lunedì 9 febbraio 2009

Il Croissant francese

C'è una stagione per ogni cosa...


... specie in cucina!
Ci si avvicina a quest'arte iniziando dalle piccole cose, chè anche quelle, se fatte con amore, sono le più difficili da fare.
I croissants, li ho sempre visti come qualcosa di irraggiungibile, anzi, se torno indietro con la memoria, credo che anni fa' non ci pensassi proprio. Poi la passione per i lievitati, pian piano si cresce, e non ti basta più, ma il croissant, lo guardi e pensi, no no, non ce la farò mai.
Ma la rete ti sbatte ogni giorno, tra i vari blog, i forum, le sue immagini che ti catturano, ti rapiscono, e un giorno pensi... ci devo provare! E diventa quasi una sfida con te stessa...

Come sempre quando devo far qualcosa, anche una piccola cosa, inizio a cercare, a capire cosa e come devo fare, non riesco a lasciar nulla al caso. E un impasto sfogliato, non è una cosa da affrontare se non hai cognizione completa di cosa stai facendo e soprattutto perchè!
Di ricette in giro ne ho viste tante ma per tanti motivi nessuna mi convinceva, o c'erano le uova, e nel croissant francese le uova non ci sono, o non c'era la lievitazione in frigo, fondamentale, e i sistemi delle girate più di uno, insomma sarò incontentabile, ma non trovavo LA ricetta!
Poi un giorno chiedo al mio Maestro, e lui mi connferma quello che avevo già intuito... la tradizione francese prevede tre girate a tre... pare uno scioglilingua!
Poi apro "Panificando" di Giorilli, nulla, i croissant sfogliati non ci sono. Ma persevero e inizio a leggere tutte le ricette che prevedevano una sfogliatura... ne trovo una, "Fiocchi ai sapori" ma è salata, è una pasta sfogliata ma salata, e c'ha pure l'uovo!
Non demordo, e decido di rischiare modificando la ricetta... tolgo l'uovo, integro con liquidi, aggiungo lo zucchero, diminuisco di poco il sale e procedo...
La prima volta la sfogliatura non è venuta bene, i croissant ottimi però, per cui ci riprovo la seconda volta facendo più attenzione a quest'ultima!
Il croissant non deve essere bucato dentro, ma l'interno è alveolato, io lo chiamo tipo a "nido d'ape" non so se è corretto... in ogni caso, quando la seconda volta ho tagliato il croissant e l'ho vista, non potete capire la felicità, mi pare LEI!


Si vede ancora meglio nelle ultime foto, la 34.


I CROISSANTS

Ingredienti:
500 gr di farina 00 W280/300 ho usato la Caputo Rossa (in alternativa 250 gr manitoba e 250 gr 00)
275 gr di acqua
25 gr di burro
8 gr di sale
60 gr di zucchero
20 gr di lievito di birra fresco

290 gr di burro per il tournage (vengono bene anche con 250 gr)
1 uovo per la spennellatura finale

Procedimento:
Impastare tutti gli ingredienti nella planetaria o a mano, sale e burro a metà impasto, per circa 20 minuti, fino a che l'impasto è bello elastico. Mettere subito in frigo, coperto con pellicola, per 6 ore circa, a 4°/5° non di più.

Per i giri della sfoglia o "tourage" posto la spiegazione e le foto passo, passo. Credo che le immagini possano spiegare molto più delle parole:




  • 1. Tirar fuori il panetto di burro freddo di frigo, spolverarlo bene di farina e coprirlo tra due fogli di pellicola.
  • 2. Batterlo col mattarello fino ad appiattirlo ad un'altezza di circa 1/2 cm. In ogni caso dovrà essere largo quanto l'impasto* e lungo i 2/3 di questo. Riporre il rettangolo di burro così ottenuto in frigo coperto da pellicola.
    *Se preferite, stendete prima l'impasto, misuratelo, mettetelo in frigo steso su un vassoio coperto di pellicola e procedete a battere il burro della misura giusta.
  • 3. Prendere l'impasto dal frigo, posarlo sulla tavola leggermente infarinata, e sgonfiarlo bene per far uscire i gas della lievitazione.
    Stendere col mattarello un rettangolo alto circa 1 cm.
  • 4. Riprendere il panetto di burro dal frigo e posizionarlo sul rettangolo di impasto, deve occupare i 2/3 inferiori di questo, facendo bene attenzione a lasciare 1 cm. libero di lato.
  • 5. Piegare sul burro la parte di impasto libera.
  • 6. Sovrapporre ora su questa, la parte di impasto coperta dal burro.



  • 7. Girare ora il panetto di 90°, avendo cura che la parte aperta sia alla vostra destra.
  • 8. Stringere con le dita i bordi della pasta in modo da sigillare il panetto di burro all’interno della sfoglia.
  • 9. Picchiettare ora col mattarello il panetto in modo da distribuire il burro in modo uniforme, e al tempo stesso stenderlo in un rettangolo che abbia il lato corto davanti a voi, ad uno spessore di circa 8 mm.
  • 10. Piegare verso il centro prima il lembo inferiore della sfoglia.
  • 11. Poi quello superiore.
  • 12. Girare il panetto di 90° sempre con il lato aperto alla vostra destra. Chiuderlo bene con le dita, coprirlo con pellicola e metterlo su un vassoio in frigo, a 4/5°, per 40 minuti.



  • 13. Tirar fuori il panetto dal frigo.
  • 14. Togliere la pellicola ed iniziare il secondo giro o, alla francese, "tour simple".
  • 15. Stendere un rettangolo con il lato corto davanti a voi, spessore circa 8 mm.
  • 16. Fare di nuovo le piegature, piegare verso il centro prima il lembo inferiore della sfoglia.
  • 17. Poi quello superiore.
  • 18. Girare di 90°, sempre col lato aperto alla vostra destra.
  • 19. Impacchettare e mettere in frigo, 4/5° per 40 minuti.




  • 20. Terza ed ultima girata.
    Tirar fuori il panetto dal frigo e ripetere i giri come ai punti 15, 16, 17 e 18.
    Impacchettare con pellicola e mettere in frigo per l'ultima volta, sempre 40 minuti.
  • 21. Tirar fuori il panetto dal frigo e stenderlo in un rettangolo lungo e stretto, alto 7/8 mm.
    Questa volta lavorarlo col mattarello solo nel senso della lunghezza.
  • 22. Tagliare dei triangoli isosceli con un coltello ben affilato che abbiano una base di 8 o 10 cm.
  • 23. Io ne ho fatti 9 grandi (base 10 cm.), e coi ritagli laterali che non erano esattamente triangoli, ci ho fatto dei saccottini.
  • 24. Praticare un taglio di 1 cm e 1/2 circa al centro della base.
  • 25. Formare i croissant ...
  • 26. ... tirando leggermente e delicatamente con le mani, più lungo è il triangolo più giri si riescono a fare e più bello viene esteticamente. Si inizia ad avvolgere strettino, partendo dalla base verso la punta e allargando il taglio.
  • 27. La punta si fa in modo di farla capitare sulla parte anteriore e sotto il cornetto, altrimenti in lievitazione o in cottura si solleva.
  • 28. Dopo aver arrotolato, curvare leggermente le punte laterali verso di voi.

    A QUESTO PUNTO ABBIAMO DUE STRADE:

    1. Attendere la lievitazione e cuocere
    2. Mettere i cornetti appena formati su un vassoio coperto di carta forno, poi coprire i croissants con pellicola e mettere in freezer.
    Non appena si saranno congelati, potranno esser trasferiti in un sacchetto.
    Quando si vorrà cuocerli, basterà scongelarli circa 6 ore prima su una teglia coperta da carta forno, poi procedere come sotto.



  • 29. Posizionare i croissants sulla placca coperta di carta forno.
  • 30*. Far lievitare per circa 1 ora e 1/2 a circa 20°, se la temperatura è sotto i 20° ci vorranno 2 ore, e coprire con pellicola.
  • *EDIT: mi sono accorta, rifacendoli, e grazie ai consigli di Katia, che vengono molto meglio se lievitano almeno 2 ore e 1/2, se la temperatura non supera i 20°, anche 3 ore.
  • 31. Pennellare con 1 uovo sbattuto, spolverare con zucchero semolato
  • 32. Portare il forno statico a 220°e infornare per 5/6 minuti a questa temperatura.
  • 33. Dopodichè abbassare la temperatura del forno a 180°e proseguire fino a cottura completa, circa 7/8 minuti, ma è bene regolarsi dal colore del croissant che deve essere di un bel biondo scuro.
  • 34. Se avremo fatto tutto correttamente, il croissant avrà una sfogliatura ariosa, ben alveolata, non dovrà essere bucato, e la crosta sarà leggera, croccante e friabile.


384 commenti:

  1. Ciao Paola mi sono entusiasmata tanto a fare i croissant. E' stata pura magia!E' la prima volta che li faccio e li sentivo come una prova. Infatti e' veramente una prova di volonta!!! Ho iniziato alle 15 e ho finito alle 01:40 ma ero cosi' contenta quando ho iniziato a vederli mentri li arrotolavo che non mi sembrava vero. ce l'ho fatta, sono bellisssimi. Devo dirti che piu' che una ricetta francese a me per i vari pacchetti e passaggi sembrava una procedura giapponese! Grazie per lo stimolo che mi hai trasmesso, per la precisione nei dettagli, per l'amore con cui racconti le tue creazioni. Le mie creature (i croissant) sono diventati dei preziosissimi regali per i miei amici, ottima idea, mi ricorderanno per tutta la giornata!!! Il tuo blog e' deliziosamente raffinato e sprigiona tanta passione e dedizione.Complimenti stimoli l'immaginazione e la voglia di creare. Ti aggiornero' quando avro' terminato il mio. Con stima ed ammirazione Esther Ms.Pipxin

    RispondiElimina
  2. ciao!
    sono Silvia da Torino.Innanzi tutto mille complmenti per il blog e per quasta dettaglatissima ricetta; anche io come tutte queste abilissime pasticcere mi sto cimentando con i tuoi croissants...vorrei solo chiederti come vanno conservati, dopo la cottura, per arrivare ancora fragranti al giorno dopo (sacchetto di carta? scatola latta? o altro?). Sperando in un decente croissant( un po' di "aria francese" arriverà qui a Torino in mio aiuto, no?), ti ringrazio anticipatamente.Una dolcissima settimana. Silvia.

    RispondiElimina
  3. @Esther, allora ti aspetto, se ci metti l'entusiasmo con cui hai fatto i croissant sarà stupendo!
    un bacio :)

    @Silvia, arrivo tardi :(
    io li copro con un panno e basta, mi fai sapere com'è andata??

    RispondiElimina
  4. Ciao Paoletta! Mi chiamo Maria Elena e da qualche settimana seguo il tuo bellissimo blog! Sono approdata qui proprio perchè cercavo i segreti dei veri croissant e devo dire che questi sono STREPITOSI! Ho provato tantissime ricette, trovate qua e la in rete, attratta piu che altro da foto falsate, ma questa tua ricetta è l'unica che riesce alla perfezione!!!!!! Sono troppo felice, oggi li ho rifatti e devo dire che cosi buoni non mi erano mai venuti! Li ho fatti di un formato mignon, praticamente quando tiro la pasta finale in lungo, l'ho un po tirata anche in largo e ho diviso la striscia in due e ne ho ricavato dei triangolini piu piccini e un po piu sottili... bhe! Erano dei bocconcini deliziosi, dei mini-croissants ben sfogliati ottimaente lievitati, alcuni li ho spennellati con uovo e zucchero semolato prima di infornarli, altri solo con uovo per colorarli un po e poi li ho decorati con un filo di glassa bianca una volta tolti dal forno: entrambi i casi ottimi! Tutto merito tuo: grazie mille, grazie ancora di aver diviso questa ricetta con tutti noi! Se riesco a raccattare uno straccio di macchina fotografica appena li rifaccio ti mostro una foto cosi poi mi dici il tuo parere! ciao un bacione da parte mia e dalle mie due gemelline di due anni che gradiscono molto!!!!

    RispondiElimina
  5. @maria elena, mi fa immensamente piacere :)))
    per i mignon hai steso sempre a 8 mm.?? o più basso??
    un bacio, e grazie!!

    RispondiElimina
  6. I mignon li ho stesi circa mezzo centimetro.... Oggi ho cotto quelli che avevo in freezer, che pero ho congelato dopo averli fatti lievitare circa una oretta e mezza... Li ho tolti dal freezer un paio di ore (ma forse anche meno, avevo fretta di mangiarmeli!), infornati e via... STRATOSFERICI! In alcuni ho iniettato un po di confettura di albicocche con una siringa per dolci una volta raffreddati u n po.... bhe che dire... l'aroma del burro e il sapore dell'albicocca... pareva un oanino burro e marmellata di quando ero piccola! Ma in piu era un croissant sfogliato! ^_^ Sono felicissima mi hanno fatto i complimenti tutti!!!!
    p.s: Non so se ha inciso... ma ti dico questa: li ho provati altre volte, buoni si, ma non perfetti... O si sentiva troppo il burro o sfogliavano male... non ti dico il disastro quando ho provato ad usare la margarina! Ho provato almeno 5 tipi di burro diversi piu o meno costosi...Ma due giorni fa una mia amica mi ha suggerito di provare il burro della coop economico, quello con la carta gialla... Un po titubante, diciamo scettica, l'ho preso, tanto costa pochissimo... Bhe, il risultato è stato eccellente, sia nella lavorazione che nel sapore! Pensa che ne ho usato un po di piu nel panetto rispetto la tua ricetta perche non riuscivo a coprire i 2/3 della sfoglia e quindi ne ho aggiunto un pezzo, ma alla fine tutti mi hanno detto che il sapore era buonissimo, sapevano bene di burro ma non era pesante come gli altri che avevo fatto. Che ne pensi? Incide il tipo di burro secondo te?
    Baci M.Elena

    RispondiElimina
  7. @M. Elena, allora...
    congela sempre dopo aver formato, subito insomma!
    però se sono venuti bene ... ;-)

    il burro incide moltissimo, e a questo proposito non perdere il post di venerdì :))

    burro coop?? sempre visto a carta bianca, qual è a carta gialla? e cmq il costo, poco c'entra sai?? ne ho preso uno ora a pochissimo ed era un ottimo burro... insomma poi leggi!
    un bacio, e grazie :)

    RispondiElimina
  8. Ho fatto i croissant, che mi sono venuti belli gonfi. Però sono un concentrato di calorie per la quantità enorme di burro. Sarebbe possibile farli con la margarina o, se esiste, con un burro di soia? Comunque grazie della ricetta e soprattutto delle foto, che sono chiarissime. Saluti cari. elisabetta_olli@hotmail.com

    RispondiElimina
  9. @elisabella, la quantià di burro è quella che serve per sfogliare, ne puoi mettere 250 gr non meno, altrimenti meglio fare delle brioscine.
    per quanto riguarda la margarina, quest'ultima ha le stesse calorie del burro, cosa cambia? senza contare che la margarina, be'... diciamo brevemente che per sapore e soprattutto come tipo di prodotto, preferisco il burro.

    inoltre quando si fa una frolla 500 gr di farina/300 gr di burro/200 gr di zucchero perchè non si pensa mai a quanto burro c'è??

    RispondiElimina
  10. Se ti do il mio indirizzo me ne spedisci un quintale? ^^
    Complimenti per il blog, è meraviglioso!!!

    RispondiElimina
  11. @gatta, facciamo un vassoietto?? ;-)

    RispondiElimina
  12. ciao, innazitutto complimenti,sembrano davvero buonissimi e friabili. vorrei chiederti, quando ho inserito il burro nell'impasto,poi come faccio a farlo amalgamare per bene? xkè a me rimangono dei pezzetti di burro anche durante le pieghe successive...grazie mille in anticipo!
    Silvia

    RispondiElimina
  13. @silvia se il burro si spezzetta significa che è troppo freddo. quando vai a fare il panetto, cioè chiudi il burro nel pastello, questi devono avere la stessa consistenza !!

    RispondiElimina
  14. Fantastico, ho cercato questa ricetta tante volte! Grazie mille! :)

    RispondiElimina
  15. Ciao! Bellissimi croissants... sto facendo lievitare l'impasto in frigo...solo che a me è uscito un po' molle...spero di non fare danni durante la sfogliatura! Ti aggiorno!

    RispondiElimina
  16. @Roberta, dipende dalla farina, in ogni caso basta che non si attaccava alla spianatoia e poi comunque in frigo indurisce.
    fammi sapere :))

    RispondiElimina
  17. Non sono usciti male, però si sono afflosciati in cottura (verso la fine)...sono usciti un po' piatti. Penso per quel discorso della pasta molle (anche da fredda). La prossima volta aggiungo l'acqua pian piano q.b. Anzi, la prossima volta faccio il croissant atto II...vedo sempre tardi le novità... In effetti questi sanno solo e tanto (per i miei gusti) di burro (ma ho letto che dipende dalla marca - io ho usato il granarolo).
    Comunque grazie mille per le tue ricette...sei davvero bravissima, perché non ti limiti a provare delle ricette e postarle, ma sperimenti sempre!

    RispondiElimina
  18. Fatti ieri (finalmente) ed infornati stamattina prestissimo... deliziosi! Forse ho sbagliato a lasciarli troppo a lievitare, avrei dovuto metterli in frigo per tutta la notte, ma vabbè, si fanno mangiare ugualmente!!!! :-)

    RispondiElimina
  19. @Roberta, l'assorbimento dipende dal tipo di farina, che manitoba hai usato?
    sono piatti perchè hanno lievitato troppo dopo la formatura, e in effetti gli impasti più idratati, lievitano in minor tempo!
    il granarolo mai usato, prova a cercare il burro bavarese che indico nei croissant II, lo iager, si trova all'eurospin. oppure prova al lidl, qualcuno diceva che ce ne sono buoni :)

    RispondiElimina
  20. @Jeanne, ehmm, tutta la notte fuori dopo la formatura?? uhmm troppo, sì era meglio in frigo e poi tirar fuori fino a che riprendevano la temperatura.
    vabbè, ci riprovi ;-)

    RispondiElimina
  21. Ne avevo congelato la metà della "produzione", ho fatto scongelare per 6 ore e poi un'ora e mezza di lievitazione... stavolta sono venuti molto meglio!
    Però li rifaccio di sicuro, troppo buoni! :-)

    RispondiElimina
  22. @Jeanne, ma bastano 6 ore in tutto, scongelamento e lievitazione :)
    mi fa piacere siano riusciti meglio!
    a presto

    RispondiElimina
  23. Perfetti, li ho fatti ieri e sono venuti buoni (e stranamente belli anche se li ho fatti più piccoli), come non li ho mai mangiati in italia.
    L'unico appunto è sulla quantità dell'acqua (non so se ne avete già discusso, 222 post...) secondo me è troppa, ne basterebbe 250 gr, ieri ho dovuto aggiungere altri 60 gr di farina.

    RispondiElimina
  24. @Massimo, dipende dall'assorbimento della farina, non tutte sono uguali, hai usato metà manitoba? soprattutto quest'ultima, più è forte, più acqua o liquidi in genere assorbe.
    che farine hai usato, per curiosità?

    RispondiElimina
  25. Ciao, sono Giuseppe, mi sono imbattuto per caso nel tuo blog, ho visto la ricetta dei croissant, ho l'obby della pasticceria e li ho provati a fare subito. Non solo mi sono venuti subito benissimo ma a casa, vanno a ruba. Grazie di cuore è una ricetta non solo molto facile ma veramente veramente molto buona. Di nuovo grazie per aver condiviso con noi la tua ricetta. Giuseppe

    RispondiElimina
  26. @Giuseppe, sei stato bravo, non è facilissima ;-)
    provati gli atto II?

    RispondiElimina
  27. Ciao Paola,
    mi avevano detto "lascia stare" quando chiedevo la ricetta dei croissant. Lascia stare che sono troppo difficili.
    Ma io, testarda, ho voluto provarci lo stesso.
    E con la tua ricetta mi sono venuti benissimo!!!
    L'unica cosa è che tu dici che il giorno dopo sono ancora meglio... Io non lo so... i miei non sono arrivati al giorno dopo!!!!
    :) Monica

    RispondiElimina
  28. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  29. Ciao Paoletta, auguri passati di cuore! Io stasera voglio preparare l'impasto dei croissant, ma voglio continuare con la sfogliatura domani mattina,ora non so se l'impasto può rimanere tutta la notte in frigo? Le altre volte che lo fatto è rimasto sempre non più di 6 ore nel frigo (come scritto da te). Ora non so se diminuendo la quantità del lievito può andare bene lo stesso? Spero di non fare qualche pasticcio! Un bacione Maddy

    RispondiElimina
  30. ciao! innanzitutto complimenti per il tuo blog, l'ho scoperto solo da poco e devo dire che è veramente fatto bene..! avrei una domanda sulla fase di sfogliatura: il panetto di burro va incorporato freddo di frigo? io solitamente aspetto che si ammorbidisca fino ad essere della stessa consistenza dell'impasto, perchè altrimenti mi fuoriesce tutto al primo giro..
    Grazie,
    Pixie

    RispondiElimina
  31. @Pixie, è esattamente come dici tu!
    molto dipende dal tipo di burro, quelli tedeschi appena li cominci a battere, anche freddi di frigo, diventano subito della giusta consistenza, che è quella che hai detto tu, quelli italiani vanno lavorati un po' di più perchè si formi il rettangolo.
    ah, poi molto dipende dalla temperatura del frigo, cambia molto se è per es. a 9° o 4° ;-)

    RispondiElimina
  32. @Monica, sei la prova che tutto si può fare se si vuole ;-)
    li avete finiti tutti in un giorno?? 'mazza :)))

    @maddy, sì, controlla che il frigo non sia oltre i 5° però!

    RispondiElimina
  33. Cara Paola, era un bel pezzo che avevo intenzione di provare a fare questi croissant. Poi iersera ho deciso: vado!
    Ho impastato, ho messo in frigo a mezzanotte e stamani alle sette e mezzo appena sveglia son corsa a vedere se la pasta era gonfiata (non avevo molta fiducia, lo confesso): miracolo!
    Ho finito coi giri all'una e alle quattro ho infornato sette croissant e tre saccottini riempiti di Ziopierella (iersera intanto che aspettavo l'ora della pasta mi son baloccata un po' anche con quella).
    Tre croissant e i saccottini ce li siamo spazzolati col pargolo a merenda; i croissant erano ottimi (l'aspetto non eccezionale perchè con la formatura bisogna che ci prenda la mano), l'alveolatura più piccola di quelli delle tue foto, i saccottini buoni anche loro benchè mi si fossero aperti perdendo un po' di ripieno.
    Comunque di croissant ne ho altri nel congelatore e domani mi porto in ufficio quelli avanzati oggi (in realtà sottratti), li passerò al microonde e me li papperò insieme alle colleghe.
    Due domande: quando ho steso la pasta l'ultima volta e tagliato i triangoli la pasta era più appiccicosa che durante i giri e infatti ho fatto abbastanza fatica a staccare i triangoli dal piano. Come si può risolvere?
    E poi: se per la spennellatura aggiungessi un po' di latte all'uovo? Perchè mi pareva avesse un sapore un tantino troppo "uovoso", specie verso la base dove tende a depositarsi.
    Scusa la prolissità e grazie ancora per la ricetta veramente ben spiegata, non avevo mai provato sfoglie e avevo già la pattumiera aperta...

    RispondiElimina
  34. Cara Paola, era da un pezzo che pensavo a questi croissant e oggi... li ho fatti!
    Buoni e anche passabilmente carini, tenuto conto che era la prima volta in assoluto che sfogliavo: per la formatura c'è ancora da lavorarci sopra, l'alveolatura era più piccola dei tuoi, il sapore delicato.
    Due domande: quando ho steso l'ultima volta e tagliato i triangoli, la pasta era più appiccicosa che durante i giri e i triangoli rimanevano incollati al piano; c'è modo di risolvere questo problema?
    E poi: se per la spennellatura mettessi anche un po' di latte insieme all'uovo? Perchè il sapore era un po' "uovoso" specialmente alla base dove l'uovo tende a depositarsi.
    Grazie per la ricetta davvero ben spiegata che ha permesso a una dilettante come me di ottenere subito un buon risultato.

    RispondiElimina
  35. Scusa per la ripetizione ma il primo commento non l’aveva pubblicato allora ne ho riscritto uno più sintetico.

    RispondiElimina
  36. @perla, eccomi allora...

    - quando ho steso la pasta l'ultima volta e tagliato i triangoli la pasta era più appiccicosa che durante i giri e infatti ho fatto abbastanza fatica a staccare i triangoli dal piano. Come si può risolvere?

    infarina leggermente il piano e sii veloce (ce la si fa ;-) ) altrimenti lievitano e appiccicano!

    - E poi: se per la spennellatura aggiungessi un po' di latte all'uovo? Perchè mi pareva avesse un sapore un tantino troppo "uovoso", specie verso la base dove tende a depositarsi.

    di uovo ne va usato poco, giusto una spennellata lieve, se comunque lo senti troppo, spennella con solo albume, è lo stesso :)

    un bacio

    RispondiElimina
  37. Rieccomi, scusa ancora, ti dicevo i croissant son venuti spettacolari appena cotti quelli che ho congelato non sono lievitati per niente nonostante li abbia scongelati in frigo, secondo te dove posso aver sbagliato?

    RispondiElimina
  38. @remy, sta cosa pare incredibile, ma il frigo a che temperatura lo avevi?? per non lievitare era a 3 max 4 gradi, non oltre. perchè poi non li hai messi fuori??

    RispondiElimina
  39. dimenticavo...
    comunque vanno scongelati a temperatura ambiente (20°) x 6 ore.

    RispondiElimina
  40. Ciao paoletta grazie della risposta. Allora ti spiego: appena fatti ne ho cucinati 2 e il risultato (in gusto e lievitazione) sono stati eccellenti, il resto li ho congelati appena arrotolati.
    Qualche giorno dopo la sera ne ho messi due in forno freddo per cucinarli il giorno dopo e non sono lievitati allora ne ho tirati fuori altri due per provare: uno l'ho messo in frigo e l'altro a T° ambiente. Quest'ultimo sicuramente è lievitato di più ma non sicuramente come quelli appena fatti.
    Qualcuno mi ha consigliato di cuocerli e poi congelarli che ne pensi?

    RispondiElimina
  41. @remy, non capisco cosa è successo :((
    cmq sì, anche io li congelo cotti, poi li passo qualche mnt. in forno quando mi servono ;-)
    un bacio

    RispondiElimina
  42. ho fatto e rifatto i croissants almeno una 30ina di volte e ho ottenuto sempre risultati diversi!
    sono partita bene, con una bella sfogliatura, una bella crosticina e via dicendo.
    man mano sono peggiorata :( soprattutto per colpa della temperatura del frigo (ad esempio quando li faccio a casa di mia zia non posso regolare la temperatura) e per il tempo che, una volta formati, li lasciavo lievitare ( 2 ore e 30, a 24° sono troppe!)
    il disastro c'è stato domenica: fuori sembravano perfetti, ben sfogliati e belli gonfi; dentro un una voragine non cotta. in realtà si è trattato di un disastro annunciato; me ne ero infatti accorta nel corso dell'ultimo giro, dalla pasta che si tirava con estrema difficoltà.

    ora vorrei provare a rifarli, però avrei una domandina da fare, giusto per essere sicura!

    -a che ripiano del frigo posizioni la ciotola con l'impasto? (io ho impostato il mio frigo a 3, e da quanto sono riuscita a capire la temperatura compresa tra i 4 e 5° viene raggiunta nel primo ripiano, partendo dall'alto

    -una volta passate le 6 ore, come si deve presentare l'impasto? raddoppiato, triplicato, rimasto uguale, con delle bolle in superficie...?

    giusto per farti fare un’idea, questa è una foto di un croissant fatto un po’ di tempo fa. La sfogliatura non è un granché, inoltre l’ ho lasciato lievitare troppo, quindi una volta uscito dal forno si è appiattito :(

    http://www.flickr.com/photos/46706127@N05/4327609170/

    grazie :)

    RispondiElimina
  43. Niente da fare per me, ho provato a farli anche io ma ho combinato un disastro, al momento della sfogliatura mi è uscito il burro da tutte le parti :( Dovrò limitarmi a guardare i tuoi o comprarmeli già fatti :P

    RispondiElimina
  44. Ciao!

    Il mio "primo giro" sta lievitando in frigo per 40 minuti!
    Ho fatto la metà degli ingredienti perchè è la prima volta che provo a farli e devo imparare la tecnica...credo mi ci vorranno un paio di tentativi prima che mi vengano bene (di solito faccio torte, non mi ero mai cimentata cn la piccola pasticceria).
    Il burro mi si è tutto sciolto tutto, sembrava quasi che lo dovessi stalmare sull'impasto steso (T__T) Poi la mia pasta non sembra compatta come la tua!
    ...sembra difficile ma non demordo!!!!
    Ho promesso al mio fidanzato che nel week end faremo colazione con i croissant e la mia prova d'amore riuscirà! (se ce la faccio ha detto che mi sposa finalmente ;) )

    In un'altra ricetta ho letto che per la spennellatura finale si aggiungono 2 cucchiai di latte al'uovo sbattuto, tu cosa ne pensi?

    Bene, ti farò sapere!

    RispondiElimina
  45. Al secondo tentativo sono venuti meglio... Ma i miei secondo me lievitano troppo! Appena fatti sembrano perfetti, ma quando lievitano perdono tutte le striature e non sembrano belli asciutti come i tuoi! Come posso fare? Provo a ridurre il lievito o la lievitatura?

    RispondiElimina
  46. @laura non importa in quale ripiano, purchè ci siano 4 o 5 gradi al max, misura con un termometro.
    quanto tempo fai cuocere i croissant??

    @Elisa, non è facile, ma non demordere... posso dirti che se ti va li rifaremo ai corsi, vengono bene a tutti, anche dopo :)

    @giorgia, i tempi che ho descritto, quindi le 2 ore e 45' sono per le temp. di 20° non oltre. con il caldo di giugno, sicuramente vanno fatti lievitare meno. il croissant è pronto quando è bello gonfio che pare stia per scoppiare, ma la sfogliatura è sempre ben visibile ;-) e soprattutto, rimane asciutto!
    non farli lievitare assolutamente ad oltre 26° max 28°.
    un bacio

    RispondiElimina
  47. Paoletta.... non ho paroleeeeeeeee! spiegazione davvero eccellente con quelle foto passo-passo! grazieeeee!
    ;-)
    un bacio
    Pippi

    RispondiElimina
  48. oh pippina, ma o tu 'un l'avevi mai viste?? ;-)
    smack!

    RispondiElimina
  49. @paoletta
    io faccio cuocere i croissants qualche minutino in più rispetto a quelli che hai scritto nella ricetta, perchè ho sempre paura che non si cuociano :(
    cmq ultimamente li ho rifatti, con risultati (secondo me) nettamente migliori rispetto a quelli che ti ho mostrato prima...questa è la foto degli ultimi che ho sfornato qualche tempo fa :)
    http://www.facebook.com/?ref=logo#!/photo.php?pid=892117&id=1641186887

    scusa se insisto ad avere questa risposta...ma quando tu tiri fuori l'impasto dal frigo, che aspetto ha? è rimasto uguale di volume, è raddoppiato....; ci sono delle bolle...????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Laura, perdona il ritardo :)
      se li fai cuocere troppo si seccano e il giorno dopo sono già vecchi! fai delle prove, e vedi quanto ci mette il tuo forno.
      non riesco a vedere la foto!
      no, l'impasto aumenta un po' di volume ma NON deve avere bolle... mettilo al freddo, mi raccomando.

      Elimina
  50. Inannzitutto un doveroso ringraziamento,sono anni che cerco una spiegazione comprensibile per ottenere una buona pasta sfoglia,e questo blog è davvero di altissimo livello con una didatica veramente soprendente,grazie!!
    Dopo essermi esercitato con la pasta sfoglia,ho provato questa ricetta...Risultati sorprendenti!!
    Ero talmente felice che quasi mi commuovevo :-)
    Dopo anni di tentativi,una riuscita è davvero emozionante,grazie...Ho solo una piccola cosa da chiederti,i cornetti in forno raggiungono una certa "gonfiatura" dopodichè cominciano un pò a sgonfiare ed appiattirsi,a cosa è dovuto questo perdita di volume?
    Forse alla prolungata lievitazione? Perchè io li faccio lievitare in una sorta di "comodino" attrezzato con una lampadina che sviluppa circa 30 gradi e con una buona umidità...Sarà questo il problema? Comunque grazie mille,,mi hai fatto felice,anche con la ricetta della pasta sfoglia,che goduria!! Grazie di cuore,Francesco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Francesco, se si appiattiscono dopo l'uscita dal forno, sì, hanno lievitato troppo, infatti i tempi che ho dato si riferiscono a 20° circa.
      in ogni caso non devi assolutamente arrivare a 30°, il burro rischia di sciogliersi con tutte le conseguenze del caso ;-)
      grazie a te!

      Elimina
  51. @Francesco, benvenuto!
    e, innanzitutto, complimenti :)
    il problema lo hai individuato perfettamente, dipende dalla lievitazione prolungata. se inforni al momento giusto, e solo l'occhio e l'esperienza ti sapranno dire quando, perchè è praticamente impossibile stabilirlo in anticipo... l'estate non è uguale all'inverno, il croissant non si sgonfierà, né in cottura, né dopo.
    inoltre ti sconsiglio i 30°, i croissant come tutti i prodotti sfogliati, non sopportano temperature oltre i 28° al max!
    un caro saluto :)
    p.s. se ti interessa, la sfogliatura e le formature, sono anche tema dei corsi che faccio insieme con Adriano, il gran Maestro :)))

    RispondiElimina
  52. @Laura, perdonami, mi rendo conto solo adesso di non averti risposto :(
    l'impasto in frigo deve stare al max a 6° e sarà solo leggermente cresciuto, niente bolle!
    vista la foto, non sono male, ma secondo me dovrebbero sfogliare un po' meglio :)
    quanto al forno, ognuno è diverso, io anche ai corsi li ho sempre tenuti 15 o 16 minuti, non di più, fai delle prove col tuo !

    RispondiElimina
  53. Salve,
    Ho provato a fare questa ricetta, i miei croissant però hanno un sapore di lievito. é normale??

    RispondiElimina
  54. Ciao, sapete li ho fatti ieri sera e son venuti lafine del mondo, davvero buoni, grazie per la ricetta, Dora

    RispondiElimina
  55. Ciao, sono ancora io, Dora. Paoletta ma lo sai che questa ricetta è fantastica??? Sto prendendo tutti per la gola, pensa che io sto facendo il secondo anno di infermieristica e di tempo ne ho poco allora appena lo trovo uno spazietto mi cimento a fare dolci e piatti vari, insomma, da quando ho scoperto questa ricetta ho sempre piu voglia di fare croissant, e devo dire che mi vengono sempre meglio, Devo proprio ringraziarvi, sono buonissimi e il mio ragazzo tre giorni fa mi ha chiamata e mi ha detto di andarli a fare a casa sua, non immaggini, ho dovuto fare 2 kg di farina ho le mani doloranti, insomma sono riuscita a fare 75 croissant e qualche fagottino, 20 li ho infornati subito e gli altri nel congelatore,grazie davvero a tutti che siete troppo bravi nel spiegare passo passo la ricetta, un bacioooooo, Dora.

    RispondiElimina
  56. Ciao Paoletta
    innanzi tutto grazie per questa ricetta, è veramente fenomenale e soprattutto chiara in ogni suo passaggio, a me però è successa una cosa strana e volevo chiedere consiglio a te. La prima volta che li ho fatti sono venuti perfetti, ma le ultime due volte è come se il burro fosse uscito dalla pasta, non so spiegarlo, al momento di arrotolarli dopo le varie sfogliature, lo strato di pasta si rompe e comincia ad uscire il burro, quindi non vengono belli lisci, ma tutti appiccicosi e non riesco ad arrotolarli bene. Infine non crescono molto. Che siano ormai passati di lievito? magari li ho lavorati troppo in fase di impasto?
    Ti è mai capitato?
    Grazie di tutto.

    Federica

    RispondiElimina
  57. Ciao Paoletta, ci ho pensato tutta la notte e credo proprio che sia colpa della farina!! La prima volta ho usato la 00 con la manitoba, le ultime due volte invece ho usato quella per il pane con la macchina del pane..è l'unica variante che ho fatto rispetto alla prima volta in cui mi sono venuti benissimo. Che ne dici? Può essere?

    RispondiElimina
  58. Allora..come Marzullo faccio le domande e mi rispondo da sola..si era la malefica farina, li ho rifatti e sono venuti benissimo!!! :)
    Che buoniiiii!!!!!!!

    RispondiElimina
  59. grazie per la precisissima e preziosissima ricetta. meno difficile (leggi impossibile) di quello che pensavo, anche grazie alle foto, passo dopo passo. e sicuramente più buoni di quelli che avevo mangiato in francia! ciao.
    p.

    RispondiElimina
  60. Dopo un anno passato ad inseguire la giusta ricetta, ho fatto i croissant questo we seguendo la tua...
    MERAVIGLIOSI!!!!

    Grazie mille per il tuo preziosissimo blog.
    Elena

    RispondiElimina
  61. Super!!! anche per me i croissant sono una fissa... ci provo... ma quindi i giri rispetto alla pasta sfoglia sono meno??? giusto?

    RispondiElimina
  62. Super!!! anche per me i croissant sono una fissa... ci provo... ma quindi i giri rispetto alla pasta sfoglia sono meno??? giusto?

    RispondiElimina
  63. @anonimo, no, non è normale. probabilmente hanno lievitato tropo dopo la formatura.

    @dora, mi fa piacere :)

    @federica, sì, la farina è importantissima, ha un suo indice di estensibilità, il PL... oppure l'impasto ha lievitato in frigo? dovrebbe,a anzi deve stare, a 4° non oltre.
    e se la pasta non si stende, sì, alla fine lavori troppo tirandola e si strappa.

    @losmogotes, mi fa piacere!!
    grazie

    @elena, grazie a te :)

    @anonimo sì, sono meno, non farli di più altrimenti perdi l'alveolatura.

    RispondiElimina
  64. Grazie mille per la ricetta molto precisa e per le belle foto!
    Li ho fatti tra ieri e oggi e sono davvero ottimi!

    :-D

    RispondiElimina
  65. ciao paoletta ti seguo da un bel pò e ti ho già scritto nel post dei babà di tinuccia(sono l'anonima del 20 gennaio),e non credo che vi libererete facilmente di me .....:):) io i croissant li ho fatti li abbiamo mangiati,senza lasciare neanche una briciola,ma una cosa vorrei chiederti ,perchè al momento delle pieghe il burro mi esce sermpre fuori? mi crea un pò di problemi ,che riesco a risolvere perchè poi i risultati sono abbastanza buoni nella forma,per il sapore non c'è niente da dire anzi,OTTIMO, faccio tutti i passaggi che ci sono da fare eppure questa cosa non mi riesce........ pensa che questo è il motivo x cui non li faccio spesso, cosa che mi dispiace perchè la prima colazione con i cornetti x me è bellissima......... se puoi rispondimi grazie e grazie

    RispondiElimina
  66. francescachiara15 febbraio 2011 11:53

    Domani li provo, speriamo!!!

    RispondiElimina
  67. francescachiara16 febbraio 2011 23:01

    Dopo tanto che aspiravo a farli ma non avendone mai il coraggio,oggi sono riuscita a fare i croissant.
    Non vi dico l'emozione che ho provato mentre li vedevo cuocersi!!!
    L'unica pecca è legata al forno di mia madre, è vecchio e purtroppo non cuoce più bene (da una lato scalda troppo) ma con la seconda infornata prendendo degli accorgimenti,sono venuti perfetti!!!
    Grazie mille Paoletta per questa spendida ricetta.

    RispondiElimina
  68. Ciao!! Innanzitutto complimenti x il tuo bellissimo blog!!! avrei una domanda...LA FARINA CAPUTO ROSSA (o cmq tutte le farine Caputo) DOVE SI COMPRANO?!?.....non le trovo in nessun posto..ho letto da qualche parte che si possono comprare on line, sai dirmi il sito? oppure alla metro ci sono? grazi mille

    RispondiElimina
  69. Non ho ben capito se x ottenere un'ottima sfogliatura serve pari dose di burro e farina..in rete si trovano molti pareri contrastanti...oltre a questa hai mai provato usando 500 gr di burro? Il maestro Adriano cosa dice a riguardo?

    RispondiElimina
  70. @chrialan, sei sicura di 'fissare' bene il pacchetto? usa burro tedesco e vedrai che andrà molto meglio, milbona della lidl è molto buono... lo tiri fuori dal frigo e lo usi subito :)

    @francesca, mi fa piacere !

    @claudina, la caputo la trovi alla metro.

    @camilla, pari dose di burro e farina si usa nella pasta sfoglia, questa http://aniceecannella.blogspot.com/2009/11/la-pasta-sfoglia-passo-passo.html

    non c'è bisogno di scomodare il maestro, posso dirtelo con sicurezza anche io, sono due cose ben diverse ;-)

    RispondiElimina
  71. Ciao! Oggi ho provato a fare i croissant e sono venuti benissimo. Sono davvero buoni e belli da vedere. Complimenti per la ricetta. :-)

    RispondiElimina
  72. Ciao ! Oggi ho fatto già la seconda volta e sono venuti molto buoni ! complimenti , e grazie per la tua ricetta !

    RispondiElimina
  73. valentina, mirela grazie a voi :)

    RispondiElimina
  74. li ho fatti anch'io, li ho fatti anch'io!! ho usato il burro tedesco preso da lidl che utilizzo per fare anche la pasta sfoglia e che non fa sentire quel sapore di unto a tratti antipatichello che invece ho riscontrato usando altri tipi di burro...e che dire: FAVOLOSI!! anche perchè con tutto questo popò di spiegazione impeccabile è praticamente impossibile sbagliare!!grazie mille per aver condiviso queste meraviglie con noi!
    Federica.

    RispondiElimina
  75. @Federica, grazie! quando leggo commenti come il tuo, ringrazio la rete per permettere la condivisione e per darmi tante e tante opportunità :)

    RispondiElimina
  76. grazie di cuore per le fantastiche ricette,oggi ho provato i croissant profumati-sono buonissimi anche se come prima volta mi sono attenuta fedelmente ai tempi di cottura ma il mio forno mi ha tradita,sono rimasti un pò troppo umidi e siccome ho dovuto invertire le teglie (nonostante sia un ventilato)mi si sono un pò afflosciati.Ti garantisco che prima di aprire il forno erano uno spettacolo,perfetti,la prossima volta al massimo tra una settimana rifaccio tutto devo curare solo la cottura.
    ancora grazie
    Nunzia da Como

    RispondiElimina
  77. Ciao, sono Zandro.
    Sono approdato al tuo blog proprio per i croissant, in quanto a casa si respira aria di Francia, e il meglio che si possa trovare a roma sono i croissant di auchan (meglio lasciar perdere).
    Ho seguito la ricetta (stupendamente spiegata) e ...ho fatto tombola. Ottimi. Ovviamente non li spolvero di zucchero perchè li consumo con prosciutto e burro salato, o nel latte così neutri di zucchero.
    Anch'io , come qulacuno, ho notato che hanno uno zenith nel forno quando ancora non hanno terminato la cottura, poi si "sbracano un po'".Come mai?
    In assoluto, però ho ricevuto la benedizione di 2 francesi che hanno detto che sono proprio da boulangerie, per profumo, trama e sapore.
    Grazie. :-)

    RispondiElimina
  78. @Nunzia, due sono i motivi per cui possono essersi afflosciati: o l'apertura del forno troppo anticipata, o la lievitazione troppo prolungata. Con le temperature di adesso, e a maggio faceva molto caldo lo stesso, i tempi di lievitazione vanno ovviamente ridotti.
    Non guardare il tempo, ma solo al raddoppio del volume.
    Se lievitano oltre il dovuto, gonfiano, ma all'uscita dal forno si afflosciano.
    Un altro motivo potrebbero essere le farine, non professionali, che non 'reggono' i tempi ...

    @Zandro, felice che ti piacciano. Se li consumi col prosciutto, abbasserei lo zucchero a 40 gr.
    Per il fatto che si 'sbracano' leggi su... anche se... che farine usi?

    RispondiElimina
  79. Per lo zucchero vanno benissimo così, rimangono neutri, anche perchè lo zucchero se lo mangia tutto la lievitazione, e abbassandolo ho paura che non crescano bene.
    Per la farina utilizzo la W330 rossetto.
    Ora sto sfornando, è la mia seconda prova. ho fatto i mini, e un po' ne ho surgelati.
    Ho trovato difficoltà perchè oggi fa caldo e la manipolazione richiede farina velocità.
    Poi ho tentato la cottura con 2 teglie , ma non va bene.... si cuoicciono in modo difforme.
    Comunque vengono mi-to-lo-gi-ci !!!!
    Approvati dalla moglie francese!!!!
    :-)

    RispondiElimina
  80. Fantastico questo post-->domani mi metto a farli anch'io. Ho visto che ne hai provate diverse di ricette per fare i croissants e i cornetti spiegando bene la differenza fra quelli francesi e quelli italiani. Io ho la fortuna di potermeli gustare entrambi : personalmente preferisco quelli francesi proprio perché, come dici tu, sanno di burro e non di margarina... Pero' devo ammettere che i cornetti profumati all'albicocca dei nostri bar italiano sono una goduria... L'altro giorno rimettevo piede dopo mesi in un bar italiano coi suoi profumi di zucchero a velo, scorza d'arancia e cappuccio e mi stavo commovendo ! Complimenti per il blog, è bellissimo !

    RispondiElimina
  81. Ciao, amo il tuo blog e l'ho pure messo fra i preferiti che appaiono sul mio blog. Volevo ringraziarti perché è in parte grazie a te se sono riuscita a confezionare i miei primi croissants !!!! Somigliano molto a quelli che mangio io di là, in effetti... Grazie mille, che soddisfazione !

    RispondiElimina
  82. @zandro, per lo zucchero, casomai al contrario lieviterebbe ancora meglio, anche se abbassarlo a 45 gr non credo faccia molta differenza in termini di lievitazione ;-)
    la 330 della rossetto la devi miscelare, da sola è troppo forte, se vuoi ti do le dosi.

    @messer, io li preferisco tutti e due ;-)
    grazie a te!
    hai foto?

    RispondiElimina
  83. Ho provato a fare i croissant, come prima volta c'è da capire alcune cose, come quella di non fare assolutamente le operazioni di giratura e di taglio su un piano tiepido!!

    RispondiElimina
  84. @Popoldo, non ti si sarà mica sciolto il burro? ;-)

    RispondiElimina
  85. Grazie mille per questa perla di saggezza =D
    Sono una adolescente a cui piace molto cucinare e sono ben 3 anni che cerco di fare questi benedetti Croissant ma tutte le ricette provate falliscono, infine ho trovato la tua ed è strepitosa!!! Mi sono venuti buonissimi!! Complimenti! =)
    Ciao Lydia

    RispondiElimina
  86. Ciao buonissima ricetta
    io sono un poco fissata con i croissants
    una domanda: io usavo sempre tutta manitoba.. così diceva la mia ricetta.. vengono meglio con metà?
    grazie

    RispondiElimina
  87. Ciao, ho provato la tua ricetta ed è davvero ottima, grazie!

    RispondiElimina
  88. @Lidya, complimenti a te :)

    @Antonella, decisamente sì ;-) non serve una farina molto forte per i croissant.

    @anonimo, grazie a te!

    RispondiElimina
  89. ciao :) domani avevo intenzione di fare questi meravigliosi croissant..però volevo farti prima delle domande:
    1.In totale quante ore ci vogliono per farli?(comprese riposo pasta, lievitazione e cottura)
    2.una volta cotti protrei anche farcirli con qualche crema?
    3.se non volessi cuocerli tutti, posso metterli nel freezer?(prima o dopo la lievitazione)
    Scusa x le tante domande..ma vorrei essere sicura...grazieee ciaoo

    RispondiElimina
  90. Ciao, mi chiamo Diana e ho appena fatto i tuoi cornetti..in forno c'è l'ultima pirofila (c'ho un sonno..) comunque ho notato 2 cose: 1 è che quando ho preso i cornetti in mano per infornarli, la sensazione al tatto che ho avuto è che fossero un pò "spugnosi".. è normale?
    L'altra domanda riguarda invece una cosa che mi ha perseguitato anche nelle zeppole: alveolatura perfetta alla vista, il cornetto vien fuori dal forno dorato e bellissimo e gonfio,ma dopo qualche secondo di ammoscia e (anche le zeppole si "siedono",uffa!)aprendolo si vede che la mollica c'è e strutturalmente è ben fatta ma il colore è appunto quello di mollica non cotta, un pò verdina-burrosa. DOVE sbaglio?eppure, sia per le zeppole che per i cornetti,inserisco il termometro NEL forno!
    Aiutami, ti preeeeeeego.
    Grazie, Diana

    RispondiElimina
  91. Ciao Paoletta, ho da poco scoperto il tuo elegante e goloso blog, da qualche mese immersa nella sperimentazione culinaria (sempre in cerca di validi consigli e altrettanto valide ricette) non ho potuto resistere alla tentazione di provare la tua dei croissant francesi. Stimolata dalla precisione con cui hai descritto il procedimento, dalle bellissime foto dei vari passaggi, dai commenti estasiati e soprattutto dall'invitante risultato altrettanto ben fotografato. Beh, volevo ringraziarti perchè stamane questi croissant francesi hanno abbellito la tavola e addolcito la colazione per la felicità mia e del mio fidanzato. Vivissimi complimenti, continuerò a seguire il tuo blog. Soniuccia.

    RispondiElimina
  92. ciao Paoletta sono una tua fans di Napoli, ti seguo sempre e ammiro tanto le tue ricette. L'altro giorno ho provato a cimentarmi nella preparazione dei croissant francesi,ottimi direi,cresciuti tantissimo in cottura..ma non so se è normale che appena sfornati se li tagli non c'è l'alveolatura ma sono vuoti... Perchè? dove ho fallito? Grazie
    Mary

    RispondiElimina
  93. Ciao, volevo lasciare un follow-up.
    Oggi ho cotto i croissant (mini) che avevo congelato l' estate scorsa.
    Ho visto che sono necessarie 10 ore per portarli a lievitatura prima della messa in forno, a temperatura ambiente di circa 18°.
    Non sono come i freschi, ma ci manca poco, sono comunque ottimi.
    Domani sono bloccato a casa, provo a farne 2 panetti, uno con la 330rossetto miscelata con una più debole, un altro con la "perpizza " rossetto ( quella ho in casa :-) )..... come forza dovrebbe esserci, ho paura che non sia sufficientemente raffinata , essendo una zero e non doppio zero..... vediamo un po' ...
    Ciao, Sandro.

    RispondiElimina
  94. Oggi, mentre faccio l'albero, provero' a farli...ma ci vuola davvero tutta la giornata!

    RispondiElimina
  95. Ciao grazie per i preziosi consigli e per la ricetta, mi invoglia motissimo a provare.
    Una domanda a che ora si inizia, insomma accumolo di ore a lievitare alemno 10 sommate tutte, a che ora è meglio cimentarsi?
    Chiara

    RispondiElimina
  96. IL SAPORE BUONISSIMO....SPETTACOLARE....HO FATTO TUTTI I PASSI....POI SI SONO UN PO SGONFIATI,MAS SO CHE E PERCHE IN VENEZUELA LA UNICA FARINA CHE SI TROVA E ANCHE MESCOLATA CON FARINA DI RISO...MA UGUALE SE LI SONO MANGIATI TUTTI LA FAMIGLIA E AMICI!!!!GRAZIE MILLE!!!

    RispondiElimina
  97. Provati fra ieri pomeriggio e oggi. Risultato SPETTACOLARE! Grazie per non avermi fatto lavorare millemila ore per nulla, come era capitato con altre ricette di croissant.

    RispondiElimina
  98. @anonimo, perdona il ritardo :)
    1) una giornata e mezza... basta fare qualche calcolo ;-)
    2) certamente :)
    3) prima della lievitazione, subito dopo la formatura... molto più pratico congelarli da cotti!
    mi fai sapere?

    @Diana, perchè hai preso i cornetti in mano?????????????? è pericolosisssssimooooo! scherzi a parte, rischi che si sgonfino! vanno messi a lievitare direttamente in teglia coperti da pellicola... ma non l'ho scritto??
    seconda domanda: se si ammocia a fine cottura, l'hai infornato a lievitazione passata ;-)
    baci

    @Soniuccia, i complimenti vanno a te! non è comunque una preparazione facile, brava :)

    @Mary, li hai formati troppo lenti ;-)

    @Sandro, come è andata? ai corsi utilizzo una miscela di w330 e 0 per pane, tutte e due rossetto...

    @margherita, n'è valsa la pena? :)

    @valentina, grazie!

    @chiara, comincia la sera tardi col pastello (l'impasto da mettere in frigo) e continua al mattino, sempre presto... dura la vita del pasticcere ;-)

    @anonimo del venezuela, prova ad infornarli un poco prima :)

    @martina, brava! hai foto? :9
    baci

    RispondiElimina
  99. ciao!
    complimenti per la ricetta, è spiegata talmente bene che è stato facilissimo seguirla!
    I croissant sono venuti bene, l'unico neo è che eranto un po' troppo duri e secchi all'esterno.. forse perchè ho dimenticato di spennellarvi l'uovo sopra? pensavo, come alternativa all'uovo, e se spennellassi un po' di acqua e zuccero?? ho visto che in alcuni bar lo fanno..
    un bacio! ;)

    RispondiElimina
  100. CIAO HO TROVATO IERI QUESTA PAGINA è MERAVIGLIOSA,FOTO BELLISIME ,E TU SEI PROPIO UNA PERSONA GENTILE,ERANO ANNI CHE CERCAVO QUESTA RICETTA,IERI MI SONO MESSA SUBITO ALL'OPERA,I CROISSANT SONO VENUTI ABBASTANZA BENE PER ESSERE LA PRIMA VOLTA.MI SI SONO UN PO' AFFLOSCIATI DOPO LA COTTURA E DA CIO'CHE HO LETTO NEI POST PRECEDENTI,PROBABILMENTE HANNO LIEVITATO TROPPO DOPO LA FORMATURA,DOMANI FORSE RIPROVO,PER ORA TI MANDO UN ABBRACCIO E TI RINGRAZIO TANTO TANTO .LILLY .

    RispondiElimina
  101. Ciao Paoletta,
    ho fatto i tuoi croissant ma mi sono venuti malissimo... Ho seguito tutto alla lettera e fino al momento di entrare in forno era tutto ok. Dopo appena averli infornati si sono sgonfiati e appiattiti. Usciti a fine cottura erano unti sia fuori che dentro, saporaccio di burro....non asciutti. e di burro ne ho messo 250, non 290.... Io ho il dubbio che la colpa sia del forno che è ventilato e non statico.... Cosa ne pensi?
    Grazie , ciao.

    RispondiElimina
  102. @Eliana, ti consiglio di spennellare con uovo, altrimenti ti vengono 'panosi' poi perchè, l'uovo, no? con lo sciroppo di acqua/zucchero casomai dopo, ma NON i croissant, altrimenti perdono la friabilità ;-)
    secchi e duri possono dipendere da due motivi, o li hai cotti troppo o non erano perfettamente lievitati.

    @lilly, il motivo è quello :)
    l'esperienza ti aiuterà a capire qual è il momento giusto!

    @katya, quando si afflosciano dopo significa che li hai infornati tardi, erano fuori lievitazione. l'altro problema potrebbe essere la sfogliatura, non perfettamente eseguita, è la prima volta? prova con del burro bavarese :)
    forno ventilato va benissimo!

    RispondiElimina
  103. Complimenti, ho scoperto questo blog e questa ricetta e sono entusiasta della riuscita. non mi ero mai cimentata con i croissant (li consideravo inavvicinabili) e invece grazie alla tua ricetta sono riuscita a prepararli e sono venuti ottimi . un po' scuri ma perche' il termostato del mio forno non e' precisissimo e all'inizio la temperatura era troppo alta...
    In ogni caso provero' a organizzarmi per prepararli a colazione nel mio agriturismo (Agriturismo Il Cucciolo, www.aziendailcucciolo.it). l'unica difficolta' sara' valutare i tempi per cuocerli direttamente la mattina. Grazie e provero' anche la ricetta successiva quella dei croissant profumati!

    RispondiElimina
  104. Ho guardato questa ricetta per parecchio tempo fino a quando non mi sono deciso a provarla... poi l'ho rifatta a dosi doppie!! Sono MERAVIGLIOSI!!!!! Grazie veramente!!

    RispondiElimina
  105. @Marta, congelali da cotti ;-)

    @Francesco, grazie a te :)

    RispondiElimina
  106. senti paoletta ma la prima lievitazione in frigo funziona a quella temperatura? Di solito io la manitoba riesco a farla lievitare solo con temperature di 25-28 gradi...

    RispondiElimina
  107. @Franco, no che non lievita, e NON deve lievitare ;-)

    RispondiElimina
  108. scusa però tu stessa nella descrizione scrivi: "Prendere l'impasto dal frigo, posarlo sulla tavola leggermente infarinata, e sgonfiarlo bene per far uscire i gas della lievitazione", allora lievitano in frigo!

    RispondiElimina
  109. ieri sera mi sono messa all'opera, era la prima volta che mi cimentavo con una ricetta così lunga e "difficile"... ma grazie alla spiegazione ricca di dettagli e le foto splendide, stamattina alle 6 mi sono svegliata e ho iniziato la fase 2.
    Sono venute MERAVIGLIOSE e buonissime!
    l'unico cambiamento è stato che ho messo 200 g di burro e tutta farina 00.
    Sembrano davvero come quelle di pasticceria!
    Complimenti per la ricetta e grazie :)

    RispondiElimina
  110. Ottimi, foto su mauro marson fbook. Ripieno gorgonzola miele x salato e marmellata arancia per il dolce

    RispondiElimina
  111. Salve, questa è la quarta ricetta che provo ma non ci siamo, una volta la pasta non lievita, poi viene troppo morbida, un altra volta è dura, finalmente ho trovato la tua ricetta e mi sembra quella giusta. Ho seguito tutto alla lettera, la pasta è lievitata del doppio dopo averla impastata a mano x 20 min, sembrava procedere tutto bene fino a quando ho inglobato il burro fatto il primo giro e posto il panetto in frigo. Dopo 40 min ho fatto il 2 giro ma il burro sembrava essersi spezzettato all'interno della pasta. Cmq ho proseguito fino al terzo giro, ma la pasta sembra rigettare il burro.... Tra poco infornerò i croissanta non credo verranno buoni... Uffaaaaa. Qualcuno mi può aiutare of illuminare?? il caldo? Qui ci sono 30 gradi.

    RispondiElimina
  112. Uffi! Credo di essere sul punto di arrendermi :(
    È la seconda volta che ci provo, ma non riesco proprio a sfogliare... la pasta già dopo il primo giro è sempre più gonfia e se provo a stenderla col matterello per farla più bassa, finisce che esplode ed esce il burro... Eppure il frigo è ad un solo grado! Non dovrebbe continuare a lievitare e invece esce dal frigo sempre più gonfia... :(
    Cosa posso fare?
    [Comunque, complimenti! Sono arrivato oggi nel tuo blog per la prima volta e ho visto un sacco di ricette meravigliose che proporrò sicuramente ad amici e famiglia. Bravissima!].
    Johnny

    RispondiElimina
  113. @franco, lievita lentamente ma sarebbe meglio che l'impasto non lievitasse. lascialo a 4°

    @anonimo, grazie a te e complimenti!

    @Jhonny, hai controllato con un termometro?

    RispondiElimina
  114. ho preso la tua ricetta per provare a fare i cornetti, sono venuti buoni, saporiti.Grazie se vuoi vedere guarda qui http://cioccolatoamaro-paola.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Paola, li ho visti... se posso permettermi, cura un po' di più la lavorazione... pian piano ti verrà poi naturale essere più precisa :)
      baci

      Elimina
  115. ciao sono maria assunta, complimenti per il sito , per la ricetta ma soprattutto per le spiegazioni cosi dettagliate ! solo una volta ho provato a fare i cornetti ma non con pasta sfoglia , ma sarebbe dovuta essere una pasta brioche...invece mi sono venuti duri come biscotti ....questa volta invece provero' la tua ricetta , perche' seguendola passo passo non credo che potrei sbagliare . Dopo domani li faro' per l'anniversario di matrimonio dei miei , e vi diro' come sono venuti . Sul web ho trovato una ricetta uguale alla tua pero ' invece dell'acqua c' era il latte. Secondo te come verrebbero con il latte ???? grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao maria assunta, col latte vengono più briochati, ma il croissant francese non lo è. se ti piace quesl risultato, allora ti consiglio questi http://aniceecannella.blogspot.it/2010/01/croissant-atto-ii.html
      sia con questa ricetta che con quella linkata ne vengono circa 18/20 pezzi.

      qual è la ricetta uguale alla mia ma col latte?

      mi fai sapere?
      un bacio

      Elimina
  116. sono sempre maria assunta , e inoltre vorrei sapere con la tua dose quanti cornetti vengono fuori....domani li faro' wow non vedo l'ora ! che belloooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. maria assunta, ne vengono una ventina...

      Elimina
  117. ciao , sono maria assunta !
    la ricetta la puoi trovare qui http://www.mrday.it/#/?id=merende&LG=IT&st=croissant_cioccolato& . E' simile alla tua piu' o meno .
    Ho appena fatto l'impasto e l ho messo gia' in frigo , secondo te se anzicche' farli rimanere in frigo per 6 ore li lascio per 3 ore va bene uguale o succede qualcosa ? Hai qualche indicazione da darmi con una giornata caldissima come oggi ? da me ci sono 40 gradi ...si muore proprio..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. con 40° sarebbe meglio evitare di fare i croissant... infatti, come leggo sotto, l'impasto ha raddoppiato in frigo, perché, poverello, ha caldo anche lui. considera che in frigo l'impasto non deve quasi lievitare.
      mi spiace aver letto adesso, ti avrei consigliato un piccolo passaggio in freezer.

      Elimina
  118. sono sempre maria assunta , ma spennellare l'uovo vuol dire spennellarlo intero o soltanto il tuorlo ? grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. spennellare con uovo, vuol dire usare uvo intero, altrimenti avrei scritto tuorlo :)
      comunque va bene anche tuorlo, o tuorlo e latte... meglio ancora solo albume ;-)

      Elimina
  119. sono sempre maria assunta : io non riesco a vedere i gradi del mio frigo , so solo che dopo un'ora e mezza l'impasto ha raddoppiato il suo volume , è normale secondo voi ????

    RispondiElimina
  120. paoletta sono sempre maria assunta , non so se ho fatto bene ma dopo un'ora e mezza che il mio impasto stava nel frigo e ho visto che era talmente lievitato da uscire dal piatto , mi sono messa a fare i giri di sfoglia, ora sono al primo giro ...spero vengano ugualmente buoni...intanto se li avessi fatti rimanere per sei ore in frigo secondo me avrei trovato una palla enorme come tutto il frigo hihihihiih speriamo bene...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è per questo che il frigo deve essere a 4° perchè l'impasto non deve lievitare o quasi. come sono venuti?

      Elimina
    2. Ciao paoletta , allora ti dico subito : poiche' gia' dopo un'ora l'impasto era diventato piu' del dobbio , ho subito iniziato a fare la sfogliatura . Pero' siccome faceva caldissimo ieri , avrei dovuto lasciare molto di piu' il burro schiacciato nel frigo , perche' appena l'ho incorporato con l'impasto mi si è sciolto e l'ho perso . Un problema che ho riscontrato è stato che l'impasto una volta steso con il mattarello per fare i triangoli isosceli dei cornetti era troppo morbido e quasi era difficile dare una forma triangolare , quando tagliavo con il coltello l'impasto se ne veniva appresso al coltello , per cui come forma non mi sono venuti al massimo . Secondo te a cosa è stato dovuto ?
      Per quanto riguarda il risultato finale devo dirti che erano buoni solo quelli che ho fatto ripieni di marmellata , perche' quelli vuoti non sapevano di niente. Pero' il cornetto è venuto morbido ma non chissa' quanto dolce , la prossima volta aumento i grammi di zucchero . La cosa che mi piace di meno dei cornetti fatti in casa è che sanno di lievito di birra. Cosa potrei fare per evitare cio' ?
      grazie

      Elimina
    3. l'impasto non deve lievitare, per cui se lo hai lavorato a più del doppio del suo volume, è normale che ne siano conseguiti tutti i problemi che hai elencato...

      Elimina
  121. sono maria assunta, oggi sto provando a fare i cornetti con gli aromi e poi prima di farli riposare li riempio con nutella , ovviamente ho preso un po' di esperienza e sicuramente mi verranno piu' buoni....

    RispondiElimina
  122. Ciao, sono Monia, ho provato, anzi, sto provando, a fare queste creature meravigliose, ma mi sa tanto che usciranno dei trolls.
    Intanto quando ho messo il burro nel quadrato e ho chiuso i lembi mi sono persa, perché il burro usciva dai tutte le parti ( nonostante i miei sforzi per sigillare).
    Pian piano sto aggiungendo farina mentre faccio le pieghe per recuperare il misfatto...chissà cosa uscirà! magari ci riprovo un altra volta, ma vorrei capire meglio come si deve lavorare il quadrato con il burro dentro! :(
    grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Monia, deve essere tutto freddo, impasto per primo ;-)

      Elimina
  123. Appena sfornati, ed era la prima volta ... che dire? Buonissimi e bellissimi! Davvero complimenti e grazie per questa ricetta. Ora che ho scoperto questo bellissimo blog non lo abbandonerò più! ;)
    Grazie ancora. Chiara :)

    RispondiElimina
  124. ehm forse sono tanti due anni dall'ultimo commento per sperare in una risposta, ma vorrei sapere come faccio ad accedere alle foto un po' più grandine..
    Grazie Emiliana

    RispondiElimina
  125. Ciao Paoletta! innanzitutto complimenti per il tuo blog che seguo (in religioso silenzio) ormai da moltissimi anni.. Ho provato a fare i croissant, ma, qualsiasi ricetta provo raggiungo sempre lo stesso risultato: li inforno che sono belli lievitati e almeno a vederli perfetti,in cottura,invece, inizialmente crescono, ma poi si ''siedono'' e alla fine ottengo delle frittelle.. :( Ma da cosa può dipendere? Troppo lievitati?(i miei oggi hanno riposato 1 e 3/4)O può essere colpa del forno (che effettivamente non mantiene la temperatura costante)? Grazie mille se potrai darmi qualche consiglio! E ancora complimenti! Francesca.

    RispondiElimina
  126. Ottima ricetta... Io li ho fatti con la farina integrale e i semi di sesamo...SPETTACOLARI E BUONISSIMI!!! Complimenti :)

    RispondiElimina
  127. Ottima ricetta...Io li ho fatti con la farina integrale e i semi di sesamo...SPETTACOLARI E BUONISSIMI!!! complimentoni!!! :)

    RispondiElimina
  128. Ciao Paoletta!!! Ti seguo da sempre e volevo farti i complimenti non solo per il blog, ma per tutto il lavoro che fai! Ho provato a fare i tuoi meravigliosi croissant ma come mi è già capitato con altre ricette, risultano bellissimi fino a che li inforno.. Lì dentro, invece che gonfiarsi ulteriormente per poi ''bloccare'' la forma, si afflosciano inesorabilmente e quando li tiro fuori sono delle frittelle (buonissime di sapore) inguardabili. Può dipendere dal fatto che lievitano troppo? Ho atteso 1 h e 45 minuti.. O può dipendere dal mio forno che effettivamente non mantiene la temperatura costante, tanto che devo stare sempre lì davanti per rialzarla appena vedo che scende.. Per le temperature ho seguito le tue indicazioni.. Grazie mille se mi vorrai dare una mano a capire dove sbaglio.. Vorrei davvero molto riuscire a prepararli! Un abbraccio. Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. francesca, ma per farli passare di lievitazione così in fretta (perchè questo è il problema) a che temp. li fai lievitare? in quanto al forno, sì, potrebbe essere un problema, perchè croissant e sfoglia, vogliono la botta di calore iniziale... ma vedi uscire burro?

      Elimina
    2. Ciao e grazie per aver risposto! La temperatura era quella ambiente, quindi sui 21/22 gradi.. No il burro non era fuoriuscito.. A questo punto credo dipenda dal forno.. Abbiamo deciso di cambiarlo, tu me ne puoi consigliare uno buono? Grazie ancora. Francesca

      Elimina
    3. ciao francesca, io ho uno smeg con diverse funzioni, tra cui quella della pizza e il termoventilato eccezionale per i lievitati e mi trovo benissimo... ne ho provati altri in giro, di smeg, e lo stesso mi sono trovata bene. tra l'altro hanno un ottimo rapporto qualità/prezzo.

      Elimina
  129. FAVOLOSI !!!!! Io li ho fatti e sono venuti perfetti ! L'unica cosa, la prossima volta proverò con 250 di burro anzichè 290 perchè per i miei gusti erano troppo unti.

    RispondiElimina
  130. Questa ricetta è davvero spettacolare :) una domanda però, quando mi lievitano sono belli gonfi, ma una volta infornati poi rimangono gonfi, ma alla fine, quando li tiro fuori si ammosciano un po'.
    Dentro la pasta non rimane cruda, ma anzi sono cotti al punto giusto e morbidi. Il sapore è perfetto, ma questa cosa che poi si ammoscino mi fà un po' rabbia.
    In cosa potrei sbagliare?

    RispondiElimina
  131. Ciao! Questo post è stato rivelatore e anche particolarmente incoraggiante! Finalmente dopo tanto mi sono cimentata, incoraggiata dall'ottimo risultato, ho provati a farli con farina integrale e miele.

    http://researchandkitchen.blogspot.it/2012/11/croissantche-bonta.html

    A presto!
    Marta

    RispondiElimina
  132. Da brava sbadata non ho visto se c'è la moderazione dei commenti...anyway. Incoraggiata dal risultato ottenuto seguendo le tue indicazioni, ho provato una variante con farina integrale e miele: http://researchandkitchen.blogspot.it/2012/11/croissantche-bonta.html

    A presto
    Marta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. visti! davvero brava, complimeti :-)
      fai solo attenzione all'infornata, alcuni mi paiono infornati un po' tardi, tieni conto che se usi farina intefrale, arrivano un po' prima a maturazione.

      Elimina
  133. Salve, ricetta eccellente. Volevo ringraziarla anche a nome di mia nipote Federica, allergica all'uovo, che per la prima volta nella sua vita ha potuto mangiare dei cornetti (li ho pennellati con il latte al posto dell'uovo)
    saluti
    Claudia

    RispondiElimina
  134. mi chiamo sonia e purtroppo ti ho trovata solo ora...non posso fare a meno di complimentarmi per le tue ricette molto ben spiegate e precise!!! d'ora in poi verrò a trovarti più spesso. bacioni

    RispondiElimina
  135. non mi stupisco che ci siano più di trecento commenti, spiegazioni dettagliate e foto di ottimo aiuto...mi inchino davanti a tanta bellezza!
    complimenti davvero!
    Ciao e io sono Gabila di panedolcealcioccolato.blogspot.com

    RispondiElimina
  136. ciao Paoletta,
    finalmente ieri ho provato a fare i tuoi deliziosi croissant.
    Ti volevo chiedere un consiglio: a me quando li ho infornati a 220° per 5-6 minuti mi è fuoriuscito del burro e i tempi di cottura li ho allungati di 10 minuti rispetto a quelli indicati, ma, nonostante ciò, mi parevano poco cotti e carichi di burro: insomma, non soffici soffici e chiari come nella tua foto 34. Ho usato il burro tedesco e ho fatto passo passo la ricetta come da te indicata, eccezion fatta solo per la prima lievitazione dell'impasto in frigo che per motivi di tempo mi è stata un'ora in più (quella del panetto prima di inserire il burro per intendersi). spero vivamente in una tua risposta a proposito e ti ringrazio vivamente per la tua pubblicazione e per le meravigliose foto. Un bacio. erica ericaunotrend@yahoo.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao erika, quando il burro fuoriesce in cottura uno dei motivi potrebbe essere la sfogliatura non correttamente eseguita, mi spiace :-)
      però riprovaci e fammi sapere...

      Elimina
  137. Sei stata nominata :)
    http://paneepomodoro.wordpress.com/2013/03/05/alla-ricerca-del-croissant-perfetto/

    RispondiElimina
  138. complimenti per il tuo blog.....ricette veramente fantastiche...
    nuova fallower..
    se ti va passa da me
    http://casa-dolcecasa.blogspot.it/2013/02/fai-conoscere-il-tuo-blog.html#comment-form

    RispondiElimina
  139. CIAOOO
    COMPLIMENTI PER IL TUO BLOG...
    NUOVA FALLOWER!!!
    SE TI VA PASSA DA ME
    http://casa-dolcecasa.blogspot.it/2013/02/fai-conoscere-il-tuo-blog.html#comment-form

    RispondiElimina
  140. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  141. Me li ha preparati il mio amato in un'occasione in cui avevo un bisogno estremo di conforto e coccole: eccezionali! Sapevano di burro, ovvio, ma il burro è una di quelle strambe cose che oltre un certo limite è intollerabile ma entro è delizioso (si può dire che non conosca le mezze misure) e la tua ricetta si piazzava ampiamente in zona franca! La cosa che mi ha stupito è stato proprio l'aroma forte ma vellutato, anche se, devo ammettere, noi usiamo da tempo solo burri fantastici. Grazie, è anche merito tuo se un croissant tiepido mi ha confortato in un momento difficile. <3

    RispondiElimina
  142. Davvero magnifici! ho appena sfornato i croissant fatti con questa ricetta! finalmente sono riuscita a trovare la ricetta perfetta! grazie mille!

    RispondiElimina
  143. ciao Paoletta, vorrei provare a fare questi splendidi croissant!la ricetta è super dettagliata, sembrano deliziosi. l'unico problema è che non ho una planetaria e con gli impasti lievitati non sono molto pratica. dovrei impastare in una ciotola?o a fontana sulla spianatoia?in che ordine inserisco gli ingredienti?scusa la domanda un pò banale...ma spero ugualmente in una tua rispostina:)
    ti ringrazio.un saluto
    Martina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao martina, perdona la risposta in ritardo... stesso ordine :-)

      Elimina
  144. Superba la ricetta, precise le spiegazioni, un blog stupendo!!! Sono in assoluto i miei croissant preferiti! Ti aggiungo al mio elenco lettura! :)

    RispondiElimina
  145. Mmmh a dir poco fantastici, li preparerò sicuramente!
    Una domanidina però: con i tempi come ti regoli?
    Cioè rimani sveglia la notte a farli?
    Grazie, baci :)

    RispondiElimina
  146. Buondì a tutti, mi chiedevo come mai non utilizzi aromi nell'impasto quali vaniglia o limone?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao, perchè il croissant francese non prevede uova nell'impasto, né aromi... ho un'altra ricetta co uova e aromi, anzi due, sempre nel blog :-)

      Elimina
  147. Ciao! Voglio provare a farli ma in versione integrale perciò chiedo a te che sei una esperta, quanto devo usare della farina integrale e quanto di manitoba. Grazie mille, lu

    RispondiElimina
  148. Ciao! Vorrei tanto fare questi croissant però con la farina integrale. Qto devo mettere di farina integrale e qto di farina manitoba o 0? Grazie, Lu

    RispondiElimina
  149. Ciao... Bellissima ricetta assolutamente da provare... Vorrei chiederti ma con queste dosi quanti ne vengono!?

    RispondiElimina
  150. Fatti e sono davvero una meraviglia!!!! Non si possono togliere di bocca! :)

    RispondiElimina
  151. Ciao. li ho fatti anche se mi sono impicciata con le piegature :))) alla fine sono venuti abbastanza morbidi però non proprio croccanti, però dai è la prima volta che mi metto a fare i croissant per cui sono contenta che siano almeno commestibili :) grazie 1000 per la ricetta

    Marietta

    RispondiElimina
  152. ciao, complimenti per le tue ricette. Ho provato a fare questi croissant 6 volte e ho un solo problema: il giorno dopo sono duri... mi sai dire come mai? grazie mille e complimenti ancora

    RispondiElimina
  153. Ho provato questa fantastica ricetta! Seguendo passo passo quanto suggerito si ottengono dei cornetti come quelli delle migliori pasticcerie croccanti, friabili e perfettamente lievitati per non parlare del profumo che esce dal forno appena cotti! ! Grazie li rifarò sicuramente

    RispondiElimina
  154. Ho provato questa fantastica ricetta! Seguendo passo passo quanto suggerito si ottengono dei cornetti come quelli delle migliori pasticcerie croccanti, friabili e perfettamente lievitati per non parlare del profumo che esce dal forno appena cotti! ! Grazie li rifarò sicuramente

    RispondiElimina
  155. Complimenti per questa fantastica ricetta! Ho provato a fare i croissant e oltre a essere tutto molto chiaro nella spiegazione.... a partire dal profumo che esce dal forno fino a arrivare alla croccattenza e friabilità dei croissant appena cotti è un succedersi di vero piacere!

    RispondiElimina
  156. fatti! grazie mille per la ricetta, non avevo mai fatto la pasta sfoglia ma così passo passo mi sono riusciti! un chiarimento, se la prossima volta li volessi congelare devo farlo prima che i cornetti lievitino? :-) rachele

    RispondiElimina
  157. Li abbiamo fatti! Risultato magnifico! Grazie per condividere queste bontà e meraviglie con tutti noi Non ci saremmo riuscite così facilmente senza le tue dettagliate spiegazioni

    RispondiElimina
  158. Paletta noi li abbiamo fatti e grazie ai tuoi consigli sono venuti perfetti! O quasi :-)

    RispondiElimina
  159. Ciao paletta complimenti ho privato la tua ricetta ma ho fatto lievitare 2 ore in forno spento e 6 ore prima di informare, mi sono gonfiati tantissimo ma al momento di passare il rosso mi si sono gonfiati. Mi sai dire dove ho sbagliato?
    Grazie Chiara

    RispondiElimina
  160. Errore digitazione mi si sono sgonfiati
    Grazie
    Chiara

    RispondiElimina
  161. Cosa dire,ora potrò finalmente soddisfare le voglie di mia moglie che da quando viviamo in Trentino é costretta ad aspettare l'estate quando torna giù per mangiare dei croissant decenti.fatti la prima volta e già sono strafelice del risultato! grazie per la splendida spiegazione .:-)

    RispondiElimina
  162. I Cellino sono due....

    Quello della farina non e l'allenatore del Cagliari...si chiama Ettore Cellino...
    Forse sono parenti

    RispondiElimina
  163. I Cellino che dici comunque sono due persone diverse.... Si chiama Ettore Cellino quello delle farine

    RispondiElimina