mercoledì 4 febbraio 2009

Tartellette di semolino, cioccolato e pistacchi di Bronte

Crostatine alla crema di semolino

Di questa torta l'Artusi dice "Questa è una torta che alcuni pasticcieri vendono a ruba. Chi non è pratico di tali cose crederà che l'abbia inventata un dottore della Sorbona; io ve la do qui imitata perfettamente." 
Mio figlio, invece, quando propongo in casa qualcosa che lui gradisce, e se non gradisce lui, son ... (nel senso che non è buono) mi dice sempre "mamma, ti prego, questa ricetta va bene così, NON sperimentare!"

Ma è più forte di me, non ce la faccio, DEVO sperimentare, devo provare...
Per cui, dopo aver fatto tempo fa' la Torta coi pinoli del mitico Artusi, così come da ricetta, pian piano mi sono sbizzarrita con delle varianti, quest'ultima è stata molto apprezzata!

CROSTATINE DI SEMOLINO, CIOCCOLATO E PISTACCHI DI BRONTE

Per la frolla:
  • 250 gr di farina
  • 3 tuorli
  • 1 pizzico di sale
  • 115 gr di burro 
  • 105 gr di zucchero
  • scorza grattuggiata di 1/2 arancia 
Per la lavorazione della frolla, potete guardare QUI
Far riposare in frigo almeno 4 o 5 ore, si può preparare anche il giorno avanti.


Per la crema di semolino:
  • 1/2 Lt. di latte
  • 100 gr di semolino
  • 65 gr di zucchero
  • 10 gr di burro
  • 1 uovo
  • 1 pizzico di sale
  • Odore di vainiglia
Procedimento:
Far bollire il latte col pizzico di sale, non appena avrà raggiunto il bollore, versare il semolino a pioggia, mescolando contunuamente a fiamma bassa fino a che non avrà raggiunto una consistenza soda.
Fare intiepidire ed aggiungere l'uovo sbattuto, lo zucchero, la vaniglia, il burro. Mescolare bene e far raffreddare completamente.


Per la glassa di cioccolato
Ho usato la stessa della Sacher Torte, ne basta metà dose:
  • 100 gr di cioccolato fondente
  • 35 gr di burro
  • 1 cucchiaio d'acqua
Procedimento:
Far sciogliere a bagnomaria 100 gr di cioccolato fondente con 35 gr di burro e 1 cucchiaio di acqua (fidatevi, non impazzisce), mescolando continuamente; il fuoco deve essere dolcissimo e l’acqua non deve bollire assolutamente, anzi, è meglio che ogni tanto togliete tutto dal fuoco per far perdere un po’ di calore. Quanto il cioccolato sarà diventato bello fluido e lucido lo si può versare sulle crostatine.

crostatine-semolino

Per la decorazione:
Pistacchi di Bronte a granella. 
Io ho usato quelli che mi aveva regalato Marjlet a Natale.

Pistacchi di Bronte

ASSEMBLAGGIO:

Stendere la frolla e foderare 6 o 7 formine. Versare dentro la crema di semolino e mettere in forno caldo a 180° fino a completa doratura della frolla.
Lasciar raffreddare le tartellette, sfornare su una gratella fino a completo raffreddamento. Versarvi sopra la glassa di cioccolato e decorare co i pistacchi.
E' stato più lungo scrivere la ricetta he eseguirla!

56 commenti:

  1. ho giusto del semolino comprato per fare gli gnocchi alla romana... ottimo suggerimento, grazie paoletta

    RispondiElimina
  2. Beh esperimento riuscito, sembrano buonissime!complimenti!buona giornata

    RispondiElimina
  3. Un sospiro può bastare????
    Ma è un sospiro che viene dal cuore!
    Meravigliose loro, meravigliosa tu!
    Baci

    RispondiElimina
  4. La crema al semolino mi incuriosisce tantissimo e il risultato finale di questo esperimento è assolutamente fantastico
    Bravissima, come sempre
    Un bacio
    fra

    RispondiElimina
  5. Paoletta...coem al solito foto e ricette sono uno spettacolo.
    Pensa che non ho mai provato l'abbinamento pistacchio e cioccolato...devo!!!

    RispondiElimina
  6. Oh mammaaaaaaaaaa Paoletta!!!!
    Ho del semolino in casa perchè tengo sott'occhio le frittelle di Cosmo, ora tu posti queste tartellette (che, detto tra noi avevo già visto su flickr rimanendone estasiata...) e mo che faccio??? Li provo tutti e due? Ma siiiiii daltronde è carnevale..:)))

    RispondiElimina
  7. come se non bastasse già il pistacchio di Bronte a fare poesia...tu ci metti anche questa crema di semolino e la glassa cioccolatosa...con l'evergreen di pasta frolla di base...sto sognando di addentarne una!! :-))

    RispondiElimina
  8. Divineeeee!!!MAmma mia come ti farei da cavia!!!

    RispondiElimina
  9. Golosissime Paoletta!
    Mamma mia...segno anche qui.
    ---
    ci tenevo a dirti che ho rifatto la pizza ed è venuta benissimo e buonissima!
    Forse avevo sbagliato qualcosa l'altra volta che non mi aveva entusiasmato..penso il frigo.
    Deve essere assolutamente sui 4-5° e son riuscita a trovare il modo per utilizzare anche il mio.

    RispondiElimina
  10. EHM! Se io guardo queste squisitezza a quest'ora mi viene proprio l'acquolina.
    Che brava!

    RispondiElimina
  11. wow! Ho sempre sfogliato l'Artusi in libreria senza mai comprarlo, forse spaventata dai termini un po'obsoleti...ma potrei sempre cambiare idea, il composto al semolino è molto interessante e lo vedo applicabile in molti altri casi!

    RispondiElimina
  12. Ho giusto giusto a casa una confezione di semolino mezza aperta... potrei sfruttarla facendo queste magnifiche crostatine.... lo so, te l'ho gia detto, ma le tue fotomi fanno impazzire! :-)

    RispondiElimina
  13. Ca-su-al-men-te, ho una manciata di pistacchi di bronte. Quasi, quasi...

    RispondiElimina
  14. Questa mi ispira assai. Infatti ho appena sguinzagliato i miei agenti segreti per recuperare dei pistacchi adatti all'uopo.
    ;-)

    RispondiElimina
  15. ahahah fantastico tuo figlio: "non sperimentare! :-D e invece, sia che sperimenti sia che segui le ricette classiche, ne esce sempre un gran bel risultato :)

    RispondiElimina
  16. ciao paoletta!!! volevo complimentarmi cn te x il tuo bellissimo blog corredato da stupende immagini fotografiche!!! sn katia, ti avevo scritto tempo fa x le girelle crema/uvetta, (che nn ho ancora provato, ma che sicuramente, saranno fantastiche pure loro...) ti ricordi? ho provato gli stringozzi, ke meraviglia la consistenza di questa pasta che secondo me viene bene ugualmente anche solo cn farina 00, finalmente, una pasta che nn risulta collosa e che nn scuoce....ottima anche x qualsiasi tipo di pasta che dovrebbe essere fatta cn acqua e farina, appunto!!!
    e poi, la possibilità di smaltire albumi ke gironzolano sempre in frigo.......paoletta, ho bisogno di sapere, in merito ai krapfen, visto che è da tempo che provo ricette, ma con poco successo, quando dici di coprire cn pellicola x 1 h e 15 min., devono rilievitare in forno tiepido, io l'impasto lo faccio lievitare nel forno intiepidito cn lampadina accesa e pentolino d'acqua calda e poi, quando dici, x quanto riguarda il frigo, attendere 2 ore e procedere come sopra, vuol dire fsrli lievitare x 1 h e 15 min. ancora in luogo caldo? un altra domanda: come sn dentro quelli che tu chiami bombe, sn proprio vuote, cn il buchino centrale? scusa, se sn dilungata parecchio, ma ci terrei molto a realizzare cn soddisfazione questa ricetta, grazie, katia.

    RispondiElimina
  17. Stavo giusto girando i blog per cercare una ricetta con dei pistacchi di bronte che devo utilizzare al più presto, ed ecco che arriva la bellissima sorpresa!!! Grazie mille del suggerimento, sperimenterò presto!

    RispondiElimina
  18. cosa vedono i miei occhi che bonta crema al semolino????? interessante vedo se lo trovo la voglio provare

    RispondiElimina
  19. Il genere di dolce per il quale impazzisco. Grazie Paoletta. :))

    RispondiElimina
  20. Il semolino da piccole proprio non ci piaceva, ma ora che siamo cresciute siamo anche disposte a riprovarlo!
    poi se ce lo abbini al cioccolato e ai pistacchi...è proprio da provare!
    bacioni

    RispondiElimina
  21. ciao!
    Come al solito sei BRA VI SSSSI MA!

    le devo provare, ho proprio tutti gli ingredienti!
    Federica

    RispondiElimina
  22. che bella torta! e interessante l utilizzo di semolino . vorrei propio provarla :)

    RispondiElimina
  23. La crema di semolino?.. Mi ispira tantissimo!! Voglio assolutamente provare ad abbinarla al cioccolato!

    RispondiElimina
  24. UAOOOOOO!!! Che belle! Non ho mai provato la crema di semolino, devo provarla prossimante. Bell'idea

    RispondiElimina
  25. cara paoletta,
    posso chiederti un consiglio tecnico? ma per queste foto in particolare, hai usato solo luce naturale o ti sei aiutata con qualche supporto artificiale e nel caso quale?
    grazie e complimenti per questo blog nel quale ho trovato moltissimi consigli veramente utili (ormai la tua pizza bianca alla romana e` un must del fine settimana a casa nostra!)

    RispondiElimina
  26. @Giorgia, grazie, fammi sapere allora!

    @Mattarella, grazie :)

    @Ady, sei carinissima come sempre :)

    @Fra, la crema è delicatissima e non distingui che è semolino.

    @Marta, neppure io, ma devo dire che sta benissimo!

    @Rob, massì, falle tutte e due, che pure Anto non sbaglia un colpo!

    @Ariettina, poi con questi pistacchi, non c'è storia :))

    @Saretta, grazie!

    @Michela, grazie!
    La ricetta di quella pizza va fatta pari, pari, ogni dose o procedimento ha il suo perchè, il frigo poi che non superi i 5° è fondamentale. Ma anche le pieghe, ricordi che senza pieghe Maurina disse nel tuo blog, che le venne acida?

    @Kitty, a quest'ora meglio non guardare i blog, se s è a dieta o al lavoro ;)

    @annies, sai quante ricette odierne e anche famose, vengono dall'Artusi, ovviamente con le modifiche dei nostri tempi?

    @gattogoloso, grazie e fammi sapere, allora :)

    @Zuppa :)

    @Alessia, ok allora aspetto di vedere il risultato!

    @salsa, fantastico? Te lo lascerei mezza giornata, un adolescente di 17 anni, o tutto bianco o tutto nero, poi ne riparliamo ;)
    Ma l'adoro !!

    @Katia, vero, la vedrei bene quella pasta anche in altri formati!
    Per i krapfen, io li ho lasciati in cucina, dove ho circa 20/22°.
    Non li metterei in forno, e niente pentolino.

    Se li metti in frigo, aspetti 2 ore e friggi... è spiegato male? Poi rileggo meglio.
    Le bombe, a differenza dei krapfen, sono parecchio vuote dentro, anche perchè stendi più basso.
    Se invece vuoi più impasto, stendi a circa 1 cm. e mezzo.
    Mi fai sapere?

    @Raffaele, grazie, e fammi sapere le le provi!

    @silvanausa, il semolino lo trovi ovunque.

    @claudia, grazie :)

    @Federica, fammi sapere allora :)

    @Snooky, anche tu, apsetto :)

    @Rossa, mi immagino cosa tireranno fuori le tue manine ;)

    @marta, sì prova, è delicatissima!

    @barbara, solo luce naturale, non mi piace assolutamente quella artificiale.
    La pizza bianca? bonaaaaa, a quest'ora me ne farei un pezzone ;)

    RispondiElimina
  27. che bello finalmente qualcuno che ci insegna a fare un po' di dolci fiorentini!!! Brava, sono proprio belle! Non è che sai fare anche la schiacciata alla fiorentina...?
    complimenti per il blog!
    eleonora

    RispondiElimina
  28. volendo fare una torta anzichè le crostatine che mi spazientisco esendo abile come una cozza..
    uso una teglia da cm ?
    ti seguo spesso sei proprio brava e mi piace il tuo entusiasmo e anche la precisione fondamentale per le cozze:)
    lea

    RispondiElimina
  29. prima di tutto complimenti..credo che questo sia uno dei migliori blog che conosco, volevo dirtelo..hai un'ammiratrice di più..bacio e a presto

    RispondiElimina
  30. ciao!ma che delizia questa tortina!
    mi sà che devo provarla al piu presto...!

    RispondiElimina
  31. Ciao fantastica Paoletta (ormai t'ho battezzata così, se non ti dispiace...). Questa ricetta è fantastica, ma avrei una domanda...per quelle bestie rare come me a cui non piace la cioccolata, potresti suggerire una glassa diversa? o secondo te si sconvolge troppo la ricetta?
    Un bacio e mille complimenti!

    RispondiElimina
  32. p.s.
    lo so che abuso di questo aggettivo, ma che altro dire delle tue ricette! mi entusiasmano!

    RispondiElimina
  33. ti ho dato subito il mio voto. un bacione

    RispondiElimina
  34. beautiful!!! looks delicious!
    love the pics

    RispondiElimina
  35. @eleonora, le schiacciate non le ho mai fatte, ho visto però diverse ricette sia col lievito chimico che di birra. Mi pare qualcosa ci sia anche nell'Artusi.

    @Lea, quando faccio la crostata uno uno stampo da 26 cm. :)

    @mike, che dire? Grazie!!!! :))

    @Lory, grazie, fammi sapere allora!

    @Grà, graaaaaaaaaaaaaaaaazieeeee!!

    @Shade, la farei come da ricetta originale dell'Artusi, versi la crema di semolino e cospargi di pinoli, sforni e spolveri con zucchero a velo ;)

    @@Ash, thank you!!

    RispondiElimina
  36. @ines, ma grazieeeeeeeeeeeeeeee!!
    Un bacione :)

    RispondiElimina
  37. fantastiche immagini, luce, ricetta.
    Bravissima!

    RispondiElimina
  38. @comida, grazie :)
    E detto da te, che hai uno dei blog che reputo migliori, mi fa doppiamente piacere!

    RispondiElimina
  39. ciao paoletta!!! ti avevo anticipato che le avrei fatte...buonissime, molto delicate, nn eccessivamente dolci...fantastiche!!! grazie, katia.

    http://i363.photobucket.com/albums/oo78/katiasharon/Tartellettesemolinocglassacioccpist.jpg

    RispondiElimina
  40. @Katia, ma grazie a te delle meraviglie che mi fai ammirare. E' una vera soddisfazione, ma proprio grande :))

    RispondiElimina
  41. domenica ho provato questa ricetta...ne ho fatto una crostata in teglia da 26 cm ed è venuta buonissima!!inutile dire che io,essendo di firenze,amo il semolino e questa ricetta è davvero superlativa!!!la frolla poi...è meravigliosa...grazie mille!!!!un abbraccio
    eva

    RispondiElimina
  42. @eva, grazie a te, e detto da una fiorentina il complimento me lo prendo doppio ;)

    RispondiElimina
  43. Gosh... Your photos are really really really extremely good! *applause* hehe.. Hope the foods are just as delicious! =D

    RispondiElimina
  44. @Andrew @Elizabeth... thanks!
    I'm sorry, I understand English but not so write :((

    RispondiElimina
  45. scusa mi riferivo a questa frolla,se posso riempirele con crema pasticera e frutta.

    RispondiElimina
  46. @Cristina, io per questo uso faccio la frolla classica che ho nel blog e con uova intere.

    RispondiElimina
  47. grazie.ho preparato questa ricetta cosi come scritta.puoi ho fatto un altra pasta con le uova intere.sono venute tutte due bellissime e buonissime.non ho trovato nessun tipo di dificolta.grazie.per questa ricetta.complimenti per il blog.

    RispondiElimina
  48. stamattina eranoancora piu buone,prese dall frigo.

    RispondiElimina
  49. @cristina, grazie a te!
    p.s. eh, sì, il giorno dopo la frolla è ancora più buona ;)
    un abbraccio :)

    RispondiElimina
  50. sbirciando qua e là le tue tartellette hanno attirato la mia attenzione... fatte e gustate!!
    davvero buone, però ho variato la glassa, avevo in frigo la classica, uguale dose di cioccolato e panna, e così ho utilizzato quella! Grazie per condividere le tue fantastiche ricette!!

    RispondiElimina
  51. @agnes, grazie!
    la copertura che hai usato è perfetta ;-)
    un bacio:)

    RispondiElimina
  52. Presa in prestito, è favolosa, ma quanto è morbida? ogni tua ricetta è una garanzia..se ti va di vederla..
    http://monpetitbistrot.blogspot.com/2011/04/una-crostatina-speciale.html

    RispondiElimina
  53. @claudietta, grazie e complimenti per il tuo blog, molto bello :)

    RispondiElimina
  54. antonino.cataldo@tin.it27 settembre 2012 10:25

    Ciao Paoletta, trovo che tu sia particolarmente :
    Brava & Bella !!!
    Assolutamente Perfetta sotto tutti i punti di vista.

    RispondiElimina