lunedì 16 febbraio 2009

Pasta, patate e... provola!

Sì, perchè, senza provola, è una pasta e patate qualsiasi! 

Pasta patate e provola

Me lo disse Teresa al raduno di gennarino, quando le dico che, da quando Antonia ha postato la sua pasta e patate, faccio solo quella, e lei mi fa... non la chiamare "pasta e patate" ma 
pasta, patate e provola, altrimenti è una pasta e patate qualsiasi!

E' vero, infatti prima di conoscere questa ricetta di Antonia, facevo una pasta e patate qualunque. 
Questa è cremosa, la provola si scioglie e si amalgama alla pasta facendone un tutt'uno di sapori, e la pancetta da quel tocco forte che la rende, questa anche, intensa...
Non sono brava a descrivere sapori, ma provatela perchè vi assicuro che è una vera poesia!

Antonia ha un prezioso libretto del suo papà dove ci sono delle meravigliose ricette della tradizione napoletana, e sono una più preziosa dell'altra, le farò tutte prima o poi, intanto, come l'ha scritta lei o quasi, la...

PASTA, PATATE E PROVOLA
 
La prima cosa da fare è preparare un brodo vegetale leggero da tenere caldo e tagliare le patate a pezzetti.
In una pentola, meglio se di coccio preparare un soffritto con olio, cipolla, sedano e pancetta, aggiungere le patate e far rosolare alcuni minuti.
Quando le patate sono belle stufate unire 2 cucchiai di concentrato, metà brodo caldo e, se l'avete, una crosta di parmigiano, coprire e portare a cottura.
Versare altro brodo e al bollore calare la pasta. Controllare e mescolare spesso aggiungendo poco brodo per volta, alla fine deve risultare cremosa.
Una volta cotta spegnere, unire la provola a cubetti, mescolare, coprire e lasciare riposare per un paio di minuti, mangiarla con una bella spolverata di parmigiano.
 

Variante di Maria Letizia:
Si lascia la pasta a metà cottura e leggermente brodosa, ma proprio poco, è difficile azzeccare l'equilibrio... poi si aggiunge provola, pepe nero, pecorino e una vrancata di basilico spezzettato e poi in forno, a 220°, in modo che pasta si finisce di cuocere, si asciuga e i sapori si amalgamano.
 
L'ho provata anche così ed è favolosa!

31 commenti:

  1. ciao, hai proprio un bel blog!

    RispondiElimina
  2. era da un po ch enon passavo!! mi hai fatto venire una fame!!!

    RispondiElimina
  3. caspita che buona , non la faccio da un po di tempo ma un po diversa ..proverò anche questa , baci!

    RispondiElimina
  4. che buona questa pasta!!! le patate ci fanno strano..ma sembra molto ben riuscita!!!
    e filante con il formaggio!!!
    bacioni

    RispondiElimina
  5. @nini grazie!

    @Giovanna, anti dieta allora, fame a quest'ora non va bene ;)

    @Mary, come la fai?

    @manu e silvia, vi fanno strano le patate nella pasta e patate?
    Comunque la provola non fila, viene cremosa ...

    RispondiElimina
  6. Mmmmmmm...sai che non l'ho mai mangiata? ma quindi la tua è asciutta o brodosa...? Squisita, comunque.................

    RispondiElimina
  7. Pensa che mia madre mi raccontava semrpe di quando era piccola e mangiava pasta e patate.. io sinceramente mai fatta!!però m'incuriosisce molto...bacioni...

    RispondiElimina
  8. Ecco ora ho l'acquolina alla bocca! La pasta e patate è indissolubilmente legata ai miei ricordi di infanzia quando d'estate andavo a trovare la zia di mio padre ad Apice (benevento)...uno di quei piatti che ti scalda il cuore e ti coccola voluttuosamente...non avevo la ricetta, ma ora proverò di sicuro questa!
    Un bacio
    fra

    RispondiElimina
  9. abbinamento particolare per una pasta gustosa!

    RispondiElimina
  10. Questa non potrebbe mai essere una pasta e patate qualsiasi, soprattutto sei l'hai preparata e fotografata tu:))

    P.s. Ho preparato i croissant francesi (faccina estasiata-sognante-deliziata), sono rimasta molto molto soddisfatta del risultato, e poi avevi ragione quando hai scritto che il giorno dopo sono ancora più buoni!
    Appena li posto ti avverto.
    Per l'ennesima volta (ma non di sicuro l'ultima) GRAZIE.

    RispondiElimina
  11. sesamo&coriandolo16 febbraio 2009 14:34

    Deliziosa...ma se ti leggesse la mia dietologa, direbbe: " Altamente controproducente e sregolata sotto il profilo nutrizionale!!!!" Io: " E chissenef"!!!!!! Una tantum peccare si può! Ciao e grazie per il tuo meraviglioso blog.

    RispondiElimina
  12. Ti dirò ho da poco pranzato , ma da come hai descritto questa pasta mi è salita di nuovo la fameeeeeeee!! E meno male che non sei brava nel descrivere i sapori!!!

    RispondiElimina
  13. questa è una signora pasta con le patate!

    RispondiElimina
  14. che bontà questo classico antico della campania buona giornata

    RispondiElimina
  15. Salve,
    leggo il tuo blog da tanto tempo e devo dirti che mi piace sempre di più, sei talmente brava... Ogni tanto approffito di qualche tua ricetta, ultimamente ho fatto le lumachelle orvietane, erano buonissime!Così buone che le ho pubblicate sul mio blog per dividere la ricetta con le mie amiche polacche. Ho fatto solo un piccolo cambiamento, ho aggiunto un po' di rosmarino, mi andava bene così... Il risultato era fantastico. Ti ringrazio molto per l'ispirazione! Saluti.

    RispondiElimina
  16. Sono appena le 11 e guardando le tue foto mi è venuta una fame!!!!

    RispondiElimina
  17. Quindi, se ho capito bene le patate si fanno prima rosolare per benino con il soffritto, poi si aggiunge il brodo in modo che cuociano "bollite" e poi si unisce altro brodo e la pasta nella stessa pentola di coccio in modo che cuocia tutto insieme...giusto?

    RispondiElimina
  18. ho un attimo per scriverti qualcosa....soprattutto perchè hai postato pasta e patate!!!!!!!!!!! ohhhhhhhhhhh finalmente!!!!!!!!!!!!!! sempre a fare quelle ricette di grammi e milligrammi, adesso le tue fans saranno contente della pasta e patate Paolè! peccato che rendi meravigliosa anche questa!!
    sta ricetta la provo e i cuoricini pure! ;-)

    RispondiElimina
  19. ciao! passo per ringraziarti per la ricetta della sacher... un successo! ti invito 'da me' a vedere le foto :-)

    RispondiElimina
  20. @Simo, se posso concedermi il termine "risottata" ;)

    @Claudia, provala è un piatto della cucina semplice, ma per me è un piatto da RE!

    @Fra, vero, ti scalda il cuore!

    @Laura un abbinamento proprio della tradizione, invece ;)

    @Rob, sei troppo gentile, ma è la ricetta ad essere meravigliosa, nulla a che vedere con quella che preparavo prima!
    I croissant? Non vedo l'ora di vederli...
    Un abbraccio :)

    @sesamo sai cosa? Io, perennemente a dieta, la considero piatto unico! Questa, una bella spremuta e sei a posto ;)

    @Adrenalina, ci provo!

    @Giò, vero e non ringrazierò mai Antonia abbastanza!

    @Konsti, non sai quanto sono felice, una mia ricetta in Polonia, e una mia ricetta di bambina!! Una cosa bellissima, grazie per avermelo detto!
    Poi le ho viste e ti sono riuscite veramente perfette!

    @stella, grazie :)

    @mika, sì. Quando le patate sono cotte, butti la pasta e aggiungi brodo man mano che la pasta lo richiede, un po' come si fa per il risotto... anzi, uguale!

    @Grà, senti chi parla di grammi e milligrammi, ahahahah!! 195 gr di semola, prrrrrrrrrrrrrrrrrrrr!!
    Mi sfugge una cosa... peccato cosa?? mmm!! ;)
    I cuoricini, fai?? A chi li fai? E piccanti?? Piccantissimi? Voglio sapè tutto poi, eh???
    Bacio :)

    @Fede, correrei a vederla, ma il tuo profilo non è disponibile, pecchèèèèèèèèèèèèèè??
    Dove posso vederla?

    RispondiElimina
  21. La faccio anche io così ormai la pasta e patate e solo con la provola:)) La prossima volta prova con la pasta mista è perfetta!!

    RispondiElimina
  22. Sì, ma di quale provola stiamo parlando però!!? Io sono campana e a Roma non si trova la provola vera, che somiglia ad una mozzarella affumicata (esiste di bufala e vaccina).
    Già la pasta e patate è stupenda, poi la provola rende qualsiasi cosa buonissima. Ehhhh... trovarla...

    RispondiElimina
  23. @Paola, grazie del tuo consiglio, lo avevo sentito e dimenticato... ma dev'essere più o meno della stessa misura, giusto?

    @izn, per ora ho usato provola che ho trovato qui da noi, sottovuoto di un caseificio napoletano, non ricordo il nome.
    Ma sono appena tornata dalla Lucania dove ne ho prese due belle grosse, sicuramente avranno tutt'altro sapore!

    RispondiElimina
  24. ciao Paoletta.volevo fare la tua pasta e patate.mi sono suggite le proporzioni...piu' o meno..
    aspetto !Per 4 -6 specie delle patate.
    un abbraccio
    Paola

    RispondiElimina
  25. @uhmmm, so quelle ricette tutte a occhio, comunque direi una patata bella grossa a testa, provola a piacere, pancetta 100 gr al max!
    mi fai sapere?? :)

    RispondiElimina
  26. 100 gr di pancetta x 4/6 persone, io non so mica quanta ne metto, a occhio mi pare così, insomma una fetta ;-)

    RispondiElimina
  27. Ciao Paoletta
    mi rendo conto ora che ti ho 'tempestato di domande'!!!
    e stasera ho fatto spesona per questo ponte!pasta provola e patate,grissini al cioccolato,pane toscano,minestra con riso e lenticchie che suggerivi nei post dei ceci!!!
    ti faccio sapere si'!!!
    grazie!

    RispondiElimina
  28. Ciao Paoletta,
    fatto ieri sera per 8 pasta provola e patate.Un successo!!!!
    tutti se ne sono presi due piatti servendosi da soli mentre la sot1toscritta magnava!
    grazie!!

    RispondiElimina
  29. @Paola, due piatti??? grandeeee!!
    un bacio :)

    RispondiElimina
  30. Oh, mia bella Napoli!
    Grazie,Paola,per aver postato la ricetta come tradizione comanda!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena, tutto il merito è di Antonia! non la ringrazierò mai per avermela fatta conoscere :)

      Elimina