lunedì 22 ottobre 2007

Le Ricette dei Lettori: La Sbrisoletta, torta della Rosa

Ciao Paola,
Sono Lucia ed ogni tanto lascio qualche commento sul tuo bellissimo blog.
Recentemente hai pubblicato una ricetta di torta di mele, invitandoci ad inviarti la nostra versione, ed eccomi qua, con la ricetta della torta di mele di famiglia e la ricetta che se vuoi puoi inserire ne "Le ricette dei Lettori".
L'ho trovata sul ricettario di mia nonna Rosa e con questa torta ho "vinto" il concorso indetto da Famiglia Cristiana nel 2006, per la sezione Dolci.
Loro l'hanno chiamata LA SBRISOLETTA, ma per me è la torta della Rosa.
Prepararla rilassa veramente tanto, ovviamente per chi ama avere le *mani in pasta*.
La Sbrisoletta, torta della Rosa

INGREDIENTI
PER LA PASTA : 200 gr. di farina, 200 gr. di semolino, 200 gr. di zucchero, 200 gr. di burro, 1 pizzico di sale, 1 bustina di lievito in polvere.
PER IL RIPIENO: mele renette o Golden (circa 800 gr), 1 cucchiaio di uvetta sultanina, 1 cucchiaio di rum, 1 cucchiaio di pinoli, cannella, buccia di limone grattuggiata.
PER LA FINITURA: 1 tuorlo d'uovo ed un bicchiere di latte.

Setacciare la farina con il lievito, unirvi il semolino, lo zucchero, il sale ed il burro a pezzetti; lavorare gli ingredienti con la punta delle dita, sfregandoli un poco fra le mani per amalgamarli senza impastare. Si dovrà ottenre un composto granuloso (tante piccolissime palline, più sono piccole migliore è il risultato).
Preparare il ripieno con le mele grattuggiare grosse, l'uvetta rinvenuta nel rum (e scolata), i pinoli, la buccia grattuggiata del limone, la cannella.
A questo punto prendere uno stampo (possibilmente a cerniera rivestendone il fondo con carta forno), imburrare ed infarinare il tutto e versarci poco più di metà dell'impasto di palline, creando un anello intorno per il bordo. Distribuirvi sopra (al centro) il composto di mele e coprire il tutto con il restante impasto. Pareggiare e versarvi sopra il tuorlo sbattuto con il latte.
A 180° per 45 minuti.
Io ho provato anche le varianti con fichi-mele, cioccolato-pere, pesche bianche-cioccolato-noci, nocciole-cioccolato-mele etc... basta che non si utilizzi frutta troppo umida (ad esempio pesche sciroppate). La classica però è con le sole mele.
Mi farà sicuramente piacere "leggerla" tra le tue splendide creazioni....in ogni caso provala perchè è bellissima da fare e buonissima da gustare.
Buone "MANI IN PASTA" e buon tutto
Lucia Garrone
Pray


Le Ricette dei Lettori: Calzone coi peperoni

Ciao Paoletta, voglio farti conoscere questa ricetta a cui sono molto legata, primo perché è di mia zia, che è una cuoca straordinaria, secondo perché è una delle prime cose che ho fatto appena sposata. Devi sapere che la passione per la cucina è nata solo dopo sposata, da ragazza non ero per niente interessata alla cucina nonostante i miei genitori avessero un ristorante (peccato chissà quanti trucchi mi sono persa).
E’ una ricetta semplice e di successo garantito, e poi è un lievitato, penso di essere proprio nel posto giusto, visto che sei un’appassionata di lievitati.

Calzone con i peperoni

Ingredienti:
400 gr. di Farina 0
100 gr. di Burro
12 gr. di lievito di birra
1 cucchiaino raso di sale
latte tiepido quanto basta

Per il ripieno:
peperoni gialli
tonno
capperi
pancetta coppata
grana padano
olive

Porre la farina in una ciotola, aggiungere il burro morbido, il lievito sbriciolato e impastare con il latte tiepido, aggiungere il sale, e continuare a impastare fino ad ottenere un impasto morbido ma compatto. Mettere a lievitare ben coperto per circa 1 ora e 1/2, l’impasto deve raddoppiare il suo volume.
Nel frattempo preparare il ripieno. Tagliare i peperoni a dadini, soffriggerli con un poco di olio di oliva e salarli appena, lasciarli raffreddare.

Prendere l’impasto e dividerlo in due, stendere l’impasto in una teglia tonda di 32 cm. di diametro, adagiare i peperoni soffritti, il tonno gocciolato, i capperi, la pancetta a striscioline, le olive denocciolate e spolverizzare con il grana.

Stendere l’altro pezzo di impasto e adagiare sopra in modo che copre bene il ripieno, sigillare bene i bordi e punzecchiare l’impasto con i rebbi di una forchetta, spennellare con un pò di latte la superficie. Infornare a 180° per una mezzoretta.

Grazie
Maddy, dalla Puglia