venerdì 15 maggio 2009

Come fare lo yogurt in casa, sodo e compatto

O meglio, come ho imparato a farlo senza yogurtiera e senza latte uht. Sì, perchè fino a poco tempo fa' facevo lo yogurt fatto in casa, solo con quest tipo di latte!
Col latte fresco mi veniva una roba liquidiccia e granulosa... ma poi, ormai si sa, so' capa tosta e ci devo riprovare... e poi, ma vogliamo mettere lo yogurt fatto col latte freschissimo, magari col latte crudo?



Detto tra noi, non è che ci voglia una scienza, e infatti facevo qualche piccolo errore ma che ovviamente pregiudicava il risultato finale.

Se seguite, invece, questo metodo, passo, passo, avrete uno joghurt sodo e compatto come quello greco, senza yogurtiera e senza bisogno di metterlo a scolare.

Quello che vedete qui nelle foto era compattissimo, purtroppo in questi giorni di caldo, le foto andrebbero fatte molto, molto velocemente e io non ce l'ho fatta, e infatti, versa qui, versa lì, nelle foto è meno compatto di quello che era in realtà, ma vi assicuro che viene bello sodo e compatto come il greco, con la differenza che quello ha un sapore lievemente formaggioso, questo pare una crema dolce, per nulla acido.


LO YOGURT FATTO IN CASA


Ingredienti indispensabili:

1 lt di latte intero e freschissimo, quello della vostra centrale del latte, meglio ancora se latte crudo, cercate se volete il vostro distributore più vicino, qui.

2 bei cucchiai (sì, solo due!) di yogurt bianco e intero. Meglio se il coop bianco, quello nella confezione rosa, altrimenti il kyr della Parmalat. Giuro che non lavoro alla coop, ma ne ho provati tantissimi, e con questo viene saporito, dolce e non acido.

1 pentola in acciaio ovviamente pulitissima

1 contenitore per alimenti di plastica opaca e a chiusura ermetica

1 colino per filtrare

1 cucchiaio

1 copertina di pile morbida e calda, i fermenti, si sa, amano il caldo

Raccomandazioni:
Il latte deve assolutamente essere intero.
E' impensabile ottenere uno joghurt compatto col latte parzialmente scremato o peggio ancora, scremato.
E, vi assicuro che, quello che faremo, sarà così compatto che il cucchiaino conficcato dentro, starà diritto da solo,

Lo yogurt dovrà avere una scadenza il più lontano possibile, meglio se 30 giorni, ma va bene anche una ventina di giorni. Questo perchè, più lo yogurt è fresco, più i fermenti saranno attivi e quindi più golosi di lattosio.
E' per questo, infatti, che lo iogurt è tollerato benissimo anche da chi è intollerante al latte.

Cominciamo:

Prendiamo il latte e mettiamolo nella pentola a fuoco molto dolce sul fornello medio. Dopo una decina di minuti circa (ma ovviamente controllate spesso) comincerà ad alzare il bollore. Non appena la panna si alzerà, e starà per raggiungere il bordo della pentola, spegniamo immediatamente. Togliamo con un cucchiaio quella panna, e, se non abbiamo problemi di linea (io non posso, sigh, sigh.. ) ce la gustiamo tutta!!

Copriamo la pentola con un piatto, per evitare il più possibile contaminazioni e mettiamola a bagno in una pentola più grande piena di acqua fredda. In questo modo il latte raffredderà molto più velocemente.

Ecco, ora qui dobbiamo fare attenzione... il latte sarà perfetto quando raggiungerà una temperatura di 40°non oltre, meglio anche 38°
L'errore che facevo io, ma non avevo il termometro, era di aspettare che fosse tiepido e basta, ma sicuramente non riuscivo a regolarmi bene, per cui immagino che lo lasciassi troppo caldo.
Per cui, se non avete il termometro, aspettate pure che sia freddo o appena tiepido.

Prendiamo adesso la ciotola di plastica e versiamo dentro 2 cucchiai di iogurt, aggiungiamo qualche cucchiaio (5 o 6) del nostro latte filtrandolo da un colino, ma se abbiamo tolto bene la panna, non ce n'è bisogno.
Mescoliamo con cura, non ci dovrà essere il più piccolo grumo.

A questo punto, accendiamo il nostro forno ad una temperatura di 50°, contiamo fino a 60 e andiamo a finire di preparare il nostro yogurt.

IMPORTANTE: il forno NON deve raggiungere i 50° ma solo diventare tiepido! per cui dopo 60 secondi, ma anche meno, va subito spento!

Aggiungiamo ora dolcemente il resto del latte mescolando bene. Copriamo col coperchio ermetico e avvolgiamo bene il contenitore nella copertina di pile e mettiamo il nostro contenitore nella sua copertina dentro al forno, mi raccomando copritelo bene, i fermenti sono freddolosi!
Chiudiamo lo sportello del forno... e aspettiamo circa 6/8 ore senza assolutamente muovere la ciotola, i fermenti sono anche permalosi, se li muoverete, non mangeranno lattosio e non produrranno lo joghurt.
Per cui, sappiate già che se avete deciso di fare lo yogurt, per quel giorno non dovrete assolutamente accendere il forno ed essere costretti a smuovere la ciotola.

Dopo le 6 ore controlliamo, togliendo la copertina delicatamente, se muovendo appena, vedrete che il liquido all'interno sarà ben compatto e sodo, il nostro yogurt è pronto!
Altrimenti lasciamolo fino a 8 ore, se necessario anche 12 ore.
Dopodichè va messo immediatamente in frigo!

IN ESTATE: da controllare il frigo, con il caldo, fa fatica a stare alla stessa temperatura interna che aveva in inverno, va regolato di nuovo! la temperatura ideale è 4/5 gradi.
Perchè anche se appena fatto è leggermente sodo, in frigo lo yogurt finisce di "compattare", cioè il siero si separa dallo yogurt, ma se le temperatura interna del frigo è sopra quella consigliata, fa ovviamente fatica e "fila"!

E al mattino faremo colazione con uno yogurt sodo, dolce e compatto come questo... che potremo aromatizzare con caffè, scaglie di cioccolato grattuggiato, marmellata, miele, cereali, frutta a pezzi... insomma come preferite!



Oppure potrete adoperarlo per preparare un delizioso pancarrè profumato come
questo o mettervi ad impastare un panbrioche come quello del post precedente!
E perchè, no, una bella panna acida? ... appena postata da cuochella!

O anche dell'ottimo formaggio cremoso, il labne per esempio, postato da Elena, Comidademama, leggetevi anche il suo bel post sullo yogurt.

Io che non sono un'amante dell yogurt, questo fatto in casa me lo mangio anche così, ogni tanto una cucchiaiata, direttamente dal contenitore in frigo.

Ah, a proposito del contenitore in frigo... vedrete che, man mano che vi papparete lo yogurt, questo rilascerà, nello spazio dove lo yogurt è stato prelevato, dicevo rilascerà del siero. Non lo maneggiate assieme allo iogurt, altrimenti ne pregiudicherete la consistenza, ma o lo lasciate lì, o potrete scolarlo... datelo al gatto ne è ghiottissimo, almeno il mio e gli farà anche molto ma molto bene!

Si conserva circa 15 giorni, ma difficile che superi la settimana, almeno a casa mia.

Importante: quando vedrete che starà per terminate, non dimenticate di lasciarne da parte 2 cucchiai che userete come madre per il prossimo joghurt.
E vedrete che, se il primo era ottimo, i successivi saranno eccellenti!



251 commenti:

  1. Io l'estate scorsa mi facevo lo yogurt con latte scremato e yogurt idem..lasciandolo al sole forte mi è capitato di trovarlo come un budino..sodissimo!!!

    RispondiElimina
  2. Insomma...Paoletta, con te non si può mai riposare, sempre lavorare ci tocca!!! Però è un piacere!!

    RispondiElimina
  3. Le tue foto sono magnifiche e la ricetta molto interressante

    RispondiElimina
  4. mi hai conquistata con la storia del gatto :-)) Ci provo a darlo anche al mio, che mangia solo tonno naturale, vediamo che faccia farà eheh Quanto yogurt viene con queste dosi? Un bacio e buon finesettimana.

    RispondiElimina
  5. Buono, io ne vado matta! È da una vita che lo faccio, proprio come lo fai tu, solo che mi basta la lampadina del forno. Anche su gennarino c'è una ricetta molto simile!

    RispondiElimina
  6. è da tanto che vorrei provare a fare lo yogurt in casa ma non me la sono mai sentita per paura di sbagliare. ora voglio provare alla lettera come mi hai spiegato! poi ti farò sapere. grazie mille per le spiegazioni!! buona giornata!

    RispondiElimina
  7. Confermo, con il latte crudo è tutta un'altra cosa lo yogurt.

    Io ho usato la ricetta di Claudia Roden, molto simile alla tua, e ho fatto lo yogurt nel thermos . Non ho tanti contenitori di vetro e ho provato anche lì una volta che la produzione è stata abbondante ed è venuto benissimo lo stesso.

    Se non hai il termometro per vedere i 38°C la Roden consiglia di tenere il dito dentro il latte. Se resisti contando fino a 10 vuole dire che è in quella fascia di calore ideale per far partire lo yogurt.
    Funziona benissimo e meno male perchè ho perso il mio termometro da caramelli.

    Se poi mescoli lo yogurt con il sale e lo lasci scolare una notte ottieni un formaggio che in Libano si chiama Labnè anche se nel libro di Claudia Roden viene chiamato labna.

    Oggi Marta ed io proveremo a fare il panbrioche allo yogurt e proveremo uno degli intrecci che hai segnalato. Ci siamo divertite tantissimo a vedere le varie tecniche.

    RispondiElimina
  8. Ciao Paoletta, io non amo particolarmente lo yogurt ma mi hai fatto venire la voglia di provare, poi ti faccio sapere.
    ciao

    RispondiElimina
  9. Ciao! mette una voglia questo yogurt! davvero riuscito alla perfezione, bravissima!
    bacioni

    RispondiElimina
  10. Dimenticavo! Il siero io lo uso per la pastella dei pancakes, l'ho imparato da una signora quando vivevo a Boston.
    Ma dirò ai miei amici con gatti di questa cosa.

    RispondiElimina
  11. lista della spesa: -yogurt kyr......ecco segnato..:DDDDtanto domenica dicono piova staro a casa tutto iolgionro:DDDvellissima paoletta!

    RispondiElimina
  12. Proverò sicuramente, !
    Paoletta é un nome e una garanzia

    RispondiElimina
  13. 'giorno a tutti !!

    @valina, io ci ho provato e non mi è riuscito, ma ho sempre sentito che che anche altri con il latte scremato non riescono ad ottenere uno yogurt compatto... sarà il sole a fare la differenza??

    @Solidea, dai che questo si fa in 10 mnt. al lavoro, viaaaa :P:P

    @Francesca, a proposito del gatto, guarda qui il mio http://img40.imageshack.us/my.php?image=ilgattoelojoghurt.jpg
    La quantità? ne viene 1 lt e due cucchiai ;)

    @Angela, vero! Io la lampadina invece non ce l'ho come funzione, mi si accende solo se accendo il forno, per questo i 60 sec. e poi spengo. E comunque anche la lampadina del forno accesa per 6(8 ore ha il suo consumo, tocca guardar tutto qui, eheheheh :D

    @ketty, prova chè è facile !

    @Elena, sei fantastica!!
    Più tardi aggiorno il post con tutte le tue informazioni, sempre preziose, grazie!! :)
    Di contare fino a 10 io ci ho provato, solo che probabilmente ho una tolleranza alta del calore e non lo sentivo, e mi viene il dubbio che ai miei figli da neonati mi sa che col bagnetto li ustionavo ;)
    Dopo mi leggo come ottenere il Labnè, che bello!!
    Fammi sapere del panbrioche, io è il migliore che ho mai fatto!

    @Cristina, ok fammi sapere :)

    @Elena, il siero io a volte lo mettevo nell'impasto del ciambellone, penso vada bene un po' per tutti i dolci, gusto? Dimmi tu che sei bravissima, mi fido ciecamente di te :)
    Comunque veramente al gatto fa molto bene, non ricordo dove lo leggevo, ma se fa bene a noi per l'intestino fa bene anche a loro, ripristina tutta la flora batterica... guarda qui http://img40.imageshack.us/my.php?image=ilgattoelojoghurt.jpg impazzisce letteralmente!

    RispondiElimina
  14. ci proverò...incrociate tutti le dita. Io al di fuori della pasta al burro, prorprio non vado...

    RispondiElimina
  15. beh c'è da dire che riuscire a fotografare lo yogurt bianco su uno sfondo bianco non è cosa da poco!

    mi sa mi sa che ti aggiungo alla lista dei miei blog preferiti :)

    RispondiElimina
  16. Mio papà da quasi 30 anni fa lo yogurt, ma con la yogurtiera (l'ha sostituita un paio d'anni fa...) con questo sistema non ho mai provato, ma dato che io la yogurtiera non ce l'ho mi sembra un'ottima idea invista dell'estate.
    Ciao

    RispondiElimina
  17. Caspita, questa cosa è fenomenale... mi piacerebbe molto provarci! ma è meglio che mandi il link della ricetta a mio marito, che lui è precisino e sicuramente riesce meglio di me. Grazie!

    RispondiElimina
  18. complimenti! Fantastiche le fotografie.

    RispondiElimina
  19. anche io uso sempre il latte uht, per una questione di carica batterica (e a dire la verita' anche parzialmente scremato, e infatti non viene sodo): la yogurtiera e' un attrezzo comodissimo, ma tu mi tenti a riprovare a fare la piccola casara/alchimista, con promesse di yogurt compatti e dolci....non me lo chiedo neanche se sapro' resistere!!

    RispondiElimina
  20. Ciao, a parte dirti che sei bravissima e hai un gattino spettacolare, ti volevo chiedere per quanto tempo resistono i due cucchiai di yogurt madre che poi lasci in frigo.
    Grazie
    Monica

    RispondiElimina
  21. Paoletta, ma tu sei un genio dei fornelli!!! Bravissima... Io sono una mangiatrice di yougurt ad altissimi livelli e questa ricetta, senza uso della yogourtiera mi intriga un sacco!!!
    Ci provo e ti dico... Un bacio
    Nadia -www.misskdavivere.it-

    RispondiElimina
  22. Preparo anch'io lo yogurt home made con grande soddisfazione, ma ciò che ottengo non è un prodotto sodo come il tuo ...
    Studierò bene le tue indicazioni, per adattarle al mio metodo (temperatura costante a mezzo bagnomaria) :-)

    RispondiElimina
  23. io l'ho fatto alcune volte con la yogurtiera!!! interessante questo metodo con il latte crudo!!! è proprio compattissimo come piace a me!!! mi segno tutto! un bacione.

    RispondiElimina
  24. semplicemente geniale, nel merito e nel metodo. grazie!

    RispondiElimina
  25. E' come lo preparava la mia mamma più o meno. Lei usava una pirofila di vetro così riusciva a vedere quando veniva sodo (fa delle piccole crepe).

    Quanti ricordi!

    Puoi usare lo stesso yogurt per rifarlo approposito senza tornare alla Coop ;)

    RispondiElimina
  26. Bell'idea! Vista questa mia lunga convalescenza e la dieta liquida alla quale mi devo attenere, mi stavo decidendo a comprare la yogourtiera...mi hai fermata!
    Grazie!

    RispondiElimina
  27. @iole, dai che è facile poi dimmi :)

    @cuochella è stata un'impresa titanica fare le foto :((
    ho visto la tua panna acida, dopo la linko, bella idea!

    @Stefania, sisi poi in estate manco del forno c'è bisogno ;)

    @mammafelice, poi mi racconti??

    @marta, grazie :)

    @Ciboulette, ma se lo fai bollire è ok!

    @cailyn, i 15 gg dello yogurt ;)

    @nadia, oddio un genio per sta cosetta, dai dai, non esageriamo, ahahhah!!

    @lenny, ok prova!

    @Micaela, allora poi mi fai sapere??
    un abbraccio :)

    @maite, grazie!

    @Ale, quando sei così romantico quasi ti adoro :P:P
    poi però se mi dici di usare lo stesso yogurt come madre, be' allora ti RI odiooooooooooooooo!!!

    @Sabrina, costa poco, ma se li puoi risparmiare per un'altra caccavella... ;)

    RispondiElimina
  28. Paoletta...ne sai una più del diavolo tu ;) !!!
    Anche se nn amo lo yogurt questa ricetta è proprio da provare!
    P.s.
    Ricordi che ti avevo raccontato di aver provato la torta di Gabriella e che era venuta buonissima? beh la seconda volta è venuta pure meglio! L'ho farcita con il lemon curd ed era paradisiaca!
    Grazie!!!

    RispondiElimina
  29. leggo il tuo blog da tanto tempo...è bellissimo. Mi piacciono le tue ricette, le tue oto..la tua passione nel preparare le ricette che ci proponi. Grazie e complimenti. Un saluto.
    Emanuela

    RispondiElimina
  30. Paoletta tu mi fai fare delle ricette che non avrei mai immaginato di fare in vita mia.
    Le tue spiegazioni sono così chiare, le foto così invitanti e spesso molto utili per capire i veri passaggi che infrangi la mia barriera del "figurati se ci riesco". Grazie, ho già avuto modo di dirtelo via mio blog, ma te lo ripeterò tante alte volte.

    Sono alla seconda fase di lievitazione del tuo panbrioche allo yogurt, non ho resistito e con Marta faccio il bis domani, ho preso doppi ingredienti anche perchè se viene nutro tutto il vicinato. il labnè è ottimo e infatti la critica in casa a tra gli amici è che ne faccio sempre poco.
    Come immaginerai la percentuale di labnè che ne esce fuori è poca rispetto allo yogurt. Ma il liquido, anche lì, lo puoi riutilizzare.

    RispondiElimina
  31. Ciao ! mi piace usare lo yogurt per salse varie , questo senza acidità mi sembra ideale . Lo proverò senz'altro già l'aspetto è moooolto invitante . grazie . chiara

    RispondiElimina
  32. Anch'io faccio lo yogurt in casa ormai da qualche anno. Lo faccio col latte crudo.Me lo ha insegnato il mio ragazzo che è di origine balcanica.Una volta che si prova non si smette più di farlo!

    RispondiElimina
  33. penso che dipenda dalla temperatura d fermentazione...quel giorno il vaso dello yogurt era bollente!!

    RispondiElimina
  34. per ora mi limito ad ammirare il tuo...ma terrò presente i tuoi preziosissimi consigli perchè il risultato è davvero spettacolare!
    Un bacione
    fra

    RispondiElimina
  35. Ma come.. io pensavo che bisognasse andare in farmacia, comprare un sacco di attrezzatura, alimentarlo tutti i giorni....
    cosi' mi sembra un po' piu' semplice, a parte l'impegno
    iniziale..
    Ci provero'! grazie
    Gaia

    RispondiElimina
  36. E' proprio lo joghurt che preparava la mia nonna in casa.
    Non lo metteva in forno, ma nella coperta tutta la notte.
    Buonissimo, compatto e delizioso con l'aggiunta di frutta fresca!

    Con l'ultimo vasetto (non ce lo faceva consumare tutto..)la nonna preparava la nuova "fonitura"...

    Ciao,
    Barbara

    RispondiElimina
  37. domanda idiota: ma anche al cane va bene il siero?

    RispondiElimina
  38. Per migliorarne in modo deciso la compattezza bisogna aumentare le proteine: basta aggiungere, per un litro di latte, 2 cucchiai di latte in polvere (aggiustare poi secondo esperienze e preferenze). Io lo faccio con la yogurtiera e dopo una notte in frigo resta bello compatto. Per raggiungere la compattezza di quello greco, invece, bisogna farlo colare (utili in questo caso i filtri di carta della caffettiera americana)

    RispondiElimina
  39. il panbrioche è nel forno. L'impasto era poco maneggevole, la prossima volta il burro lo faccio freddare tutto. Ma è lievitato benissimo lo stesso. Non sarà una bellezza, ma domani ne faccio una seconda tornata e sarà perfetto.

    RispondiElimina
  40. Paole' secondo te l'ho segnata anche questa ricetta?e certo!!!sai che ho fatto la tua pizza senza impasto ieri ed è venuta squisita che di piu' non si puo'?pero' ti volevo chiedere se hai mai provato con la patata schiacciata invece dei fiocchi?e quante lastre te ne vengono a te?io ne ho fatte due rettangolari e l'impasto l'ho steso a mano ma non riuscivo a farlo troppo sottile....bo?

    RispondiElimina
  41. Paola sei una forze della natura e mi unisco a Elena quando dice che fai fare delle cose alle quali mai avremmo pensato di avvicinarci. Ecco. stasera faccio il gelato con lo yogurt, ne tengo 2 cucchiai e domani provo lo yogurt tuo(ho il conad spero vada bene li stess) e pure il panbiocche. grazie grazie e buona domenica. Silvia

    RispondiElimina
  42. Paoletta sei sempre una referenza, tutto è invitante e spiegato benissimo. Grazie!

    @Comidademama: ma sei una miniera! grazie per tutte queste preziose informazioni.

    RispondiElimina
  43. anche io faccio il lo yogurt con il latte crudo!!! lo consiglio a tutti!!
    grazie per i consigli
    vale

    RispondiElimina
  44. Ciao!
    Lo yogurt fatto cosi' e'come ci ha insegnato a fare mio nonno che era Greco e che consumava yogurt in gran quantita' e assolutamente come alimento salato da accompagnare alla cena. Invece del termometro mio nonno mi diceva mettici un dito lo devi sentire caldo ma non ti deve scottare allora e' pronto e io mi sono imparata cosi' ma certo molto empirico!Io molto banalmente mischio il "seme"(il po' di yogurt gia' fatto) in un po' del latte mischio avvolgo nella coperta e metto in luogo caldo. Con il siero si fa una freschissima bevanda che prima o poi postero' nel mio blog!!

    RispondiElimina
  45. Io solitamente lo faccio con un litro di latte (intero o parzialmente scremato non fa differenza) e con un vasetto di yogurt (solitamente bianco naturale, bianco dolce o al caffè). Lo metto 12 ore nella yogurtiera e mi viene bello compatto e per niente acido.

    RispondiElimina
  46. Questa ricetta mi cambierà la vita, amo lo yogurt greco!

    Gea
    ---
    geacucina.splinder.com

    RispondiElimina
  47. ciao paoletta

    vorrei farlo prestissimo

    volevo chiedere: vale la pena farne solo mezza dose? in casa mia...
    siamo in tre, e non credo gli altri due vadano matti per lo yogurt compatto :S

    io invece sì ;)

    grazie

    S.

    RispondiElimina
  48. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  49. il labne: già provato;
    la ricotta: già provata (http://fiordivanilla.blogspot.com/2009/02/thats-amore.html)

    ..per non parlare della reperibilità del latte crudo: ho gioito quando ho saputo di avere ben due distributori vicini!!

    .. lo yogurt fatto in casa però mi manca. Io sono malata di yogurt, nel senso che non ne posso fare a meno. Ma non mi sono mai cimentata nell'operazione fai-da-te perché ogni volta che ricercavo procedimenti sul web, non ci capivo niente per come erano spiegati, alcuni complessi, altri confusi... insomma Paoletta, oggi ci provo! Perché grazie alla tua chiarissma e semplicissima spiegazione mi hai proprio tentato. Grazie dicuore!! soprattutto perché questo è fattibile anche con una sola mano ;) dì la verità, che hai postato questa ricetta per me, sapendo che posso usufruire di una mano sola perché l'altra è ingessata ;P scherzo!
    un bacio

    RispondiElimina
  50. ciao Paoletta,
    ieri ho fatto lo yogurt!! evvai mi è riuscito benissimo!!! ti ringrazio davvero tanto è davvero speciale e per niente acido!!
    veramente ho tralasciato un passaggio per errore ma è venuto delizioso lo stesso! se non ti dispiace lo posto sul mio blog,
    sono molto soddisfatta oggi ci farò un ciambellone!!! baci e buon fine settimana!!

    RispondiElimina
  51. Mmmmhhhhh, che buono lo yogurt greco!! Magari detto da una greca conta poco, ma giuro, non sono di parte! Mia mamma lo preparava sempre quando ero piccola, mi sa che questa volta tocca a me!!! Poi con noci e miele sopra.....un sogno!! Grazie per la ricetta!

    RispondiElimina
  52. @stella, wooowwww, ci credo!!

    @Emanuela, benvenuta, sono felice del tuo commento... !!

    @Elena, come è andata??

    @Chiara, anche a me piace nelle salse, in estate faccio un'insalata di pollo condita con una salsina di yogurt, limone e erba cipollna che è deliziosa ;)

    @Gaia, puoi anche farlo coi fermenti di farmacia, a me personalmente non piace... lasciano un retrogusto strano, almeno quelli che provai io!

    @Barbara, grazie per averlo raccontato. A me piace riproporre quel che facevano le nostre nonne, la loro cucina, i loro gesti... ben venga la cucina di oggi, ma le tradizioni non devono morire :)

    @caily, visto che è onnivoro, io penso proprio di sì, comunque prova a farglielo assaggiare, male non gli fa di sicuro!

    @sly, la pizza senza impasto meglio farla coi fiocchi, primo perchè rendono l'impasto leggermente più sodo, poi perchè ho il dubbio che la patata 24h in frigo nell'impasto non regge.
    Per le teglie io ne adopero 2 tonde da 33 cm. di diametro, oppure due rettangolari 25x35 cm.
    bassa non viene benissimo, comunque se fa resistenza, aspetta a stendere... e quando fai le pieghe non manipolare troppo.

    @titona, conad non l'ho mai provato, ma male non viene di sicuro, l'importante che sia bianco e intero :)

    #so_simo, grazie mille per il racconto, aspetto impaziente la bevanda ;)

    @Alfonso, sì in pratica la stessa cosa :)

    @S. sì, certo che puoi farne mezza dose !

    @fiOrdivanilla, bella come va? ancora il gesso, eh? spero lo toglierai preso!! dai, poi fammi sapere come viene lo iogurt con una sola mano ;)
    un abbraccio stretto!

    @katty, l'ho vistooooooo !! è bellissimo, grazie della fiducia :))
    p.s. che passaggio hai saltato??
    belle le foto passo-passo!

    @konstantina, mmmm !! noci, miele, una goduriaaaa, lo propongo a mia figlia, la mangiatrice di yogurt è lei!!

    RispondiElimina
  53. Paoletta, lo "yogurt-ad-una-mano" è in forno coperto e immobile, con tanto di cartello attaccato (in caso non mi incrociassi mia mamma) che riporta scritto un affettuosissimo avviso... "Mammina.... non toccare né accendere assolutamente il forno!!" magari senza spiegazioni né niente penserà che ci sia 'na bomba, che so io.. beh almeno non lo toccherà sicuro ^_^
    ti faccio sapere, a domani!

    RispondiElimina
  54. porca paletta!!! ci devo assolutamente provare!! ho quasi tutto, mi devo solo rifornire di yogurt bianco della coop, anche perchè ho scoperto che mia figlia è un po' intollerante al lattosio e quindi preferisco dargli lo yogurt, magari con della frutta fresca dentro, vista la stagione !!

    RispondiElimina
  55. Tornata in tempo...Questo proprio è la mia passione non me lo posso perdere!!!Grazie!!!

    RispondiElimina
  56. http://zizziriincucina.blogspot.com/ ti segnalo questo blog perchè sta utilizzando una tua foto senza indicarne l'origine,ammenoche non ti abbia chiesto il permesso privatamente e in questo caso mi scuso se mi sono intromessa...comunque deciderai tu come comportarti

    ciao

    RispondiElimina
  57. @fiOr ;)
    a domani!

    @Morena, ti ringrazio infinitamente, non ho concesso l'uso della foto e ho appena scritto a questa persona... peccato che abbia attivato la moderazione dei commenti, figuriamoci se lo pubblica!
    un abbraccio, e non ti scusare di nulla, anzi!!

    RispondiElimina
  58. Paoletta il latte crudo ce l'ho :-) anzi chissà se riesco a passarci prima di partire per Roma... questo tuo procedimento me lo segno perchè a me lo yogurt bello compatto garba proprio tanto! Un abbraccio Laura

    RispondiElimina
  59. Ciao, complimenti per il tuo blog: stupendo!!! Io ieri ho provato a fare lo yougurt con il tuo sistema credevo di aver seguito tutto alla lettera ma non deve essere stato così visto che ho fallito miseramente (dopo più di sei ore era ancora completamente liquido...sobh!!) Ma non mi arrendo: ho deciso di reperire un termos e provare a farlo riposare lì dentro..sicuramente dimezzerò le dosi..odio sprecare il latte o meglio il cibo in generale:)Uffi però ero così entusiasta all'idea della mia prima produzione di yougurt!! Vabbè ti aggiornerò sul tentativo 2

    RispondiElimina
  60. ho avuto successo... merito della tua super spiegazione naturalmete!
    Però credo che io debba migliorare ancora in qualcosa.. sì, ma cosa? :) non è venuto compatto compatto quanto speravo.. la causa potrebbe essere lo yogurt utilizzato per i fermenti lattici, ho usato un cucchiaio di uno intero della centrale del latte e un cucchiaio di yogurt intero.. alla vaniglia :\ non avrei dovuto?

    Beh tutto sommato però alla mia mamma è piaciuto moltissimo, gliel'ho preparato cons caglie di cioccolato bianco e fondente, uvetta e miele, era soddisfatta!

    Ora tutto il resto dello yogurt l'ho messo in un colino rivestito da garze, metodo usato per fare il labne... ma solo per scolare il liquido in eccesso, perché a mio parere era troppo il siero che andava formandosi.. così tra qualche ora avrò per davvero uno jogurt greco! :)

    RispondiElimina
  61. @Laura, prova dai chè poi col latte crudo viene una favola!! a MJ piace? ;)

    @lucia, eh sì, qualcosa dev'essere andato storto, ma capita non scoraggiarti :)
    ... riprovaci con metà dose, ne vale la pena !!
    p.s. visto quello di katty?

    @fiOr, hai capito da sola qual è stato l'errore ;)

    RispondiElimina
  62. @ramaiolo, mi fai sapere?? :)
    ma com'è il tuo nome che non ricordo?

    RispondiElimina
  63. @fiOr, eh l'ho detto so' permalosi, 'sti bacillini, e direi anche schizzinosi ;)

    RispondiElimina
  64. Katty?....Perdona l'ignoranza sono neofita? Metti i sottotitoli per ignorantelli? Nel frattempo chiedo scusa a Katty :#

    RispondiElimina
  65. Da tempo vorrei provare a fare lo yogurt in casa ma sino ad ora non mi sono decisa...questo post mi piace un sacco e penso che proverò a produrre da me lo yogurt seguendo le tue indicazioni.
    Ciao,
    Meg

    RispondiElimina
  66. @Lucia, nessun problema :)
    katty, qualche messaggio sopra, scriveva di averlo fatto, se clicchi sul suo nome e se vai sul suo blog lo vedi!

    @Meg, ok fammi sapere ;)

    RispondiElimina
  67. Pensa che oggi volevo passare a prendere il latte crudo dopo il maneggio ma, il mi marito si è dimenticato a casa le bottiglie e la borsettina termica... no comment.... cmq sì certo a loro lo yogurt fatto in casa garba molto perchè se lo possono condire come vogliono :-D Baci Laura

    RispondiElimina
  68. Paoletta, l'ho fatto!
    Stamani il mi' compagno, fidanzato, pseudo-marito, padre dei miei figli,
    tra una cucchiaiata di yogurt (ma l'hai fatto proprio te?) e un morso al pan brioche, mi fa:
    ma perche' non vi incontrate con Paoletta e fate una giornata di prelibatezze?
    .. come dargli torto?..
    Su gennarino lessi che il prox incontro forse sara' in Toscana.. io sono di Firenze.. ce la potrei fare!!
    Grazie come sempre!
    Gaia

    RispondiElimina
  69. sono ancora qui ;) stavolta vado direttamente alla fonte, visto che sei stata così carina da rispondermi...

    hai detto che se lo volessi meno sodo potrei usare latte parzialmente scremato/scremato (questo non lo tengo neanche in considerazione... se devo bere dell'acqua... mi prendo della levissima XD )

    se uso quello parz. scremato...
    io però fresco non lo trovo mica, quello dei distributori...credo sia solo intero...
    va bene anche se a lunga conservazione??

    altrimenti faccio con quello fresco intero e non se ne parla più ;)

    grazie, buon inizio settimana :)

    Serena

    RispondiElimina
  70. @Laura, poi magari (il mio fa così) ha dato la colpa a te !! :D :D

    @Gaia, ma daiiii, che felicità leggere queste cose :)
    Su gennarino il raduno toscano di maggio è saltato, purtroppo, certo visto che di toscane siamo tante, qualcosa si potrebbe organizzare, vediamo eh?
    un abbraccio!

    @Sere, ciao bella!
    se usi quello fresco intero il sapore ci guadagna, se lo vuoi meno sodo, puoi sempre mescolare ogni volta che lo prendi, il siero che si forma nella ciotola. oppure prova col latte uht, tutto uguale, solo che lo devi adoperare a temperatura ambiente, non c'è bisogno di farlo bollire!
    mi fai sapere?? :)

    RispondiElimina
  71. Ciao rieccomi...ho riprovato usando il termos per farlo "riposare": perfetto!! ero certa di aver sbagliato qualcosa in questa fase (pile+forno ecc..)Comunque, stamattina l'ho provato col nesquik per la bimba ed è squisito sembra quasi crema al ciccolato!!Che bontà!! Grazie, le prossime sperimentazioni saranno le pesche dolci...sto aspettando di riavere il mio adorato robot che dopo 10 anni di onorato servizio s'è preso una pausa di riposo:)Un'ultima cosa...quando ci sarà un'etichetta anche per la cucina calabrese.
    Alla prossima.

    RispondiElimina
  72. confermo la storia del gatto,io ho l'abitudine di scolare un pò lo yogurt e il mio gatto adora questa 'acquetta' che cola,gliela servo in un piattino e quasi mangia anche quello.

    adesso però vorrei il parere di un veterinario!

    alba

    RispondiElimina
  73. @lucia, grazie allora!! l'importante è trovare il sistema, che poi stia nel forno o termos, che importa? ma basta sia col latte fresco, ecco, quello è importante :)
    la cucina calabrese? sai che non la conosco?? ma tu quando vuoi, posta pure qualche ricetta, mi farebbe molto piacere, io se qualcosa m'ispira, poi, figurati se non replico ;)

    @alba, io so che ai gatti fa male il latte, ma lo joghurt non dovrebbe. certo, per sicurezza, senti il tuo veterinario :)

    RispondiElimina
  74. In realtà io non ho un blog nonostante la mia amica Laura del blog gingolotti stia cercando in tutti i modi di convincermi ma al momento non sono "pronta" troppo poco coerente e troppo troppo "sciapa" ;) Magari qualche ricetta te la invio tramite posta così se ti piace la provi e facciamo spazio tra le etichette alla cucina calabrese. Baci e grazie per la disponibilità...è bello sapere che nessun commento sarà ignorato :*

    RispondiElimina
  75. ho il latte della centrale granarolo va' bene lo stesso...
    e' la prima volta che lo faccio sotto la copertina,e nel forno, di solito uso la yogurtiera.Volevo provare .ti fo' sapere grazie Annamaria

    RispondiElimina
  76. @Lucia, e se non hai un blog che importa?? :)
    Scrivi qui o manda via email, come preferisci!!
    p.s. ma se ti piace la cucina, e non appena ti senti pronta, un be blog ... ;)

    @annamaria, penso di sì, fa raffreddare bene il latte e accendi il forno solo 60 sec. a 50° non deve superare i 38/40 gradi di temperatura!

    RispondiElimina
  77. Paoletta, grazie mille!!!

    HO fatto lo yogurt ieri sera, la notte era pronto, l'ho spostato nel frigo ed era solido e bello! Quasi non ci credevo!

    E poi sai che ho scoperto?? Che ho sbagliato di prendere lo yogurt, era bianco, si, ma ... dolce! :-)))

    Chissà con quello naturale!..

    RispondiElimina
  78. Ciao Paoletta, è venuto molto bene e molto buono ma per i miei gusti...un pochettino di dolce ci vuole. Cosa ne dici di aggiungere un po' di zucchero nella preparazione? Si puo' fare o compromette il risultato? Non vorrei che i fermenti si offendessero...Paola

    RispondiElimina
  79. Lo yogurt e'venuto compattissimo quasi formaggioso , e'molto saporito, ed ha un profumino divino,
    lo yogurt era un kir alla pappa reale ...ho trovato solo quello altrimenti c'era a frutta .Alla prossima devo sempre bollire il latte?
    e procedere uguale.
    grazie Paoletta
    Annamaria

    RispondiElimina
  80. Buongiorno Paoletta,

    ieri ho lasciato la mia sperimentata ricetta per fare lo yogurt in casa per la tua.

    La mia ricetta, credo presa da Gennarino, prevedeva di bollire il latte per 10 minuti......però lo yogurt veniva bello denso.

    Devo dire che la fiducia che ripongo in te e nelle tue bellissime e bunissime ricette è stata ancora una volta premiata.

    D'ora in avanti la ricetta per lo yogurt è la tua.

    Continua così

    RispondiElimina
  81. @Giulia, incredibile che i bacillini non si siano offesi ;)
    p.s. di solito non viene, uhmmm ... che gli hai detto?? :D :D

    @paola, io lo zucchero non lo metterei prima, rischi che non venga, ma puoi addolcirlo dopo come preferisci, miele, zucchero, marmellata... e comunque hai letto Giulia sopra? ha usato yogurt banco ma dolce, puoi sempre provare!

    @annamaria, si sentiva dopo il sapore dello yogurt alla pappa reale? sono curiosissima!
    la prossima volta, sisi devi far bollire il latte, fai tutto uguale, l'unica cosa è che uso il tuo jogurt invece che quello del vasetto!
    p.s. se vuoi evitare la bollitura, usa latte uht, anche se il sapore p migliore col latte fresco.

    RispondiElimina
  82. @Dello, grazie mille per la fiducia :)
    il latte più si fa bollire, più denso viene, certo però un poco perde...
    a presto :)))

    RispondiElimina
  83. ^^ Ciao!
    Era tanto che non scrivevo, ma visito regolarmente il tuo blog e... mi dai sempre delle idee favolose... -__^ ti dico solo che domani sono sicure le "orecchiette ricotta e pancetta"... >_< ho una voglia matta anche delle pesche, ma... ^^;;; se accendo il forno in questo periodo a casa mi sparano!
    Ma veniamo allo yogurt... per prima cosa ho scoperto grazie a questa ricetta di avere non troppo lontano una fattoria biodinamica che produce e vende latte crudo in bottiglia e che, una volta la settimana, lo porta anche ad un alimentari del mio Comune... ç_ç ero commossa! Dopo tale scoperta... oltre alla doverosa bevuta, era doverosa anche la preparazione dello yogurt; io sono anni che me lo faccio con il latte intero nella yogurtiera, ma dovevo provare assolutamente il tuo metodo che... è molto più poetico ;P (e poi... se uno può, perchè non dovrebbe risparmiare l'energia elettrica!? ;) Così ho provato e, come da te detto, è venuto perfetto... >_< e così ho risolto anche i problemi estivi della produzione yogurtifera... ^^;;; sarà che in estate fa troppo caldo, ma... la qualità dello yogurt (probabilmente per l'eccessivo calore che, vista la temperatura esterna, manteneve la yogurtiera), peggiorava in estate... -_^ ma... con questo metodo, mi sa che la produzione continuerà anche in questi torridi mesi!
    Piccola nota: O_O non sapevo dei benefici del siero... OHHHH... ^^;;; con la gatta ho provato, ma quella vuol solo pollo e tonno all'orientale >_<... poco male, lo papperemo io e la mia cagnolina... così avremo un pancino fulgidissomo!
    Baci e GRAZIE per le meravigliose ricette e le sempre splendide foto.
    Moku.

    RispondiElimina
  84. Bhe.....poesia è dir poco.... e questa mattina colazione con yogurt e salsa di fragole appena raccolte !
    Ti abbiamo pensata intensamente....grazie !!!!

    RispondiElimina
  85. @Moku, non sai che piacere ricevere commenti come il tuo :)
    Per il latte crudo, be' è divino, lo hai sentito da te, vero latte di una volta! E ovviamente anche nello iogurt auto prodotto fa la differenza!
    Per l'estate, guarda, io credo che quando c'è davvero caldo torrido, nemmeno bisogno di accendere il forno 60 sec. ci sia... basta tenerlo fuori, i bacillini amano i 40°, se sono 38° fa lo stesso. E comunque anche in forno e basta credo vada benissimo!
    Grazie ancora e un abbraccio :)

    p.s. un bacio alla gatta viziatella ;)

    @Lorena, mmmm con la salsa di fragole, lo dico a mia figlia, grazieeeeeeeeeeeeeeee!!!

    RispondiElimina
  86. ciao Paoletta,sono Anto61DUE,ho letto la ricetta dello yogurt fatto in casa, è lo trovo davvero invitante, non ho mai provato,sicuramente proverò a farlo.Siccome sono a dieta credi che sia un po' troppo grasso?
    Ti vorrei chiedere un favore.Rispolverando tutte le mie vecchie ricette che man mano ho raccolto, ho trovato una ricetta di brioche buonissime che ho mangiato la mattina a colazione in un delizioso albergo di S.Vigilio di Marebbe in vacanza qualche anno fa.
    Lo chef impietosito dalle mia insistenza mel'ha data solo che secondo me e' un po' complessa,ma ti assicuro che erano da svenire!! Che dici mi puoi aiutare ad interpretarla?sai non vedendo l'esecuzione e' più complesso!
    Fammoi sapere...a presto Antonella

    RispondiElimina
  87. @Anto, ricapitolando... Anto612 di gennarino o l'altra, giuro mi confondo :D :D ... ma è facile che io mi confonda, eh?

    Per lo yogurt, prova con il latte parzialmente scremato, oppure ne mangi un pochino meno !

    Per la ricetta se è da svenimento, la leggo volentieri :)))
    ... me la mandi alla mia email?
    aniceecannella chiocciola alice punto it

    RispondiElimina
  88. domanda: ma se invece di usare lo yogurt intero della coop :o) usassi il Total della Fage, quello intero, non quello a ridotto contenuto di grassi ?

    RispondiElimina
  89. @jane, l'ho provato, viene buono un poco più insipidino la prima volta, ma migliora le volte successive. prova comunque, magari a te piace di pù ;)

    RispondiElimina
  90. beh ma se viene insipidino allora no, provo con quello della coop ;o)

    RispondiElimina
  91. @jane, io lo trovai scritto sulla ricetta di gennarino, volli provare lo stesso, ma devo dire che chi scriveva aveva ragione, anche se dopo la prima volta viene meglio. in ogni caso con quello coop, viene bene subito :)
    mi fai sapere?

    RispondiElimina
  92. certo cara paoletta, ti faccio sapere, sia la versione "greca" che quella "coop" ;o)

    RispondiElimina
  93. ciao cara, fai un salto qui
    http://aneres-tentarnonnuoce.blogspot.com/2009/05/siiiiiiiiiiiiiiiiii-anche-io.html

    ;)

    nonostante il nervoso che mi ha fatto venire la mia digitale (prevedo di farci il lancio al piattello con la stessa)
    che si è letteralmente "mangiata" tutte le mie 30 foto che avevo fatto (fra preparazione e risultato finale)sigh...
    dicevo, nonostante ciò sono stata soddisfattissima del risultato :)

    rifotograferò tutto al prossimo giro...
    (che nervoso... pure foto di altre preparazioni mi ha cancellato.. grrrrr... ueeeeeeeee :'( )

    allora... davvero dura circa 15 giorni?

    grazie per la ricetta, anche da parte mia :)

    RispondiElimina
  94. Credo di aver letto tutto attentamente ma qualcosa potrebbe essermi sfuggito..lunedi che è il mio giorno libero lo faccio!
    riepilogo: si può usare il latte uht però saltando tutto il procedimento della bollitura?si passa direttamente a mescolarlo con i cucchiai del vasetto e al riposo al caldo?
    se usassi il latte fresco intero, tutto il tuo procedimento servirebbe anche per allungare la data di scadenza giusto?
    oppure usare latte crudo e fare tutto il procedimento..
    Grazie per l'aiuto!

    RispondiElimina
  95. @Sere, è venuto bene? Ok, lo rifarai foto comprese, anche se quelle che ho visto lo mostrano al meglio ;)
    peccato per le altre preparazioni ...
    yesss!! in teoria dura 10/15 gg ! un besos :)

    @Claudia, ok per il latte uht a temperatura ambiente e senza bollitura.

    latte crudo e latte fresco intero hanno la stessa procedura, bollitura, raffreddamento, ecc.
    mi fai sapere??

    RispondiElimina
  96. Ti faccio sicuramente sapere!!!Grazie ancora

    RispondiElimina
  97. Daniela, Windsor28 maggio 2009 23:10

    Ho fatto lo yogurt (con latte crudo). Buonissimo e compatto. L'ho rifatto con lo yogurt che mi era rimasto... cemento armato!! Piu' sodo di cosi e' impossibile. Che dire, buonissimo. Per niente acido e i figli me lo chiedono in continuazione. Grazie infinite. E che facile a farsi. Non avrei mai pensato.

    RispondiElimina
  98. @Daniela, sì infatti ho impiegato molto di più a scrivere il post che a farlo, ahahaha !!
    sono contenta che piaccia ai tuoi figli :)

    RispondiElimina
  99. Ciao sono Anna, ho fatto il tuo yogurt è spettacolare, mi è avanzato tanto siero, non ho gatti, potrei utilizzarlo per il pancarrè profumato allo yogurt, se sostituisco i 75 gr di acqua con il siero? Qualche altra idea per come utilizzarlo? mi sembra un peccato buttarlo via. Un meraviglioso grazie per le tue ricette precise e spettacolari. Ciao Anna

    RispondiElimina
  100. Ciao Anna, penso proprio tu posa usarlo per il pancarrè, per altro pane in generale, anzi, non vorrei dir castronerie, ma dovrebbe aiutare non poco la lievitazione. Ah, anche nei muffins, per esempio... aggiungi in questo caso, oltre al lievito chimico, 1/2 cucchiaino di bicarbonato.

    RispondiElimina
  101. L'HO FATTO !! Dopo 3 settimane di compra lo yogurt, e manca il latte, compra il latte e si mangiano lo yogurt, ed è venuto!! Domani racconto tutto sul mio blog. GRAZIE !! ;))

    RispondiElimina
  102. @jane, evvai finalmente!!
    aspetto il post :D

    RispondiElimina
  103. POST fatto !! e riguardando ho già visto che ho fatto un errore, ho messo 2 cucchiaini di yogurt invece che 2 cucchiai, però è venuto lo stesso :)

    RispondiElimina
  104. @jane, viene lo stesso, anche se è abitudine comune mettere tutto il vasetto, ma viene meglio se con poco :)

    RispondiElimina
  105. L'ho fatto l'altro ieri sera, è venuto buonissimo anche se non troppo compatto, ma normale,forse perchè per troppa curiosità l'ho aperto un quarto d'ora prima...però sono strafelice perchè finalmente ho mangiato uno yogurt bianco dolce e non asprissimo come di solito! grazie davvero, appena posso lo metto sul mio blog

    RispondiElimina
  106. Ciao Paoletta, sono Lucia,sempre io :)una mia amica mi ha fatto sorgere un dubbio: io da quando appresso a te ho cominciato a fare lo yogurt (e non ho più smesso) ho utilizzato sempre due cucchiai della mia produzione x "innestare" la produzione successiva posso continuare così vita natural durante ;) oppure ogni tot devo utilizzare il Kyr o comunque uno yougurt naturale del supermercato? :)]

    RispondiElimina
  107. @jane, evvai!!

    @Claudia, ma un quarto d'ora vuol dir poco, prova a lasciarlo fino ad 8 ore!

    @Lucia, come "madre" va benissimo lo yogurt autoprodotto, io uso quello fino a che sento che è buono, di solito migliora col tempo. Se poi vedo che peggiora, ricomincio daccapo! ma finchè è buono vado con quello... ;)

    RispondiElimina
  108. emanuela (jesi)11 giugno 2009 10:45

    Ciao Paoletta,
    ieri ho provato a fare il tuo yogurt. Latte crudo + yogurt coop a 30 gg. Mi è venuto di una consistenza che sembra la colla vinilica (ma in superficie è più sodo). Il sapore è eccezionale. Volevo chiederti, secondo te, può essere che non si è compattato tanto perché ho messo il latte che era più freddo che tiepido - sarà stato sui 30 gradi (mi è scorso il tempo del raffreddamento dopo la bollitura!!).
    Cmq, una volta terminato, vorrei provare a rifarlo partendo da questa madre. Verrà lo stesso o devo procedere da capo?
    Grazie.
    Emanuela.

    RispondiElimina
  109. @Emanuela, ciao :)
    Forse a volte ci mette anche 8 ore, non mi chiedere perchè, saranno pigli sti bacillini? ;)
    Comunque ho corretto il post, perchè se in superficie era sodo, tutto mi fa pensare che avesse bisogno di quelle 2 ore in più.
    Puoi rifarlo con questo, mi fai sapere?

    RispondiElimina
  110. Si la prossima volta lo lascio riposare tutta la notte, comunque è buonissimo anche così, io lo mangio con le ciliegie....mmh che bontà!!!

    RispondiElimina
  111. @emanuela: ti dirò, anche il mio viene sodo in superificie e più cremoso sotto, pur lasciandolo tutta la notte con il pile nel forno, mi sorge un dubbio, forse ho sbagliato contenitore, che di ci paolè? Uso un ex barattolone della maionese da un 1kg, forse è troppo stretto e alto? se provassi in uno più largo e basso? 'sti bacilli magari lo gradiscono, al prossimo giro ci provo...

    RispondiElimina
  112. ...uguale uguale (o quasi) a questa ricetta qui!
    http://www.e-bio.it/ricette/ricetta.php?ricetta=yogurt/yogurt

    RispondiElimina
  113. emanuela (jesi)12 giugno 2009 09:10

    Ciao Paoletta,
    eccerto che lo rifaccio e tra l'altro pure velocemente che da ieri mattina è praticamente finito!! Aspetto solo che il distributore del latte crudo lo metta nuovo, nuovo.
    Poi ti dico.
    @janefonda...io ho preso una vaschetta di plastica opaca a chiusura ermetica rettangolare della capacità di 1.9 lt....che ti devo dire!

    RispondiElimina
  114. @anonimo: ho salvato la ricetta dello yogurt bio della nonna, vediamo...
    @emanuela (jesi): infatti, perchè pure la ricetta bio prevede contenitori piccoli (belli i 4 stagioni della bormioli) quindi credo ci sia un rapporto tra superficie, fermentazione e compattezza. Mi attrezzo con contenitore ampio ed opaco e vediamo i risultati...

    RispondiElimina
  115. @jane io ne uso largo e basso, insomma basso circa una decina, quindici cm.
    può essere comunque che faccia fatica a formarsi in un contenitore alto e stretto, prova diversamente e vedi :)

    @anonimo la ricetta dello yogurt risale alla notte dei tempi, stavolta veramente sarebbe stato difficile citare l'autore originale ;)

    baci a tutti, ho da raccontarvi un sacco di coseeeeeeeeeeeee :D

    RispondiElimina
  116. emanuela (jesi)17 giugno 2009 12:09

    Ciao Paoletta,
    ti volevo aggiornare....ma il mio yogurt ancora non viene! Mi sa che il problema è dentro al forno per il mantenimento di una certa temperatura, anche quando faccio i lievitati è un mezzo disastro, non riesco mai a seguire le tue ricette alla lettera, devo sempre modificare tempi e "tecniche" di lievitazione....Ma non demordo, ce la farò a fare uno yogurt come quello della tua foto!
    ciao ciao
    Emanuela

    RispondiElimina
  117. @emanuela, oh mannaggia!! :-o
    comunque con questo caldo puoi anche evitare il forno. fa stiepidire bene, bene il latte, mescola il tutto e avvolgi in un pile, tutto qui.
    è importante non muovere nulla, mi raccomando :-*

    RispondiElimina
  118. ciao Paoletta,ho provato a fare lo yogurt e pur avendo un gusto buonissimo e'rimasto un po liquido,forse l'ho fatto raffreddare troppo(a mia figlia è piaciuto ugualmente).Provero'a rifarlo poi ti faro'sapere.ciao ciao

    RispondiElimina
  119. @nadia, immagino sia rimasto liquido anche dopo la notte in frigo, giusto? uhmm, non va bene così!
    dunque, il latte raffreddato va benissimo, tranquilla, piuttosto, quante ore lo hai tenuto? si è visto, e non si sa per quale congiunzione astrale, che a volte ci mette 6 ore, a volte 8 e oltre!
    riprovaci :)
    ah, e il latte era uno della centrale?
    altrimenti sai cosa? prova con un latte uht, escludendo il passaggio della bollitura, ecc, ma adoperando tutto e subito a temperatura ambiente, sia latte che yogurt madre.
    a presto :)

    RispondiElimina
  120. Ciao Paoletta,il latte era quello dei distributori per cui freschissimo,l ho tenuto 6 ore avvolto nel pile nel forno e non è mai stato toccato.riprovero'senz'altro e poi ti diro'

    RispondiElimina
  121. buongiorno paoletta e' un po' che non ci sentiamo.tutto bene ? sai ho avuto un po' da fare,nel frattempo pero',dopo il primo successo con lo yogurt ho riprovato per due volte a farlo ma non è venuto.era praticamente un liquido colloso..ti spiego ho preso il latte intero e non crudo come la prima volta e uno yogurt bianco muller...forse e' questo che non va? sigh....ci sono rimasta male...ma ritentero'.mi puoi dare un consiglio? complimenti comunque per le tue fantastiche ricette.grazie e a presto..anto61due

    RispondiElimina
  122. @paoletta: a me la versione con latte uht a temperatura ambiente e yogurt madre sempre a temperatura ambiente non è venuta, rimasto tutto liquido liquido, tenendolo tutta la notte nel forno col pile...

    RispondiElimina
  123. @anto, credo che il muller non sia del tutto yogurt, credo sia misto a crema di latte, così mi pare di aver letto una volta, prova diversamente :)

    @jane, io non so più che dire, riusciva benissimo alla maggiorparte, anche se la possibilità che non venga (minima) cera sempre! ora, col caldo, che dovrebbe anche favorire, non viene a nessuno, mah!
    ma hai usato latte uht e yogurt tutti e due a temperatura ambiente?

    RispondiElimina
  124. @paolette: latte uht biologico coop + yogurt intero coop a temperatura ambiente...entrambi..mah

    RispondiElimina
  125. Ciao Paoletta!!!!
    ho fatto il tuo yogurt, puoi vedere le foto se vuoi sul mio album su Alf, si chiama :la passione continua e io sono Luly1811, ti seguo sempre e ogni tanto provo qualche tua ricettina!!!! e sei sempre una garanzia!
    ciao Vanessa.

    RispondiElimina
  126. @jane, non so più che dire, ho appena letto su gennarino un'utente (primavera) anche lei usa il solito sistema, anche lei ha provato sia uht che fresco, perchè ultimamente no le viene più! ma che è, un'epidemia??
    fatto sta che l'ho appena messo a rifare, guarda sono curiosa!

    @vanessa, ciao, l'ho visto... bello, sodo e compatto! ma l'hai fatto da pochi giorni o è una foto vecchia?
    no, perchè qui c'è un'epidemia :(((

    RispondiElimina
  127. ciao paoletta!in effetti e' una foto vecchia di circa due settimane fa! l'ho rifatto per ben tre volte! usando poi come matrice quello mio...l'ultimo, cioe' fatto giovedi' scorso in effetti non era bello sodo come le altre due volte, molliccio e sieroso! ho dato la colpa al fatto che era gia' un po' che riusavo il mio come matrice...ma adesso che ti devo dire..ho comprato due vasetti della coop scadenza 8 agosto..e...aspetta domani..ora e' in forno a riposare.. l'ho rifatto oggi alle due..per le dieci di stasera ti sapro' dire..speriamo bene!!!Ciao
    vanessa.

    RispondiElimina
  128. :-( esito yogurt..colloso direi sia il termine che meglio spiega come sia venuto...cola filando dal cucchiaio, quasi neanche riesci a trasportarlo dal contenitore alla tazza...il gusto ottimo, ma l'aspetto...se l'epidemia c'è, ha contagiato anche il mio yogurt!!!! che tristezza.. eppure i primi erano DIVINI! sembrava formaggio da quando era sodo, che si fà Paolè!? si riprova certamente! se tu hai la testa dura..io ti seguo a ruota (sono del toro poi, e questo la dice lunga!) e finchè non viene come dico io, non mollo...e il tuo come è venuto? un abbraccio, ciao, Vanessa.

    RispondiElimina
  129. @Vanessa, messo in frigo poco fa, sodo e compatto. Se ho tempo faccio una foto, ma spero vi fidiate :)
    certo, non ci ha messo le solite 6/8 ore, finito ieri pomeriggio verso le 18 e stanotte all'1 non era ancora compatto. Quindi l'ho lasciato lì e stamani era pronto.
    Direi di provare a lasciarlo fino a che si compatta, senza guardare l'orologio! anche se 'sta cosa ha dell'incredibile, visto che col caldo che fa, dovrebbe essere facilitata la cosa.
    Un'ultima cosa... IL FORNO!!
    Accenderlo a 50° ma non aspettare che raggiunga la temperatura, assolutamente!
    aspettare solo che diventi tiepido, quindi una 50ina di secondi, 60 al max!
    Non vorrei che troppo calore uccidesse i bacillini, in fondo ora è caldo, si potrebbe fare anche senza forno.

    RispondiElimina
  130. Buongiorno Paoletta! anch'io come Vanessa sono piuttosto testarda e insisto :-) Ho fatto già due volte il tuo yogurt, adesso è in preparazione il terzo. Allora, il primo è venuto dolcissimo, cremoso ma poco sodo e c'erano dei grumi, però ho fatto diversi errori, nella fretta (mescolato tutto insieme senza filtrare il latte e senza diluire poco alla volta lo yogurt, poi per la curiosità ho spostato un paio di volte il barattolo per un'occhiatina ...). La seconda è venuto decisamente più sodo, a vederlo sembrava il "raviggiolo" (hai presente?), si staccava dalle pareti ed era tremolante tipo budino. Tirandolo su con il cucchiaio era un po' filoso e c'era troppo siero (qui l'errore forse è stato la quantità di yogurt di partenza, ne ho messo più del dovuto). Ma di sapore era buono e non mi sono arresa, l'ho versato in un tovagliolo fine e dentro un colino e l'ho lasciato scolare. Risultato: yogurt greco, squisito! Ora sto facendo il terzo, ero senza latte fresco quindi ho usato l'uht, poi ti dico. Ma sono sicura che alla fine riuscirò a farlo compatto come il tuo! E proverò a tenerlo lì più a lungo, come hai appena consigliato.
    p.s. i bomboloni sono stati letteralmente presi d'assalto! Li sto già rifacendo, che buoni!! Sei una grande Maestra :)

    RispondiElimina
  131. ..ormai il mio yogurt..scusa..la mia colla..è in frigorifero! non ho provato a lasciarlo ancora lì..magari migliorava.. il forno dici!? potrebbe essere stato in effetti troppo caldo... il mio suona quando arriva in temperatura, ho impostato i 50° e mentre mescolavo il tutto ha suonato...ho spento quasi subito..ma alla fine forse è stato proprio quello a causare il danno!!!
    il prossimo provo senza forno acceso, tanto ho ancora il secondo vasetto bello bello che mi aspetta, meglio non farlo usando come matrice quello fatto ieri!
    ti aggiornerò..Vanessa.

    RispondiElimina
  132. @cinzia, penso che la seconda volta sarebbe dovuto stare un po' di più a temperatura ambiante. il siero lo deve fare, ma di solito si separa dallo yogurt.
    stai rifacendo i bomboloni?? :)))

    @Vanesa, sì, il forno non deve raggiungere i 50°, sono troppi. la temperatura ideale per lo yogurt, mi pare sia tra i 38 e i 42 gradi al max.
    riprovaci perchè a me quello che ho messo in frigo stamani, è venuto perfetto :)

    se non lo vuoi mettere in forno, usa comunque la copertina, e ricorda di lasciarlo fino a che è TUTTO sodo, anche 12 ore se necessario.

    RispondiElimina
  133. PER TUTTI!
    ho corretto il post con le raccomandazioni necessarie, probabilmente mi ero spiegata male sulla temperatura del forno che NON deve raggiungere i 50 ma solo diventare appena tiepido... anche se, con questo caldo, se ne può fare a meno.

    inoltre, se le 6/8 ore indicate non bastano, è possibile lasciarlo anche 12 o più.
    a me ieri è venuto perfetto, messo nella copertina alle 18 e ripreso stamani alle 7 per metterlo in frigo.

    è strano, lo so, a volte 6 ore bastano altre no!
    va controllato muovendo appena la ciotola, esattamente come si fa per la cottura dei cibi!

    ma riprovare chè davvero ne vale la pena :)

    RispondiElimina
  134. sììììì! li sto veramente rifacendo! tra un po' ... si frigge, credo che vengano degli amici dei figli e se sono buoni come ieri farò un figurone ;-)
    Grazie, è una ricetta squisita davvero (stavolta provo anche a lasciarne una parte in frigorifero, da friggere domattina, sicuramente saranno ancora più leggeri)
    Quanto allo yogurt, forse sì, avrei solo dovuto aspettare di più invece di 7 ore. Ti terrò aggiornata sugli sviluppi! Baci. E grazie :)

    RispondiElimina
  135. Cara Paoletta, intanto complimenti per il tuo blog, che è davvero piacevole!Cercavo una ricetta per fare lo yougurt e mi sono imbattuta nella tua (altre ne avevo viste, ma mi parevano troppo farraginose e poco invoglianti da provare).Ieri stesso l'ho fatto e dopo sei ore esatte era un bijoux.Che dire:La fortuna della principiante???Stamani ce lo siamo pappato io e mio figlio a colazione, ed era cremosissimo, senza neanche fare anto siero.Ti chiedo come fare ad addolcirlo nella fase di preparazione e se è possibile.Grazie,ancora complimenti!

    RispondiElimina
  136. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  137. Ogni volta che guardo queste foto bianco su bianco resto a bocca aperta, sono davvero belle. Intanto ho riprovato e ieri è venuto decisamente più compatto (anche se tirandolo su col cucchiaio è sempre un po' "filante", proverò a lasciarlo ancora un po' di più tanto non è per niente acido, anzi il sapore è dolce e delicato). Cinzia

    RispondiElimina
  138. @cinzia, com'è andata con quelli in frigo fritti il giorno dopo? lo yogurt, sì, lascialo anche 12 ore tanto non diventa acido ;)

    @Tarida, ciao benvenuta!! sono felice che lo yogurt ti sia riuscito al primo colpo :)
    io lo addolcirei, ma dopo!
    grazie a te, a presto :)

    RispondiElimina
  139. Ciao Paoletta! Lo yougurt lo sto rifacendo di nuovo. Nell'ultimo il cucchiaio stava bello diritto, però filava sempre un po'... Vedremo chi la spunta, io o lui :-)
    Quanto ai bomboloni, per quelli del frigo avevo risposto nel post dei Krapfen (sono cresciuti un po' meno, una volta fritti e prima di friggerli sembravano un po' slievitati ma erano comunque soffici e di ottimo sapore). La bilancia mi ha proibito di rifarli prima di almeno dieci giorni ma sono così buoni...

    RispondiElimina
  140. @ci, e per TUTTI!

    da controllare il frigo, con questo caldo, fa fatica a stare alla stessa temperatura interna che aveva in inverno, va regolato di nuovo!

    la temperatura ideale è 4/5 gradi.
    perchè anche se appena fatto è leggermente sodo, in frigo si finisce di "compattare" nel senso che il siero si separa dallo yogurt, ma se le temperatura interna del frigo è sopra i 5/6 gradi, fa ovviamente fatica e "fila" ;)

    RispondiElimina
  141. Grazie della dritta, Paoletta! non ci avevo minimamente pensato al frigo, sei un genio! :) Baci, Cinzia

    RispondiElimina
  142. Ho provato anche io a farlo. Mi e venuto buonisimo. Anche a me, che non mangio lo jogurt :) E davero diverso da queli che si compra.

    RispondiElimina
  143. Ciao a tutti mi chiamo Vittorio.
    Era da tempo che volevo prepararmi lo yogurt in casa e l'altro giorno mi sono deciso. Ho comprato la yogurtiera girmi, sia per la comodità dei biccheri, sia perchè costa davvero poco, sia perchè così non si rischia di fare pasticci.
    Bene, ho usato del semplice latte intero granarolo alta qualità, portato ad ebollizione, poi fatto raffreddare, mescolato con un cucchiaio di yogurt kyr (per la prima volta ho usato mezzo litro di latte (per non doverne buttare troppo in caso si insuccesso).
    6 ore e nei barattolini ho trovato dei budini belli sodi che mi attendevano. A parte la soddisfazione iniziale ho notato subito che nostante l'aspetto budinoso pareva un pochino troppo morbido. ma dopo averlo messo in frigo un paio di ore....:)...una bontà! E vi dico che è molto meglio di quello kyr. Non se lo vede proprio! :) Sono molto soddisfatto. Stanotte ho preparato un altro litro e oggi pomeriggio ne ho mangiato un altro. Forse questi erano anche meglio dei primi, ma parliamo di differenze minime. La seconda fermentazione l'ho fatta durare 8 ore, e ad occhio credo sia anche meglio, ma non sono certo. Mi ha sorpreso il fatto che non ci fosse il minimo sapore di acido. Non posso crederci. E' ottimo. Stasera proviamo a metterci un pò di miele...ihih

    RispondiElimina
  144. ciao paoletta, e buon ferragosto :-)
    ho provato a fare lo yogurt senza far bollire il latte e come promesso vengo a riferirti: ho fatto scaldare mezzo litro di latte intero fresco sul fuoco fino a quando non ha raggiunto i 40 gradi (l'ho misurato con il termometro), poi l'ho mescolato direttamente con un cucchiaio di yogurt madre (prima alcuni cucchiai e poi ho aggiunto il resto).
    Poi ho messo in forno con la lampada accesa, forse faceva anche troppo caldo, con le temperature di questi giorni... e poi sul fornello stavo facendo bollire i vasi di conserva, quindi la cucina era già un forno di per sé.

    Insomma, sono passate più di otto ore e non è venuto bello solido come quello che avevo preparato facendo bollire il latte (per pochi secondi). L'ho usato comunque per fare lo tzaziki (che ho postato adesso), però è ancora tutto da verificare, magari dovevo solo lasciarlo più tempo (ho letto qui nei commenti che a volte ci vuole molto più tempo). Tu hai scoperto il perché di questa storia dei tempi diversi? Non è che c'entrerà anche qui la luna, come per il pane?
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  145. Paoletta, una cosa stranissima: sulla pagina del mio post sullo yogurt alla fine del post ci sono i collegamenti al tuo blog invece che al mio! Deve essere un bug di linkwithin, credo, mai vista una cosa simile o_O
    Comunque mi fa piacere, c'è un pezzettino di te sul pasto nudo :-))

    RispondiElimina
  146. @izn, mi perdoni il ritardo mostruoso con cui rispondo?? :((
    ad agosto lavoro più del solito !

    dunque quando lo facevo col latte uht, non lo facevo bollire e questo lo abbiamo detto, ma nemmeno lo facevo scaldare, lo usavo così, a temperatura ambiente, sara questo? o sarà che comunque lo yogurt fuori della yogurtiera non ha tempi precisi? a me a volte ci ha messo dalle 8 alle 12 ore!
    sarà la luna? boooh! però sai che penso, siccome nella yogurtiera i tempi sono precisissimi, credo sia la temperatura che nella yogurtiera è costante e fuori, invece, no?
    ma in fondo le nostre nonne lo facevano così, e mica credo stessero a guardare l'orologio, quando era pronto se lo mangiavano ;-)

    p.s. ho visto i collegamenti al mio blog e ti giuro mi chiedevo, ma come ha fatto a fare sta cosa izn ;-)
    è incredibile, comunque sono felice di esser da te :))))
    bacio grande e grazie della collaborazione.

    vengo a vedere lo tzaziki!

    RispondiElimina
  147. Ho appena finito di fare lo yogurt: l'ho tirato fuori dal forno coperto con la sua copertina di pile ed è.... FANTASTICO!!!!
    Grazie mille veramente, una soddisfazione enorme..
    E intanto il lievito madre è lì che ... "lievita"!

    RispondiElimina
  148. @camilla, ma grazie a te!! smack :)
    p.s. anche il lm? che brava seiii!!

    RispondiElimina
  149. Le tue ricette sono veramente spiegate bene ed è un piacere farle.... pieno pieno le provo: intanto lo yogurt qui a casa va a ruba (siamo in 5!) e anche il lm è andato a buon fine.
    Non ho sfruttato gli "avanzi", ma devo capire ancora cosa farne ;-)
    a presto

    RispondiElimina
  150. ....ops, ho aggiornato il mio profilo con la foto e mi è "partito" il ciao involontariamente: scusa (sono Camilla dei post precedenti :-))

    RispondiElimina
  151. Ma... è facilissimo! E io che pensavo che mi toccasse andare a pescare i fermenti lattici chissà dove... sicuramente domenica provo!!!
    Grazie! :P

    RispondiElimina
  152. Grazie della ricetta, o meglio del procedimento..A me piace moltissimo lo yogurt, soprattutto sodo.

    RispondiElimina
  153. @camilla, visto il pane toscano con gli avanzi della pasta madre?

    @Neiith, si fa anche con i fermenti vivi, ma viene molto più acido e meno sodo, io ho provato e non mi piace!
    fammi sapere se proverai :)

    @Sabrina, hai provato??

    RispondiElimina
  154. grazie per questa meravigliosa e chiarissima ricetta!!! :) ho provato ed è venuto buonissimo ed è facile.. non credevo. adesso devo provare anche col latte crudo e sono sicura che verrà ancora meglio.

    ah, se può essere utile, per misurare la temperatura del latte, quand'ho sentito che era tiepido, ho utilizzato un normale termometro di quelli con cui si misura la febbre. ha segnato 38° e allora ho aggiunto i fermenti.

    RispondiElimina
  155. Ciao, mi piace tantissimo il tuo sito e spesso mi ci "rifugio" trovando un po' di pace nella passione per la cucina. Ho un grande problema con la tua ricetta dell yogurt. l'ho già provata 3 volte e non sono mai riuscita ad ottenere uno yogurt sodo e compatto. Le prime due volte il latte è rimasto liquido, l'ultima volta si è addensato leggermente. Non so più cosa pensare, seguo ogni passaggio ma il risultato è pessimo. Il latte che uso è crudo, preso in fattoria, lo yogurt è intero coi fermenti.. Si accettano consigli da tutte. grazie mille!

    RispondiElimina
  156. @lunastorta, che yogurt usi?? poi, prova a fare una cosa, usa latte uht intero e a temperatura ambiente, yogurt uguale, a temperatura ambiente.
    accendi il forno appena 30 sec. e metti tutto dentro :)
    mi fai sapere?

    RispondiElimina
  157. ciao :)
    ho riprovato a fare lo yogurt questo sabato e il risultato è stato identico. Ottimo sapore ma consistenza liquida. Il latte che uso è crudo, preso presso i distributori delle fattorie, quindi vi assicuro che è intero. Per lo yogurt, ho usato quello bianco compatto della kyr la prima volta, la seconda volta non ricordo la marca, ma ho controllato che avesse i fermenti lattici. Il risultato è stato sempre lo stesso.

    RispondiElimina
  158. ho fatto anch'io il tuo yogurt- l'anno scorso seguivo la ricetta di cookaround yogurt senza yogurtiera e mi veniva liquido e filava...quindi non lo mangiavo crudo.
    dopo 8 ore c'erano solo bollicine sotto la coperta dopo 14 ero molto felice perchè in superficie era compatto ma sotto liquido. dovevo aspettare ancora? io l'ho mescolato e messo in frigo..cosa mi consigli?
    la densità fa sicuramente la differenza.
    ho usato latte intero della centrale e yogurt intero mila

    RispondiElimina
  159. scusa sono l'anonimo di prima ho sbagliato a cliccare

    RispondiElimina
  160. @lunastorta, premesso che immagino tu faccia tutto come scritto, prova a cambiare latte.
    sei sicura di farlo intiepidire bene?? puoi anche farlo freddare a temp. amb. e il forno?? lascialo aperto, una decina di minuti quando metti la ciotola, prova così, non vorrei fosse il troppo calore del forno.
    prova anche a cambiare la ciotola, usane una di vetro e coprila bene dopo.

    @isottina, se sopra era pronto e dentro liquido, non era ancora pronto, avresti dovuto aspettare ancora qualche ora.
    perchè mentre con la yogurtiera i tempi sono fissi, senza sono più variabili, a me di solito ci mette 6/8 ore, ma è capitato che ce ne siano volute anche 12.

    RispondiElimina
  161. grazie allora sabato ci riprovo forse devo tenerlo più al caldo la copertina è troppo leggera...
    a casa mia ci sono di base 22 gradi, perchè è centralizzato, l'ho chiuso nel forno con coperta pensavo bastasse dopo 21 ore...
    a presto

    RispondiElimina
  162. @isottina, no no se dopo 12 ore non è venuto, uhmmm mi sa che non c'è nulla da fare ;-)
    è brutto chiedertelo, ma sei sicura di fare tutto passo, passo come scritto??

    RispondiElimina
  163. ciao Paoletta,è tanto che non ti scrivo ma ti seguo sempre.Sono disperata..... ieri per la quindicesima volta ho riprovato a fare lo yogurt ...ma niente.. dopo il primo tentativo che andò benissimo non è mai più uscito bene.Praticamente liquido..Stavolta ho usato latte Cuore Mio fresco marche Alta qualità e yogurtbiologico naturale intero Fattoria Scaldasole.
    Non trovi che i prodotti siano di qualità? e poi il procedimento seguito passo passo come dici tu .Ma allora cos'è che non va? AIUTAMI !!!!! un abbraccio
    Anto 61 due..

    RispondiElimina
  164. @anto :(((
    l'unica cosa certa è che la prima volta è venuto, quindi qualcosa di diverso c'è, ma cosa??? credimi non so cosa dirti, prova col latte uht a temperatura ambiente e yogurt a temp. amb. allo stesso modo!
    un bacio :)

    RispondiElimina
  165. do il mio contributo. Io lo faccio con la yogurtiera, vasone unica da un po' menodi un litro. LAttte crudo bollito (il sapore poi lo senti). Sono partito con il kefir, e poi via via ho aggiunto altri probiotici. Adesso continuo lasciandone da parte un po' e usandolo come starter.
    E' sodo, leggermente aspro (non acido) frizzante (strano, eh) leggermente alcolico e sa di latte
    (marco, su coqui cansado)

    RispondiElimina
  166. @marco, grazie! adoro i tuoi esperimenti ;-)

    RispondiElimina
  167. ciao e complimenti per il blog che sembra pieno di cose buone. ho una domanda: ma con il latte magro e con quello a lunga conservazione che risultati hai ottenuto (dici che mai-proprio-mai si dovrebbero usare)?? grazie stefano arturi

    RispondiElimina
  168. @Stefano, con il latte a lunga conservazione viene bene, ma a condizione che sia intero, se lo vuoi bello sodo.
    ma non farlo bollire, usalo a temperatura ambiente, così come lo yogurt.

    RispondiElimina
  169. ciao paoletta e grazie
    intanto ieri sera ho provato a farlo con latte intero fresco:
    1. non ho tolto panna
    2. invasato in vaso 4 stagioni appena tiepido
    3. lasciato in forno con lampadina accesa

    stamattina ho controllato. yogurt solido e cremoso. sapore buono. non buono come quello delle fattorie scaldasole (uno dei pochi biodinamici italiani in vendita) ma sicuramente buono. ora ho messo in frigo a rassodare ulteriormente.
    confermo (dopo numerosi esperimenti) che come tu dici la piu' bassa temperatura iniziale (contrariamente a cosa dicono molte ricette) funziona meglio.
    ora provero' (per curiosita') con UHT. ciao e grazie ancora. stefano arturi

    RispondiElimina
  170. @Arturo, che yogurt hai usato come starter?? il sapore finale dello yogurt molto dipende da quello, oltre che dal latte usato.
    per esempio, ti parrà incredibile, ma viene insipido col greco :(
    in ogni caso assaggialo di nuovo dopo il passaggio in frigo, e come starter adopera quello già fatto, perchè migliora di volta in volta!

    RispondiElimina
  171. err... stefano, a dire la verità (arturi è il cognome)... anyway: ho usato uno scaldasole parzialmente scremato, per sperimentare. cmq penso che tu abbia ragione: lo yogurt, come il pane a pasta acida, migliora col tempo, cioè con i passaggi. e sì, anche nella mia esperienza l'assaggio vero va fatto dopo il passaggio nel frigorifero. passo ora a farti domanda sul pane a cassetta di yogurt (domanda forse qui un pelo fuori luogo?) cosa intendi per farina 0 e poi farina manitoba? la manitoba è farina 0 (tagliata con OO di solito)... intendi farina 0 meno forte? ma tu dove compri questo farine? cioè qui a milano (sia al super sia nei negozi bio) non esistono tutte questi tipi W di farina (quelli di cui parla spesso anche adriano, per intenderci)? io uso solamente manitoba, 00, grano duro, segale (con buoni risultati direi, ma non si finisce mai di imparare). ciao e grazie
    stefano (arturi)

    RispondiElimina
  172. @Stefanoooo, scusaaa :))
    dunque lo starter è meglio intero.
    quanto al pancarrè, la farina 0 è farina 0, la trovi ovunque la manitoba invece può essere sia 00 che 0, ma solitamente si trova solo 00, ed è una farina di forza.
    normalmente, a parte qualche farina particolare, le prendo alla coop, tro molto buone sia la 0 che la 00.
    la manitoba prendo quella della lo conte, tra quelle che si trovano comunemente al super, è la migliore, almeno dalle mie parti!

    RispondiElimina
  173. ciao pa e grazie per le risposte.
    allora concordiamo: usiamo le stesse farine.
    si' lo starter meglio intero. ma non ho trovato che lasciare la panna abbia pregiudicato il risultato (tu perche la togli?). inoltre, come ti dicevo, confermo che fare lo yogurt in un vaso 4 stagioni riscaldato + lasciato in forno per 6/8 ore con lampadina accesa, metodo che funziona.
    ps ti passo info che magari conosci> controlla sito/blog e libri di peter reinhart/grande panificatore americano.
    ne approfitto > neanche a milano trovi i croissant. i baristi mi dicono che agli italiani tutto quel burro non piace... mah, che dire... qui ormai i cornetti decenti sono introvabili. anche io ho provato diversi modi di fare la pasta sfoglia e i croissant (ci sono diverse tecniche)... ma alla fine il metodo clssico (con tutto quel burro e i giri) e' paradossalmente il piu' semplice. cius. stefano arturi

    RispondiElimina
  174. @Stefano, la panna la tolgo perchè una volta mi pareva di aver letto che potrebbe interferire col lavoro dei bacillini, e lo yogurt non viene, ma se mi dici di no, provo!
    per i croissant, mi sono accorta che dipende dal tipo di burro, l'ultimo che ho provato non si sentiva, poi se se ne mete sotto il 25% non sfoglia, allora meglio fare le brioche ;-)
    grazie per la segnalazione do un'occhiata in giro!

    RispondiElimina
  175. La ricetta dello yogurt è favolosa.io l'ho fatto con il latte appena munto e ovviamente dopo la bollitura...il primo è venuto benino gli altri uno spettacolo..provatelo

    Virgy

    RispondiElimina
  176. Perdonatemi...
    ma sentire dire che uno yogurt è fatto in casa quando mi andate ad acquistare uno del supermercato sperando di far risorgere quei due fermenti che ci saranno in tutto con questo procedimento... scusate ma non ci credo proprio....
    I fermenti si acquistano in farmacia
    si fanno moltiplicare e poi si farà pure la vostra ricetta... ma si parte da quelli della farmacia
    e si parte da uno fatto in casa
    e non all'alimentare... poi mi sbaglierò io fate vobis... buon proseguimento... ma scusate non riesco a non ridere, spero che mi perdonerete...

    RispondiElimina
  177. @Virgy, e verrà sempre meglio, ovviamente come starter usa il tuo ;-)

    @Anonimo, la risposta a quanto affermi l'ho appena data a Virgi ;-)
    i fermenti della farmacia sicuro siano "naturali"? io li ho provati una volta, a parte il sapore disgustoso dello yogurt, non mi pare di aver notato altre differenze.

    se proprio vuoi il vero yogurt devi partire dai bacillini vivi, quelli che si riproducono, i vermetti bianchi, per intenderci, conosci?
    immagino di sì ;-)

    sono felice che tu rida, nella vita bisogna star allegri :))

    RispondiElimina
  178. Ciao,Paoletta. Ieri ho rifatto lo yogurt; lo avevo già fatto prima ma sono venuta a dirtelo ora approfittando per farti anche un saluto e visto l'ultimo commento penso possa farti piacere avere un'ulteriore testimonianza della riuscita di questo metodo. Un bacio, Annalisa (corso di Napoli)

    RispondiElimina
  179. Provato & Approvato!!! Finora il migliore che sia uscito a mio marito, ma il merito è anche mio che ti ho trovata....
    Ciao. lilla

    RispondiElimina
  180. Ciao carissima! io l'ho fatto ieri.. dopo un pò di titubanza iniziale (diciamo che dopo 4 ore di sole+avvolgimento nel pile era ancora liquido) alla fine ce l'ho fatta! l'ho lasciato in "incubazione" per più ore (direi dalle 14:30 alle 24:00 circa) e ho ottenuto uno yogurt mediamente sodo, buonissimo!
    la prossima volta sarà ancora meglio :)

    RispondiElimina
  181. uff..io sono disperata nulla da fare...non mi viene mai ed ho provato piu' volte...sempre liquido!! ieri mi è venuta la colla vinavil! ma che ne so tutto strano sembrava colloso e filava tutto...mi arrendo!

    RispondiElimina
  182. .... ho provato a farlo ed mi e' venuto buonissimo ho seguito i tuoi consigli, mi raccomando la temperatura del latte deve essere intorno hai 38ª altrimenti non viene bello sodo... e un altro trucco ho lavato e riciclato dei vasetti di vetro con tappo di plastica viene ancora meglio!!!

    RispondiElimina
  183. Salve a tutti ho fatto lo yogurt con la yogurtiera, mi è venuto molto buono ma dopo averlo condito con della frutta ha cambiato consistenza diventando addirittura liquido, da bere. Da cosa può dipendere?Grazie a tutti.

    RispondiElimina
  184. @annalisa, grazie! scusa il ritardo... un bacio grande :)

    a chi non viene, bisogna seguire tutto passo passo, anche le piccole cose, quelle che sembrano sciocchezze, sono fondamentali per l'ottima riuscita!
    anche a me all'inizio non veniva, ho buttato litri di latte, ma alla fine ...
    :))

    @debora, la frutta contiene acqua ;-)

    RispondiElimina
  185. grazie per la ricetta e troppo buono ne ho mangiato due bicchieri

    RispondiElimina
  186. buongiorno a tutte!
    ieri sera alle sette ho provato anch'io! stamane alle 9:27 lo jogurt era più o meno fatto...è ancora un pò liquido...ma buono di sapore...deve continuare a restare chiuso nel forno? per un attimo l'ho trasferito in frigo e poi l'ho chiuso di nuovo dentro...non so...ancora non è ben compatto ,il latte era intero e lo yogurt era il muller : sarà stato questo? ma muller è intero come yogurt...
    cmque insisterò e il prossimo spero migliori anche per me! secondo voi devo usare due cucchiai di questo o cambiare prorpio?
    grazie e a presto!
    questo sito è veramente bellissimo e pieno di ricette buonissime e goloserie da paura!!l

    RispondiElimina
  187. ciao sono gemma!ho provato a usare il tuo metodo per lo yogurt dato che con la yogurtiera non mi è mai venuto denso come desideravo. purtroppo come ad altri mi è rimasto liquido e colloso. ho usato latte fresco intero alta qualità, come yogurt quello che ho preparato io con la yogurtiera. il latte l'ho lasciato raffreddare troppo fino a 30 gradi, può essere stato questo?per il resto ho seguito tutto alla lettera, lasciato per 12 ore, neanche dopo in frigo non ha cambiato consistenza liquido liquido...inoltre può aiutare invece di usare un contenitore unico i barattolini in vetro della yogurtiera? scusa se mi sono dilungata ma vorrei davvero riuscire a ottenere yogurt densi come i tuoi! grazie
    mille!

    RispondiElimina
  188. ciao! sono Angela , ossia "l'anonimo" del commento precedente , cioè il commento del 6 ottobre alle 9:53!
    ieri poi lo yogurt, buono di sapore, ma aveva prodotto molto siero pur restando un pò liquido...una parte l'ho filtrata ottenendo yogurt greco , il resto ho notato che ha preso consistenza dopo ore in frigorifero...
    però ho capito cosa ho sbagliato: ho fatto alzare la panna nel latte mentre non c'era bisogno perchè è fresco si ma non certo crudo....allora ieri ho rifatto lo yogurt usando come madre quello del giorno prima e non ho fatto bollire il latte ma solo portandolo a 38 gradi circa e usando barattolini di vetro tipo bormioli...stamane ho visto che è venuto molto ma molto molto più denso! sembra comprato!!!! sono sicura che come dicevate andando avanti migliorerà ancora ,ciao a tutti!!

    RispondiElimina
  189. ciao ....la ricetta è precisa e chiara ho seguito passo passo e grumi a parte (un pò sono rimasti)è venuto veramente compatto e buonissimo..io ho usato latte crudo

    RispondiElimina
  190. Ciao Paoletta !
    Grazie mille delle tue bellissime e convincenti foto e dettagliati consigli di averli condivisi, mi hanno permesso di resistere sino a raggiungere attraverso prove ed errori un magnifico yogurt denso e budinoso, che successo ! Con il latte intero viene migliore vellutato, con quello uth scremato un po' più granuloso.
    Provato sia con il kyr parmalat (già denso budinoso tipo greco) che con il coop rosa, cremoso, risultati simili. Alla fine ora ho uno yogurt come piace a me, denso, compatto come un budino e buonissimo, fatto in casa.
    Per latte intero uso quello crudo e mi dispiace un po' bollirlo 10 minuti, ma facendo un giro sulle malattie che si possono incubare mi è venuta l'angoscia e assolutamente non ne vale il rischio no ? Va bene berlo crudo, ma addirittura tenerlo in caldo per 6 ore a 40°C che rischio correremmo ?
    Ho la fortuna di avere un superforno con la funzione scongelamento che mi consente di impostare precisamente 40°C e il timer per 6 ore. Per farlo, scaldo latte e fermenti con attenzione tramite il microonde a circa 40 gradi, li mescolo e metto a fare lo yogurt.
    un bacio
    M.

    RispondiElimina
  191. ...ma allora il latte fresco pastorizzato non va bene....mi è venuto nolto liquido ?!
    e il latte crudo va fatto bollire per pastorizzarlo?

    RispondiElimina
  192. Io ho la yogurtiera da litro e mi trovo bene, però la tua ricettina la tengo buona che non si sa mai... invece confermo che lo yogurt della coop è validissimo come base, anch'io ne ho provati tanti, ma questo è uno dei quelli con cui riesce meglio! CIao

    RispondiElimina
  193. ieri sero ho provato a fare lo yogurt da te descritto. Ho provato a fare anche quello con il thermos, ma viene troppo liquido, sembra di più uno yogurt da bere, leggemente acido. Ho comprato uno yogurt biologico "Fattoria Scaldasole" e invece che riporre il contenitore nel forno l'ho messo nel vano della caldaia, dove la temperatura è bella calda e costante. Dopo otto ore l'ho passato nel frigorifero e ora... meraviglie delle meraviglie ho uno yogurt bello sodo e buonissimo!!! Ti ringrazio di cuore!!!

    RispondiElimina
  194. ho provato la tua ricetta ma senza termometro purtr il risultato non è buono!ti chiedo perchè "fila!"e non è acido? grazie

    RispondiElimina
  195. Grazie per i trucchi, l'ho fatto ieri. Oggi a pranzo non "sapeva" tanto di yogurt, ma evidentemente era solo questione di tempo, perché già stasera era perfetto!
    [ne ho parlato sul mio blog e ti ho linkato :-), ciao!!]

    RispondiElimina