a che gonfia. Dunque qui la ricetta dice 90 minuti, ma sarà il caldo terribile, a me dopo 20 minuti aveva raddoppiato. Per cui o dimezzate il lievito, o lo tenete d'occhio. Il poolish è pronto quando al centro inizia a fare un leggero affossamento.
Non appena pronto gli diamo una rimescolata e lo mettiamolo in frigo.

Alla sera, Mescoliamo il resto delle zeste allo yogurt.
Uniamo al polish, che nel frattempo dovrà essere ben lievitato in frigo (in caso contrario tenerlo un po' a temperatura ambiente), le uova, il tuorlo, metà dello zucchero e tanta farina quanta ne basta per incordare con la foglia. Aggiungiamo lo yogurt in 3 volte insieme al resto dello zucchero e della farina, che inseriremo gradualmente.
Incordiamo un poco, aggiungiamo il miele, il sale e in ultimo il burro lentamente.
Impastiamo bene, capovolgendo un paio di volte nell'impastatrice, fino a che non otterremo una massa lucida, elastica, ben legata, e bene incordata.
Dopodichè aggiungiamo il limoncello a filo ed impastiamo ancora qualche minuto.
Al bisogno, aggiungere un paio di cucchiai d farina, anche se usando una manitoba forte non ce ne dovrebbe esser bisogno.
Copriamo con pellicola, teniamo 30' a temperatura ambiente e trasferiamo in frigo fino al mattino.

Al mattino, tiriamo fuori dal frigo, aspettiamo 15/30 minuti secondo la stagione... in inverno 30') rovesciamo sulla spianatoia infarinata, sgonfiamo e diamo un giro di 
pieghe del tipo 2, senza stringere, e copriamo a campana.
Dopo 15’ stendiamo due rettangoli di circa 6/7 mm di spessore e formiamo i cornetti.


Lucidiamo con 1 uovo sbattuto e lasciamo raddoppiare a 28°. In inverno ci vorranno circa 90', in questi giorni è bastata 1 ora.

Lucidiamo ancora, cospargiamo con granella di zucchero, ed inforniamo a 170° per ca. 12’ o fino a che i cornetti saranno dorati. Prestiamo attenzione a non superare il punto di cottura ideale, che dovrà essere lasciato giovane, per non pregiudicare la sofficità.

IMPORTANTE: appena tiepidi, metteteli in un sacchetto di nylon per amimenti e si manterranno soffici, soffici per 3 giorni. Oppure congelateli immediatamente.

43 commenti:

  1. Ciao Paoletta!! sei un mito!!! Sei simpaticissima e SUPER BRAVISSIMA!!
    Sono favolosi sti cornetti!!!!
    baci Federica

    RispondiElimina
  2. You absolutely have THE best italian recipes out there! I love how you always seem to pick things that I remember from my youth and I absolutely love....

    I'll be in Italy next month, but before that I'm definately trying these cornetti!

    Saluti dall' Olanda!

    RispondiElimina
  3. E cosi' le briochine erano pronte stamani di buon ora?
    Che delizia!
    Ieri, mi sono preparata un altro litro di yogurt, con la tua ricetta, chissa' se ce la fara' ad arrivare a sabato per l'infornata brioche..
    .. ma come fai a infornare anche durante la settimana?..
    un mito!
    ciao
    Gaia

    RispondiElimina
  4. I tuoi sono davvero incantevoli: ci proverò, grazie!

    RispondiElimina
  5. "Testa dura" e competenza...e guarda che risultati.
    Questi li rifaccio o meglio ci provo appena posso. In ogni caso complimenti come sempre :-)

    RispondiElimina
  6. Paoletta bastaaaaaaaaaaa!!
    Ma come faccio a non farli, io che non so fare a meno di impastare?
    Sono cavoli miei ed allora mi tocca.
    Bravissima e grazie grazie
    buona settimana

    RispondiElimina
  7. Ciao Paoletta, che belli! Qui le figlie reclamano sempre qualcosa di nuovo per colazione (ma dove sono finiti i figli che vogliono le merendine pronte, belle piene di conservanti, che una mamma fa presto a sbatterle lì????). Grazie, mi sa che li faccio nel pomeriggio...troppo buoni!

    RispondiElimina
  8. Buongiorno Paoletta! Che meraviglia di cornetti che hai sfornato, mi sa che questo fine settimana provo a farli! Comunque anche da me tempi di lievitazione assolutamente dimezzati (il pane ha completato 2 lievitazioni in sei ore)
    Un bacione e buon lunedì
    fra

    RispondiElimina
  9. Ciao Paola, ho "scroccato" la tua ricetta per lo yogurt, l'ho fatto e mi é venuto vellutato come il mascarpone!!
    Ma quanto ti dovró mai ringraziare? Questi cornetti poi, parlano da soli!
    Buonissima giornata, Mik

    RispondiElimina
  10. ahahahahahaha paoletta sei troppo simpatica!!! oltre che bravissima, eh!!! buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  11. ahahah!! un'odissea, no una ricetta :D
    ma l'importante è che alla fine sono riusciti bene, sembrano sofficissimi!
    un bacio e buona settimana!

    RispondiElimina
  12. Come si dice...quando deve andare storto!!!ma hai rimediato alla grande...bravissima!!!
    ciao Lady cocca

    RispondiElimina
  13. Spesso le cose non vanno esattamente come vogliamo ma come vogliono, ed escono comunque una meraviglia!!

    RispondiElimina
  14. Marùùùù che ridere! questo post lo devo commentare..uahahha, ho riso tutto il tempo della "cronaca" :D ..approposito..cosa è il polish? baci, bella ricetta comunque :)

    RispondiElimina
  15. Mi piacciono e per la colazione del prossimo fine settimana...sono sicura li proverò anche!Sei una garanzia :-)

    RispondiElimina
  16. le tue foto sono stupende e da magiare! Complimenti

    RispondiElimina
  17. Incredibilmente invitanti!!! Me ne mangerei uno dietro l'altro!!! Grazie per l'idea della preparazione a più riprese, per chi lavora e non vuole rinunciare alle bontà a lunga lievitazione, è l'ideale!!! Un bacio. Ciao.

    RispondiElimina
  18. ecco, adesso ne ho un altra da provare...ti prego ti prego fai gli esperimenti delle integrali anche tu? così vengon perfetti sicuro? e poi lo sai che la farina integrale è perfetta per dimagrire...

    RispondiElimina
  19. In effetti sembrano spettacolari!

    Gea
    ---
    geacucina.splinder.com

    RispondiElimina
  20. mamma che bonta! questi sono bellissimi e pure con meno grasso. gli provo :)

    RispondiElimina
  21. Spettacolare...vabbè addirittura dietico;-) Carinissima la storia di questi cornetti..

    RispondiElimina
  22. io invece asspetto impaziente il caldo per non avere patemi d'animo sulla lievitazione!! Sara' che sono...fredda dentro, ah ah, ma tutto cio' che impasto ha bisogno di coccole e moooolto calore! :D
    Cmq, riesci a districarti anche quando tutti i riferimenti di tempi e temperatura sono persi....mitica! :D

    RispondiElimina
  23. ciao vorrei lasciarti una ricetta per fare il pane come lo faccio io,ti seguo sempre e vorrei dare il mio contributo al tuo sito...ma non ce la faccio a vedere il tuo indirizzo mail,me lo manderesti?la mia è kerubiaa75@yahoo.it
    grazie mille
    Emanuela

    RispondiElimina
  24. Une recette très appétissante, et que les photos sont belles!

    RispondiElimina
  25. Wonderful recipe & gorgeous photos - brava!

    RispondiElimina
  26. ecco....sento che forse questo è il lievitato dolce di cui avevo bisogno per far ripartire la mia voglia di cucinare!! intanto appunto gli ingredienti...poi vediamo se nel fine settimana riesco a far qualcosa!

    RispondiElimina
  27. veramente buffo il tuo racconto della giornata! ti sono venute benissimo come sempre!

    RispondiElimina
  28. Caspita Paola! Come dire il poolish ti ha aspettato pazientemente e guarda che brioschine buone buone che hai sfornato.... io con sto caldo non riesco a fare nulla... mi pesa anche solo condire una vile insalata... ehehehe Baci Laura

    RispondiElimina
  29. Si, Paolè... i lievitati hanno un'anima e questi cornetti hanno un'anima pura...so' dietetici...;D

    RispondiElimina
  30. Ok, dopo la zuppa di farro ho provato pure i cornetti. Lasciamo perdere la forma... che tutto sembravano men che cornetti, ohibò. Ma il sapore era delizioso e son venuti di un soffice che parevano nuvolette!!!
    Grazie mille!
    Rita (lettrice affezionata da parecchio tempo, uscita allo scoperto da pochi giorni)

    RispondiElimina
  31. oh, mannaggia, mi so' accorta ora che non ho risposto a nessuno, scusateeeeeeeeeeeee!!

    be, ok... visto che non ci sono domande sostanziali sulla ricetta, vi ringrazio tutti, non uno a uno, sorry !!
    e vi auguro buon we!!


    p.s

    a Emanuela, grazie!! la mia mail è aniceecannella chiocciola alice punto it

    a Rita, invece benvenuta, grazie di essere uscita allo scoperto :))))

    RispondiElimina
  32. Ciao Paoletta,in questo periodo lavoro tanto e non ho più tempo.
    Ma questi sono deliziosi e abbastanza leggeri, i tuoi tempi, i tuoi metodi bizzarri mi hanno fatto venire voglia di provarli!!!!
    Un abbraccio e grazie dei tuoi preziosi consigli!!!

    RispondiElimina
  33. Ciao Paoletta, questi cornetti sono troppo belli (ma senza dubbio anche buoni!!) .. vorrei capire, quando hai detto "Per cui lo rimescolo per benino, come mi ha insegnato Adriano" in che modo intendi 'rimescolarlo'?
    scusami :\

    baci
    Manu

    RispondiElimina
  34. @Patty, i tempi li ho adattati alle catastrofi quotidiane, ahhaaha :D

    @FiOr, in effetti il poolish, andava fatto e usato, ma siccome dovevo uscire, l'ho sgonfiato maneggiandolo bene per non buttarlo e riadoperarlo più tardi, così come, appunto, mi disse Adriano una volta. Certo, meglio sarebbe fare tutto preciso, eppure... li vedi son quelli ;)

    p.s. se li vuoi in giornata, prova come da ricetta originale!

    RispondiElimina
  35. non riesco a capire il cucchiaio di miele
    nel senso :
    se un cucchiaino lo metto nel poolish nell'impasto cosa metto? un cucchiaino?
    ciao e grazie per le meravigliose ricette!
    non sono anonima sono soleluna renata!

    RispondiElimina
  36. ciao Paoletta ho 14 anni ed un mese fa ho scoperto il tuo blog ma non ho lasciato mai un commento!! sei bravissima e simpaticissima!! complimenti!! oggi ho visto la foto dei tuoi cornetti e ho pensato subito di farli..sembrano squisiti(e sono sicura che lo sono) baci!
    Elisabetta
    p.s. ho fatto i cornetti sfogliati come quelli del bar..sono davvero buonissimi!

    RispondiElimina
  37. @Elisabetta, ma daiii! 14 anni? una bimba e già così in gamba? come sono venuti questi??
    un bacio stellina :))

    RispondiElimina
  38. eh si..mi piace molto cucinare..anche se non mi riesce tutto al primo colpo. I cornetti sono venuti squisiti e si sono mantenuti soffici anche se solo per 2 giorni perchè poi sono finiti =D tanti saluti Elisabetta

    RispondiElimina
  39. ciao elisabetta, tienimi al corrente, eh?
    un bacetto :)

    RispondiElimina
  40. Ciao Paola, mi spieghi quale deve essere la consistenza dell'impasto...a me sembra sempre molle...forse dipende dalla manitoba che uso (non sarà abbastanza forte) perchè io per incordare devo usare tantissima farina in più.

    Grazie Marcella

    RispondiElimina